/ Madaya, analisi di una falsificazione

Madaya, analisi di una falsificazione

Madaya, analisi di una falsificazione
 

Proteste in tutto il mondo e condanna contro il governo siriano sui media e sui social network, per le immagini terribili di bambini e civili affamati nella città assediata di Madaya. Resta da capire perché Assad dovrebbe permettere che ciò accada al suo popolo. L'analista Paul Antonopoulos, in un articolo su Al Masdar svela e analizza le menzogne su Madaya, utilizzate per allargare il conflitto in Siria

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Poco tempo fa nella stessa zona c'erano manifestazioni e proteste contro i gli occupanti, i cosiddetti  "ribelli moderati" da parte della popolazione civile ed a favore del governo siriano. Risulta interessante leggere, inoltre, una dichiarazione ufficiale da parte della Croce Rossa che non ha potuto verificare o negare l'inedia sistematica vissuta dalla popolazione di Madaya.
 


 
 
Una delle primi e più strazianti immagini è quella di una ragazza, un tempo giovane e sana, a cui fa seguito un'altra foto di lei sul punto di morte a causa della fame.
 
  1
 
Questa foto pubblicata dal canale di proprietà saudita Al-Arabiya è stata rapidamente inghiottita dalle piattaforme dei media, a cui hanno fatto seguito gli inviti per un intervento. Tuttavia, è stato rapidamente rivelata dal Daily Star che la ragazza in questione è in realtà del sud del Libano, è in mani sicure con la sua famiglia, ed è in forma e sana.
 


 

 
Questo non esclude ci sia un dramma umanitario, a Madaya, la condizione scioccante della ragazza affamata nella foto è una distorsione dei media evidente della verità. Questa propaganda è stata ben accolta da chi vuole un intervento di guerra, come l' opposizione siriana" (jihadisti ed i loro simpatizzanti). Quando questa verità è emersa, gli appelli a ritrattare la loro propaganda sono stati rifiutati.
 
Gli atti di propaganda e di menzogna non si sono fermati qui.
 
Al-Jazeera ha pubblicato una foto di un uomo apparentemente affamato a Madaya, che si è rivelata essere un'immagine di un rifugiato in Europa del 2009.
 
Poi, naturalmente, abbiamo avuto la foto scioccante del bambino malnutrito "da Madaya", che in realtà si è rivelato essere un bambino del campo palestinese di Yarmuk, alla periferia di Damasco. La foto è stata scattata nel 2014.
 
1
 
La narrazione dei media occidentali si è concentrata su Hezbollah e le forze dell'esercito arabo siriano che conducono un blocco sulla città. Tuttavia, queste accuse ignorano che camion carichi di aiuti alimentari e medici hanno raggiunto Madaya e che sono stati trasformati in uno strumento da parte delle forze terroristiche rintanati nella città. Come si è visto nell'altro articolo di Al Masdar la popolazione di Madaya sostiene il governo e affrontare i terroristi perché non hanno cibo. Sono apparse immagini di donne e bambini stremati dalla fame, ma tutti i terroristi sembrano essere in condizioni di forma e sani. Bisogna chiedersi, perché questo? Abbiamo grandi servizi dei media dal Medio Oriente basati su false immagini su Madaya. Non si tratta di negare il dolore e la sofferenza del popolo affamato, non dovrebbero esistere in qualsiasi parte del mondo, ma resta il pericolo che attraverso foto false, si voglia espandere la guerra con un intervento dall'esterno, attraverso il superamento di una fatidica linea rossa, come avvenuto nel settembre del 2013, quando si accusò l'esercito siriano della strage del Ghoutha, dove morirono 1400 persone per l'uso del gas sarin. USA, Lega araba e monarchie del Golfo spinsero per attaccare la Siria. L'intervento militare fu impedito grazie alla mediazione della Russia, attraverso la quale il governo siriano si impegnò a distruggere il suo arsenale di armi chimiche. Le armi chimiche sono state tutte distrutte e, come ha confermato di recente l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, nel Ghouta, ad usare il gas sarin, furono i "ribelli moderati" sostenuti dall'Occidente. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Paul Antonopoulos-Al Masdar
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Lavrov: "Nelle élite occidentali prevalgono le idee di supremazia e difesa degli interessi propri contro lo sviluppo di una cooperazione giusta ed equa"

La crisi siriana non può essere risolta fino a quando i terroristi saranno sconfitti, ha dichiarato, questa sera, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, intervenendo alla 71 sessione dell'Assemblea generale dell'ONU.

Parlando alla 71a sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite (UNGA), il ministro degli Esteri russo...
Notizia del:

Attacco al convoglio ONU ad Aleppo. Qualcuno ha visto le prove che avevano promesso gli Usa?

PICCOLE NOTE   Un convoglio umanitario è stato attaccato ad Aleppo. Decine di camion distrutti, diversi i morti e i feriti tra il personale della Mezzaluna Rossa che ne...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Erdogan: Stabiliremo una no-fly zone nel nord della Siria

Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, ha dichiarato che ha in programma di stabilire una no-fly zone nel nord della Siria.

"Questo è il nostro obiettivo: vogliamo stabilire una no-fly zone in una zona di 95 a 45 chilometri,...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad: Gli Stati Uniti non agiscono contro i terroristi di al Nosra e ISIS perché li usano per realizzare la propria agenda

Il presidente Bashar al-Assad, in un'intervista rilasciata all'agenzia Associated Press (AP) ha dichiarato che "gli Stati Uniti non hanno la volontà di agire contro il" Fronte Nousra "e lo" Stato islamico", perché ritengono questi due gruppi terroristici come carta tra le loro mani che può essere utilizzata per realizzare la propria agenda."

Ecco i passaggi più importanti dell'intervista del Presidente Assad all'Associated Press   Il...
Notizia del:

Sequenza dell'attacco USA sull'esercito siriano: perche' non puo' essere stato un 'errore'

  Sequenza dell'attacco USA su SAA:   - Droni da ricognizione hanno sorvolato l'area svariate volte nel mattino. - Nel primo pomeriggio è iniziato l'attacco che in...
Notizia del:     Fonte: vtv.gob.ve

Il Ministro degli Esteri venezuelano all'Onu condanna l'attacco degli Usa all'esercito siriano e chiede: «Chi finanzia il terrorismo?»

L'alta funzionaria venezuelana sottolinea che questo 'errore' ha permesso l'avanzata dei gruppi terroristi sul campo

da vtv.gob.ve Il Ministro degli Esteri del Venezuela, Delcy Rodríguez, ha condannato l’attacco...
Notizia del:

Tutti a Roma in delirio per i Curdi

  Si accettano scommesse. Dal pomeriggio di sabato 24 settembre, tutte le TV, tutti i media mainstream, tutti i loro quotidiani, tutti i loro siti internet... staranno lì a parlarvi della...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Venezuela: "All'ONU difenderemo il Governo siriano ed il suo Presidente Bashar al Assad"

L'inviato del Venezuela presso le Nazioni Unite, Rafael Ramirez ha dichiarato che il Venezuela ha ratificato il suo sostegno al governo siriano, nel corso di un dibattito al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Ramirez ha ribadito che il Venezuela sosterrà il governo del presidente siriano Bashar al-Assad e si opporrà...
Notizia del:

LAVROV SPIEGA PERCHE' LA FORZA AEREA SIRIANA NON PUO' AVER ATTACCATO IL CONVOGLIO ONU

L'attacco contro il convoglio delle Nazioni Unite del 20 settembre non può essere stato effettuato dalla forza aerea siriana, perché non hanno capacità di condurre i voli notturni....
Notizia del:     Fonte: RT

Parole contro prove satellitari: Smentite le menzogne di Obama e Ban Ki-moon

Aleppo. Il ministero della Difesa russo ha diffuso un video ripreso da un drone che mostra il convoglio di aiuti umanitari dell'ONU affiancato da un veicolo dei "ribelli moderati" dotato...
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

LA PALESTINA DEI VINI E DELLA MERAVIGLIA

In Occidente desta ancora stupore parlare di vini palestinesi e le persone più arroganti – e generalmente anche più ignoranti – rispondono “dei vini? e quelli mica bevono,...
Notizia del:

Le esplosive mail della Clinton e la «pulizia morale» dell'Occidente

«Il miglior modo di aiutare Israele è aiutare la ribellione in Siria che ormai dura da oltre un anno»

  Manlio Dinucci - Il manifesto, 20 settembre 2016 Ogni tanto, per fare un po’ di «pulizia...
Notizia del:

Quando le organizzazioni 'umanitarie' diventano funzionali al potere

di Mostafa El Ayoubi* - Nigrizia La guerra e l’umanitario idealmente sono due realtà che si contrappongono: la guerra provoca disastri umani e ambientali; l’umanitario,...
Notizia del:

Benvenuti a Parigi - settembre 2016

Parigi oggi: ma il presidente Hollande come fa a non intervenire? Si chiede The BurningPlatform che presenta il video qui sotto:   **
Notizia del:

Manlio Dinucci: 'Le nuove bombe che gli Usa installeranno in Italia abbassano la soglia nucleare'

Nel quadro della escalation contro la Russia, gli Usa porteranno in Italia armi che rendono più probabile il lancio di un attacco nucleare.

di Manlio Dinucci - Il manifesto, 13 settembre 2016 La B61-12, la nuova bomba nucleare Usa destinata a sostituire...
Notizia del:

A Londra, Gentiloni a parlare di Siria: il degrado morale dell'occidente

In Siria da oltre cinque anni si combatte una guerra per procura con terroristi provenienti da 89 paesi, armati, finanziati e supportati, direttamente e indirettamente, dalle due Nato (l'altra è...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Yemen, tra bombardamenti sauditi e minaccia terrorista

L'informazione mainstream ignora del tutto quello che sta succedendo nello Yemen. Eppure ogni giorno arrivano notizie sempre più drammatiche, ma resta un colpevole silenzio. Motivo? Il paese è stato distrutto dai bombardamenti di uno stretto alleato dell'Occidente, ovvero l'Arabia Saudita.

L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) ha riferito che la guerra,iniziata nel marzo 2015, ha già...
 

Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa