/ Troupe giornalistica russa filma le fortificazioni e carriarmati ...

Troupe giornalistica russa filma le fortificazioni e carriarmati turchi al confine con la Siria

Troupe giornalistica russa filma le fortificazioni e carriarmati turchi al confine con la Siria
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Una troupe televisiva russa di REN TV è riuscita ad ottenere in video la prova dell'aumento della presenza militare della Turchia sul confine siriano. (Qui il video)

REN-TV ha registrato il momento in cui le munizioni vengono consegnate alle posizioni turche, che bombardano le postazioni curde in Siria. C'erano almeno sei o sette carri armati nella zona e le forze turche al confine possono entrare in Siria in un istante, sottolineano i giornalisti.
 
I giornalisti di REN-TV hanno parlato con la gente del posto per lo più curdi, che hanno apertamente accusato la Turchia di essere "amica" con i combattenti dello Stato Islamico.
 
I residenti anche fornito prove che dimostrano come la Turchia e le forze dello Stato islamico avevano aperto il fuoco contro la gente del posto che cercava di fuggire dalla zona - e poi rubato le loro auto.

Inoltre, nella città di Jarabulus, che si trova nel nord della Siria, vicino al confine con la Turchia, i residenti hanno detto ai giornalisti che le case locali vengono distrutte dai carri armati turchi.

Durante la prima notte del cessate il fuoco in Siria, più di 200 combattenti dello Stato Islamico hanno attraversato il confine con la Turchia in Siria e altri 100 sono venuti su dalla città siriana di Raqqa prima di unirsi nei pressi del Kurdistan.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'Analisi
Notizia del:

Deir ez Zor, Siria. Un nome che dovrebbe far vergognare tutto l’Occidente.

Una catastrofe umanitaria nascosta, la complicità verso una tragedia ignobile

RICEVIAMO E VOLENTIERI PUBBLICHIAMO                      ...
Notizia del:

Il sistema THAAD in Corea del Sud: l'ira di Mosca

di Fabrizio Poggi    Nuova tensione nella penisola coreana, durante la settimana appena trascorsa. Gli USA starebbero approntando misure per un attacco, forse addirittura nucleare, contro...
Notizia del:

Un programma di armamenti nucleari dell'Ue alle porte?

  di Manlio Dinucci* - il manifesto, 14 marzo 2017  Il siluro lanciato attraverso il New York Times – l’accusa a Mosca di violare il Trattato sulle forze nucleari intermedie...
Notizia del:

Manlio Dinucci - "La ministra Pinotti ha un sogno: un Pentagono italiano"

  di Manlio Dinucci* - il manifesto, 7 marzo 2017        La ministra Pinotti ha un sogno: un Pentagono italiano, ossia un’unica struttura per i vertici...
Notizia del:

Libia, sei anni dopo il paese è completamente "somalizzato".

di Mostafa El Ayoubi* - Nigrizia Sono passati sei anni dall’intervento militare della Nato in Libia che è costato la morte di decine di migliaia di persone e la fuga all’estero...
Notizia del:

"Rafforzamento" o occupazione? 4 battaglioni multinazionali Nato operativi da giugno in Europa orientale

    di Manlio Dinucci* - Il Manifesto, 21 febbraio 2017   Ulteriori passi nel «rafforzamento dell’Alleanza» sono stati decisi dai ministri della Difesa della...
Notizia del:

Manlio Dinucci - Il Golpe (bianco) chiamato "Libro"

"Non resta che riscrivere l’Art. 1 della Costituzione, precisando che la nostra è una repubblica, un tempo democratica, fondata sul lavoro dell’industria bellica".

di Manlio Dinucci* - il manifesto, 14 febbraio 2017   Mentre i riflettori mediatici erano puntati...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa