/ Oliver Stone: "Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito...

Oliver Stone: "Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito siriano. Spero che vinca"

Oliver Stone: Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito siriano. Spero che vinca
 

Oliver Stone, regista e sceneggiatore, autore di "USA, la Storia mai raccontata", ha rilasciato un'intervista esclusiva al quotidiano spagnolo El Mundo, nella quale ha dichiarato che la NATO è uno "strumento di intimidazione"e ha elogiato il presidente russo Vladimir Putin.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Nell'intervista a El Mundo, il regista Oliver Stone, che attualmente sta girando un film su Edward Snowden e lavora su un documentario sulla guerra civile in Ucraina, ha definito la NATO, guidata dagli Stati Uniti, come uno "strumento di intimidazione". Per quanto riguarda il rapporto tra gli Stati Uniti e l'Unione europea il regista ha dichiarato: «L'Europa si è sottomessa ed ha sacrificato i suoi principi in nome di una presunta prosperità e sicurezza».
 
Quello che dimostra la sottomissione dell'Europa, secondo Oliver Stone, è il caso di Edward Snowden. «Il caso di Snowden per me è il mondo alla rovescia. Se questo fatto fosse accaduto nel negli anni 50 o 60, probabilmente la Francia o qualsiasi altro Paese europeo gli avrebbe dato asilo (...), ma [ora] nessun paese può affrontare gli americani temendo rappresaglie», ha affermato il regista.
 
Alla domanda sul conflitto in Ucraina, Stone ha spiegato che la CIA è responsabile per la guerra nel paese ed ha giustificato le azioni della Russia: «(...) il punto di vista della Russia non è mai stato preso in considerazione. E la destabilizzazione dell'Ucraina ha il marchio di precedenti episodi di cambiamenti di governi sponsorizzati dagli USA (...) Quello che ha fatto Putin, per come ho capito, è stato quello di difendere i propri interessi geostrategici contro le intrusioni politiche degli Stati Uniti ed dell' Europa, desiderosi di estendere la sua influenza verso est».
 
Secondo Oliver Stone, che conosce personalmente il presidente russo Vladimir Putin, in 15 anni ha cambiato la Russia e il paese è diventato un "contrappeso al potere agli Stati Uniti." In merito alla domanda sugli attacchi russi in Siria, il regista nordamericano ha risposto: «Mi sento di dire che ha fatto Putin a prendere provvedimenti e spero che vinca, che consenta all'esercito siriano di ricostruirsi per permettergli di resistere allo Stato islamico».
 
Per quanto riguarda il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, Stone ha affermato che "è in uno stato di totale confusione", aggiungendo che «i suoi due mandati possono essere considerati come il terzo e il quarto di George W. Bush", dal momento che Obama continua a promuovere "il militarismo americano."
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Iran: "Uguali radici e origine degli attentati terroristici di Manchester e Miryaveh"

L'Iran ha esortato a porre fine al terrorismo, dal momento che questa piaga non varia e ciò che è accaduto a Manchester è lo stesso che accade in Medio Oriente.

"Crediamo fermamente che siano uguali nelle radici e nelle origini ideologiche gli atti terroristici a Miryaveh...
Notizia del:     Fonte: SANA

Il mainstream lo ignora, ma di terrorismo si muore ogni giorno in Siria. Homs, attentato provoca 4 morti e più di 30 feriti

Quattro persone sono state uccise e altre 30 sono rimaste ferite, oggi, a causa dell'esplosione di un pick-up azionata dai terroristi vicino alla centrale elettrica principale nel quartiere al-Zahraa nella città di Homs.

Il reporter dell'agenzia di stampa siriana, SANA, ha riferito che due terroristi hanno fatto esplodere un pick-up...
Notizia del:     Fonte: https://www.bna.bh

Trump e leader arabi potrebbero inviare 34.000 soldati in Iraq e Siria 'contro l'ISIS'

Nell'ambito del documento intitolato 'Dichiarazione di Riyadh', i leader di diversi paesi a maggioranza musulmana si impegnano a sostenere le operazioni militari, se necessario.

Come parte della visita del Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, a Riyadh, capitale dell'Arabia Saudita,...
Notizia del:     Fonte: The Washington Post

Il Pentagono distrae dalle spese del carburante 80 milioni di dollari per destinarli ai "ribelli" in Siria

Secondo il quotidiano statunitense 'The Washington Post', con un budget di carburante volutamente gonfiato, il Pentagono deve ancora trovare i soldi per sostenere i "ribelli in Siria" e per continuare le sue operazioni in Afghanistan.

I funzionari del Pentagono hanno gonfiato i preventivi per il costo del carburante per l'acquisto al fine...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

'Gli USA attaccano le forze irachene che impediscono le spedizioni di armi all'ISIS'

Falah al-Jazali, un membro del parlamento iracheno e uno dei comandanti delle unità di mobilitazione irachene, Al-Hashad Al-Shabi, ha dichiarato che i membri del gruppo Kataib Sayyed Al-Shohada sono stati bombardati dagli aerei della coalizione anti ISIS guidata dagli USA.

Secondo Falah Al-Jazali, membro del parlamento iracheno e uno dei comandanti delle unità di mobilitazione...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Migliaia di yemeniti protestano contro la visita di Trump in Arabia Saudita

A Sana'a, capitale dello Yemen, migliaia di persone hanno protestato contro la visita del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in Arabia Saudita.

I manifestanti yemeniti hanno condannato il sostegno di Washington all'aggressione saudita nello Yemen.   La...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Siria, la battaglia decisiva al confine con l'Iraq

Altro che liberazione di Raqqa dall'ISIS, ormai il campo di battaglia decisivo per la guerra alla Siria sembra essere la zona del confine siro-iracheno.

Sembrava che per il futuro della Siria fosse decisiva la battaglia per la liberazione di Raqqa attualmente in...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Siria, i "ribelli" appoggiati dagli USA continuano a perdere terreno a Sweida per l'avanzata dell'esercito siriano

L'esercito arabo siriano (SAA), accanto a diverse unità alleate, ha conquistato un grosso pezzo di territorio in mano ai "ribelli" del FSAnella campagna orientale di Al-Sweida, ha...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

FOTO. Gli attacchi degli USA non intimoriscono la Siria che invia rinforzi nella provincia di Sweida

Come riferisce il portale di notizie, 'Al Masdar News', ieri sera, l'esercito arabo siriano (SAA) ha inviato una dozzina di tecnici verso l'autostrada Damasco-Baghdad per rafforzare i contingenti...
Notizia del:     Fonte: ria.ru

Russia: "L'attacco degli Stati Uniti contro le forze siriane è inaccettabile e viola la sovranità del paese"

"Ogni azione militare che conduce peggioramento della situazione" in Siria "non contribuisce al processo politico", secondo il ministero degli Esteri russo.

Il Ministero degli Affari Esteri della Federazione Russa ha definito l'attacco da parte della coalizione...
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Parlamentare venezuelano in Italia: "Definiscono dittatura il nostro governo quando in 18 anni si sono svolte 20 elezioni"

"In Argentina, in Cile e in Brasile, gli studenti protestano per l’educazione pubblica e gratuita, da noi succede il contrario."

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto “Sei chavista?” gli urlano. “Sì, sono chavista”,...
Notizia del:

"Di fronte all’attacco delle destre, noi donne, in Venezuela, siamo in mobilitazione permanente”.

Intervista alla deputata venezuelana Sliw Rodriguez: "La maggior parte dei giovani violenti vengono dalla borghesia, inquadrati e manipolati da un pensiero di estrema destra. Le reti sociali aumentano la confusione e diffondono false notizie. Guardate quanto costa l’abbigliamento con cui scendono in piazza, le armi che usano, le maschere. Chi potrebbe permettersele?"

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto “Di fronte all’attacco delle destre, noi donne, in Venezuela,...
Notizia del:

"Basta ipocrisie sul Venezuela. Maduro come Allende: o con lui o con le destre violente".

Intervista a Giorgio Cremaschi (Eurostop): "Chi oggi dice che non c’è nessun parallelo possibile tra il Cile di Allende e il Venezuela di Maduro o è un mascalzone o un ignorante. Spesso entrambe le cose".

Nell'importante e partecipato momento di solidarietà al Venezuela bolivariano ieri pomeriggio a Roma...
Notizia del:

Luciano Vasapollo su intervento di Alfano: "Dopo i neo-nazisti in Ucraina, il governo ora sceglie il Papa o gli squadristi fascisti in Venezuela?"

Importante giornata di solidarietà internazionale a Roma dalle 14 a Piazza delle Cinque Lune. "Da popolo a popolo daremo la nostra solidarietà al Venezuela che resiste alle ingerenze esterne"

  Intervista al Professor Luciano Vasapollo, professore di economia all'Università La Sapienza...
Notizia del:

Gianni Minà: la civile resistenza del Venezuela

Intervista de l'AD a Gianni Minà: "Contro le oligarchie e le menzogne dei media, il Venezuela tragga insegnamento dal popolo cubano per resistere alle ingiustizie del nostro tempo."

  di Alessandro Bianchi   “Così va il mondo. Conversazioni su giornalismo,...
Notizia del:

"Ritorno dal Donbass e vi svelo le tre principali menzogne che vi raccontano i media"

Intervista a Giorgio Cremaschi, uno dei membri della "Carovana anti-fascista in Donbass": "La prima forma di resistenza oggi è contro le fake news di regime che producono morte, distruzioni e profughi disperati."

“Sulla guerra in Ucraina, come su ciò che accade in tante parti del mondo, tutto è coperto...
Notizia del:

Quel traffico di organi contro la Serbia. Intervista a Marilina Veca

di Michele Metta    Ho conosciuto Marilina Veca di recente. Eccellente scrittrice – suoi, per esempio, Kosovo perduto, Scandalo Somalia, Cuore di lupo – e giornalista, mi ha colpito,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa