/ Bolivia: le nazionalizzazioni apportano enormi risorse economiche

Bolivia: le nazionalizzazioni apportano enormi risorse economiche

Bolivia: le nazionalizzazioni apportano enormi risorse economiche
 

Una circostanza che conferma quanto siano fallaci e controproducenti le misure di stampo neoliberista

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il processo di nazionalizzazione portato a compimento in Bolivia nel settore degli idrocarburi, dell'elettricità e delle telecomunicazioni è stato particolarmente vantaggioso per le entrate statali. 

 

Il Procuratore Generale boliviano Héctor Arce ha inoltre spiegato in un'intervista televisiva che la Bolivia ha rispettato i suoi impegni e provveduto a pagare il corrispettivo pattuito alle aziende nazionalizzate. 

 

«La nazionalizzazione degli idrocarburi è stata completata, non vi è alcun processo in corso, milioni di dollari restano adesso a disposizione dei boliviani», ha dichiarato Arce, che ha poi sottolineato come lo stato boliviano abbia pagato 350 milioni di dollari all'impresa Panamerican Energy, una somma cinque volte minore rispetto alle richieste per la nazionalizzazione. 

 

Così come accaduto per l'energia elettrica dove la spagnola Interasbun, insieme a Corani Valle Hermoso e Huaracahi non era inizialmente intenzionata ad accettare la cifra di

52 milioni di dollari offerta dal governo boliviano, ma una volta preso atto della posizione irremovibile del governo guidato da Evo Morales, si è dovuta 'accontentare'. 

 

Nel settore delle telecomunicazioni, la Bolivia, ha pagato 100 milioni di dollari all'italiana Eurocom per la nazionalizzazione di ENTEL. Questa mossa ha fruttato al governo boliviano ben 710 milioni di dollari, una cifra di 7 volte superiore a quella sborsata per la nazionalizzazione dell'impresa. Il governo al contempo ha abbassato notevolmente le tariffe per gli utenti. 

 

Quello boliviano è un esempio lampante di quanto siano fallaci e controproducenti le politiche applicate nei regimi neoliberisti dove lo Stato svende al privato praticamente tutti i settori strategici, a scapito della propria economia e soprattutto dei cittadini. 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: http://americaxxi.com.ve/

L'America Latina non vira a destra

Luis Bilbao: «Il rischio non risiede in una tendenza delle masse verso destra, ma nella frustrazione del loro desiderio di cambiamento»

«Una polemica oppone chi dice che l'America Latina è entrata in un periodo di svolta a...
Notizia del:     Fonte: http://undergroundreporter.org/

Bolivia: autosuffcienza alimentare entro il 2020 attraverso investimenti sui piccoli agricoltori

di Elika Ansari per UndergroundReporter.org Come possiamo affrontare il cambiamento climatico, promuovere al contempo una fiorente economia locale e garantire sicurezza alimentare, tutto allo...
Notizia del:

Venezuela: Jp Morgan approva le misure economiche adottate dal governo per affrontare la crisi

Il governo è attivo anche sul fronte energetico dove chiederà l'assitenza delle Nazioni Unite per affrontare e risolvere l'emergenza

di Fabrizio Verde Il Venezuela sta vivendo un periodo di forte crisi, le cui cause vanno anche ricercate...
Notizia del:     Fonte: TeleSur Englsh

Giornata della Terra. Evo Morales: «Viva i diritti della madre terra! Morte al capitalismo!»

Oggi, 22 di aprile, si celebra la Giornata della Terra 2016. Earth Day dedicato alla cura e alla sostenibilità del nostro Pianeta. Oggi è anche la giornata dove in quel di New York, presso...
Notizia del:

Socialismo vs liberismo: in Bolivia calano le tariffe di acqua, luce e telecomunicazioni

Differenza abissale con l'Argentina liberista dove il regime di Macri ha decretato aumenti fino al 500%

«Telecomunicazioni, acqua ed energia sono un diritto fondamentale, se avessimo lasciato tutto in mani...
Notizia del:

Rafael Correa lancia l'allarme: «Un nuovo Plan Cóndor contro i governi progressisti»

Il 'Plan Cóndor' fu un'operazione che prevedeva il coordinamento tra le azioni delle dittature di destra in vari paesi del Sudamerica (Argentina, Cile, Ecuador, Paraguay, Uruguay, Bolivia e Perù) negli anni 70' e 80', con il coinvolgimento degli immancabili Stati Uniti d'America

Attraverso un nuovo 'Plan Cóndor' si vuole destabilizzare la regione e rovesciare i governi...
Notizia del:

Evo Morales sul caso Lula: la destra vuole che mai più un operaio sia presidente

Il presidente boliviano ha denunciato che la destra sudamericana congiuntamente con quella statunitense lavora affinché dirigenti sindacali e operai come Lula e Maduro non siano più presidenti di un paese della regione

Il presidente dello Stato Plurinazionale della Bolivia, Evo Morales, indigeno e già leader del movimento...
Notizia del:     Fonte: TeleSur

In Bolivia prevale il No. La Costituzione non sarà modificata

Il presidente Evo Morales e il suo vice Alvaro Garcia Linera non potranno ricandidarsi alle prossime presidenziali previste nel 2019

Il Tribunale Supremo Elettorale boliviano ha reso noto che il No ha prevalso di misura nel referendum convocato...
Notizia del:     Fonte: TeleSur

Evo Morales: «La lotta contro il neoliberismo continua»

Il presidente della Bolivia ha sottolineato il forte sentimento antimperialista che alberga nella sua nazione a prescindere dall'esito del referendum costituzionale

Il presidente boliviano Evo Morales ha assicurato che indipendentemente dal risultato del referendum costituzionale,...
Notizia del:     Fonte: RT

Gazprom punta a trasformare la Bolivia nel cuore energetico dell'America Latina

Il Presidente boliviano Evo Morales ha definito l'accordo come storico

La Russia e la Bolivia compiono decisi passi avanti nella cooperazione strategica avviata nel campo dell'energia,...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:     Fonte: TeleSur

Ripudio del golpe in Brasile: forti proteste in Argentina contro il ministro Serra

Il Ministro degli Esteri brasiliano è stato accolto tra le forti proteste dei cittadini argentini chiamati alla mobilitazione dal Frente Argentino por la Democracia en Brasil, in segno di rifiuto verso il colpo di stato avvenuto nei confronti del governo progressista che guidava il gigante sudamericano

Il nuovo Ministro degli Esteri brasiliano Jose Serra, si trova in Argentina per incontrare la sua omologa...
Notizia del:     Fonte: TeleSur

Venezuela: le connessioni tra Ramos Allup e i violenti

Due persone implicate negli atti violenti scatenati dall’opposizione venezuelana a Caracas, compaiono in una foto accanto al presidente dell’Assemblea Nazionale, Henry Ramos Allup, dirigente...
Notizia del:

Morales in Venezuela: "Abbiamo l'obbligo di continuare a lottare per la pace con giustizia, la pace con sovranità".

Sabato il presidente dello Stato Plurinazionale della Bolivia, Evo Morales, ha ribadito il suo sostegno e solidarietà con il Venezuela, respingendo le minacce e gli attacchi contro la patria...
Notizia del:     Fonte: pressenza.com

Pace, TPS, disarmo nucleare ed Ecuador: il punto di Guillaume Long

Lo scorso mercoledì 18 aprile, il Ministro degli Esteri dell’Ecuador, Guillaume Long ha avuto un colloquio con la stampa straniera. Qui di seguito, pubblichiamo i passi centrali di tale dialogo sui diversi aspetti della politica estera ecuadoregna

di Nesly Lizarazo per Pressenza Situazione attuale nell’ambito del terremoto del 16 aprile Il...
Notizia del:     Fonte: TeleSur

Brasile: il Fondo Monetario Internazionale elogia le misure neoliberiste di Temer

Secondo il funzionario Rice il governo Temer dovrà liberare il Brasile dal fardello debitorio lasciato dai governi di Lula e Dilma Rousseff. Niente di nuovo, visto che dal punto di vista liberista le politiche sociali che hanno reso possibile sconfiggere l’estrema povertà, oppure dare un’educazione di qualità e gratuita, rappresentano solo dei costi da tagliare

Una volta portato a termine il colpo di stato istituzionale nei confronti di Dilma Rousseff, il presidente...
Notizia del:

Morales: "La Bolivia non è una colonia yankee"

  “Il mio paese non è una colonia yankee”. Questa la reazione con un tweet del presidente della Bolivia, Evo Morales alla decisione degli Stati Uniti di varare una legge...
Notizia del:

FOTO. Manifestazione oggi a Roma contro il golpe in Brasile.

ROMA 19 maggio 2016, NO AL GOLPE IN BRASILE! **
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa