/ Oliver Stone: "Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito...

Oliver Stone: "Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito siriano. Spero che vinca"

Oliver Stone: Putin ha fatto bene ad agire ed aiutare l'esercito siriano. Spero che vinca
 

Oliver Stone, regista e sceneggiatore, autore di "USA, la Storia mai raccontata", ha rilasciato un'intervista esclusiva al quotidiano spagnolo El Mundo, nella quale ha dichiarato che la NATO è uno "strumento di intimidazione"e ha elogiato il presidente russo Vladimir Putin.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Nell'intervista a El Mundo, il regista Oliver Stone, che attualmente sta girando un film su Edward Snowden e lavora su un documentario sulla guerra civile in Ucraina, ha definito la NATO, guidata dagli Stati Uniti, come uno "strumento di intimidazione". Per quanto riguarda il rapporto tra gli Stati Uniti e l'Unione europea il regista ha dichiarato: «L'Europa si è sottomessa ed ha sacrificato i suoi principi in nome di una presunta prosperità e sicurezza».
 
Quello che dimostra la sottomissione dell'Europa, secondo Oliver Stone, è il caso di Edward Snowden. «Il caso di Snowden per me è il mondo alla rovescia. Se questo fatto fosse accaduto nel negli anni 50 o 60, probabilmente la Francia o qualsiasi altro Paese europeo gli avrebbe dato asilo (...), ma [ora] nessun paese può affrontare gli americani temendo rappresaglie», ha affermato il regista.
 
Alla domanda sul conflitto in Ucraina, Stone ha spiegato che la CIA è responsabile per la guerra nel paese ed ha giustificato le azioni della Russia: «(...) il punto di vista della Russia non è mai stato preso in considerazione. E la destabilizzazione dell'Ucraina ha il marchio di precedenti episodi di cambiamenti di governi sponsorizzati dagli USA (...) Quello che ha fatto Putin, per come ho capito, è stato quello di difendere i propri interessi geostrategici contro le intrusioni politiche degli Stati Uniti ed dell' Europa, desiderosi di estendere la sua influenza verso est».
 
Secondo Oliver Stone, che conosce personalmente il presidente russo Vladimir Putin, in 15 anni ha cambiato la Russia e il paese è diventato un "contrappeso al potere agli Stati Uniti." In merito alla domanda sugli attacchi russi in Siria, il regista nordamericano ha risposto: «Mi sento di dire che ha fatto Putin a prendere provvedimenti e spero che vinca, che consenta all'esercito siriano di ricostruirsi per permettergli di resistere allo Stato islamico».
 
Per quanto riguarda il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, Stone ha affermato che "è in uno stato di totale confusione", aggiungendo che «i suoi due mandati possono essere considerati come il terzo e il quarto di George W. Bush", dal momento che Obama continua a promuovere "il militarismo americano."
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: kp.ru

Cosa potrebbe accadere se Trump attaccasse l'Iran?

Esperti e analisti hanno analizzato le possibili conseguenze di un attacco degli USA all'Iran.

Dopo l'insediamento alla Casa Bianca, Donald Trump, ha descritto l'Iran come lo "stato numero del...
Notizia del:     Fonte: http://vocidallestero.it/

Washington Post: l'austerita' un disastro peggiore del previsto

L’euro è stato uno strumento letale che ha trasformato la recessione in depressione economica

  di Matt O’Brien - vocidallestero.it Ci prendiamo ora una pausa dai soliti scandali come da programma,...
Notizia del:     Fonte: RT

Muore per infarto l'ambasciatore russo presso l'Onu

L'ambasciatore russo alle Nazioni Unite, Vitaly Churkin, è morto a causa di un attacco cardiaco. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri russo. Churkin martedì avrebbe compiuto 65 anni

  Il Ministero degli Esteri della Federazione Russa ha annunciato la morte di Vitaly Churkin, politico e...
Notizia del:

Russia, la denuncia di Lavrov: i servizi Usa spiano i diplomatici russi a Washington

Il ministro degli Esteri della Russia ha denunciato che i servizi segreti Usa hanno sistematicamente intercettato le conversazioni telefoniche dell'ambasciatore russo a Washington

  Il ministro degli Esteri della Russia, Sergej Lavrov, ha denunciato che l’ambasciatore del suo paese...
Notizia del:

"Odio Trump, ma odio anche gli ipocriti che lo condannano e fanno come e persino peggio di lui".

di Giorgio Cremaschi L'Antidiplomatico ci ha recentemente ricordato tutti i muri costruiti dai governi dell'Unione Europea, che oggi contesta quelli di Trump. Che appoggia il muro e la...
Notizia del:     Fonte: Ynetnews

'I missili da crociera di Hezbollah cambieranno le regole del gioco'

Secondo la stampa israeliana, Hezbollah possiede missili da crociera supersonica anti-nave che cambieranno le regole del gioco nella regione.

Alti funzionari di diverse agenzie di intelligence occidentali, fonti considerate "altamente affidabili"...
Notizia del:     Fonte: Bloomberg

I cittadini di quattro paesi della NATO preferiscono essere protetti dalla Russia in caso di minaccia

Allo stesso tempo i russi, secondo un sondaggio, hanno scelto la Cina come un alleato in caso di minaccia e, rispettivamente, i cinesi preferiscono come alleato la Russia.

I cittadini di quattro nazioni della NATO preferirebbero un'alleanza militare con la Russia se il loro fosse...
Notizia del:     Fonte: cbsnews

Donald Trump conferma di voler creare "zone sicure" in Siria

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ieri, ha dichiarato che il suo paese creerà "zone sicure" in Siria e in altri paesi del Medio Oriente.

"I paesi (arabi) Golfo dovrebbero pagare per le aree sicure in Siria dove la gente possa rimanere per evitare...
Notizia del:     Fonte: Al Arabiya

Erdogan: Continueremo l'addestramento dei 'ribelli' contro Assad

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha confermato che Ankara continuerà l'addestramento dei "ribelli" in lotta contro il presidente siriano Bashar al-Assad.

"La Turchia, così come è stato discusso con i funzionari sauditi e europei continuerà...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Siria, le città di Kafraya e Al-Fua, assediate dai "ribelli" sostenuti dell'Occidente, sull'orlo della catastrofe umanitaria

Gli abitanti delle città siriane di Al-Fua e Kafraya affrontano una situazione umanitaria critica, a causa dell'assedio asfissiante imposto loro dai sedicenti "ribelli" appoggiati dall'occidente.

Il blocco è stato attuato dalle organizzazioni terroristiche, alcune delle quali definite dai governi...
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Reportage dal Donbass. "Le bombe ucraine a due anni degli accordi Minsk"

di Alberto Fazolo, Repubblica del Donbass Da diversi giorni le truppe ucraine hanno ripreso a bombardare pesantemente il Donbass, ancora non si è in grado di fare una stima definitiva dei...
Notizia del:

Nel mio  romanzo “Aurora” vi mostro come la cultura occidentale possa indottrinare, fare il lavaggio del cervello e distruggere...

“AURORA” è un romanzo di Andre Vltchek che, come ha scritto correttamente Tony Christini di Homefront è "un lavoro meraviglioso, quello che un lavoro letterario dovrebbe...
Notizia del:

Fuori la NATO dall'America Latina!

di Luis Britto Garcia  da luisbrittogarcia.blogspot.it Traduzione di Marx21.it 1. L'agenda della destra iberoamericana è fissata in Spagna dalla Fondazione per l'Analisi...
Notizia del:

Italicum, la continuita' della Corte per la tutela delle “zone franche” del sistema di giustizia costituzionale

Come redazione de l'AntiDiplomatico abbiamo rivolto alcune domande ad Emma Imparato, docente di diritto pubblico presso l’Università di Napoli l’Orientale, per aiutarci a comprendere...
Notizia del:

Libro in ricordo di Vittorio Arrigoni. "Il bambino che non voleva essere lupo" di Sabina Antonelli

di Patrizia Cecconi* Roma, 19 gennaio 2017, Nena News  Era il 2010. Esattamente il 31 maggio. In cinque compagne e in modo piuttosto riservato seguivamo l’azione della prima Freedom flotilla. Cercavamo...
Notizia del:

Intervista. Il vicepresidente dell'Uruguay, Raul Sendic: «La battaglia contro il Condor non si ferma»

Sul Venezuela: "Io e Pepe Mujica abbiamo espresso disaccordo sulle decisioni di Almagro"

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto, 20 gennaio 2017 «Conoscere la verità, proteggere la memoria...
Notizia del:

Fulvio Scaglione: "Il Diavolo ad Aleppo ha le sembianze delle petro-monarchie sunnite e delle folli campagne 'democratiche'"

L'AntiDiplomatico intervista il noto giornalista italiano di ritorno da Aleppo: "I "moderati" sono stati presi in mezzo e l'Occidente, alla fin fine, è riuscito solo ad assecondare gli obiettivi dei jihadisti". Sugli "ospedali" di Aleppo est. "Erano tutti situati in edifici dove i jihadisti avevano anche installato strutture militari e gli aleppini comuni non erano ammessi."

di Alessandro Bianchi Su Aleppo sono state spese milioni di parole, fiumi di editoriali, miriadi di "appelli"...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa