/ Hollande minaccia di 'sospendere dall'Ue' le nazioni che eleggono...

Hollande minaccia di 'sospendere dall'Ue' le nazioni che eleggono politici di estrema destra

Hollande minaccia di 'sospendere dall'Ue' le nazioni che eleggono politici di estrema destra
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il mese scorso, Bruxelles e la Polonia si sono scontrare per la decisione di quest'ultima di approvare nuove leggi che avrebbero permesso al partito di governo di nominare i capi della televisione pubblica e della radio, e selezionare i giudici per la Corte Costituzionale del paese.
 
In risposta alle critiche dell'Ue, il ministro polacco Zbigniew Ziobro ha inviato una lettera al commissario Ue Gunther Oettinger in cui Ziobro ha respinto le critiche delle nuove leggi come "stupide".
 
Oettinger  aveva suggerito di porre la Polonia sotto controllo per eventuali violazioni dei principi democratici e dopo che il settimanale polacco Wprost ha pubblicato una copertina raffigurante Angela Merkel, Jean Claude-Juncker, e altri eurocrati come nazisti che "vogliono sorvegliare di nuovo in Polonia", Bruxelles ha avviato una revisione delle nuove leggi in materia di media del paese. In base al meccanismo sullo "stato di diritto", la Commissione europea può obbligare gli Stati membri a modificare le misure che costituiscono "una minaccia sistematica" per la democrazia. 



Ma non è tutto. Secondo le osservazioni fatte venerdì dal presidente francese Francois Hollande, l'Europa potrebbe  "sospendere" i paesi membri in cui governi di estrema destra arrivano al potere.
 
"Il presidente francese Francois Hollande ha avvertito Venerdì che uno Stato membro dell'UE potrebbe essere sanzionato se l'estrema destra dovesse salire al potere in quello stato e potrebbe anche essere sospeso dal blocco, " riporta AFP .
 
"Un paese può essere sospeso da parte dell'Unione europea", il presidente ha detto alla radio France Inter.
 
"Il Consiglio d'Europa la scorsa settimana ha espresso preoccupazione per le modifiche legislative proposte dal nuovo governo di destra della Polonia che sono state descritti sia in patria che all'estero come incostituzionali e antidemocratiche," continua AFP, aggiungendo che "preoccupazioni simili sono state espresse sul primo ministro ungherese Viktor Orban. "
 
"Quando la libertà dei media è in pericolo, quando le costituzioni e i diritti umani sono sotto attacco, l'Europa non deve essere solo una rete di sicurezza. Essa deve mettere in atto procedure per sospendere (paesi) - si può arrivare a tanto ," ha dichiarato Hollande  
 
"Controlli", ha detto, sono necessari in Polonia. 
 
Ci sono un paio di cose da notare. In primo luogo, non è affatto chiaro il motivo per cui dovrebbe essere la Francia a decidere come devono votare i cittadini di un altro paese. In effetti, c'è qualcosa di terribilmente ironico nell'idea di punire un paese per le sue preferenze di voto in nome della democrazia . Non c'è nulla di democratico nel dire ad interi paesi chi hanno il permesso di eleggere. 
 
In secondo luogo, i commenti di Hollande riflettono il timore che l'aggravarsi della crisi dei rifugiati abbia portato ad una rinascita del nazionalismo in Europa.  

Tra  il crescente supporto per PEGIDA, che ha organizzato manifestazioni in tutto il blocco all'inizio di questo mese ... e la popolarità di gruppi come i "Soldati di Odino" in Finlandia ... è chiaro che l'estrema destra è in rimonta in tutta Europa. Ci si chiede allora quante nazioni Hollande e Bruxelles sono pronti a "sospendere".
 
 
 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Europlot
Notizia del:

Perché una parte d'Europa segretamente fa il tifo per Donald Trump

Anche se non passa giorno senza che qualche funzionario europeo di alto livello esprima gravi preoccupazioni per la possibilità che Trump potrebbe vincere le elezioni - il Presidente del Parlamento...
Notizia del:

Le sanzioni contro la Russia sono controproducenti. Il presidente di Cipro

 Il presidente di Cipro, Nicos Anastasiades, ha avvertito che le sanzioni dell'Unione Europea contro la Russia "non offrono possibilità di dialogo e di risoluzione dei problemi."...
Notizia del:

La relazione del Comitato etico su Barroso-Goldman Sachs dovrebbe essere pubblica. Il Mediatore Ue

Il Comitato etico della Commissione Europea che esaminerà il contratto che lega l'ex presidente della Commissione Europea, Jose Manuel Durao Barroso a Goldman Sachs dovrebbe "muoversi...
Notizia del:

'8 italiani su 10 a favore dell'UE': L'ultima trovata di Laura Boldrini in stile Goebbels

"Far parte dell'Ue? Secondo 8 italiani su 10 è un vantaggio". Questo è il titolo che stamattina campeggia a pagina 8 del Corriere della Sera e che dimostra come il giornalismo...
Notizia del:

Soros investirà 500 milioni per 'aiutare' migranti e rifugiati

 Confermando ancora una volta di essere lui il burattinaio silenzioso dietro la crisi dei rifugiati in Europa, l'investitore miliardario, e sostenitore di Hillary Clinton, George Soros  ha...
Notizia del:

10mila in piazza a Bruxelles contro TTIP e CETA

Migliaia di persone hanno manifestato a Bruxelles contro il TTIP e il CETA, i trattati per un’area di libero scambio tra Unione europea e Stati Uniti e Canada.  I negoziati condotti...
Notizia del:

Belgio: il 60% delle armi prodotte in Vallonia sono acquistate dall'Arabia Saudita

Secondo un rapporto della commissione sulle armi del parlamento della Vallonia, nel 2015 Ryad è stato il più grande importatore di armi prodotte nella regione belga. La Vallonia non aveva...
 

Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa