/ 11 settembre. Ma perché nessuno riporta questa dichiarazione di D...

11 settembre. Ma perché nessuno riporta questa dichiarazione di Donald Trump?

11 settembre. Ma perché nessuno riporta questa dichiarazione di Donald Trump?
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

 
Dell’iper-reazionario Donald Trump, candidato alle elezioni USA, la maggior parte dei media main stream - verosimilmente nella speranza di farci accettare come “liberazione” l’elezione di un altro “democratico” (alla Obama, per intenderci) - hanno strombazzato tutte le sue farneticazioni. Ma c’è una dichiarazione di Trump che – nonostante un inequivocabile video – è stata censurata (con qualche sporadica eccezione) da tutti i media mainstream: chi ha voluto davvero l’11 settembre?

Secondo Trump, la risposta è nelle 28 pagine della Prima inchiesta congiunta del Congresso sull’11 Settembre, che – a 1
5 anni dalla strage - continuano ad essere secretate per imponderabili motivi di ‘sicurezza nazionale’ e che accusano della strage  l’Arabia Saudita e il governo americano (presieduto allora da George Bush). Leggi qui.
 


Al di là della sua veridicità, una dichiarazione sconvolgente considerando che è del candidato alle presidenziali USA attualmente al primo posto nei sondaggi. Ma allora perché i giornali e le TV di regime non l’hanno pubblicata? 

Francesco Santoianni
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da I media alla guerra
Notizia del:

I morti della “roccaforte di Assad”: i civili siriani trasformati in "scherani del regime"

Che si fa quando proprio non si può ignorare la notizia di una strage con autobombe nelle città di Tartus e Jableh in Siria compiuta, questa volta inequivocabilmente, dai “ribelli”...
Notizia del:

Corea del Nord: vi possiamo anticipare la prossima bufala dei media italiani

Mostruoso! “Il dittatore della Corea del Nord - certamente per il piacere di fucilarlo di nuovo - resuscita un suo generale che aveva fatto ammazzare”. Questa - davanti alla notizia pubblicata dal...
Notizia del:

Report sulle bufale sulla Siria: è il turno della Gabanelli

Ma perché mai tanti giornalisti che pure si presentano come i più fieri oppositori del Governo Renzi (il caso più clamoroso: “Il Fatto Quotidiano”) non spendono...
Notizia del:

Sul video virale di Tess Asplund

  Tanto di cappello per l’attivista  Tess Asplund che attraversa un corteo di fascisti svedesi tenendo il pugno chiuso; verosimilmente, per protestare contro il dilagare di un razzismo...
Notizia del:

Strage di Ustica: “sono stati i libici”. Un’altra bufala de "La Stampa" per affrettare la guerra

  “Toglieremo il Segreto di Stato sulle stragi”. Forse il primo a profferire questa buffonata è stato Oliviero Diliberto, nel 1999 ministro della Giustizia, a proposito –...
Notizia del:

Fatto quotidiano, Tg3 e le bufale sulla Siria: cose che voi umani non potete neanche immaginare

Raschiano il fondo del barile i media italiani nel tentativo di riesumare la demonizzazione del “regime di Assad”; e tutto questo mentre i media dei loro padroni USA stanno crocifiggendo...
Notizia del:

Guerra in Libia, scatta l'ora dei "blogger trendy" (come mosche prima della pioggia)

Ritornano di moda i blogger trendly (liberismo, “diritti umani”, “migranti”, “rivoluzioni colorate”...) a promuovere la nuova guerra contro la Libia

Come mosche prima della pioggia, ritornano i blogger trendy (liberismo, “diritti umani”, “migranti”,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa