/ Farage: "Non c'è alcun consenso popolare verso gli Stati Uniti d'...

Farage: "Non c'è alcun consenso popolare verso gli Stati Uniti d'Europa"

Farage: Non c'è alcun consenso popolare verso gli Stati Uniti d'Europa
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

In uno dei suoi discorsi più veementi e duri al Parlamento europeo, il leader dell'Ukip Nigel Farage ha fatto riferimento mercoledì a un terrible deja vu "imposto" a quelle che si considerano ancora oggi nazioni democratiche in Europa. "L'intero progetto europeo è basato su una falsità storica.... molto pericolosa.... perchè se provi a imporre una nuova bandiera, un nuovo anatema, un nuovo presidente, un nuovo esercito, una nuova forza di polizia; senza prima cercare il consenso del popolo, crei proprio quei nazionalismi e quei risentimenti che il progetto era supposto di eliminare".

Farage conclude dichiarando di non essere affatto contro l'Europa, ma "contro quest'Europa". "Sono per un'Europa di stati sovrani e indipendenti che si relazionano con il mondo insieme, cooperano insieme. Le elezioni europee di quest'anno rappresenteranno secondo il leader dell'Ukip un punto di non ritorno per tutta l'attuale architettura istituzionale 

 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Europlot
Notizia del:     Fonte: http://melenchon.fr/

Mélenchon sulla Brexit: «I popoli rifiutano l'Europa del capitale»

Il leader della sinistra francese commenta il risultato del referendum svoltosi nel Regno Unito con cui il popolo ha optato per l'abbandono dell'Unione Europa

«Il rifiuto del popolo britannico di restare nell’Unione Europea è un terremoto per l’UE...
Notizia del:     Fonte: Marx21.it

Brexit: Una vittoria della sovranità popolare, una sconfitta per l’asse UE/FMI/NATO

Comunicato del Partito Comunista Britannico

da communist-party.org.uk Traduzione di Marx21.it Il risultato del referendum rappresenta...
Notizia del:

Il Regno Unito ha votato per lasciare l’Unione Europea

Il 52% dei britannici si è pronunciato a favore dell'uscita del Regno Unito dall'Unione Europea.  Come scrive il Guardian, il voto per uscire dall’Unione Europeanon non...
Notizia del:

Verso la libertà: il Regno Unito scriverà la storia?

Tra qualche ora sapremo se i cittadini britannici, chiamati a prendere una decisione storica, avranno scelto "Brexit" o "Bremain". Entrambi i campi hanno condotto feroci campagne...
Notizia del:

Il governo tedesco ha deciso di vietare il fracking "a tempo indeterminato"

  Il governo tedesco ha deciso di vietare il fracking a tempo indeterminato, ma consentirebbe prove di perforazione da eseguire se i governi statali lo consentono.   I due partiti...
Notizia del:     Fonte: Marx21.it

I comunisti e la sinistra britannica per l'uscita dall'UE

Sebbene la martellante campagna mediatica in corso in questi giorni in tutta Europa cerchi di accreditare la tesi che a volere l'uscita dall'Unione Europea, in Gran Bretagna, siano solo forze “populiste”, xenofobe e conservatrici, sono numerose le prese posizione e le iniziative di mobilitazione di organizzazioni della sinistra britannica, a cominciare dal Partito Comunista Britannico che si è fatto promotore di una specifica campagna (Lexit) che ha riunito molte forze politiche e sindacali, come testimoniano il comunicato (risalente ad aprile) che ha dato notizia della formazione di questa coalizione e l'intervento del sindacalista Alex Gordon a un incontro di solidarietà tenutosi a Parigi

da Marx21.it Lexit: For Ue Leave Vote da www.communist-party.org.uk 13 aprile 2016 Si...
Notizia del:     Fonte: vocidallestero.it

Lettera di Boris Johnson: Votate Brexit, è un'occasione che non si ripeterà

da vocidallestero.it di Boris Johnson, 19 giugno 2016 Di questi tempi molti si lamentano dell’esercizio del voto. Dicono che non faccia alcuna differenza. Dicono che, qualsiasi partito...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa