/ Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: "I media statunitensi ...

Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: "I media statunitensi ingannano l'opinione pubblica sulla Siria"

Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: I media statunitensi ingannano l'opinione pubblica sulla Siria
 

Secondo uno dei veterani del giornalismo USA ed ex corrispondente del New York Times, Stephen Kinzer, le notizie sulla Siria sono scritte a Washington, senza sentire le voci sul terreno. Una "vergogna per il giornalismo", secondo Kinzer.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
Stephen Kinzer, in passato inviato in oltre 50 paesi per il New York Times, ha denunciato "uno degli episodi più vergognosi" della sua professione a causa della copertura distorta data al conflitto siriano ed al ruolo che svolgono i vari paesi coinvolti. La sua rubrica sul quotidiano The Boston Globe descrive ciò che sta accadendo in città e nel governatorato di Aleppo.
 
I militanti dei gruppi armati anti-governativi provocano devastazioni in città mentre esercito siriano e l'Air Force russa li spingono fuori da Aleppo, ha scritto Kinzer riferendosi a notizie "dal campo".
 
Il giornalista cita la testimonianza di un abitante della città pubblicata nelle reti sociali: "I 'ribelli' moderati' protetti da Turchia e Arabia Saudita attacano la periferia di Aleppo con razzi non guidati e bombole di gas." Il politologo libanese Marwa Osma ha sostenuto che le truppe Damasco sono l'unica forza che, insieme ai suoi alleati, sta combattendo lo Stato islamico sul terreno. Stephen Kinzer lamenta che i media USA non sentono o non citano queste voci chiare.
 
"Questo non va bene per la narrazione di Washington", ha spiegato. "Pertanto, la maggior parte della stampa nordamericana dice il contrario di ciò che effettivamente accade. Molte notizie suggeriscono che Aleppo è stata una 'zona liberata' per tre anni, ma ora è ridotta alla miseria", ha aggiunto Kinzer.
 
Secondo il giornalista, agli statunitensi  suggeriscono che è più decente che in Siria si combatta contro il governo di Bashar al Assad ed i suoi alleati russi e iraniani. Si presume che l'esito più auspicabile sarebbe la vittoria di una coalizione 'onesta' di americani, turchi, sauditi, curdi e 'opposizione moderata.
 
"È una sciocchezza", ha sostenuto Kinzer, rimettere in discussione l'esistenza stessa di un tale coalizione. Ma dice che non è colpa dei cittadini nordamericani, se crede a questa versione di ciò che sta accadendo in Siria. "Non abbiamo quasi nessuna informazione reale su chi combatte, obiettivi o tattiche. Gran parte della colpa è dei nostri media", ha sottolineato il giornalista.
 
"Sotto intensa pressione finanziaria, la maggior parte dei giornali, riviste e reti degli Stati Uniti hanno drasticamente ridotto le loro squadre di corrispondenti all'estero. Molti importanti novità sul mondo ora provengono da giornalisti con sede a Washington", ha lamentato Kinzer.
 
"In questo ambiente, l'accesso [alle informazioni] e la credibilità dipendono dalla accettazione dei paradigmi ufficiali. I giornalisti che coprono la Siria sono portati ad avere contatto con il Pentagono, il Dipartimento di Stato, la Casa Bianca e gli "esperti" dei centri di studio. Dopo un giro sulla giostra sporca pensano di aver coperto tutti i lati della storia". In questo modo si genera in USA "l'unica fonte delle notizie sulla Siria", ha concluso Kinzer.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: http://rebelion.org/

10 verita' sul governo di Mauricio Macri in Argentina

di Salim Lamrani - Rebelión   Dopo un anno al potere il presidente argentino presenta un bilancio catastrofico   1. In un anno, sotto il governo di Macri, ci sono stati...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Il Venezuela denuncia la doppia morale dell'Occidente sulla Siria

Il governo venezuelano ha respinto la risoluzione adottata, ieri, dall'Assemblea generale delle Nazioni Unite sulla situazione nella città siriana di Aleppo e ha criticato la doppia morale dell'Occidente sulla questione.

Il rappresentante permanente del Venezuela presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU), Rafael Ramirez,...
Notizia del:     Fonte: Reuters

L'Unione Europea imporrà nuove sanzioni alla Siria per la sua offensiva ad Aleppo

L'Unione europea ha adottato nuove sanzioni contro la Siria per la sua offensiva anti-terrorismo nella città di Aleppo.

Come riportato ieri dall'agenzia britannica Reuters, con tali misure l'Unione europea cercherà...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Hezbollah: La Vittoria di Aleppo avrà conseguenze per il Medio Oriente

Il segretario generale di Hezbollah ha affermato che la prossima vittoria delle forze siriane ad Aleppo avrà conseguenze per il paese e la regione.

Il segretario generale del Movimento di Resistenza Islamica del Libano, Hezbollah, Seyed Hasan Nasrallah, durante...
Notizia del:     Fonte: Haaretz

589 denunce di tortura contro lo Shin Bet; Israele non ha indagato nemmeno su un caso

Il regime israeliano non ha lanciato alcuna un'indagine penale per affrontare le 598 denunce di tortura presentate contro il servizio di sicurezza interna Shin Bet.

In un articolo pubblicato, ieri, dal quotidiano israeliano Haaretz si legge che tra il 2001 e il 2008, il regime...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Trump: Keynes contro Hayek

Volendo osservare la questione in termini di dottrine economiche, possiamo affermare che stiamo assistendo a un confronto tra John Maynard Keynes e Friedrich von Hayek. Oppure in termini politico-personali tra Franklin Delano Roosevelt e Ronald Wilson Reagan. Mentre in termini di mezzi di sussistenza, occupazione contro disoccupazione e salari soddisfacenti contro salari spazzatura

di Miguel Angel Ferrer - teleSUR   Come è noto, il termine democrazia non è il più...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Parlamentare USA: "Questa follia deve finire. Dobbiamo smettere di armare i terroristi"

Un membro democratico del Congresso degli Stati Uniti ha introdotto un disegno di legge per porre 'fine alla follia degli Stati Uniti' di armare i gruppi terroristici, in particolare in Siria.

Questo disegnio di legge per fermare la fornitura di armi ai terroristi, denominato, SATA, è stato presentato,...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia conferma: L'Esercito siriano controlla il 93% di Aleppo Est

Le truppe siriane già controllano il 93% della parte orientale della città di Aleppo. Lo ha confermato lo Stato Maggiore russo.

"Negli ultimi quattro giorni, il territorio controllato dai ribelli è diminuito di un terzo e l'esercito...
Notizia del:

L'uomo che previde la fine dell'URSS indica la data del collasso degli Stati Uniti

Nel 2020 gli Stati Uniti subiranno un collasso totale a causa della presidenza di Donald Trump. Lo sostiene il sociologo norvegese Johan Galtung, vincitore nel 1987 del Right Livelihood Award, noto come...
Notizia del:

L’Ue non sa come sono stati spesi i miliardi prestati all’Ucraina. Ve lo diciamo noi...

di Eugenio Cipolla   Su come i soldi prestati dal Fondo Monetario Internazionale siano stati spesi dall’Ucraina, secondo pesanti accuse lanciate da un ex componente dello staff di Petro...
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

La battaglia non e' finita. Serve un altro NO, alla "riforma" bellicista

"I 55 milioni di euro, che paghiamo ogni giorno per il militare, presto aumenteranno. Ma su questo non c’è referendum".

No alla  «riforma»  bellicista  di Manlio Dinucci* - L'arte della guerra...
Notizia del:

Il NO vince. Ora proporzionale e affermazione della sovranità popolare

Compito immediato: mantenere e sviluppare il patrimonio di impegno e lotta dei comitati a difesa della Costituzione di democrazia economico-sociale

di Andrea Catone per Marx21.it  La straordinaria vittoria del NO al referendum costituzionale...
Notizia del:

La campagna "Beating Hearts for Healing Hearts" raggiunge Gaza: buona fortuna a tutti i volontari del PCRF

di Patrizia Cecconi* - Pressenza   Qualcosa di profondamente umano, nel senso più alto del termine, permette ancora di concepire la politica nel suo significato più nobile, quello...
Notizia del:

Gli avvoltoi sulla bara di Fidel Castro

  di Gianni Fresu per Marx21.it C’era da aspettarselo, la morte di Fidel Castro, l’uomo che ha osato sfidare, e persino sconfiggere, gli USA nel loro cortile di casa, ha...
Notizia del:

Chi e' stato davvero Fidel Castro? Eduardo Galeano rispose cosi'...

di Eduardo Galeano (cit. dal libro Specchi)   I suoi nemici dicono che è stato un re senza corona e che ha confuso l’unità con l’unanimità. E in questo i suoi...
Notizia del:

L'effetto Trump sull'Ucraina

PICCOLE NOTE Donald Trump sta disegnando la nuova amministrazione degli Stati Uniti d’America. C’è andirivieni di personaggi più o meno noti alla sua corte e filtrano...
Notizia del:

Una Yalta 2.0 tra Trump e Putin: lo scenario che spaventa l’Ucraina

  di Eugenio Cipolla   C’è una grande sconfitta nel post-elezioni americane che tanto hanno appassionato il mondo. E non è Hillary Clinton, piuttosto un paese intero,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa