/ “Giuridicamente le banche commettono falso in bilancio e autorici...

“Giuridicamente le banche commettono falso in bilancio e autoriciclaggio. Tutti i debiti possono essere considerati nulli”. Marco Saba

“Giuridicamente le banche commettono falso in bilancio e autoriciclaggio. Tutti i debiti possono essere considerati nulli”. Marco Saba
 

“L’opinione pubblica si svegli, il Pil del nostro Paese potrebbe raddoppiare in un mese. Basterebbe un decreto del governo”

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Francesca Morandi
 
Le banche usano, di fatto, mezzi illeciti come il falso in bilancio e l’autoriciclaggio nello svolgimento della loro attività al fine di ottenere enormi guadagni che non dichiarano”. La provocazione viene da Marco Saba, direttore della ricerca presso il Centro Studi Monetari di Milano (http://www.studimonetari.org/), il cui obiettivo è “dare una sveglia” all’opinione pubblica “in un’epoca in cui la stragrande maggioranza degli italiani è soffocata dai debiti e l’amministrazione dello Stato è vessata dal debito pubblico”. 
 
Ma le cose possono cambiare, perché i cittadini hanno il diritto e gli strumenti giuridici per mutare lo status quo attuale", spiega Saba, già membro dell’Osservatorio sulla Criminalità Organizzata di Ginevra (http://www.o-c-o.net/), che cita innanzitutto l’ultimo studio condotto dall’economista Nino Galloni, raccolto nel libro “Il futuro della Banca” (ed. Eurilink), dove si dimostra come la contabilità bancaria attuale sia alterata, "falsa".
 
 
- Che cosa intende quando dice che il denaro in possesso delle banche è “falso”? 
 
“Quando la banca riceve contanti crea sui conti correnti denaro elettronico equivalente al contante ottenuto “clonando” quindi il valore del denaro liquido che dovrebbe essere annullato o distrutto. Giuridicamente, infatti, le banche non hanno una esplicita licenza di creare denaro virtuale, ma vengono considerate solo come società di intermediazione finanziaria. L’attività principale delle banche consiste invece proprio nella creazione di denaro ex novo,  che - ad oggi - non risulta contabilizzato a bilancio. Se gli istituti di credito evitano di iscrivere in contabilità, nel risultato lordo d’esercizio, la quota annuale di denaro virtuale che creano dal nulla, è evidente che lo considererebbero esse stesse “denaro falso”. A norma di legge i debiti contratti con denaro falso sono viziati e non sono giuridicamente validi. Ne deriva che tutti i debiti contratti con le banche sarebbero annullabili, un vero e proprio miracolo degno della “Madonna dei Debitori”! Ma la notizia buona è che non c'è nessun bisogno di cambiare le regole esistenti: se le banche seguissero la regola contabile principale ovvero quella che richiede che il bilancio esponga la situazione economica, patrimoniale e finanziaria reale, allora si regolarizzerebbe questo denaro”.
 
 
- Torniamo sulle “alterazioni” dei bilanci bancari, quale è la sua tesi?
 
“Quello che emerge dallo studio approfondito dei bilanci bancari è che essi sembrano predisposti ad arte per occultare la creazione di denaro.  Le banche, infatti, segnano i depositi e i conti correnti solo al passivo di bilancio. Ora che è finalmente riconosciuto il fatto che le banche creano dal nulla il denaro necessario per tutti gli impieghi, è evidente che questo denaro debba essere registrato prima all’attivo, e solo dopo, al momento dell’impiego, al passivo. Oggi questo non avviene, è come se il proprietario di una casa la affittasse senza averla prima registrata al catasto e pretendesse il pagamento dell’affitto senza dimostrare la catena di titolarità della proprietà. E’ un vulnus della legalità. In parole semplici: le banche fanno guadagni enormi prestando denaro di cui non risultano avere la proprietà, per cui non ci pagano le tasse, riottenendo indietro il denaro con gli interessi. Il margine operativo lordo delle banche ammonta a enormi quantità di denaro, decine di miliardi di euro, di cui beneficiano solo gli istituti di credito. Il Pil del nostro Paese potrebbe raddoppiare in un mese, se i “soldi virtuali” creati dalle banche fossero calcolati e tassati. Basterebbe un decreto del governo di Matteo Renzi…”.
 
 
- Possibile che questa anomalia passi costantemente inosservata?
 
Al momento non si dispone nemmeno di uno studio di settore dedicato all’attività bancaria, in particolare per i codici ATECO 64.11.00 (Attività della Banca Centrale) e 64.19.10 (Intermediazione monetaria di istituti monetari diverse dalle Banche centrali) e addirittura la Commissione degli esperti dell’Agenzia delle Entrate, interpellata in proposito informalmente, ha fatto sapere che tale studio non è nemmeno in agenda per il futuro”.
 
 
- Come hanno fatto le banche a ottenere un tale potere? 
 
“La brama di denaro ha portato le banche a concentrarsi sulle attività finanziarie e speculative.  La mia opinione è che sia stato costruito “ad arte” un sistema finalizzato a creare enormi riserve di denaro da utilizzare per costruire una catena di comando in cima alla quale ci sono le banche e al di sotto i governi, che dovrebbero rappresentare gli interessi dei cittadini, ma che oggi sono sotto scacco da parte delle banche stesse, che vengono mediaticamente spacciate come “il mercato”, al punto da non poter più operare per il bene della propria comunità. In questa struttura piramidale che non ha nulla di democratico, si crea un vero e proprio “governo delle banche” che condiziona la vita o la morte degli Stati, manipolando i tassi, i cambi e i prezzi, dell’oro e delle materie prime ad esempio, e finanziando rivoluzioni per soggiogare e indebitare le popolazioni, come quella in Ucraina che da aprile si trova sul gobbo un prestito di ben 17 miliardi di dollari da parte del FMI. I condizionamenti politici ed economici legati a questi prestiti internazionali, spacciati per “aiuti”, portano a conseguenze geopolitiche disastrose, come è evidente dalle attuali tensioni che l'Occidente sta creando con la Russia”.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: TASS

Parlamentari russi invitano i loro colleghi europei in Siria: "L'Europa deve conoscere la verità e chi sta davvero combattendo il terrorismo"

Una delegazione della Duma russo prevede di visitare Siria con i legislatori europei nei prossimi mesi, probabilmente prima della fine dell'anno. Lo ha annunciato Leonid Slutsky, presidente del comitato internazionale della Duma.

"Naturalmente, abbiamo intenzione [di visitare la Siria] con i colleghi stranieri. L'Europa deve conoscere...
Notizia del:     Fonte: CNN

Trump ha intensificato gli interventi militari all'estero

Nei primi sei mesi dell'Amministrazione Trump, gli Stati Uniti d'America hanno intensificato i loro interventi all'estero e altri sono in preparazione.

Intense operazioni militari degli USA attraversano l'Europa, l'Africa, il Medio Oriente e l'Asia...
Notizia del:     Fonte: http://www.linkiesta.it/

L'invasione dei migranti è una balla colossale (la nostra incapacità no)

Numeri, statistiche e libri di storia alla mano, la cosiddetta invasione dei migranti è una cosa superabilissima. Se solo l’Europa fosse unita. Ma dalle dichiarazioni di Macron in poi, i leader Ue dicono una cosa e ne fanno un’altra

di Fulvio Scaglione - Linkiesta La questione dei flussi migratori si rivela ogni giorno di più la...
Notizia del:     Fonte: TASS

Lavrov: La Russia avrà una reazione proporzionata alle provocazioni degli USA in Siria

Gli Stati Uniti dovrebbero astenersi dal creare pretesti per nuovi attacchi contro le forze del governo siriano, sulla base di alcuni dati di intelligence segreti, ha dichiarato, ieri, il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov in una conferenza stampa a Krasnodar.

"Mi aspetto che questa volta, gli Stati Uniti prenderanno in considerazione la necessità di garantire...
Notizia del:

Soros sulla Brexit: "Se tutto va bene, ci sarà un nuovo matrimonio prima del divorzio".

George Soros, il multi-miliardario finanziatore di quelle ONG responsabili di praticamente tutti gli ultimi tentativi di "rivoluzioni colorate" dell'ultimo periodo,  ha dichiarato...
Notizia del:

Non chiamateli terroristi

In un solo pomeriggio, quattro giovani vite sono state spezzate. Troppo facile per i giornali israeliani, per l'ONU e l'UE definire "terroristi" i palestinesi, ed eroina, la soldatessa israeliana

di Paola Di Lullo   È venerdì sera a Gerusalemme Est Occupata. In Sultan Suleiman Street,...
Notizia del:

Polonia ed Ucraina ad un passo dalla rottura. Eredi di Solidarnosc contro banderisti

Mai negli ultimi decenni i rapporti tra i due paesi hanno raggiunto un livello così basso. Da alleati contro Mosca a vicini di casa che si provocano a vicenda

di Omar Minniti Finisce la breve luna di miele tra Varsavia e gli ultranazionalisti ucraini. A farla sbocciare,...
Notizia del:

Sanzioni alla Russia: Perdite Impreviste

È stato stimato un danno economico che nell’anno 2015 ammontava a 17,6 miliardi di euro, con la perdita dei 400.000 posti di lavoro

di Oleg Gromov   All'inizio dell'anno il quotidiano austriaco «Der Standard» ha...
Notizia del:     Fonte: http://www.consilium.europa.eu

L'Unione europea proroga di un altro anno le sanzioni contro la Siria

Bruxelles ha incluso nella lista dei sanzionati tre ministri siriani.

L'Unione europea ha deciso di prorogare fino al 1 giugno 2018 le sanzioni contro il governo siriano, riferisce...
Notizia del:     Fonte: http://italia.embajada.gob.ve/

Dichiarazione Congiunta di Firenze dei gruppi parlamentari di Sinistra Europea e America Latina

GUE-NGL / Gruppi progressisti del PARLASUR / Parlamentari di Sinistra di PARLATINO, PARLACEN, PARLANDINO

  GUE-NGL / Gruppi progressisti del PARLASUR / Parlamentari di Sinistra di PARLATINO, PARLACEN, PARLANDINO 1....
Le più recenti da Notizia del giorno
Notizia del:

Aveva ragione Maduro. In Venezuela trionfa la pace.... e Rampini (Repubblica) diventa un Trumpiano doc

"La cosa più comica di tutte è che Repubblica si è abbassata a fare propaganda di basso livello per proteggere Trump dai suoi deliri criminali."

Abbiamo dedicato tutta la settimana (con tre diversi articoli che vi invitiamo a leggere qui, qui e qui) a provare...
Notizia del:

Aveva ragione Maduro (3). In Venezuela trionfa la pace e (per questo) alla Farnesina saltano i nervi

Sulle davvero incredibili minacce del sottosegretario Amendola contro il Comune di Napoli

Per il terzo giorno consecutivo (dopo averlo scritto qui e qui) torniamo a ricordarvi che in Venezuela sta...
Notizia del:

Venezuela, aveva ragione Maduro. Ma Usa, "cani fedeli" e stampa italiana non si arrendono

Un fact-checking sull'articolo di oggi dell'ANSA che vi fornirà molte risposte

    Proprio nella notte italiana arriva l’ennesima conferma che aveva ragione Maduro. I media...
Notizia del:

Amnesty, dalla parte dei poteri forti. La lettera appello per il Venezuela firmata dal premio Nobel Esquivel, Frei Betto e Houtart

  Nel suo nuovo, ma sempre imbarazzante, comunicato contro il Venezuela, Amnesty International, esattamente come accaduto per altri paesi poi massacrati dall’interventismo “umanitario”,...
Notizia del:

Gianni Minà: "Il problema non è Maduro, il problema è il petrolio del Venezuela che gli Usa vogliono"

Il più grande conoscitore dell'America Latina in Italia: "Io ce li ho questi dati e dicono che di morti ammazzati l’opposizione ne ha fatti molti più del governo. Intellettuali e combattenti come l’argentino Adolfo Pèrez Esquivel (premio Nobel per la Pace nel 1980) o il brasiliano Frei Beto hanno espresso solidarietà a Maduro: sono forse amici dei criminali? C’è un bel pezzo di propaganda".

  Chi oggi con il massacro mediatico in corso contro il Venezuela non vorrebbe intervistare l’indiscusso...
Notizia del:

G. Colotti da Caracas - Venezuela. Tra popolo e cifre, l'opposizione si spacca

di Geraldina Colotti * Caracas, 3 agsoto 2017 Partiamo dalla notizia. Mercoledì, Antonio Mugica, direttore dell'impresa Smartmatic, convoca una conferenza stampa a Londra per denunciare...
Notizia del:

G. Colotti da Caracas - La "frode di Maduro" e altro materiale satirico dai fake media occidentali

"Chiunque, qui, può richiedere il controllo del voto. E a dicembre vi saranno le elezioni per i governatori. Che farà l'opposizione? Se non ci va, lascia il campo libero, ma se ci va avalla l'autorità del Cne. E allora perché ora la disconosce? Ma nella costruzione della “post-verità”, tutto fa brodo. Prima di partire per Miami, Lilian Tintori, moglie di Leopoldo Lopez, ha dichiarato di essere incinta: di 16 settimane. Ma in che modo se ha passato i mesi a gridare che suo marito era torturato e represso, e tenuto in isolamento dal “rrregime”? Ben presto, la canonizzazione della fake-news per eccellenza..."

di Geraldina Colotti, Caracas - 3 agosto 2017 Ieri sera eravamo nello storico quartiere 23 Enero, che...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa