/ Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: "I media statunitensi ...

Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: "I media statunitensi ingannano l'opinione pubblica sulla Siria"

Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: I media statunitensi ingannano l'opinione pubblica sulla Siria
 

Secondo uno dei veterani del giornalismo USA ed ex corrispondente del New York Times, Stephen Kinzer, le notizie sulla Siria sono scritte a Washington, senza sentire le voci sul terreno. Una "vergogna per il giornalismo", secondo Kinzer.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
Stephen Kinzer, in passato inviato in oltre 50 paesi per il New York Times, ha denunciato "uno degli episodi più vergognosi" della sua professione a causa della copertura distorta data al conflitto siriano ed al ruolo che svolgono i vari paesi coinvolti. La sua rubrica sul quotidiano The Boston Globe descrive ciò che sta accadendo in città e nel governatorato di Aleppo.
 
I militanti dei gruppi armati anti-governativi provocano devastazioni in città mentre esercito siriano e l'Air Force russa li spingono fuori da Aleppo, ha scritto Kinzer riferendosi a notizie "dal campo".
 
Il giornalista cita la testimonianza di un abitante della città pubblicata nelle reti sociali: "I 'ribelli' moderati' protetti da Turchia e Arabia Saudita attacano la periferia di Aleppo con razzi non guidati e bombole di gas." Il politologo libanese Marwa Osma ha sostenuto che le truppe Damasco sono l'unica forza che, insieme ai suoi alleati, sta combattendo lo Stato islamico sul terreno. Stephen Kinzer lamenta che i media USA non sentono o non citano queste voci chiare.
 
"Questo non va bene per la narrazione di Washington", ha spiegato. "Pertanto, la maggior parte della stampa nordamericana dice il contrario di ciò che effettivamente accade. Molte notizie suggeriscono che Aleppo è stata una 'zona liberata' per tre anni, ma ora è ridotta alla miseria", ha aggiunto Kinzer.
 
Secondo il giornalista, agli statunitensi  suggeriscono che è più decente che in Siria si combatta contro il governo di Bashar al Assad ed i suoi alleati russi e iraniani. Si presume che l'esito più auspicabile sarebbe la vittoria di una coalizione 'onesta' di americani, turchi, sauditi, curdi e 'opposizione moderata.
 
"È una sciocchezza", ha sostenuto Kinzer, rimettere in discussione l'esistenza stessa di un tale coalizione. Ma dice che non è colpa dei cittadini nordamericani, se crede a questa versione di ciò che sta accadendo in Siria. "Non abbiamo quasi nessuna informazione reale su chi combatte, obiettivi o tattiche. Gran parte della colpa è dei nostri media", ha sottolineato il giornalista.
 
"Sotto intensa pressione finanziaria, la maggior parte dei giornali, riviste e reti degli Stati Uniti hanno drasticamente ridotto le loro squadre di corrispondenti all'estero. Molti importanti novità sul mondo ora provengono da giornalisti con sede a Washington", ha lamentato Kinzer.
 
"In questo ambiente, l'accesso [alle informazioni] e la credibilità dipendono dalla accettazione dei paradigmi ufficiali. I giornalisti che coprono la Siria sono portati ad avere contatto con il Pentagono, il Dipartimento di Stato, la Casa Bianca e gli "esperti" dei centri di studio. Dopo un giro sulla giostra sporca pensano di aver coperto tutti i lati della storia". In questo modo si genera in USA "l'unica fonte delle notizie sulla Siria", ha concluso Kinzer.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Con le donne e gli uomini di Almaviva, in lotta contro tre tradimenti

di Giorgio Cremaschi   A Roma manifestano le tante, tante donne e gli uomini licenziati in tronco da Almaviva. Sono oltre 1600, ma altri ancora ne verranno se non verrà fermata la macchina...
Notizia del:     Fonte: RT

Trump: Da ciarlatano a tiranno, il volto volgare dell'impero del male

Oggi, il volto più volgare, grottesco, ignorante, misogino, razzista, xenofobo e selvaggiamente capitalista sfruttatore dell’impero statunitense assume il controllo della Casa Bianca

di Eva Golinger - RT   Bom bom bom bom ba bom bom ba bom! Questa mattina mi sono svegliata con la musica...
Notizia del:     Fonte: Daily Mail

Gli Stati Uniti esortarono Saddam ad attaccare la Siria di Hafez Al-Asad

Gli Stati Uniti esortò Saddam Hussein ad attaccare la Siria di Hafez al-Assad a causa della chiusura del gasdotto dall'Iraq, rivela un rapporto segreto, pubblicato dal Daily Mail.

Secondo quanto sostenuto in un rapporto segreto dell'ex funzionario CIA, Graham Fuller, datato 1983, Washington...
Notizia del:     Fonte: Le soir - Hispantv

Tribunale belga ordina la detenzione dell'ex ministro degli Esteri israeliano, Tzipi Livni

Un tribunale, in Belgio, ha ordinato l'arresto dell'ex ministro degli esteri Tzipi Livni Israele per crimini di guerra, in vista del suo arrivo a Bruxelles il prossimo 23 gennaio.

Ieri, l'Ufficio federale del Belgio, ha segnalato, così come riportato anche dalla stampa locale, che...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Israele riconosce la complessità di un attacco contro Hezbollah

I funzionari israeliani riconoscono la complessità di attaccare Hezbollah,.

"Nonostante l'elevata capacità militare di Israele, esiste ancora una grande preoccupazione per...
Notizia del:     Fonte: Embajada de la República Bolivariana de Venezuela en Italia

L’Ufficio di Coordinamento della MNOAL respinge il rinnovo del decreto di Obama contro il Venezuela

L'Ufficio di Coordinamento del Movimento dei Paesi Non Allineati (Mnoal) ha espresso la sua solidarietà alla Repubblica Bolivariana del Venezuela, per il rinnovo dell'ordine esecutivo firmato dal presidente degli Stati Uniti

da italia.embajada.gob.ve   L'Ufficio di Coordinamento del Movimento dei Paesi Non Allineati (Mnoal)...
Notizia del:     Fonte: http://www.celag.org/

Trump e l'America Latina

di Silvina M. Romano - Celag   Giorni prima dell’odierno insediamento di Trump come presidente, è venuta a galla la notizia di una sua riunione con «esperti di America Latina»...
Notizia del:

Donald Trump nel discorso inaugurale promette di sradicare il terrorismo radicale islamico

Nel suo discorso ha promesso di dare il governo di nuovo al popolo

  Donald Trump ha giurato come 45° presidente degli Stati Uniti d’America. Nel suo discorso, durato...
Notizia del:

Il Tradimento di Obama

La presidenza Obama si chiude dopo otto anni di intense polemiche. Eletto con l’intenzione di imprimere una svolta rispetto alla precedente amministrazione Repubblicana, arginare gli effetti della globalizzazione e risolvere l’iniquità sociale, ha aggravato il contesto globale, accelerando il declino degli Stati Uniti

di Federico Pieraccini   Barack Obama è stato eletto sull'onda dell'entusiasmo derivante...
Notizia del:     Fonte: RT

Ecuador, la capitale elettorale dell'America Latina

In Ecuador la Revolución Ciudadana affronta la sfida di provare a vincere senza Correa come candidato

di Alfredo Serrano Mancilla - RT   Le elezioni del 19 febbraio in Ecuador rappresentano qualcosa di...
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

Alberto Negri - IRAQ, LA MADRE DI TUTTE LE BUFALE. Come nasce la disinformazione globale.

"....Chi gliele aveva date? Il capo della National Geospatial Intelligence Agency, James Clapper, lo stesso che come direttore della Nsa ha portato le prove dell’interferenza degli hacker russi nelle recenti elezioni presidenziali americane".

È il novembre 2015 quando France 5, canale pubblico di informazione, invia una giornalista a intervistare...
Notizia del:

M. Dinucci - "cresce la minaccia" e carri armati Usa schierati in Polonia

di Manlio Dinucci* - Il manifesto, 17 gennaio 2017   Il 12 gennaio, due giorni dopo il suo discorso di addio, il presidente Obama ha dato il via al più grande schieramento di forze...
Notizia del:

I muri dell'Europa contro la “minaccia russa” e ritorsioni nazionaliste

di Fabrizio Poggi   Mancante all'appello, tra i Paesi baltici, a voler erigere un muro al confine con la Russia, ora anche la Lituania ha deciso di fare la propria parte. Dopo i 90 km di...
Notizia del:

Vietnam e Cina: riavvicinamento in corso?

di Daniele Cardetta Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa cinese Xinhua nei giorni scorsi i rappresentanti dei Partiti Comunisti di Cina e Vietnam si sono incontrati a Pechino per...
Notizia del:

Nel silenzio dei media, l'Italia si e' dotata della Legge per la guerra

Quando le furberie sulla guerra diventano una Legge organica dello Stato, vuole dire che il punto di non ritorno si è avvicinato ancora di un altra spanna.

di Sergio Cararo* Piuttosto in sordina, il 31 dicembre scorso è entrata in vigore la Legge quadro sulle...
Notizia del:

Manlio Dinucci - Donald Trump «demone subito»... come Obama fu «santo subito»

  di Manlio Dinucci * Barack Obama fu «santo subito»: appena entrato alla Casa Bianca fu insignito preventivamente nel 2009 del Premio Nobel per la pace grazie ai «suoi...
Notizia del:

In morte di monsignor Capucci, uomo di lotta e di fede.

di Patrizia Cecconi - Pressenza 1 gennaio 2017 Monsignor Capucci ha lasciato questa terra mentre il 2017 nasceva. L’ha lasciata dopo 94 anni di vita di cui almeno 70 passati con un’idea...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa