/ La firma digitale della Troika sulle riforme della Grecia: la pro...

La firma digitale della Troika sulle riforme della Grecia: la prova da Zero Hedge

La firma digitale della Troika sulle riforme della Grecia: la prova da Zero Hedge
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

In pochi si sono accorti che le riforme che la Grecia ha presentato alle "istituzioni" contenevano qualcosa di molto strano nella sezione “Autore”: non la firma digitale del ministro delle finanze greco, ma di un burocrate della Commissione europea dal nome Declan Costello.



Sarebbe la dimostrazione che la Grecia non solo non ha più alcuna forma residua di sovranità, ma non gli è neanche permesso di redigere i suoi documenti. Ma il tutto, per i pochi che se ne sono interessati, è presto rientrato perchè si è siegato da Bruxelles come “l'Autore” del pdf non era il creatore del file doc, ma la persona che l'aveva ricevuto e convertito in Pdf. E quindi tutto risolto. Non proprio.
 
Il problema, spiega Zero Hedge che ricostruisce tutta la sequenza da cui è tratto l'articolo, è che è una menzogna.
 
La ragione è semplice perchè i metadata dei file pdf seguono il creatore del file doc originale, non il convertitore del file pdf. Un esempio che dimostra il tutto da Zero Hedge: Con "Tyler Durden", creatore default di file word, il file doc mostra nelle sue proprietà che il creatore, logicamente, è "Tyler Durden":

 
Se si cambia il default con un nuovo user, ad esempio: “Burocrate della Commissione europea”:

if (!window.AdButler){(function(){var s = document.createElement("script"); s.async = true; s.type = "text/javascript";s.src = 'http://ab167151.adbutler-luxon.com/app.js';var n = document.getElementsByTagName("script")[0]; n.parentNode.insertBefore(s, n);}());} 015/02/pdf 3_0.jpg" style="width: 600px; height: 460px;" />
 
Poi un documento breve firmato da un ministro delle finanze greco:
 
 
 ... quindi dopo essere stato salvato e si procede a convertirlo in Pdf:

 
 
Quello che il Pdf mostrerà è che l'autore che ha creato il doc file è in questo caso "Burocrate della Commissione europea" e non l'autore/proprietario del default pdf. E la ragione è che i dati pdf seguono il creatore del file originale, non il convertitore in pdf: non c'è rottura nella catena autore/proprietà per evitare che qualcuno possa sfruttare il lavoro altrui. 


 
E quindi la spiegazione generale di coloro che hanno sostenuto come il burocrate della Commissione europea ha solo convertito in pdf un file doc di Varoufakis crolla miseramente. Non è possibile sapere se il doc file sia stato creato a Bruxelles nello scheletro, poi sia stato inviato a Varoufakis per riempire le parti vuote, ma anche questo farebbe cadere l'unico risultato sbandierato da Tsipras: la ritrovata libertà di scrivere le riforme, non più imposte dalla Troika. E soprattutto da Bruxelles lo dovrebbero dire. Ma la cosa più incredibile, sottolinea a ragione Zero Hedge, è che quelli che vengono considerati nell'immaginario collettivo come “giornalisti” abbiano accettato senza colpo ferire la versione originale. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Notizia del giorno
Notizia del:

Cremaschi: "La sinistra è sparita perché ha dimenticato di identificare il nemico. Ritroviamo il nemico (Ue, euro e Nato) e ritroveremo noi stessi".

"Se si vuole cambiare veramente le cose - e parliamo a chi ancora lotta, perché chi ha rinunciato ha rinunciato - è necessario ritrovare il nemico. Perché il nemico esiste ed...
Notizia del:

Soros sposta 18 miliardi alla sua Ong per la “democrazia”: quale paese verrà attaccato?

    Nel sovradosaggio di informazioni quotidiane che riceviamo, non il giusto peso forse ha assunto la notizia che George Soros, il miliardario magiaro, abbia donato, o meglio trasferito, la...
Notizia del:

Ricordandoti, Amedeo

"State lì", esortavi la mattina, quando mettevi uno stacco musicale o cambiavi argomento. Un invito scherzoso, con un'inconfondibile voce radiofonica. Tu stavi lì,...
Notizia del:

Due pesi e due misure, Gentiloni e le “questioni interne” degli altri paesi. Il caso Catalogna e quello del Venezuela

Si evince ancora una volta la doppia morale dell’attuale capo del governo italiano

di Fabrizio Verde e Alessandro Bianchi   Interrogato dalla stampa circa la recente crisi scoppiata in...
Notizia del:

11 settembre, Afghanistan - Immagini esclusive dell'AntiDiplomatico: il paese dopo 16 anni di colonialismo Usa

16 anni fa quattro aerei e diciannove kamikaze, la maggior parte dei quali di origine saudita, hanno segnato l'inizio della guerra al terrorismo. Invece che colpire i mandanti, i sauditi, l'occidente...
Notizia del:

Botte da orbi o “volemose bene”?

  Botte da orbi da parte delle “forze dell’ordine” a Roma contro richiedenti asilo che, dopo essere stati cacciati da un palazzo che avevano occupato, cercavano, nei giardinetti...
Notizia del:

Aveva ragione Maduro. In Venezuela trionfa la pace.... e Rampini (Repubblica) diventa un Trumpiano doc

"La cosa più comica di tutte è che Repubblica si è abbassata a fare propaganda di basso livello per proteggere Trump dai suoi deliri criminali."

Abbiamo dedicato tutta la settimana (con tre diversi articoli che vi invitiamo a leggere qui, qui e qui) a provare...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa