/ LIBIA, AYESHA GHEDDAFI, IL NUOVO LEADER DELLA RESISTENZA CONTRO L...

LIBIA, AYESHA GHEDDAFI, IL NUOVO LEADER DELLA RESISTENZA CONTRO LA NATO E ISIS

LIBIA, AYESHA GHEDDAFI, IL NUOVO LEADER DELLA RESISTENZA CONTRO LA NATO E ISIS
 

"Siamo pronti per una battaglia mortale, in cui i terroristi si troveranno ad affrontare una nazione"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

 
Maja Orlic (con traduzione di Mario Andrijasevic) su Southfront scrive: “Lei è tornata! La figlia di Muammar Gheddafi torna a guidare la resistenza contro la NATO e gli altri terroristi libici”.

Ayesha si sarebbe quindi messa alla guida della resistenza e sarebbe in procinto di creare un nuovo governo segreto.
 
In un momento cruciale per il Paese e alla vigilia del nuovo intervento della NATO che in Italia i nostri “alleati” hanno deciso oggi a Roma, Aisha Gheddafi ha garantito, prosegue Orlic, che nei prossimi mesi si formerà un "governo segreto" di "libici famosi", fedeli al colonnello Gheddafi e che fungerà da mediatore nel paese e all'estero. 
 
Analizzando la situazione attuale, Aisha ha criticato l'ex esercito per "un mix pazzesco di anarchici" che hanno deciso di fare la guerra sul principio di chi pagava di più.
Li ha accusati di usare una bandiera verde di Jamahiriya e reclutare sostenitori, oltre a rafforzare i governi tribali, sotto la cui ombra si sono uniti gli islamisti dei Tuareg e Toubou, che cospirano contro il governo di Tobruk.
 
Aisha Gheddafi ha invitato poi i soldati delle forze armate libiche a dare il loro giuramento al Comandante Supremo, al fine di ripristinare lo stato. "Il mio nome mi dà un dovere e il diritto di essere in prima linea in questa battaglia.", ha detto colei che durante la guerra ha perso il marito e due figli. 
 
Oggi è pronta a diventare un "simbolo della nazione", e accanto ad un ritratto di Gheddafi a diventare un "simbolo della missione per ripristinare l'unità nazionale". E' una lotta per i suoi figli, dichiara. "Siamo pronti per una battaglia mortale, in cui i terroristi si troveranno ad affrontare una nazione". Non è chiaro se per terroristi intendesse i fondamentalisti dell'Isis, chi oggi a Roma ha pianificato nuove bombe (NATO), o, semplicemente, entrambi.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

“Imperialismo e guerre nel XXI secolo”: uno spettro (a stelle e strisce) si aggira per il mondo

di Andrea Catone - Marx21   Presentazione del n.1-2 2016 di MarxVentuno   Uno spettro si aggira sulla Terra: “una terza guerra mondiale non è inevitabile,...
Notizia del:

Venezuela, l'omicidio dell'ex comandante Félix Velasquez censurato dai media

"Risultano implicati agenti della Polizia di Chacao, un bastione dell’opposizione che si trova nello stato Miranda"

di Geraldina Colotti*, il Manifesto 31 maggio, Caracas Delinquenza organizzata o paramilitarismo orientato?...
Notizia del:

Trump, Hofer, Nato, Loi Travail e Siria: la "finta sinistra" sempre più finta

di Vincenzo Brandi Roma, 25 maggio 2016 Una serie di interessanti notizie, apparentemente  non collegate tra loro, hanno colpito l’opinione pubblica nazionale ed internazionale...
Notizia del:     Fonte: http://znetitaly.altervista.org/

Andre Vltchek: Perché sono comunista!

di Andre Vltchek - Counterpunch Traduzione di ZnetItalia Ci sono numerosi messaggi fondamentali che letteralmente urlano dallo schermo ogni volta che uno guardaLa Ultima Cena, un brillante film...
Notizia del:

Raqqa, YPG, USA, ISIS, Russia. Si avvera il sogno dell'impero di dividere la Siria?

"In questo modo, i curdi del YPG si trasformeranno in un qualcosa di molto simile al regime di Barzani in Iraq, e la Siria sarà la Germania dei giorni nostri".

Da alcuni giorni è partita l'offensiva delle YPG curde e delle "Forze Democratiche Siriane",...
Notizia del:

Il nuovo mondo multipolare: effetti e conseguenze di una complessa transizione (II)

di Federico Pieraccini Questa analisi è la seconda e conclusiva parte inerente il nuovo mondo multipolare. La prima parte è disponibile qui.   Alleati storici di Washington   Non...
Notizia del:

La transizione multipolare è l’unico argine al dominio di Washington. (I)

"Le mosse del trittico cinese-russo-iraniano sono un’effettiva contromossa alla guerra ibrida di tipo finanziaria-culturale dell’occidente"

di Federico Pieraccini   Il logoramento dell’influenza degli Stati Uniti in luoghi chiave...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa