/ Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: "I media statunitensi ...

Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: "I media statunitensi ingannano l'opinione pubblica sulla Siria"

Stephen Kinzer, ex inviato New York Times: I media statunitensi ingannano l'opinione pubblica sulla Siria
 

Secondo uno dei veterani del giornalismo USA ed ex corrispondente del New York Times, Stephen Kinzer, le notizie sulla Siria sono scritte a Washington, senza sentire le voci sul terreno. Una "vergogna per il giornalismo", secondo Kinzer.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
Stephen Kinzer, in passato inviato in oltre 50 paesi per il New York Times, ha denunciato "uno degli episodi più vergognosi" della sua professione a causa della copertura distorta data al conflitto siriano ed al ruolo che svolgono i vari paesi coinvolti. La sua rubrica sul quotidiano The Boston Globe descrive ciò che sta accadendo in città e nel governatorato di Aleppo.
 
I militanti dei gruppi armati anti-governativi provocano devastazioni in città mentre esercito siriano e l'Air Force russa li spingono fuori da Aleppo, ha scritto Kinzer riferendosi a notizie "dal campo".
 
Il giornalista cita la testimonianza di un abitante della città pubblicata nelle reti sociali: "I 'ribelli' moderati' protetti da Turchia e Arabia Saudita attacano la periferia di Aleppo con razzi non guidati e bombole di gas." Il politologo libanese Marwa Osma ha sostenuto che le truppe Damasco sono l'unica forza che, insieme ai suoi alleati, sta combattendo lo Stato islamico sul terreno. Stephen Kinzer lamenta che i media USA non sentono o non citano queste voci chiare.
 
"Questo non va bene per la narrazione di Washington", ha spiegato. "Pertanto, la maggior parte della stampa nordamericana dice il contrario di ciò che effettivamente accade. Molte notizie suggeriscono che Aleppo è stata una 'zona liberata' per tre anni, ma ora è ridotta alla miseria", ha aggiunto Kinzer.
 
Secondo il giornalista, agli statunitensi  suggeriscono che è più decente che in Siria si combatta contro il governo di Bashar al Assad ed i suoi alleati russi e iraniani. Si presume che l'esito più auspicabile sarebbe la vittoria di una coalizione 'onesta' di americani, turchi, sauditi, curdi e 'opposizione moderata.
 
"È una sciocchezza", ha sostenuto Kinzer, rimettere in discussione l'esistenza stessa di un tale coalizione. Ma dice che non è colpa dei cittadini nordamericani, se crede a questa versione di ciò che sta accadendo in Siria. "Non abbiamo quasi nessuna informazione reale su chi combatte, obiettivi o tattiche. Gran parte della colpa è dei nostri media", ha sottolineato il giornalista.
 
"Sotto intensa pressione finanziaria, la maggior parte dei giornali, riviste e reti degli Stati Uniti hanno drasticamente ridotto le loro squadre di corrispondenti all'estero. Molti importanti novità sul mondo ora provengono da giornalisti con sede a Washington", ha lamentato Kinzer.
 
"In questo ambiente, l'accesso [alle informazioni] e la credibilità dipendono dalla accettazione dei paradigmi ufficiali. I giornalisti che coprono la Siria sono portati ad avere contatto con il Pentagono, il Dipartimento di Stato, la Casa Bianca e gli "esperti" dei centri di studio. Dopo un giro sulla giostra sporca pensano di aver coperto tutti i lati della storia". In questo modo si genera in USA "l'unica fonte delle notizie sulla Siria", ha concluso Kinzer.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

CETA. Ecco i nomi dei senatori che lo hanno votato

Una nuova pagina nera per la sovranità italiana

Il Senato della Repubblica approva il CETA. Una nuova pagina nera per la sovranità italiana, soprattutto...
Notizia del:

Torino: licenziare è un crimine

Candida a gennaio era stata licenziata da una delle sedi della BEFED BREW UP, la catena di grigliata di pollo e birra che si sta affermando con successo e profitti nel centro Nord

di Giorgio Cremaschi Candida ora lotta per la vita perché si é data fuoco in una sede dell'INPS...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Minacce USA alla Siria, per la Russia "inammissibili". Secondo l'Iran favoriscono l'ISIS

Il Cremlino ha definito 'inaccettabili' le minacce degli Stati Uniti contro la Siria con il pretesto di presunti preparativi per effettuare una 'attacco chimico' da parte di Damasco. L'Iran le ha definite un favore di Washington all'ISIS mentre va verso un'imminente sconfitta.

"Naturalmente, riteniamo inaccettabili le minacce di questo tipo contro il governo legittimo della Siria",...
Notizia del:

Manlio Dinucci - Strategia NATO della tensione

  di Manlio Dinucci* - Il Manifesto   Che cosa avverrebbe se l’aereo del segretario Usa alla Difesa Jim Mattis, in volo dalla California all’Alaska lungo un corridoio aereo...
Notizia del:

Alberto Negri - "Ancora guerre? E’ l’ordine americano delle cose."

  Eric Salerno su Huffington Post e Michele Giorgio sul Manifesto scrivono che siamo sull’orlo di un’altra guerra. La Casa Bianca intanto minaccia di colpire di nuovo Assad prendendo...
Notizia del:

Ministro del governo golpista ucraino a Roma si rifiuta di rispondere a un giornalista russo

  Fate questo piccolo e breve esperimento con noi. Pensate a quello che potrebbe accadere se oggi il ministro degli esteri della Bielorussia fosse in visita ufficiale a Roma, incontrasse il nostro...
Notizia del:     Fonte: http://blogs.publico.es/

L'imbroglio neoliberista di Macri in Argentina

Mauricio Macri ha ingannato l’elettorato con premeditazione e faccia tosta

di Alfredo Serrano Mancilla - Publico   Macri ha defraudato la cittadinanza argentina. E lo ha fatto...
Notizia del:

Alberto Bagnai e 12 minuti di chiarezza sulla crisi bancarie e sulle soluzioni mancate

  dodici minuti di chiarezza sulla crisi bancarie e sulle soluzioni mancate https://t.co/x9hlzyfIqV — nero (@federiconero) 27 giugno 2017 "Il problema è politico"....
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Siria, gli attacchi aerei israeliani non riescono a spingere le forze di Al-Qaeda nelle alture del Golan

I gruppi "ribelli" affiliati ad Al-Qaeda hanno ricevuto una grande spinta dall'aviazione israeliana nelle ultime 72 ore, in quanto quest'ultima ha effettuato almeno tre attacchi diversi...
Notizia del:

Perché Saif al Islam Gheddafi è l'unica alternativa credibile per la Libia

Sei anni dopo il rovesciamento e l'assassinio di Muammar Gheddafi, la questione dell'unificazione rimane vitale in Libia. Saif al Islam sembra essere l'unica alternativa credibile per evitare il collasso totale della Libia

In seguito all'uccisione del leader libico Muammar Gheddafi avvenuta il 20 ottobre 2011 per mano di quei...
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

Manlio Dinucci - Strategia NATO della tensione

  di Manlio Dinucci* - Il Manifesto   Che cosa avverrebbe se l’aereo del segretario Usa alla Difesa Jim Mattis, in volo dalla California all’Alaska lungo un corridoio aereo...
Notizia del:

Alberto Negri - "Ancora guerre? E’ l’ordine americano delle cose."

  Eric Salerno su Huffington Post e Michele Giorgio sul Manifesto scrivono che siamo sull’orlo di un’altra guerra. La Casa Bianca intanto minaccia di colpire di nuovo Assad prendendo...
Notizia del:

Italiani in Venezuela denunciano: «Togliete tutti i nomi dall’appello. Dai fascisti minacce di morte»

In Venezuela, i "pacifici manifestanti" bruciano altri due chavisti, ricoverati in fin di vita. Aumentano i tentativi di linciaggio. L'allarme dei compagni italiani residenti in Venezuela.

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto   "Per favore, togliete tutti i nomi dall’appello, abbiamo...
Notizia del:

Il Pd perde le elezioni a Budrio: è "colpa di Igor il russo"!

di Omar Minniti Il Pd e i suoi alleati di centrosinistra perdono, per la prima volta in 70 anni, le elezioni comunali a Budrio. Colpa dell'introvabile "primula rossa" Igor alias Norbert...
Notizia del:

Nel Cile che fa la morale al Venezuela si rimborsano i Pinochet e si bastonano gli studenti

  di Geraldina Colotti* - Il Manifesto   In Cile, una Corte d’Appello di Santiago ha ordinato che venga restituita alla famiglia dell’ex dittatore Augusto Pinochet una gran...
Notizia del:

Alberto Negri - In Medio Oriente peggio che nella seconda guerra mondiale

di Alberto Negri* - Il Sole 24 Ore Per il Medio Oriente i conflitti contemporanei di Siria e Iraq sono ancora più devastanti della Seconda guerra mondiale quando le ferite dei bombardamenti...
Notizia del:

Sono stato a Caracas e questo è quello che ho visto...

di Maurizio Messina* Nei giorni 11 – 12 – 13 maggio si è tenuto a Caracas un evento internazionale organizzato dalle istituzioni del Governo Bolivariano sul tema dell’Assemblea...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa