/ Il cerchio si chiude in Ucraina: il figlio di Biden entra nella p...

Il cerchio si chiude in Ucraina: il figlio di Biden entra nella principale azienda di gas del paese

Il cerchio si chiude in Ucraina: il figlio di Biden entra nella principale azienda di gas del paese
 

La società, Burisma Holdings, annuncia l'ingresso del figlio del vicepresidente come capo dell'unità legale

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

 

Hunter Biden, il figlio più giovane di Joe Biden, vicepresidente degli Stati Uniti d’America, è entrato nel Consiglio di amministrazione della più importante compagnia di gas dell'Ucraina.
 
La società, la Burisma Holdings, ha annunciato la nomina di Biden sul suo sito martedì. Burisma ha reso noto che Biden avrebbe assunto la posizione di capo dell'unità legale della società.
 
La Casa Bianca ha spazzato via qualsiasi accusa di conflitto di interessi con la nomina di Hunter Biden. In una dichiarazione fornita a 'Business Insider', la portavoce di Joe Biden, Kendra Barkoff, ha sottolineato che la nomina di Hunter non è da collegare al vice presidente.
 
"Hunter Biden è un privato cittadino e un avvocato. Il Vice Presidente non sostiene alcuna società in particolare e non ha alcun coinvolgimento con la Burisma", ha detto Barkoff. "Per ulteriori domande, vi rimando all&# 39;ufficio di Hunter."
 
Boies, Schiller & Flexner LLP, lo studio legale newyorchese dove Hunter lavora, che si è occupato del caso "Bush vs Gore" e del contenzioso legale del governo americano contro Microsoft, non ha rilasciato dichiarazioni.
 
La nomina di Hunter Biden arriva mentre gli Stati Uniti e gran parte dell'Occidente cerca di aiutare l'Ucraina a liberarsi dalla sua dipendenza dalle forniture di petrolio e gas russo. Il mese scorso, durante un viaggio a Kiev, il vice presidente Biden ha promesso l'assistenza degli Stati Uniti nel perseguimento dell’indipendenza energetica dell'Ucraina dalla Russia. Kiev e l'Occidente ritengono che l’indipendenza energetica servirebbe come un importante punto di leva per l'Ucraina nel suo braccio di ferro con la Russia.
 
In una dichiarazione rilasciata da Burisma, Hunter Biden ha detto di sperare che il suo sostegno alla Società in materia di trasparenza, corporate governance e responsabilità, l'espansione internazionale e di altre priorità contribuirà al rilancio dell'economia e al benessere del popolo ucraino ". 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Notizia del giorno
Notizia del:

Per i servizi segreti italiani Biden diffonde fake news

Quella di Biden era una fake news, anzi la madre di tutte le fake news. Il Governo Gentiloni convochi immediatamente l'Ambasciatore Usa

In tanti devono aver avuto una qualche crisi d’identità dopo le parole scritte da Biden su Foreign...
Notizia del:

Così una fake news della CNN su Wikileaks arriva a milioni di persone in pochissimo tempo

G. Greenwald: "I media Usa hanno subito la debacle più umiliante da anni. Ora rifiutano trasparenza su quello che è successo"

di Glenn Greenwald - Intercept  VENERDÌ è stato uno dei giorni più imbarazzanti...
Notizia del:

“Cosi si finanzia la fabbrica delle fake news”. La nostra risposta al quotidiano "La Repubblica"

Su La Repubblica di domenica 3 dicembre, a pagina 6 e 7, leggiamo un articolo a firma Carlo Bonini e Giuliano Foschini dal titolo “Cosi si finanzia la fabbrica delle fake news”. Per...
Notizia del:

ESCLUSIVO AD. Gershon Peres (fratello dell'ex Presidente israeliano) è stato membro del CMC, il centro occulto della CIA legato all'omicidio Kennedy

Nel Centro Mondiale Commerciale, dal 1967 al 1970, sedette Gershon Peres.

Questo 22 novembre 2017, nell'anno del centenario della nascita di JFK e nel giorno dell'anniversario...
Notizia del:

Scoop de 'Il Sole 24 Ore': ecco chi finanzia le fake news in Italia

La clamorosa notizia viene incredibilmente ignorata

  Vi è una grande inflazione ipertrofica e stupefacente nelle ultime settimane a parlare, a trattare...
Notizia del:

Mugabe: scomodo in politica estera

Ex Jugoslavia, Iraq, Libia, Siria, Venezuela, Cuba, Bolivia, Nicaragua, Bielorussia, Corea del Nord, Russia e Cina: i voti dello Zimbabwe di Mugabe nelle Nazioni Unite

  Nei colpi di Stato (cruenti o “di palazzo”), lo zampino dell’Occidente è non...
Notizia del:

Roma, migliaia di lavoratori contro Euro, Ue e Nato. I media di regime censurano

La resistenza di chi non si piega ai diktat di Bruxelles e le politiche guerrafondaie della NATO

  Quest’oggi è scesa in piazza a Roma l’opposizione al regime neoliberista. Un’opposizione...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa