/ LIBIA, AYESHA GHEDDAFI, IL NUOVO LEADER DELLA RESISTENZA CONTRO L...

LIBIA, AYESHA GHEDDAFI, IL NUOVO LEADER DELLA RESISTENZA CONTRO LA NATO E ISIS

LIBIA, AYESHA GHEDDAFI, IL NUOVO LEADER DELLA RESISTENZA CONTRO LA NATO E ISIS
 

"Siamo pronti per una battaglia mortale, in cui i terroristi si troveranno ad affrontare una nazione"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

 
Maja Orlic (con traduzione di Mario Andrijasevic) su Southfront scrive: “Lei è tornata! La figlia di Muammar Gheddafi torna a guidare la resistenza contro la NATO e gli altri terroristi libici”.

Ayesha si sarebbe quindi messa alla guida della resistenza e sarebbe in procinto di creare un nuovo governo segreto.
 
In un momento cruciale per il Paese e alla vigilia del nuovo intervento della NATO che in Italia i nostri “alleati” hanno deciso oggi a Roma, Aisha Gheddafi ha garantito, prosegue Orlic, che nei prossimi mesi si formerà un "governo segreto" di "libici famosi", fedeli al colonnello Gheddafi e che fungerà da mediatore nel paese e all'estero. 
 
Analizzando la situazione attuale, Aisha ha criticato l'ex esercito per "un mix pazzesco di anarchici" che hanno deciso di fare la guerra sul principio di chi pagava di più. Li ha accusati di usare una bandiera verde di Jamahiriya e reclutare sostenitori, oltre a rafforzare i governi tribali, sotto la cui ombra si sono uniti gli islamisti dei Tuareg e Toubou, che cospirano contro il governo di Tobruk.
 
Aisha Gheddafi ha invitato poi i soldati delle forze armate libiche a dare il loro giuramento al Comandante Supremo, al fine di ripristinare lo stato. "Il mio nome mi dà un dovere e il diritto di essere in prima linea in questa battaglia.", ha detto colei che durante la guerra ha perso il marito e due figli. 
 
Oggi è pronta a diventare un "simbolo della nazione", e accanto ad un ritratto di Gheddafi a diventare un "simbolo della missione per ripristinare l'unità nazionale". E' una lotta per i suoi figli, dichiara. "Siamo pronti per una battaglia mortale, in cui i terroristi si troveranno ad affrontare una nazione". Non è chiaro se per terroristi intendesse i fondamentalisti dell'Isis, chi oggi a Roma ha pianificato nuove bombe (NATO), o, semplicemente, entrambi.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

"Attacco contro il Venezuela, si parli ora o si taccia per sempre"

Jean Ortiz: "Nessuno venga a piangere domani quando verranno assassinati, torturati e “scompariranno” i militanti chavisti."

di Jean Ortiz | Collective Communiste Polex Traduzione di Marx21.it Nessuno venga a...
Notizia del:

Trump investirà altri 10 miliardi di dollari per «rassicurare» l’Europa.

di Manlio Dinucci* - il manifesto, 15 agosto 2017 Nell’anno fiscale 2018 (che inizia il 1° ottobre 2017) l’amministrazione Trump accrescerà di oltre il 40%...
Notizia del:

Atilio Boron sul Venezuela: "L'opacità e il feticismo della società capitalista fa nuove vittime a 'sinistra' (che oggi tifano la CIA)"

"Che la destra sia complice della copertura del protagonismo degli apparati d’intelligence degli Stati Uniti è comprensibile. Sono dalla stessa parte e proteggono con un muro di silenzio i loro compari e sicari."

di Atilio A. Boron* - ResumenLatinoamericano, 26 luglio 2017 (traduzione di Maria Rosa Coppolino) La...
Notizia del:

Manlio Dinucci - in orbita Opsat-3000, il primo satellite-spia della Difesa italiana... ma israeliano.

L’Opsat-3000 è collegato allo stesso tempo a un quarto centro: la Mbt Space Division delle Israel Aerospace Industries a Tel Aviv.

  di Manlio Dinucci* - il manifesto, 3 agosto 2017     È stato lanciato...
Notizia del:

La Lista dei morti per le proteste violente dell'opposizione venezuelana, aprile-luglio 2017 (Aggiornato)

di Luigino Bracci Roa, Alba Ciudad  La conflittualità politica ha scatenato una grande speculazione a livello nazionale e soprattutto internazionale sulle proteste dell’opposizione...
Notizia del:

Alberto Negri - Francia, Il Giano bifronte del Mediterraneo

«L’Europa dovrà realizzare uno dei suoi compiti essenziali: lo sviluppo dell’Africa», così recitava la Dichiarazione Schuman del 1950.

di Alberto Negri* - il Sole 24 ore A chi mai dovrebbero rivolgersi Stati Uniti e Russia in Europa se non...
Notizia del:

Alberto Negri - La Libia prima colonia "globale"

" Ogni giorno la politica estera ci ricorda, in maniera più o meno brutale, che tra i vinti ci siamo pure noi."

di Alberto Negri* - il Sole 24 Ore La Libia nasce come colonia italiana con l’unificazione nel 1934...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa