/ Oliver Stone: "Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito...

Oliver Stone: "Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito siriano. Spero che vinca"

Oliver Stone: Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito siriano. Spero che vinca
 

Oliver Stone, regista e sceneggiatore, autore di "USA, la Storia mai raccontata", ha rilasciato un'intervista esclusiva al quotidiano spagnolo El Mundo, nella quale ha dichiarato che la NATO è uno "strumento di intimidazione"e ha elogiato il presidente russo Vladimir Putin.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Nell'intervista a El Mundo, il regista Oliver Stone, che attualmente sta girando un film su Edward Snowden e lavora su un documentario sulla guerra civile in Ucraina, ha definito la NATO, guidata dagli Stati Uniti, come uno "strumento di intimidazione". Per quanto riguarda il rapporto tra gli Stati Uniti e l'Unione europea il regista ha dichiarato: «L'Europa si è sottomessa ed ha sacrificato i suoi principi in nome di una presunta prosperità e sicurezza».
 
Quello che dimostra la sottomissione dell'Europa, secondo Oliver Stone, è il caso di Edward Snowden. «Il caso di Snowden per me è il mondo alla rovescia. Se questo fatto fosse accaduto nel negli anni 50 o 60, probabilmente la Francia o qualsiasi altro Paese europeo gli avrebbe dato asilo (...), ma [ora] nessun paese può affrontare gli americani temendo rappresaglie», ha affermato il regista.
 
Alla domanda sul conflitto in Ucraina, Stone ha spiegato che la CIA è responsabile per la guerra nel paese ed ha giustificato le azioni della Russia: «(...) il punto di vista della Russia non è mai stato preso in considerazione.
E la destabilizzazione dell'Ucraina ha il marchio di precedenti episodi di cambiamenti di governi sponsorizzati dagli USA (...) Quello che ha fatto Putin, per come ho capito, è stato quello di difendere i propri interessi geostrategici contro le intrusioni politiche degli Stati Uniti ed dell' Europa, desiderosi di estendere la sua influenza verso est».
 
Secondo Oliver Stone, che conosce personalmente il presidente russo Vladimir Putin, in 15 anni ha cambiato la Russia e il paese è diventato un "contrappeso al potere agli Stati Uniti." In merito alla domanda sugli attacchi russi in Siria, il regista nordamericano ha risposto: «Mi sento di dire che ha fatto Putin a prendere provvedimenti e spero che vinca, che consenta all'esercito siriano di ricostruirsi per permettergli di resistere allo Stato islamico».
 
Per quanto riguarda il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, Stone ha affermato che "è in uno stato di totale confusione", aggiungendo che «i suoi due mandati possono essere considerati come il terzo e il quarto di George W. Bush", dal momento che Obama continua a promuovere "il militarismo americano."
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: RT

Il Fronte al-Nusra riunisce 6.000 combattenti per minare il processo di riconciliazione in Siria

Il ministro della difesa russo Sergei Shoigu ha riferito che la Russia potrebbe bombardare le fazioni armate in Siria che non hanno aderito alla cessazione delle ostilità.

  Il Fronte al-Nusra ha formato un gruppo di 6.000 combattenti per bloccare le attività dell'esercito...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Putin scrive ad Assad dopo gli attacchi di Latakia: Continueremo a combattere la minaccia terroristica

Il presidente russo Vladimir Putin ha ribadito la sua volontà di continuare la lotta contro il terrorismo in una lettera per inviare le condoglianze al suo omologo siriano, Bashar al-Assad, dopo...
Notizia del:     Fonte: pressenza.com

Pace, TPS, disarmo nucleare ed Ecuador: il punto di Guillaume Long

Lo scorso mercoledì 18 aprile, il Ministro degli Esteri dell’Ecuador, Guillaume Long ha avuto un colloquio con la stampa straniera. Qui di seguito, pubblichiamo i passi centrali di tale dialogo sui diversi aspetti della politica estera ecuadoregna

di Nesly Lizarazo per Pressenza Situazione attuale nell’ambito del terremoto del 16 aprile Il...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Sayyed Nasrallah: Hezbollah rafforzerà la sua presenza in Siria

Il Segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah, ha dichiarato, che il partito della resistenza rafforzerà la propria presenza in Siria per sconfiggere i gruppi terroristici.

Di Yusuf Fernandez Parlando durante una commemorazione del capo militare di Hezbollah, Sayyed Mustafa Badreddin,...
Notizia del:     Fonte: Aleteia

Patriarca siro cattolico: "L'Occidente è complice del genocidio in Siria"

In un'intervista con Aleteia, il Patriarca Younan ha accusato le forze esterne di incitamento alla violenza nel in Siria.

"L'Occidente sta alimentando le tragedie catastrofiche che si svolgono davanti ai nostri occhi. Abbiamo...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Assad: I paesi occidentali non cercano alleati, ma burattini

I paesi occidentali non cercano alleati nella regione, ma burattini, ha dichiarato, oggi, il presidente siriano Bashar al-Assad.

"Gli occidentali non cercano amici o partner, tutto quello che vogliono è paesi soggiogati e pupazzi...
Notizia del:     Fonte: RT

Lavrov a Kerry: "Non c'è altra forza più efficace dell'esercito siriano per combattere il terrorismo"

I punti dell'accordo dell'incontro di Vienna dove si è riunito il gruppo di sostegno internazionale per la Siria per risolvere la crisi nel paese arabo.

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato che il risultato principale della riunione del Gruppo...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Siria, i "ribelli moderati" chiedono sostegno ad Israele contro l'esercito siriano

I sedicenti ribelli moderati, hanno chiesto a Israele di fornire loro un sostegno nella lotta contro il governo del presidente siriano Bashar al-Assad.

Nabil al-Dandel, un comandante del cosiddetto Esercito siriano libero (FSA), in un'intervista al quotidiano...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Aleppo, i "ribelli moderati" feriscono giornalista della Tv siriana

Shady Hulwe, giornalista della Tv siriana, inviato su diversi fronti di guerra in Siria, è stato ferito, ieri, in un attacco dei "ribelli moderati" ad Aleppo. L'attacco aveva lo scopo di uccidere sia il giornalista che i suoi collaboratori.

I cosiddetti "ribelli moderati" hanno lanciato diversi razzi verso la sede TV siriana lo scorso fine...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasce il Fronte Arabo Progressista contro l'occupazione israeliana e l'imperialismo

Un gruppo di attivisti e politici arabi ha annunciato, oggi, la creazione del Fronte Arabo Progressista (FAP) per sostenere la resistenza islamica nella regione contro il regime israeliano.

"Dal momento che le politiche dell'imperialismo applicati a partire dal 2011 contro i paesi arabi, in...
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

«L’ecosocialismo può salvare la rivoluzione venezuelana»

Intervista per l'AntiDiplomatico a Miguel Angel Núñez, agroecologo e saggista venezuelano

di Marinella Correggia   Miguel Angel Núñez dirige l’Istituto universitario...
Notizia del:

Arcivescovo maronita di Aleppo: "Ai politici europei dico: se avete un po' d'umanità non rinnovate le sanzioni alla Siria"

Mons. Joseph TOBJI: "...si è taciuto, perché i sistemi dell'informazione mondiale sanno, però nascondono quì, e amplificano lì... Perché? Semplice: sono COMPLICI".

di Alessandro Bianchi    Avete ascoltato tanti "servizi" di telegiornali e letto tanti...
Notizia del:     Fonte: Sputnik mundo

Miguel Fernandez, inviato di Prensa Latina a Damasco: "La guerra in Siria è contro tutta l'umanità"

"Vedere che le persone non si arrendono, che sognano ancora un paese prospero, è la più grande lezione che mi ha dato la Siria", ha dichiarato Miguel Fernandez, giornalista cubano di Prensa Latina, inviato per più di un anno in Siria, nel corso di un intervista rilasciata a Sputnik.

Testo dell'intervista originale   Quale visione aveva del paese e dell conflitto prima di arrivare...
Notizia del:

João Pedro Stedile: "Mobilitazione permanente contro il colpo di stato in Brasile"

Intervista a il Manifesto: "Un golpe senza carri armati nelle strade, ma altrettanto destabilizzante: simile a quello messo in atto contro Fernando Lugo in Paraguay nel 2012"

di Geraldina Colotti - il Manifesto, 13.05.2016   João Pedro Stedile, economista brasiliano...
Notizia del:

TTIP, Manifestazione a Roma sabato 7 maggio. Se non partecipi, il tuo futuro lo decidono Renzi e Obama

L'AntiDiplomatico intervista Monico di Sisto, tra le organizzatrici della manifestazione. "l'Italia dia un segnale chiaro e forte contro l'invasione del Trattato Transoceanico che colonizzerà definitivamente l'Europa".

di Agata Iacono. Con il famigerato TTIP a rischio non ci sono solo le regole europee su salute e ambiente,...
Notizia del:

Lidia Undiemi: "Arriverà presto un'altra crisi che farà scricchiolare il sistema europeo"

  "Arriverà un'altra grande crisi che farà scricchiolare un sistema europeo. Già non regge più. Troppe norme al momento che si contrastano. Dobbiamo essere...
Notizia del:

Il partito comunista russo e Putin: intervista a Ghennady Zyuganov

dall'intervista di “Xinhua” a Ghennady Zyuganov, leader del Partito Comunista della Federazione Russa (PCFR) | da kprf.ru    Traduzione dal russo di Mauro Gemma -...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa