/ Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo dell...

Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo della bancarotta. Martell Amstrong

 Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo della bancarotta. Martell Amstrong
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il 50% delle amministrazioni locali tedesche sono sull'orlo della bancarotta e stanno chiedendo di essere salvate dal governo federale. Lo scrive Martell Armstrong, che sul suo blog già a maggio aveva sollevato la questione. In questo contesto, però Angela Merkel è determinata a non permettere che si organizzi alcun referendum per paura che le persone voterebbero contro l'Ue.  
 
Il governo di Brema ha imposto questa settimana il congelamento totale delle spese pubbliche e la giustificazione, prosegue Armstrong, è la spesa eccessiva e le rendite in calo per un totale di 60 mioni di euro. La città potrà solo finanziare spese per l'emergenza.
 
Le autorità locali tedesche, più in generale, hanno bisogno di oltre 100 miliardi di euro per rinnovare le loro infrastrutture. "I politici non si accorgono ancora che questo sistema è fallito e l'unica cosa che riescono a prevedere è aumentare le tasse. Vedono solo quello che vogliono e procedono nella totale distruzione dell'economia: circa 350 aziende devono restituire 30 milioni di euro in sussidi ottenuti per gli incentivi alla green electricity dopo quello che ha deciso la Commissione europea", sostiene Armstrong. 
 
I governi locali in Germania non si possono permettere gli investimenti per mantenere le scuole e costruire la strade: si tratta, conclude Armstrong, di entrare in un "abisso economico attraverso la contemplazione". E le persone si preoccupano dell'iperinflazione secondo voi?
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Europlot
Notizia del:

Attacco a Londra. Per Scotland Yard si tratta di un atto di terrorismo

 Oggi pomeriggio c’è stato un attacco vicino al Palazzo di Westminster, sede del Parlamento di Londra. I testimoni hanno riferito di un'auto che ha investito alcune persone su Westminster...
Notizia del:

"Un'Europa ridotta in macerie dai burocrati come Dijsselbloem"

Jeroen Dijsselbloem, ministro delle Finanze dei Paesi Bassi e presidente dell’Eurogruppo, ha detto alla Frankfurter Allgemeine Zeitung che "i paesi in crisi" dovrebbero attenersi...
Notizia del:

L'insoddisfazione economica dei giovani francesi spinge il Fronte Nazionale verso il suo miglior risultato di sempre

dal Financial Times*  In queste elezioni francesi piuttosto sorprendenti, con i candidati favoriti che crollano durante il percorso e quelli ribelli, tra cui Marine Le Pen, in testa ai sondaggi,...
Notizia del:

La minaccia di Erdogan: "nessun europeo in qualsiasi parte del mondo potrà camminare tranquillamente per le strade"

 Il Presidente turco Tayyip Erdogan ha dichiarato oggi che gli europei in tutto il mondo non saranno in grado di camminare in sicurezza per le strade, se manterranno l'atteggiamento attuale. La...
Notizia del:

Il confronto tv in Francia tra i cinque principali candidati alle presidenziali

I cinque principali candidati alle elezioni presidenziali francesi del prossimo 23 aprile, François Fillon, Benoît Hamon, Marine Le Pen, Emmanuel Macron e Jean-Luc Mélenchon, si sono...
Notizia del:

La Polonia promette di combattere l'idea di un'Europa a più velocità al vertice UE

Il presidente del partito polacco, Diritto e Giustizia, Jaroslaw Kaczynski, ha avvertito che: "Non possiamo accettare annunci su un'Europa a due velocità". Ha aggiunto: "Ciò...
Notizia del:

La Grecia non rimarrà nella zona euro nel lungo periodo. Il ministro delle Finanze bavarese

 La Grecia non rimarrà nella zona euro nel lungo periodo e i funzionari che lavorano sulla revisione del suo pacchetto di salvataggio dovrebbe prepararsi a una tale possibilità, ha dichiarato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa