/ "Siamo una sorta di marionette sociali di un potere invisibile". ...

"Siamo una sorta di marionette sociali di un potere invisibile". Roberto Scarpinato presenta il "Ricatto dei mercati"

Siamo una sorta di marionette sociali di un potere invisibile. Roberto Scarpinato presenta il Ricatto dei mercati
 

"La Troika è una proiezione istituzionale di oligarchie finanziarie globali, le cui politiche vengono spacciate come soluzioni tecniche"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Vi offriamo, per gentile concessione di Lidia Undiemi, il video di presentazione de il "Ricatto dei Mercati" alla Feltrinelli di Palermo il 7 novembre scorso. Per la prima volta, il magistrato italiano Roberto Scarpinato, Procuratore Generale presso la Corte d'Appello di Palermo, si espone su temi come Troika, finanza internazionale e deterioramento progressivo della sovranità.

Il video che sintetizza gli interventi di Roberto Scarpinato, Lidia Undiemi e l'avv. Ernesto Cirillo, esperto in cause di lavoro dovute all'esternazionalizzazione delle imprese. Il "Ricatto dei mercati", sostiene Scarpinato, costituisce « un manuale di resistenza civile contro la cecità indotta del potere »



« Sei destinato a diventare una sorta di marionetta sociale che si illude di muoversi liberamente perché ignora che i fili della tua vita sono tirati e mossi da invisibili pari che, insediati nel vertice della scala sociale, azionano le leve del tuo destino. Per questo il potere anti-democratico fa di tutto per tenere le persone al di fuori del potere decisionale dello stato e fabbricare false notizie ». Roberto Scarpinato inizia così la sua presentazione. Il compito di costruire dogmi e imposture per imporre il potere delle minoranze su maggioranze disorganizzate è stato, precisa il magistrato, compito storico di intellettuali organici del potere. Il libro di Lidia Undiemi è un testo di un'intellettuale disorganica che mostra come il potere si sia trasferito altrove e si è reso invisibile.

« Io faccio parte di una generazione fortunata che ha avuto la fortuna di crescere nell'epoca dei diritti sociali e che era convinta che questo fosse un traguardo irreversibile, che non poteva essere messo in discussione. Ci siamo sbagliati. Uno stato sociale di diritto è una parentesi storica ad inizio novecento per la commistione di particolari forze sociali che si erano creati in quella fase storica », ha precisato. Progressivamente si è distrutto quel modello di stato sociale di diritto, prosegue Scarpinato, per dare vita ad una nuova forma che prevede l'asservimento dello stato alle esigenze degli attori forti presenti sul mercato attraverso una riduzione di spazi pubblici e un ampliamento di quelli privati. « Ce lo chiedono i mercati » vuol dire proprio distruzione dei diritti sociali e liberalizzazione dello stato.
 
E, in questo contesto, stiamo assistendo ad un processo di ringeniarizzazione che sta trasferendo le sedi decisionali fuori dai Parlamenti e dai governi prima in organi sovranazionali non eletti democraticamente come la Bce o la Commissione europea, e poi in organismi finanziari sovranazionali come la Troika che sono proiezioni istituzionali di oligarchie finanziarie globali, le cui politiche vengono spacciate come soluzioni tecniche a cui non c'è alternativa. 
 
« There is no alternative » è il dogma di riferimento del pensiero unico che si muove verso una progressiva subordinazione degli stati alle logiche dei grandi investitori internazionali, che sono, ricorda Scarpinato, le grandi banche, i gestori dei fondi comuni e le mafie internazionali (componente strutturale della finanza internazionale). Quando vi dicono « Ce lo chiede i mercati » sono questi soggetti. E cosa chiedono i mercati ? Lo smantellamento dello stato sociale, esattamente come è avvenuto con il nuovo art.31 della Cost e l'imposizione del pareggio di bilancio che, in una fase depressiva, tutti gli economisti sanno avere proprio quella come conseguenza.
 
« Siamo stati privati della sovranità monetaria, valutaria e siamo stati anche privati della sovranità politica, perché lo stato democratico di diritto non solo è stato smantellato, ma non è stato tradotto nell'Ue. Il paradosso è che, da una parte, i magistrati cercano di mantenere in vita questo stato di diritto appellandosi alla Costituzione e, dall'altra parte, c'è un'Unione Europea in cui lo stato di diritto non esiste ». La posta in gioco rischia di trasformare la nostra vita, la nostra società, in una piramide sociale in cui al vertice c'è solo una ristretta minoranza, scompare il ceto medio e la stragrande maggioranza è condannata all'impotenza perché il sapere sociale e il discorso pubblico viene falsificato, viene loro impedito di capire come si sta muovendo il potere e gli si offrono falsi obiettivi.  

Il video integrale dell'intervento di Roberto Scarpinato:

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: http://www.celag.org/

Manuale di stupidaggini sull'inflazione in Venezuela

L'economista Alfredo Serrano Mancilla svela la reale dinamica che porta alla formazione dei prezzi in Venezuela, smontando la lettura neoliberista della tematica

di Alfredo Serrano Mancilla - celag.org   Mi hanno definito finanche «primitivo» per aver...
Notizia del:     Fonte: it.sputniknews.com

Lettonia, confessione shock del presidente: “Non abbiamo un'economia nazionale”

La Lettonia non ha una propria economia, ha dichiarato in un'intervista al quotidiano “Diena” il capo di Stato Raimonds Vejonis

  "Vediamo che non appena frenano gli investimenti dei fondi della UE, arretra significativamente la...
Notizia del:     Fonte: http://mppre.gob.ve/

Ambasciatore del Venezuela in Italia: «ALBA modello alternativo alla crisi del capitalismo»

da mppre.gob.ve   In occasione del 1° Incontro delle Comunità Andine e Latinoamericane tenutosi presso la Casa del Popolo di Torpignattara, l’Ambasciatore della Repubblica Bolivariana...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Follia neoliberista in Brasile: Temer congela la spesa pubblica per 20 anni

Le motivazioni sono sempre le stesse, non cambiano a nessuna latitudine: il ruolo dello stato va ridotto al minimo per evitare gli sprechi, bisogna effettuare le ‘riforme’ per creare un clima di fiducia, privatizzare tutte le aziende pubbliche per eliminare la corruzione, tagliare gli investimenti nelle politiche sociali e ‘riformare’ il sistema pensionistico

  Le intenzioni del governo golpista di Michel Temer per il Brasile erano ben chiare sin dal suo insediamento:...
Notizia del:     Fonte: http://it.sputniknews.com/

Occidente in declino: l'Asia è il nuovo motore di sviluppo di tutto il mondo

Il 21 settembre la società Allianz, uno dei principali fornitori di servizi assicurativi e finanziari in tutto il mondo con circa 85 milioni di clienti sparsi tra circa 70 Paesi, ha pubblicato i risultati di una ricerca internazionale sul benessere della popolazione mondiale

  Secondo la ricerca, l'unica regione in fase espansiva di sviluppo è l'Asia (escluso...
Notizia del:     Fonte: TeleSur

Venezuela: la guerra economica non ferma la Rivoluzione Bolivariana. La povertà estrema cala ancora

Il vicepresidente per la Pianificazione e la Conoscenza Ricardo Menéndez illustra in una conferenza stampa i risultati raggiunti in merito alla lotta alla povertà dal modello socialista venezuelano nonostante crisi e guerra economica

  In qualsiasi paese occidentale la crisi economica ha prodotto un’aumento esponenziale della povertà,...
Notizia del:     Fonte: celag.org

Crescita, occupazione ed equità di fronte al falso mito dell'indipendenza delle banche centrali

Proponiamo la traduzione di questo articolo di Alejandro Vanoli, economista e già presidente della Banca Centrale della Repubblica Argentina, che spiega quanto errato e deleterio sia il ruolo delle banche centrali nei regimi neoliberisti

di Alejandro Vanoli per Celag   Le banche centrali hanno la loro origine in banche private che avevano...
Notizia del:

Perché muoiono i bambini nella Guajira? E perché all'occidente non interessa?

La Corte Suprema della Colombia ha ordinato al presidente Juan Manuel Santos di creare un piano per risolvere in modo efficiente ed efficace la crisi nella Guajira. Lo riporta oggi Telesur. Il dramma...
Notizia del:     Fonte: http://vocidallestero.it/

Italia: la crisi non è bancaria, è una crisi da Euro

La moneta unica ha distrutto la competitività di quello che, 20 anni fa, era un settore manifatturiero perfettamente sano. Ha succhiato domanda fuori dall’economia, e ha sovraccaricato la spesa dei consumatori

  di Matthew Lynn - vocidallestero.it L’Italia ha una crisi bancaria – quindi presumibilmente...
Notizia del:     Fonte: TeleSur

Il ministro Faría sulla situazione in Venezuela: «Il momento critico è superato»

L'esponente politico del governo bolivariano ha inoltre spiegato che il Venezuela cerca di superare le carenze del capitalismo

«Credo che il momento più critico è superato», con queste parole pronunciate durante...
Le più recenti da Notizia del giorno
Notizia del:

“Te lo dice la CIA”, i giornali italiani ci credono. E tu?

“Provaci ancora Washington Post”. Naufragata in un'umiliante conclusione, con tanto di rettifica del giornale, il primo tentativo - “cyber propaganda russa attraverso fake news”...
Notizia del:

Pisapia, Repubblica e la "sinistra europeista": il canto del cigno di un bieco populismo

Dopo aver passato decine e decine di righe a spiegare che l'errore di Renzi è stato quello di inventare un “post-linguaggio” che ha prodotto la “semplificazione assoluta...
Notizia del:

L’Ucraina avvia test missilistici al confine la Crimea. Mosca schiera la flotta del Mar Nero e allerta 60 mila uomini

di Eugenio Cipolla   Mentre l’ennesimo incontro dei ministri degli Esteri del quartetto di Normandia si è risolto con un nulla di fatto, con il capo della Diplomazia tedesca Steinmeier...
Notizia del:

"Fake news". 'Epic fail' della giornalista CNN su Twitter...

Christiane Amanpour è una giornalista di punta della CNN. "Chief international corrispondent" come si legge dalla sua biografia di Twitter. Oggi ha voluto dare seguito all'"inchiesta"...
Notizia del:

"Fake news": il Convegno autogol della Boldrini

  “Operazione sporca”, “altera la realtà”, “è illegale”. Con queste parole la Presidentessa della Camera Laura Boldrini ha oggi aperto la sessione...
Notizia del:

Ciao Fidel. A 90 anni muore il leader della rivoluzione cubana, ha sfidato (e vinto) per 50 anni l'imperialismo Usa

TELESUR Il presidente cubano Raul Castro ha annunciato la partenza fisica di Fidel, che "per rispettare la sua espressa volontà" sarà cremato. Il leader della Rivoluzione...
Notizia del:

"Italiani votate no. Anzi si". Ma interessano ancora a qualcuno i "consigli" de l'Economist?

Ieri si è molto parlato del presunto endorsment della rivista della finanza mondiale, L'Economist, per il "no" nel referendum italiano del 4 dicembre.  ** Oggi arriva...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa