/ Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo dell...

Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo della bancarotta. Martell Amstrong

 Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo della bancarotta. Martell Amstrong
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo della bancarotta e stanno chiedendo di essere salvate dal governo federale. Lo scrive Martell Armstrong, che sul suo blog già a maggio aveva sollevato la questione. In questo contesto, però Angela Merkel è determinata a non permettere che si organizzi alcun referendum per paura che le persone voterebbero contro l'Ue.  
 
Il governo di Brema ha imposto questa settimana il congelamento totale delle spese pubbliche e la giustificazione, prosegue Armstrong, è la spesa eccessiva e le rendite in calo per un totale di 60 mioni di euro. La città potrà solo finanziare spese per l'emergenza.
 
Le autorità locali tedesche, più in generale, hanno bisogno di oltre 100 miliardi di euro per rinnovare le loro infrastrutture. "I politici non si accorgono ancora che questo sistema è fallito e l'unica cosa che riescono a prevedere è aumentare le tasse. Vedono solo quello che vogliono e procedono nella totale distruzione dell'economia: circa 350 aziende devono restituire 30 milioni di euro in sussidi ottenuti per gli incentivi alla green electricity dopo quello che ha deciso la Commissione europea", sostiene Armstrong. 
 
I governi locali in Germania non si possono permettere gli investimenti per mantenere le scuole e costruire la strade: si tratta, conclude Armstrong, di entrare in un "abisso economico attraverso la contemplazione". E le persone si preoccupano dell'iperinflazione secondo voi?
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Europlot
Notizia del:

Marine Le Pen rafforza la sua posizione nella corsa presidenziale francese. Sondaggio OpinionWay

 Un nuovo sondaggio di OpinionWay per Les Echos suggerisce che il leader del Fronte Nazionale, Marine Le Pen, potrebbe ottenere oltre il 40% dei voti nel round finale delle elezioni presidenziali...
Notizia del:

La Grecia si piega alle pressioni dell'Eurogruppo: nuove misure aggiuntive

 La Grecia e i suoi creditori hanno concordato lunedi il ritorno ad Atene degli esperti del Fondo monetario internazionale e dell'UE e di negoziare "un pacchetto aggiuntivo di riforme strutturali",...
Notizia del:

La tragedia dell'estrema povertà in Grecia

Gli standard di vita in Grecia sono crollati mentre la disoccupazione, la povertà, la disuguaglianza e dure misure di austerità continuano a lacerare il tessuto sociale del paese mediterraneo. Mentre...
Notizia del:

Vertice a quattro a Versailles. Si fa strada l'idea di un'Ue a geometria variabile

Annunciato il 20 febbraio dal presidente francese Hollande, il prossimo vertce a quattro a Versailles del 6 marzo, che riunirà Francia, Germania, Spagna e Italia, inaugura un nuovo formato. All'ordine...
Notizia del:

In questo momento abbiamo ovviamente un problema con il valore dell’euro. Angela Merkel

 “In questo momento abbiamo ovviamente un problema con il valore dell’euro", ha detto il Cancelliere tedesco, Angela Merkel, alla Conferenza di Monaco, alla presenza del vice presidente...
Notizia del:

Il Parlamento Europeo ha approvato il CETA

Il Parlamento europeo ha appena approvato il Ceta, un contoverso accordo di libero scambio tra l'Unione europea e il Canada, che dovrebbe entrare in vigore a titolo provvisorio  in attesa della...
Notizia del:

Il Segretario Generale della NATO chiede (ancora) di aumentare la spesa per la difesa

 , il Segretario generale della NATO Jens Stoltenberg ritiene "prioritario" per l'Alleanza Atlantica la domanda di aumento delle spese per la difesa. "Non importa la lingua,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa