/ “Bruciati i dollari dell’ISIS”: un'altra bufala di Repubblica

“Bruciati i dollari dell’ISIS”: un'altra bufala di Repubblica

“Bruciati i dollari dell’ISIS”: un'altra bufala di Repubblica
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Francesco Santoianni

Bombe Usa su tesoro ISIS: si alza colonna di dollari” assicura oggi “Repubblica” presentando il video di un attacco aereo che sarebbe stato compiuto a Mosul in Iraq l’11 gennaio. Un video del Canale ufficiale Youtube  dell’CJTF Operation Inherent Resolve  (la coalizione NATO-Petromonarchie)  che - come gli altri 95 lì inseriti e a differenza di quelli diffusi dalla Russia - non mostra nessun attacco a colonne di autobotti o a miliziani dell’ISIS ma solo la distruzione di ponti e di edifici, spesso ubicati posti in centri abitati. Unica eccezione: un video che, nonostante il titolo, ci  mostra la distruzione di una decina di autocisterne.


if (!window.AdButler){(function(){var s = document.createElement("script"); s.async = true; s.type = "text/javascript";s.src = 'http://ab167151.adbutler-luxon.com/app.js';var n = document.getElementsByTagName("script")[0]; n.parentNode.insertBefore(s, n);}());} 14.6667px; font-family: Calibri; vertical-align: baseline; white-space: pre-wrap;">Sul perché dello scarso impegno occidentale nel colpire l’ISIS si potrebbe discutere a lungo. Ma torniamo ai “dollari” del nostro video di partenza. Dalla velocità con la quale cadono, gli oggetti identificati in queste banconote si direbbero essere pezzi di qualche materiale pesante. Ma ammettiamo pure che siano dollari. Che se ne farebbe l’ISIS di questi? Li va a spendere in giro? Paga con questi i suoi miliziani? Ma quale organizzazione, seppure efferata come l’ISIS, sarebbe così idiota da rivelare così candidamente i suoi finanziatori?
 

Si direbbe non chiederselo “Repubblica” né i tanti altri media mainstream che hanno preso per oro colato questa bufala made in USA. Forse farebbero meglio a interrogarsi su chi, davvero, (e come) finanzia l’ISIS. Troverebbero molti loro sponsor.

Francesco Santoianni

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da I media alla guerra
Notizia del:

A favore dell'autostrada della Jihad in Siria resta ormai solo.... Amnesty International!

Ma che altro dovrebbe fare Assad - ora che i tagliagole che, da quattro anni, assediano e bombardano Aleppo, stanno per essere sgominati - se non promettere ad  essi una amnistia e un salvacondotto?...
Notizia del:

Mai visto un #JesuisCatholique in giro. Sapete perché?

Strano. Pure davanti allo sgozzamento del parroco di Saint-Etienne-du-Rouvray, non ho visto in Rete un solo #JesuisCatholique. E così pure mentre, in Siria, i “ribelli” ammazzavano  preti,...
Notizia del:

Nizza: la bufala dell’”ordine di distruzione di tutti i filmati” e del giornalista israeliano presente in tutte le stragi

Ma perché mai tutti i media main stream, (tra cui Rai News) hanno  attestato la bufala secondo la quale “La città di Nizza ha rifiutato di distruggere oltre 27mila ore di registrazioni...
Notizia del:

PokemonGo: da tormentone delirante a infame strumento di politica internazionale

Pokemon dalla Siria Sul tormentone dei Pokemon (che questa estate prende  il posto dell’Hula Hop, dello Yo-yo, delle palline Clik-Clak...)  ci sarebbe ben poco da aggiungere ai fiumi...
Notizia del:

La strage di Nizza, il terrorista con l’ascia e i misteriosi complotti

  Questa volta a dare il via ad ipotesi “complottistiche” sulla strage di Nizza è addirittura Repubblica che dall’arresto (ripreso con uno smartphone) di un tizio scambiato...
Notizia del:

Media e Erdogan: tutti a difendere la “democrazia e la laicità”, fino alle 01,29

Semplicemente sbalorditivo il ruolo dei media  di fronte al fallito colpo di stato anti-Erdogan. Per ore, nel silenzio totale delle cancellerie occidentali e nella verosimile convinzione che il...
Notizia del:

Strage di Nizza: ma perché questa notizia non viene ritenuta rilevante?

Sentirla dire da Alfano o da Renzi era, forse, pretendere troppo. Ma almeno uno dei tanti media di regime avrebbe potuto dirci dei recenti incontri tra i vertici dei servizi segreti italiani e siriani...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa