/ Hollande minaccia di 'sospendere dall'Ue' le nazioni che eleggono...

Hollande minaccia di 'sospendere dall'Ue' le nazioni che eleggono politici di estrema destra

Hollande minaccia di 'sospendere dall'Ue' le nazioni che eleggono politici di estrema destra
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il mese scorso, Bruxelles e la Polonia si sono scontrare per la decisione di quest'ultima di approvare nuove leggi che avrebbero permesso al partito di governo di nominare i capi della televisione pubblica e della radio, e selezionare i giudici per la Corte Costituzionale del paese.
 
In risposta alle critiche dell'Ue, il ministro polacco Zbigniew Ziobro ha inviato una lettera al commissario Ue Gunther Oettinger in cui Ziobro ha respinto le critiche delle nuove leggi come "stupide".
 
Oettinger  aveva suggerito di porre la Polonia sotto controllo per eventuali violazioni dei principi democratici e dopo che il settimanale polacco Wprost ha pubblicato una copertina raffigurante Angela Merkel, Jean Claude-Juncker, e altri eurocrati come nazisti che "vogliono sorvegliare di nuovo in Polonia", Bruxelles ha avviato una revisione delle nuove leggi in materia di media del paese. In base al meccanismo sullo "stato di diritto", la Commissione europea può obbligare gli Stati membri a modificare le misure che costituiscono "una minaccia sistematica" per la democrazia. 



Ma non è tutto. Secondo le osservazioni fatte venerdì dal presidente francese Francois Hollande, l'Europa potrebbe  "sospendere" i paesi membri in cui governi di estrema destra arrivano al potere.
 
"Il presidente francese Francois Hollande ha avvertito Venerdì che uno Stato membro dell'UE potrebbe essere sanzionato se l'estrema destra dovesse salire al potere in quello stato e potrebbe anche essere sospeso dal blocco, " riporta AFP .
 
"Un paese può essere sospeso da parte dell'Unione europea", il presidente ha detto alla radio France Inter.
 
"Il Consiglio d'Europa la scorsa settimana ha espresso preoccupazione per le modifiche legislative proposte dal nuovo governo di destra della Polonia che sono state descritti sia in patria che all'estero come incostituzionali e antidemocratiche," continua AFP, aggiungendo che "preoccupazioni simili sono state espresse sul primo ministro ungherese Viktor Orban. "
 
"Quando la libertà dei media è in pericolo, quando le costituzioni e i diritti umani sono sotto attacco, l'Europa non deve essere solo una rete di sicurezza. Essa deve mettere in atto procedure per sospendere (paesi) - si può arrivare a tanto ," ha dichiarato Hollande  
 
"Controlli", ha detto, sono necessari in Polonia. 
 
Ci sono un paio di cose da notare. In primo luogo, non è affatto chiaro il motivo per cui dovrebbe essere la Francia a decidere come devono votare i cittadini di un altro paese. In effetti, c'è qualcosa di terribilmente ironico nell'idea di punire un paese per le sue preferenze di voto in nome della democrazia . Non c'è nulla di democratico nel dire ad interi paesi chi hanno il permesso di eleggere. 
 
In secondo luogo, i commenti di Hollande riflettono il timore che l'aggravarsi della crisi dei rifugiati abbia portato ad una rinascita del nazionalismo in Europa.  

Tra  il crescente supporto per PEGIDA, che ha organizzato manifestazioni in tutto il blocco all'inizio di questo mese ... e la popolarità di gruppi come i "Soldati di Odino" in Finlandia ... è chiaro che l'estrema destra è in rimonta in tutta Europa. Ci si chiede allora quante nazioni Hollande e Bruxelles sono pronti a "sospendere".
 
 
 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Europlot
Notizia del:     Fonte: Reuters

L'Unione Europea imporrà nuove sanzioni alla Siria per la sua offensiva ad Aleppo

L'Unione europea ha adottato nuove sanzioni contro la Siria per la sua offensiva anti-terrorismo nella città di Aleppo.

Come riportato ieri dall'agenzia britannica Reuters, con tali misure l'Unione europea cercherà...
Notizia del:

Intervista a Stiglitz. "Il costo di mantenere insieme l’eurozona è probabilmente più alto del costo di smantellarla"

In un'intervista con Artemis Photiadou di EUROPP Stuart Brown, il premio Nobel per l'economia Joseph Stiglitz analizza i problemi strutturali alla base della zona euro e sostiene "che...
Notizia del:     Fonte: Avgi

Luigi de Magistris: «Ciò che può interessare la gente è una proposta politica, culturale, economica e sociale alternativa»

Il Sindaco di Napoli intervistato sulla situazione italiana all'indomani del referendum costituzionale dove ha trionfato il NO

  di Argiris Panagopoulos - Avgi   Nelle urne è stato sconfitto il “renzismo”...
Notizia del:

La Corte dei conti non è in grado di dire come è stato speso il denaro dell'UE concesso all'Ucraina

L'UE ha erogato miliardi di euro all'Ucraina, in gran parte per sostegno al bilancio, ma la Corte dei conti europea (CCE) ha ammesso ieri (6 dicembre) che non era in grado di dire come il denaro...
Notizia del:

Erdogan ratifica l'accordo con la Russia sul Turkish Stream

  Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha firmato la legge di ratifica dell'accordo con la Russia per la costruzione del gasdotto Turkish Stream, secondo un comunicato pubblicato...
Notizia del:

In Italia oltre una persona su quattro a rischio povertà o esclusione. Istat

Da Istat.it  Nel 2015 si stima che il 28,7% delle persone residenti in Italia sia a rischio di povertà o esclusione sociale ovvero, secondo la definizione adottata nell'ambito della...
Notizia del:

Referendum, Luigi de Magistris: «Questa è una vittoria popolare»

Il Sindaco di Napoli evidenzia come il risultato sia anche frutto di un oggettivo rigetto delle persone verso le politiche neoliberiste

  All’indomani della strepitosa vittoria del fronte del No nel referendum costituzionale, il Sindaco...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa