/ Madaya, analisi di una falsificazione

Madaya, analisi di una falsificazione

Madaya, analisi di una falsificazione
 

Proteste in tutto il mondo e condanna contro il governo siriano sui media e sui social network, per le immagini terribili di bambini e civili affamati nella città assediata di Madaya. Resta da capire perché Assad dovrebbe permettere che ciò accada al suo popolo. L'analista Paul Antonopoulos, in un articolo su Al Masdar svela e analizza le menzogne su Madaya, utilizzate per allargare il conflitto in Siria

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Poco tempo fa nella stessa zona c'erano manifestazioni e proteste contro i gli occupanti, i cosiddetti  "ribelli moderati" da parte della popolazione civile ed a favore del governo siriano. Risulta interessante leggere, inoltre, una dichiarazione ufficiale da parte della Croce Rossa che non ha potuto verificare o negare l'inedia sistematica vissuta dalla popolazione di Madaya.
 


 
 
Una delle primi e più strazianti immagini è quella di una ragazza, un tempo giovane e sana, a cui fa seguito un'altra foto di lei sul punto di morte a causa della fame.
 
  1
 
Questa foto pubblicata dal canale di proprietà saudita Al-Arabiya è stata rapidamente inghiottita dalle piattaforme dei media, a cui hanno fatto seguito gli inviti per un intervento. Tuttavia, è stato rapidamente rivelata dal Daily Star che la ragazza in questione è in realtà del sud del Libano, è in mani sicure con la sua famiglia, ed è in forma e sana.
 


 

 
Questo non esclude ci sia un dramma umanitario, a Madaya, la condizione scioccante della ragazza affamata nella foto è una distorsione dei media evidente della verità. Questa propaganda è stata ben accolta da chi vuole un intervento di guerra, come l' opposizione siriana" (jihadisti ed i loro simpatizzanti). Quando questa verità è emersa, gli appelli a ritrattare la loro propaganda sono stati rifiutati.
 
Gli atti di propaganda e di menzogna non si sono fermati qui.
 
Al-Jazeera ha pubblicato una foto di un uomo apparentemente affamato a Madaya, che si è rivelata essere un'immagine di un rifugiato in Europa del 2009.
 
Poi, naturalmente, abbiamo avuto la foto scioccante del bambino malnutrito "da Madaya", che in realtà si è rivelato essere un bambino del campo palestinese di Yarmuk, alla periferia di Damasco. La foto è stata scattata nel 2014.
 
1
 
La narrazione dei media occidentali si è concentrata su Hezbollah e le forze dell'esercito arabo siriano che conducono un blocco sulla città. Tuttavia, queste accuse ignorano che camion carichi di aiuti alimentari e medici hanno raggiunto Madaya e che sono stati trasformati in uno strumento da parte delle forze terroristiche rintanati nella città. Come si è visto nell'altro articolo di Al Masdar la popolazione di Madaya sostiene il governo e affrontare i terroristi perché non hanno cibo. Sono apparse immagini di donne e bambini stremati dalla fame, ma tutti i terroristi sembrano essere in condizioni di forma e sani. Bisogna chiedersi, perché questo? Abbiamo grandi servizi dei media dal Medio Oriente basati su false immagini su Madaya. Non si tratta di negare il dolore e la sofferenza del popolo affamato, non dovrebbero esistere in qualsiasi parte del mondo, ma resta il pericolo che attraverso foto false, si voglia espandere la guerra con un intervento dall'esterno, attraverso il superamento di una fatidica linea rossa, come avvenuto nel settembre del 2013, quando si accusò l'esercito siriano della strage del Ghoutha, dove morirono 1400 persone per l'uso del gas sarin. USA, Lega araba e monarchie del Golfo spinsero per attaccare la Siria. L'intervento militare fu impedito grazie alla mediazione della Russia, attraverso la quale il governo siriano si impegnò a distruggere il suo arsenale di armi chimiche. Le armi chimiche sono state tutte distrutte e, come ha confermato di recente l'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche, nel Ghouta, ad usare il gas sarin, furono i "ribelli moderati" sostenuti dall'Occidente. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Paul Antonopoulos-Al Masdar
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia avverte sul "piano B" degli Stati Uniti per rovesciare Assad

Il ministro degli esteri russo ritiene che la coalizione guidata dagli Stati Uniti protegga i terroristi in Siria per tornare al suo 'piano B': rovesciare il presidente siriano.

Gli indizi indicano come la coalizione che dice di combattere il gruppo terroristico ISIS(Daesh, in arabo), protegga...
Notizia del:     Fonte: RT

Ministro della difesa Russo: "Le operazioni militari in Siria stanno per finire"

Il ministro della Difesa russo, Šojgu ha dichiarato che l'operazione contro i terroristi in Siria sta per finire.

In un incontro con il suo omologo del regime israeliano, Avigdor Lieberman durante la sua visita in Israele, il...
Notizia del:     Fonte: The Daily Mail

Israele: Se scoppia una guerra affronteremo un fronte unico Libano, Siria e Hezbollah

Il ministro della Difesa del regime israeliano ha sostenuto che, in caso di una nuova guerra, Israele si troverà ad affrontare un 'fronte' comune, composto da Libano, Siria e Hezbollah.

"Nella prossima guerra nel nord, il Libano non è l'unico fronte", ha così spiegato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Hezbollah: Gli Stati Uniti impediscono l'avanzata verso i nascondigli dell'ISIS in Siria

Il Segretario generale di Hezbollah avverte che la coalizione guidata dagli Stati Uniti impedisce alle forze della Resistenza di avanzare verso i nascondigli dell'ISIS in Siria.

Il leader del Movimento di Resistenza Islamico in Libano (Hezbollah), Seyed Hasan Nasrallah, oggi, ha pronunciato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv Sputnik

L'Occidente cerca di rimpiazzare l'ISIS con il Fronte al Nosra

Secondo il Ministero degli Esteri russo, il gruppo terroristico Al-Nusra, che ora ha la protezione di determinate parti interessate, potrebbe sostituire l'ISIS dopo la sua sconfitta.

"Alcuni gruppi terroristici, tra cui Al-Nusra (che si fa chiamare Fronte Fath Al-Sham), si chiami come si...
Notizia del:     Fonte: RT Eng

Russia: L'ISIS attacca le forze siriane attraverso il "buco nero" della base statunitense di al Tanf

La Russia denuncia che i gruppi terroristici usano la base statunitense sul confine giordano per attaccare l'esercito siriano.

Come affermato dal portavoce del Ministero della Difesa russo, Igor Konashenkov, i consiglieri militari di Usa,...
Notizia del:     Fonte: Rt Eng

Lavrov: Gli Stati Uniti mettono a rischio la vita dei soldati russi in Siria

Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov denuncia le "provocazioni" della coalizione statunitense in Siria, perché mettono a rischio la vita dei soldati russi.

"Attaccano, come per caso, le Forze Armate della Siria, dopo l'ISIS avvia un contro attacco, o incitano...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia elimina i vertici di Al-Nusra in Siria

Le forze russe hanno condotto un'operazione aerea contro il gruppo terroristico di Al-Nusra in Siria, che ha lasciato gravemente ferito il suo capo dei terroristi di Al Nosra a Idlib

Il portavoce del Ministero della Difesa della Russia, Igor Konashenkov, ha riferito che è stata effettuata...
Notizia del:     Fonte: Walla

Alla fine anche Israele ammette: 'Assad sta vincendo la guerra in Siria'

Il regime israeliano ammette, infine, che il presidente siriano Bashar al-Assad sta vincendo la guerra nel paese arabo.

Contrariamente a quanto affermato in passato da vari esponenti politici e militari israeliani, secondo i quali...
Notizia del:     Fonte: Time of israel

Mossad: L'Iran è in cima alla lista delle priorità di Israele

Il capo del servizio di intelligence israeliano, Mossad, Yossi Cohen, sostiene che l'Iran è al vertice delle "priorità principali" del regime israeliano.

Il Mossad si concentra "solo sulle priorità nazionali, di sicurezza e politiche", ha dichiarato...
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

"Il risultato più duraturo della rivoluzione d’Ottobre è il riemergere dei popoli oppressi"

di Andrea Catone 1. Il risultato più duraturo della rivoluzione d’Ottobre è il riemergere dei popoli oppressi Il centenario della Rivoluzione d’Ottobre consente...
Notizia del:

Colombia, la polizia spara contro la missione Onu. Chi è il dittatore tra Maduro e Santos?

L’Onu denuncia l’attacco della polizia colombiana contro la sua missione umanitaria che aveva l’autorizzazione per muoversi nella regione di Tumaco. Basterebbe questo per fermare tutte...
Notizia del:

Immanuel Wallerstein - Il mito della sovranità ai tempi di Donald Trump

«Quando Trump usa il termine, ha implicazioni reazionarie. Quando altri lo utilizzano, possono esserci implicazioni progressiste. Il termine stesso non ci dice niente»

di Immanuel Wallerstein - La Jornada   Donald Trump ha impiegato gran parte del suo discorso alle...
Notizia del:     Fonte: https://movimientopoliticoderesistencia.blogspot.it

Quale relazione esiste tra la Corea del Nord e la guerra in Siria?

Di Juan Manuel Olarieta, avvocato, attivista e analista politico basco Normalmente il governo nordcoreano è molto discreto sugli eventi internazionali, soprattutto se si verificano lontano dai...
Notizia del:

Consiglio mondiale della Pace: "Il Venezuela invoca la pace, mentre Trump annuncia la guerra"

Dichiarazione di Socorro Gomes, presidente del Consiglio Mondiale della Pace da wpc-in.org Traduzione di Marx21.it Tra il 16 e il 19 settembre, il popolo venezuelano ha organizzato un'importante...
Notizia del:

Alberto Negri- Nobel della Pace all’Ican: un messaggio a Kim (e Trump)

di Alberto Negri* - Il Sole 24 Ore  Anche quest'anno il Nobel per la pace, assegnato all'Ican - l'organizzazione per il bando delle armi nucleari fondata a Ginevra nel 2007 e composta...
Notizia del:

L’accordo Fincantieri-Stx e l'agenda industriale dell'Unione Europea

di Giacomo Marchetti - Contropiano  Dall’integrazione di Fincantieri, Naval Group e Stx France emergerà, infatti, un gigante mondiale nella costruzione di navi complesse ad alto...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa