/ RENZI, L'APPRENDISTA STREGONE, SCELTO PER LA "GUERRA AL TERRORE" ...

RENZI, L'APPRENDISTA STREGONE, SCELTO PER LA "GUERRA AL TERRORE" IN LIBIA

RENZI, L'APPRENDISTA STREGONE, SCELTO PER LA GUERRA AL TERRORE IN LIBIA
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Diego Angelo Bertozzi
 
6.000 soldati, tra marine americani e truppe europee costituiranno la forza di intervento, a guida italiana, chiamata ad intervenire militarmente in Libia per sconfiggere le forze del terrore. 

Una notizia che - se confermata - dovrebbe suscitare l&# 39;indignazione di tutti noi. A progettare l'ennesima aggressione militare sono gli stessi Paesi che bombardando a tappeto la Libia nel 2011, a sostegno di milizie di matrice fondamentalista per rovesciare il regime di Gheddafi, hanno portato caos, disintegrato la sovranità e l'integrità territoriale del Paese nordafricano e - come se non bastasse - posto le basi per la nascita di avamposti del terrorismo.
 
Un motivo in più per chiedere l'uscita dell'Italia dalla Nato e dall'Alleanza atlantica; un motivo in più per opporsi ad una revisione della nostra costituzione repubblicana che consegnerà ad una minoranza il diritto di portare il Paese in guerra!
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Tianxia
Notizia del:

PROSEGUE IL GENOCIDIO IN TIBET

Un disegno di legge sulla pianificazione famigliare del Comitato permanente del Congresso del Popolo Tibetano (mostruosa longa manus comunista), ora in discussione alla prima lettura, prevede un congedo...
Notizia del:

Trump e la Cina: le sconvolgenti dichiarazioni del consigliere per la sicurezza nazionale

Il tenente generale Michael Flynn è stato scelto dal nuovo presidente statunitense Donald Trump come consigliere per la sicurezza nazionale. Le sue affermazioni, contenute nel libro “The...
Notizia del:

HONG KONG E USA: LA CROCIATA NON SI FERMA

La politica asiatica della nuova amministrazione repubblicana a guida Trump potrebbe esserci più chiara in base all'atteggiamento nei confronti di Taiwan e Hong Kong. ** Se nei confronti...
Notizia del:

USA/CINA: PRIME "LINEE ROSSE" PER TRUMP? E IL CADAVERE DEL TPP

di Diego Angelo Bertozzi   Della politica estera della nuova amministrazione Trump molto risulta ancora indecifrabile. Ancora di più se si guarda al tipo di relazione che si vuole stabilire...
Notizia del:

E DOPO IL CADAVERE DEL TPP?

Il prossimo fine settimana il Perù ospiterà il primo vertice Apec post vittoria di Trump e rinuncia della uscente amministrazione Obama alla ratifica dell'accordo di libero scambio...
Notizia del:

Cina, da vittima dell'imperialismo a alternativa per il ricatto e lo sfruttamento occidentale

  di Diego Angelo Bertozzi Il contributo al Forum “La via cinese e il contesto internazionale”, Roma – 15 ottobre 2016 L'ultimo G20 che si è svolto a Hangzhou...
Notizia del:

'Pivot to Asia'-China: qualcosa non funziona?

di Diego Angelo Bertozzi per Marx21.it Qualcosa sembra scricchiolare nella complessa impalcatura del “Pivot to Asia” statunitense, tanto nella “gamba” economica...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa