/ Venezuela: cosa accadde il 12 febbraio 2014?

Venezuela: cosa accadde il 12 febbraio 2014?

Venezuela: cosa accadde il 12 febbraio 2014?
 

Le proteste golpiste del 2014 lasciarono sul selciato i corpi senza vita di 43 innocenti oltre a più di 800 feriti. Adesso, la destra maggioritaria in Parlamento, cerca di far passare una Legge di Amnistia volta ad assolvere i responsabili di questi delitti

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


Esattamente due anni fa, i gruppi estremisti e violenti della destra venezuelana diedero il via ai loro piani golpisti, miranti a provocare la caduta del governo di Maduro attraverso le tristemente note 'guarimbas', che provocarono la morte di 43 persone. Il piano denominato 'La Salida' esigeva la rinuncia da parte del capo dello stato, andando quindi contro la volontà popolare che aveva indicato la continuità della Rivoluzione Bolivariana avviata da Hugo Chávez, attraverso la vittoria nelle urne del 14 aprile 2013. 

 

A due anni dalle 'guarimbas', Telesur ci ricorda accadimenti, contesto e responsabili:

 

Cosa sono le 'guarimbas'?

 

Si tratta di atti di vandalismo che comportano la chiusura arbitraria di strade, cumuli di spazzatura dati alle fiamme, aggressioni con corpi contundenti, cavi disposti da un lato all'altro delle strade ad altezza del collo – morì decapitato da una criminale trappola del genere il motociclista Elvis Duran -  che causarono la morte di 43 persone, tra cui membri delle forze dell'ordine sparati in volto nel tentativo di rimuovere le barricate. 

 

L'opposizione venezuelana optò per una simile criminale modalità di protesta nel 2004, all'indomani della sconfitta di Henrique Capriles, la seconda in soli sei mesi, dove vi furono 9 morti e 193 feriti. Il tutto condito dal solito corollario di aggressioni, incendi ai centri di salute ed edifici pubblici. 

 

Proteste studentesche?

 

La destra venezuelana ha cercato invano di mascherare le violenze e derubricare il tutto dietro la facciata delle proteste studentesche, tuttavia, le autorità di polizia hanno determinato che meno del 30% degli arrestati o fermati erano studenti. 

 

Perdite derivanti dalle 'guarimbas'

 

43 vite umane, oltre 800 feriti, danni materiali per 10 milioni di dollari, centri di salute, università e residenze universitarie, mezzi di trasporto pubblico e centri di distribuzione alimentare dati alle fiamme. 

 

Chi erano i responsabili delle 'guarimbas'?

 

L'intento della destra era palese: fermare con la violenza la Rivoluzione Bolivariana che era uscita vittoriosa per ben 18 volte consecutive dalle varie tornate elettorali. Dunque conquistare con la violenza quel potere che non erano mai riusciti nemmeno a sfiorare attraverso le urne.  

 

Tre gli uomini chiave dell'opposizione dietro agli atti violenti: l'ex deputata María Corina Machado, ben remunerata dagli Stati Uniti attraverso finanziamenti alla sua organizzazione Súmate; il governatore dello stato di Miranda Henrique Capriles, candidato uscito sconfitto dalle ultime due elezioni presidenziali e con precedenti vandalici contro l'Ambasciata di Cuba nell'aprile del 2002; e infine il 'martire' Leopoldo López, l'ex sindaco di Chacao che ha materialmente organizzato le proteste golpiste. 

 

Obiettivo golpe blando

 

Le proteste violente andarono avanti senza un obiettivo specifico. Gli atti di violenza servivano per accusare il governo di violare i diritti umani in Venezuela. 

 

Il ruolo dei mezzi di comunicazione

 

I mezzi di comunicazione afferenti il circuito mainstream e vicini alla destra sia in Venezuela che all'estero diedero larga diffusione a immagini false con il solo scopo di accusare il governo bolivariano di violare i diritti umani. L'obiettivo palese: provocare ingerenze dall'estero negli affari interni della Repubblica Bolivariana del Venezuela. 

 

I precedenti violenti e golpisti della destra venezuelana

 

Non si è trattato di certo del primo caso in cui la destra ha mostrato apertamente il proprio volto, la propria vocazione violenta e golpista. Basti pensare al colpo di stato contro il Comandante Chávez dell'11 aprile del 2002, allo sciopero selvaggio dell'azienda petrolifera PDVSA (paro petrolero del 2002-2003), alle proteste violente del 2004. 

 

Giustizia contro Amnistia

 

Le vittime delle guarimbas continuano nella loro incessante richiesta di verità e giustizia, mentre la destra esige dalla sua maggioranza parlamentare che vari una Legge di Amnistia volta a liberare chi ha commesso questi crimini orrendi contro il popolo venezuelano.

 

Tra essi sarà scarcerato Leopoldo López, condannato a 13 anni di prigione dopo esser stato dichiarato colpevole di istigazione pubblica, danni alla proprietà, incendio e associazione a delinquere per i fatti del 2014.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: TeleSur
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Il Venezuela denuncia la doppia morale dell'Occidente sulla Siria

Il governo venezuelano ha respinto la risoluzione adottata, ieri, dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite sulla situazione nella città siriana di Aleppo e ha criticato la doppia morale dell'Occidente sulla questione.

Il rappresentante permanente del Venezuela presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), Rafael Ramirez,...
Notizia del:     Fonte: Correo del Orinoco

Manuel Zelaya: «Il Venezuela e' vittima di un'aggressione selvaggia e brutale»

L'ex presidente dell'Honduras denuncia il carattere fascista degli atti contro il paese sudamericano

  Quella che soffre il Venezuela «è un’aggressione fascista, conservatrice e fascista,...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Cina e Russia pongono il Veto sulla risoluzione dell'ONU per Aleppo

Russia e Cina hanno posto il veto alla bozza di risoluzione al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) sulla situazione nella città di Aleppo nel nord della Siria.

La risoluzione in questione è stata sostenuta da 11 membri del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite,...
Notizia del:

Venezuela: ancora fake news del mainstream su guarimbas e 'prigionieri politici'

Il ‘Corriere della Sera’ ci racconta della protesta in Piazza San Pietro di Lilian Tintori e Mitzy de Ledesma. Si tratta delle mogli di Leopoldo Lopez e Antonio Ledezma, due politici venzuelani incarcerati per il ruolo avuto nelle tristemente note guarimbas, le proteste violente che insanguinarono le strade del Venezuela nel 2014. Per il ‘Corriere della Sera’ si tratta semplicemente di due «prigionieri politici»

di Fabrizio Verde   Ancora una volta dobbiamo tornare ad occuparci di come il mainstream italiano racconta...
Notizia del:     Fonte: http://www.sinistra.ch/

Nuove sanzioni alla Corea del Nord. Intanto però la cooperazione commerciale con Pyongyang cresce!

La notizia potrebbe essere letta come un isolamento, a questo punto definitivo, della Corea del Nord anche dai suoi abituali alleati

da sinistra.ch   Russia, Cina e Venezuela hanno appena votato, insieme agli altri 12 membri del Consiglio...
Notizia del:     Fonte: teleSUR/laIguana

Chi colpisce il Venezuela attraverso il truffaldino Dolar Today?

Mafie e tentativi di destabilizzazione dell'economia al fine di dissanguarla, si celano dietro al portale che fissa il tasso di cambio tra bolivar e dollaro statunitense al mercato nero

di Fabrizio Verde   In questo periodo il Venezuela sta subendo un pesante attacco sul versante economico-finanziario....
Notizia del:     Fonte: RT/teleSUR

Il Venezuela denuncia un tentativo di 'golpe' in seno al Mercosur

Argentina, Brasile e Paraguay utilizzando motivazioni pretestuose cercano di espellere il Venezuela dal Mercosur

di Fabrizio Verde   La cosiddetta Triplice Alleanza, formata da Argentina, Brasile e Paraguay sta provando...
Notizia del:     Fonte: http://www.radiomundial.com.ve/

Maduro: «Fidel Castro resta invitto, assolutamente assolto dalla storia»

Il presidente del Venezuela ha dichiarato che Fidel Castro sarà il faro che illuminerà il cammino dei popoli del mondo

  «Continueremo sul cammino vittorioso del fondatore della Patria Grande», ha proclamato il presidente...
Notizia del:     Fonte: http://www.radiorebelde.cu/

I leader mondiali che assisteranno alla cerimonia funebre di Fidel Castro

Secondo quando reso noto da Prensa Latina, tra i presidenti che hanno confermato la propria presenza vi saranno: Nicolás Maduro dal Venezuela, Evo Morales dalla Bolivia, Daniel Ortega dal Nicaragua e Rafael Correa dall’Ecuador

  Vari leader, politici e personalità provenienti da diverse parti del mondo parteciperanno in Piazza...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Maduro: Assad e il popolo siriano vinceranno la guerra provocata da Obama

Il leader venezuelano ha il governo che il governo siriano e la sua gente supererà la guerra terroristica provocata da Barack Obama.

Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro ha accolto con favore, venerdì scorso, il lavoro svolto e...
Le più recenti da ALBA LATINA
Notizia del:     Fonte: http://rebelion.org/

10 verita' sul governo di Mauricio Macri in Argentina

di Salim Lamrani - Rebelión   Dopo un anno al potere il presidente argentino presenta un bilancio catastrofico   1. In un anno, sotto il governo di Macri, ci sono stati...
Notizia del:

MADURO INTERPELLA SANTOS SULLA SITUAZIONE AL CONFINE TRA VENEZUELA E COLOMBIA

I Presidenti dei due Paesi discuteranno del traffico di cambio sulla moneta venezuelana operato dal mercato nero colombiano

La situazione al confine tra Venezuela e Colombia sta preoccupando le autorità di Caracas, poiché...
Notizia del:     Fonte: Marx21.it

Evo Morales: «La vittoria di Trump è il prodotto dello scontento contro la globalizzazione fallita, della collera contro il libero mercato senza briglie»

ntervistato a bordo dell'aereo presidenziale, un Falcon 900 EX di fabbricazione francese, nel percorso tra Tarija e Cochabamba, il presidente boliviano assicura che il voto a favore di Donald Trump nelle elezioni statunitensi è stato il prodotto dello scontento indirizzato dalla destra contro la globalizzazione fallita

  a cura di Luis Hernández Navarro da jornada.unam.mx Traduzione di Giulia Salomoni per Marx21.it “L'ambasciatore...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Unesco: l'esempio di Fidel Castro deve guidare il mondo

Il presidente della Conferenza Generale dell’Unesco, Stanley Mutumba Simatta, ha affermato che l’esempio di Fidel Castro dovrebbe guidare il mondo in questa fase molto complessa che sta vivendo

  Come accade solo ai grandi che hanno segnato la storia dell’umanità, la morte di Fidel Castro...
Notizia del:     Fonte: Diario Registrado

L'avvocato Parrilli denuncia che l'Argentina come ai tempi della dittatura «viola i diritti umani»

Dopo circa un anno continua la carcerazione arbitraria dell'attivista e parlamentare Milagro Sala

  Ormai è quasi un anno che l’attivista e parlamentare argentina Milagro Sala è incarcerata...
Notizia del:

Venezuela: ancora fake news del mainstream su guarimbas e 'prigionieri politici'

Il ‘Corriere della Sera’ ci racconta della protesta in Piazza San Pietro di Lilian Tintori e Mitzy de Ledesma. Si tratta delle mogli di Leopoldo Lopez e Antonio Ledezma, due politici venzuelani incarcerati per il ruolo avuto nelle tristemente note guarimbas, le proteste violente che insanguinarono le strade del Venezuela nel 2014. Per il ‘Corriere della Sera’ si tratta semplicemente di due «prigionieri politici»

di Fabrizio Verde   Ancora una volta dobbiamo tornare ad occuparci di come il mainstream italiano racconta...
Notizia del:     Fonte: teleSUR/laIguana

Chi colpisce il Venezuela attraverso il truffaldino Dolar Today?

Mafie e tentativi di destabilizzazione dell'economia al fine di dissanguarla, si celano dietro al portale che fissa il tasso di cambio tra bolivar e dollaro statunitense al mercato nero

di Fabrizio Verde   In questo periodo il Venezuela sta subendo un pesante attacco sul versante economico-finanziario....
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa