/ Una testimonianza da Aleppo, Suor María Guadalupe de Rodrigo: «Co...

Una testimonianza da Aleppo, Suor María Guadalupe de Rodrigo: «Con Assad i cristiani non sono stati perseguitati. L’Occidente non può imporre la sua “democrazia” ai siriani»

Una testimonianza da Aleppo, Suor María Guadalupe de Rodrigo: «Con Assad i cristiani non sono stati perseguitati. L’Occidente non può imporre la sua “democrazia” ai siriani»
 

Suor Guadalupe Maria De Rodrigo, argentina, 42 anni, Missionaria cristiana, nel 2011 è arrivata ad Aleppo poco prima della guerra alla Siria, ed è rimasta per portare aiuto alla popolazione assediata dai terroristi. Per la religiosa in Siria c’è un governo laico che non ha mai perseguitato i cristiani. E soprattutto: “In Siria non c’è stata nessuna rivoluzione, ma un attacco pianificato dall’estero.”

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Da Madrid Francesco Guadagni e Veronica Yanes
 
Suor Maria Guadalupe de Rodrigo, è una missionaria argentina. Dopo vari in anni di permanenza in diversi Paesi del Medioriente, decide, nel 2011, di passare un periodo di riposo ad Aleppo. Suor Guadalupe è sta testimone diretta dai primi giorni della guerra alla Siria. La religiosa, di ritorno dalla Siria, in varie città della Spagna, adesso racconta la sua esperienza e le sofferenze che hanno vissuto e ancora vivono i cittadini di Aleppo e la minoranza cristiana a causa dell’assedio dei terroristi.
 
“Ho vissuto in altri paesi del Medioriente dove i cristiani erano discriminati. Il Governo di Assad non ha mai discriminato i cristiani che vivevano in armonia con le persone di altre confessioni” ha affermato Suor Guadalupe,  ieri sera, a Madrid, dove è intervenuta, nella Chiesa di San Juan de la Cruz, davanti ad almeno 300 persone. “La Siria prima della guerra era un paese prospero, dove non c’era insicurezza, disoccupazione. Assad non è un santo, ma il suo popolo lo appoggia. Perché noi dovremmo imporre la nostra democrazia ai siriani?”, ha dichiarato la missionaria. Ed ha aggiunto: “Già dai primi giorni dell’inizio delle manifestazioni, la gente mi parlava di persone che provenivano da altri paesi, lo si notava dall’accento, venuti in Siria per provocare disordini.” Suor Guadalupe ha spiegato che da subito si è manifestata la presenza dei gruppi terroristi fondamentalisti che non chiedevano affatto democrazia.
“In Siria non c’è una guerra civile, non c’è una rivoluzione, ma una guerra fomentata dall’estero”. La missionaria argentina ha stigmatizzato il comportamento dei mezzi di informazione: “I media hanno avviato in Siria una campagna mediatica affermando che i siriani erano desiderosi della democrazia, che volevano rovesciare il loro Presidente. Le manifestazioni a favore del governo le propagandavano come contro”, ha ribadito. La religiosa ha ricordato il dramma dell’assedio di Aleppo da parte dei terroristi che hanno bloccato l’accesso ai beni di prima necessità comportando terribili sofferenze per i cittadini di Aleppo. E non solo. Da subito si sono manifestate le persecuzioni contro i cristiani: “Hanno ucciso bambini, molte persone sono state crocifisse. Tutto questo prima che arrivasse l’Isis. Per questo dico che l’opposizione moderata non esiste.” Sulla questione dei profughi siriani, Suor Guadalupe, ha sottolineato come ci sia stata “una speculazione, senza badare alle cause del problema”. La missionaria ha sottolineato che “i cittadini di Aleppo, nonostante le sofferenze provocate dagli attacchi indiscriminati dai terroristi, hanno continuato a vivere, in maniera eroica, continuando a sorridere, trovando una grande forza nella Fede.” Suor Guadalupe ha concluso con un appello: “Dobbiamo batterci affinché non si cancelli la presenza dei cristiani in Medioriente, non solo con aiuti materiali, ma con la conoscenza, con la diffusione delle informazioni.”
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: RT

Vincono Rajoy, Merkel e l'Ibex 35. Perde la Spagna

di Alfredo Serrano Mancilla per RT La destra giovane ha votato per la vecchia destra. Si è manifestata la fedeltà generazionale allo stesso progetto politico. Ciudadanos (C's)...
Notizia del:     Fonte: America XXI

Luis Bilbao: «All'Osa, una clamorosa vittoria strategica del Venezuela»

Secondo il giornalista ed economista, direttore della rivista America XXI, la vittoria ottenuta dal Venezuela in seno all'Organizzazione degli Stati Americani smentisce la virata a destra dei popoli latinoamericani

La clamorosa vittoria ottenuta dal Venezuela nella sessione straordinaria dell’OSA tenutasi lo scorso...
Notizia del:     Fonte: ABI

Evo Morales: in Bolivia abbiamo raggiunto più risultati negli ultimi 10 anni che nei precedenti 180

In un'intervista radiofonica il presidente boliviano rivendica i risultati lusinghieri raggiunti negli ultimi 10 anni di governo socialista

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, in un’intervista radiofonica con l’emittente Atipici...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Opposizione turca: Ankara invia armi all'ISIS in Siria attraverso le ambulanze

Il governo turco invia armi all'ISIS attraverso le ambulanze dall'inizio della crisi in Siria, ha dichiarato un esponente dell'opposizione turca.

Il portavoce del Partito Popolare Democratico (HDP), Ayhan Bilgen ha dichiarato, ieri, televisione siriana che...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

E ci risiamo con le minacce... USA: "L'Iran deve scegliere tra il mercato mondiale e il sostegno a Hezbollah

Gli Stati Uniti insistono che l'Iran deve smettere di sostenere Hezbollah se vuole svolgere un ruolo attivo e positivo nel mercato mondiale. Gli stessi avvertimenti che gli USA fecero alla Siria prima dell'inizio della crisi nel 2011.

"Chiediamo all'Iran di smettere di farlo perché non è nel loro interesse", ha dichiarato...
Notizia del:     Fonte: RT

Ha prevalso la paura: così si spiegano i risultati delle elezioni spagnole

Nel paese hanno prevalso la paura e i discorsi portati avanti dai partiti del sistema neoliberista

da RT «È chiaro che di fronte alla prospettiva del cambiamento e alla costruzione di un’alternativa...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

NYT: Armi della CIA per i ribelli siriani vendute al mercato nero

Le armi spedite in Giordania per i ribelli siriani da parte della CIA e dell'Arabia Saudita sono state rubate da agenti dei servizi segreti giordani e vendute al mercato nero. Lo ha rivelato il New York Times.

Alcune delle armi rubate sono state utilizzate in una sparatoria nel novembre scorso, dove morirono due nordamericani...
Notizia del:     Fonte: Foto Nano Press - El Pais

Elezioni Spagna, nessun effetto Brexit. Maggioranza relativa al PP. Fallito il sorpasso di Podemos al PSOE

Le elezioni spagnole confermano solo in parte le previsioni della vigilia. Nessun partito ottiene la maggioranza assoluta. Il PP guadagna il 5% rispetto alle precedenti elezioni, a Podemos non riesce il sorpasso al PSOE che resta seconda forza politica ma ottiene il peggiore risultato dal ritorno alla democrazia in Spagna.

Nessun effetto Brexit in Spagna. Il Partito Popolare vince le elezioni con il 33% e ottiene 137 parlamentari,...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Le banche di Turchia e Qatar facilitano le transazioni finanziarie dell'ISIS

Il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo) ha accumulato riserve monetarie nelle banche di Turchia e Qatar, rivela un articolo del quotidiano britannico "Express".

"Per anni, le banche in Qatar hanno aiutato le organizzazioni terroristiche (...)", ha riportato, ieri,...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

L'Esercito iracheno ha liberato Falluja

L'esercito iracheno ha ufficialmente liberato la città strategica di Fallujah nel governatorato di Al-Anbar, dopo una lunga battaglia durata un mese contro il gruppo terroristico ISIS.

Secondo il ministero della Difesa iracheno, l'esercito iracheno, appoggiato dalle Forze di mobilitazione popolare...
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Opposizione turca: Ankara invia armi all'ISIS in Siria attraverso le ambulanze

Il governo turco invia armi all'ISIS attraverso le ambulanze dall'inizio della crisi in Siria, ha dichiarato un esponente dell'opposizione turca.

Il portavoce del Partito Popolare Democratico (HDP), Ayhan Bilgen ha dichiarato, ieri, televisione siriana che...
Notizia del:     Fonte: Sana. Sy

Nasrallah: La battaglia di Aleppo è cruciale per il destino della Siria

Il segretario generale di Hezbollah, Hassan Nasrallah, ha dichiarato che la partecipazione della Resistenza nella lotta contro il terrorismo in Siria è a difesa del Libano e del suo popolo e che non si può scollegare il futuro e il destino del Libano da ciò che è accadendo in Siria.

Il leader libanese ha fatto queste osservazioni in un discorso televisivo per celebrare il quarantesimo giorno...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria chiede 5 miliardi di dollari di risarcimento a Erdogan per furti e danni a beni e proprietà ad Aleppo

Il ministero della Giustizia siriano ha presentato una denuncia contro il Presidente turco per furti e danni alle infrastrutture nel paese arabo.

L'agenzia di stampa ufficiale siriana Sana ha riferito che il Dipartimento degli affari siriani di Stato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Israele spiega perché la potenza militare di Hezbollah è superiore a quella di molti paesi

Il regime israeliano ha spiegato i motivi per i quali ritiene la potenza militare del Movimento della Resistenza Islamica in Libano, Hezbollah, maggiore rispetto a molti paesi avanzati.

Dieci anni dopo l'ultima offensiva israeliana contro il Libano e Hezbollah nel 2006 combattenti impegnati...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Una società francese ha pagato le tasse all'ISIS per proteggere i suoi affari in Siria

Alcuni documenti svelati dal quotidiano francese "Le Monde" hanno portato alla luce che una società di materiali da costruzione francese ha pagato le tasse all'ISIS per "proteggere" i suoi affari in Siria.

I documenti pubblicati dal quotidiano francese Le Monde, ieri, hanno svelato che gli amministratori di questa società,...
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar

L'Esercito siriano riprende l'offensiva ad ovest di Raqqa

Il 555° Reggimento della 4a Divisione meccanizzata dell'esercito arabo siriano, sostenuto dai falchi del deserto, Marines siriani, e Forze di difesa nazionale (NDF), hanno continuato la loro offensiva...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Il punto della situazione sulla guerra in Siria: Mappa e report completo

I mesi di maggio e giugno hanno dimostrato di essere fra o più sanguinosi in questi cinque anni di guerra in Siria. Oltre a una maggiore spargimento di sangue sul campo di battaglia, maggio e giugno hanno visto un aumento degli attacchi terroristici. In particolare, gli attentati suicidi nelle roccaforti del governo siriano a Tartous e Jableh hanno portato la guerra in una zona della Siria che era stata toccata relativamente poco dalla violenza.

Di Renato Velez - Al Masdar A seguire i progressi e le perdite dei vari attori della guerra in Siria.   Al...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa