/ Bruxelles: perché i terroristi indossavano un solo guanto?

Bruxelles: perché i terroristi indossavano un solo guanto?

Bruxelles: perché i terroristi indossavano un solo guanto?
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Piccole Note

«La testata Belga “Derniere Heure” ha pubblicato per prima la foto di 3 sospetti che sembrano in procinto di fare strage a Bruxelles. L’immagine è diventata in breve virale sui social media. Secondo una prima analisi del fotogramma, condotto da esperti ascoltati da askanews, due persone, dai tratti somatici dei Paesi del Golfo Persico, indossano un solo guanto a testa e questo potrebbe nascondere il meccanismo di attivazione della cintura esplosiva».
 
«Una terza persona non indossa il guanto, segno che non era previsto che si facesse esplodere. Potrebbe quindi essere un responsabile che doveva assicurarsi che gli altri due portassero a termine la loro missione di morte. L’uomo risulta, secondo alcune fonti, ricercato. Ci sarebbero anche altre persone ricercate e le forze di sicurezza hanno effettuato alcuni fermi» Da askanews del 22 marzo.
 
Nota a margine. Interessante analisi, ma non convince la spiegazione. Anche perché quello di indossare un guanto solo è uno stratagemma davvero insolito, che desta curiosità e quindi attira attenzione. Cosa che si deve assolutamente evitare in questi casi. Ci sono metodi meno appariscenti per nascondere un detonatore. Banalmente indossare tutti e due i guanti…
 
Invece questo insolito stratagemma appare, al contrario, un segnale , un modo per destare attenzione. Di chi?
 
Si potrebbe immaginare che l’Isis avesse qualche infiltrato nella sicurezza dell’aeroporto e quel “segnale” fosse diretto a indicare quali persone dovessero esser lasciate andare senza subire controlli. Ma sarebbe davvero azzardato: si immagina che i dirigenti di un aeroporto abbiano strumenti per valutare gli addetti alla sicurezza dello stesso.
In realtà c’è un’altra ipotesi meno azzardata (solo un’ipotesi, ovvio, che ancora c’è molto da chiarire), ovvero che fosse un segnale convenuto per farsi riconoscere da altri agenti del terrore presenti dentro l’aeroporto che ignoravano l’identità degli attentatori, con i quali i due dovevano incontrarsi prima di portare a termine la loro missione assassina. Forse per avere i dettagli finali dell’operazione, forse per ricevere qualche componente dell’ordigno fatto poi esplodere.
 
Comunque tale convegno non era con il terzo uomo immortalato dalla foto, benché forse coinvolto nell’operazione come accenna askanews, altrimenti avrebbero tolto il guanto per il motivo spiegato in premessa.
O forse c’è altro. Tanti i forse in questa bruttissima storia.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Piccole Note
Notizia del:

Ex cancelliere dello Scacchiere Lawson: "Lo strapotere di Bruxelles non è democratico"

«Le grandi imprese e le grandi multinazionali amano l’Europa perché elimina la concorrenza delle piccole e medie imprese che vorrebbero liberarsi dalle catene burocratiche»,

Piccole Note «Restando dentro l’Unione si diventa partecipi di un progetto con un pesante deficit...
Notizia del:

Strage Isis in Francia: il video della rivendicazione e i particolari che non tornano

Piccole Note   Non si è ancora spenta l’eco della strage di Orlando che l’Agenzia del terrore ha messo a segno un altro colpo. Stavolta in Francia, con Larossi Abballa,...
Notizia del:

Guerra contro la Russia nel 2017? Il "romanzo" shock di un ex noto Generale

Il libro di sir Richard Shirreff suona come un campanello d’allarme. L’ennesimo.

Piccole Note Esce in Gran Bretagna il romanzo 2017, War with Russia. Un trhiller che racconta della prossima...
Notizia del:

Verità per Regeni? Il muro dell'omertà dal Regno Unito

Ma di questo non si parla e non suscita l'indignazione politica e mediatica che hanno suscitato i tanti sotterfugi del Cairo

Piccole Note   «“Non rilascio dichiarazioni alle autorità italiane”, ha...
Notizia del:

Le elezioni Usa e il "messianismo" globale ormai senza limiti

Piccole Note La continuazione del dialogo con gli Stati Uniti secondo le modalità «degli ultimi 25 anni riprodurrebbe automaticamente tutti i conflitti e le situazioni di stallo affrontate...
Notizia del:

Ucraina, neocon: allargare l'Europa per distruggerla

Piccole Note L’Unione Europea, nata come condivisione dei destini dei popoli del Vecchio Continente, questo il sogno dei padri fondatori, è in crisi. È il tema sul...
Notizia del:

Siria, l'opzione apocalisse e il sogno dei neocon Usa mai tramontato

"L’opzione apocalisse, appunto. Finché tale opzione, benché folle, è prospettiva reale, la tragedia che sta consumando Damasco è destinata a perpetuarsi".

Piccole Note Settimana buia per la Siria, dove si è assistito a un’escalation di colpi...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa