/ "L'Impero sta facendo tutto quello che può per distruggere le nos...

"L'Impero sta facendo tutto quello che può per distruggere le nostre Rivoluzioni in America Latina"

L'Impero sta facendo tutto quello che può per distruggere le nostre Rivoluzioni in America Latina
 

Andre Vltchek: "Macri non è solo neo-liberale, Menem-style, sta portando al potere banditi assoluti".

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Di Alessandro Bianchi

L'America Latina è oggi al centro di un attacco concentrico di tutte quelle forze, economiche e mediatiche in particolare, che hanno interesse a distruggere le varie esperienze libere e l'integrazione regionale basata sul rispetto delle singole sovranità nazionali.
Oggi Andre Vltchek, co-autore con Noam Chomsky di "Terrorismo occidentale" e un amico de l'AntiDiplomatico, ha concluso un lungo viaggio in America Latina. Gli abbiamo rivolto alcune domande sulla difficile situazione della regione.
 
 
Perché un viaggio in America Latina?

L’America Latina mi aspettava. Stava affrontando tremendi attacchi organizzati dall’occidente. Il suo futuro era ancora una volta incerto. I “nostri governi” stanno sanguinando, alcuni di essi crollando. L’orrendo governo di estrema destra di Mauricio Macri in Argentina è stato indaffarato a smantellare lo stato sociale. Il Brasile stava soffrendo per il colpo di stato politico attuato da parlamentari corrotti di destra. La Rivoluzione Bolivariana venezuelana stava combattendo, lottando letteralmente per la sua sopravvivenza. Le forze reazionarie traditrici stavano attaccando sia l’Ecuador sia la Bolivia. Non potevo non partire.


Qual è la situazione che ha riscontrato?
 
L'America del Sud è in questo momento sott'attacco dal Nord. L'Impero sta facendo tutto quello che può per distruggere le nostre Rivoluzioni in Venezuela, Ecuador e Bolivia. Coloro che erano soliti dire che l'Occidente “sta guardando altrove” dovrebbero ora svegliarsi. L'occidente non guarda mai altrove, colpisce sempre forte, molto forte contro tutti quei paesi che stanno combattendo per vera indipendenza, libertà e socialismo.
 
 
Il paese maggiormente sotto attacco in questi giorni è il Brasile, paese fulcro per l'integrazione regionale e per le nuove strutture create dai BRICS.
 
Il “colpo costituzionale” brasiliano è “l'ultima edizione” di distruzione: le forze fasciste, evangeliche e filo-occidentali hanno mostrato totale disprezzo per la popolazione brasiliana. I leader del colpo di stato, Temer, Cunha, Calheiros sono corrotti, prendono ordini dal Nord e non hanno nessun supporto degli elettori.
Temer, il presidente attuale, ha il supporto di meno del 2%.
 
 
Il suo lungo viaggio si è concluso in Argentina. Com'è la situazione Nel paese dopo l'arrivo di Macri?
 
In Argentina, la situazione è tragica. Il Presidente Macri sta smantellando lo stato sociale, privatizzando (come ordinano i suoi gestori internazionali), aumentando i prezzi e tagliando i servizi. Le persone sono disperate. Ma c'è un grande risveglio: la capitale e le province sono in continua mobilitazione. I mass media di destra censurano l'opposizione. Macri non è solo neo-liberale, Menem-style, sta portando al potere banditi assoluti, alcuni di loro di famiglie responsabili per l&# 39;orribile “guerra sporca”.
 
 
Cosa accadrà in futuro in America Latina? Tornerà il “giardino di casa” dell'Impero?
 
Mentre fino a pochi mese fa, l'America Latina era strettamente alleata con Russia e Cina, due paesi che resistono all'imperialismo occidentale, tutti i contratti e trattati verranno ora messi in discussione, almeno per quel che riguarda Argentina e Brasile.
Anche i media di sinistra come Telesur e RT vengono censurati, almeno in Argentina. Per ora, due potenze economiche dell'America Latina, sono cadute. Ma, si spera non per lungo. Le popolazioni rapidamente hanno realizzato che sono governati da ladri e collaboratori con le potenze straniere e hanno iniziato a reagire. Questo lascia ben sperare: l'America Latina ha creato gli anticorpi contro le forze imperiali aggressive. 


Andre Vltchek è un filosofo, romanziere, regista e giornalista d’inchiesta. Ha seguito guerre e conflitti in dozzine di paesi. I suoi libri più recenti sono “Exposing Lies of the Empire”  [Smascheramento delle menzogne dell’Impero] e “Fighting Against Western Imperialism” [Lotta contro l’imperialismo occidentale]. La sua discussione con Noam Chomsky “On Western Terrorism” [Sul terrorismo occidentale]. Point of No Return [Punto di non ritorno] è il suo romanzo politico acclamato dalla critica. Oceania – un libro sull’imperialismo occidentale nel Pacifico meridionale. Il suo libro provocatorio sull’Indonesia: “Indonesia – The Archipelago of Fear” [Indonesia, l’arcipelago della paura]. Andre realizza documentari per teleSUR e Press TV. Dopo aver vissuto per molti anni in America Latina e in Oceania, Vltchek attualmente risiede e lavora in Asia Orientale e in Medio Oriente. Può essere raggiunto sul suo sito web o su Twitter

 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Intervista a D. G. Novikov (KPRF): "Siamo pronti a celebrare a dovere il centenario della Rivoluzione del 1917, un grande cambiamento per l'umanità"

Il deputato della Duma e vice segretario del Comitato Centrale del Kprf: "Le sanzioni non hanno peggiorato i rapporti economici Usa- Russia, ma solo quelli Russia-UE"

di Danilo Della Valle Nella Mosca del 1917, nella prima metà di Agosto, si organizzava nel Teatro...
Notizia del:

Intervista a Pablo Kunich, giornalista uruguayano in Venezuela: vi racconto da chi (e per conto di chi) è composta la "resistencia"

"I media nascondono che la maggior parte delle vittime appartiene alla classe lavoratrice, chavisti, forze dell'ordine o gente povera che non manifestava"

di Geraldina Colotti* 13 agosto 2017 Durante il nostro ultimo viaggio in Venezuela abbiamo intervistato...
Notizia del:

Intervista al Prof. Escarra, grande costituzionalista venezuelano: "Ho avuto differenze con il chavismo in passato. Difendo la Costituente, Maduro è un grande democratico"

Sulle destre Escarra dichiara: "Nonostante la violenza di questi settori che oggi si sono impadroniti di tutta l'opposizione, dobbiamo fare uno sforzo di dialogo, che il presidente sta perseguendo in ogni modo."

di Geraldina Colotti*, Caracas Il professore Hermann Escarra è uno dei più grandi costituzionalisti...
Notizia del:

Il fratello del Comandante Hugo Chavez: "Gli Usa parlano di democrazia, ma agiscono da fascisti"

In un'intervista a Ernesto Navarro di RT, il fratello del Comandante Hugo Chavez e neo-eletto costituente in Venezuela, Adán Chávez, commenta la decisione degli Stati Uniti di sanzionare...
Notizia del:

LA ASAMBLEA CONSTITUYENTE EN VENEZUELA DEL, POR Y PARA EL PUEBLO EN DEFENSA DE LA SOVRANIA Y AUTODETERMINACIÓN BOLIVARIANA

Entrevista de Redazione Radio Città Aperta a prof. L. VASAPOLLO

TRAD. de Pepe Valenzuela    Seguimos con el trabajo de dar noticias y de contextualizar la situación...
Notizia del:     Fonte: http://www.eldiario.es/

Venezuela, parla un osservatore spagnolo: «Il risultato è inappellabile. Sono otto milioni di persone»

Vicent Garcés è un ex eurodeputato appartenente al PSOE spagnolo che ha seguito elezioni per l'Assemblea Costituente come osservatore internazionale

  «Il risultato è inappellabile. Sono otto milioni di persone. Una partecipazione del 42%, nonostante...
Notizia del:

"Una lezione all'eurocentrismo, compreso quello di sinistra, che non fa altro che riproporsi come nuovo colonialismo."

Su gentile concessione di Contropiano Proseguiamo il lavoro per dare notizia, e contestualizzarla, di quanto sta avvenendo in Venezuela. Per un punto sulla situazione dopo il voto di domenica...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa