/ Una testimonianza da Aleppo, Suor María Guadalupe de Rodrigo: «Co...

Una testimonianza da Aleppo, Suor María Guadalupe de Rodrigo: «Con Assad i cristiani non sono stati perseguitati. L’Occidente non può imporre la sua “democrazia” ai siriani»

Una testimonianza da Aleppo, Suor María Guadalupe de Rodrigo: «Con Assad i cristiani non sono stati perseguitati. L’Occidente non può imporre la sua “democrazia” ai siriani»
 

Suor Guadalupe Maria De Rodrigo, argentina, 42 anni, Missionaria cristiana, nel 2011 è arrivata ad Aleppo poco prima della guerra alla Siria, ed è rimasta per portare aiuto alla popolazione assediata dai terroristi. Per la religiosa in Siria c’è un governo laico che non ha mai perseguitato i cristiani. E soprattutto: “In Siria non c’è stata nessuna rivoluzione, ma un attacco pianificato dall’estero.”

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Da Madrid Francesco Guadagni e Veronica Yanes
 
Suor Maria Guadalupe de Rodrigo, è una missionaria argentina. Dopo vari in anni di permanenza in diversi Paesi del Medioriente, decide, nel 2011, di passare un periodo di riposo ad Aleppo. Suor Guadalupe è sta testimone diretta dai primi giorni della guerra alla Siria. La religiosa, di ritorno dalla Siria, in varie città della Spagna, adesso racconta la sua esperienza e le sofferenze che hanno vissuto e ancora vivono i cittadini di Aleppo e la minoranza cristiana a causa dell’assedio dei terroristi.
 
“Ho vissuto in altri paesi del Medioriente dove i cristiani erano discriminati. Il Governo di Assad non ha mai discriminato i cristiani che vivevano in armonia con le persone di altre confessioni” ha affermato Suor Guadalupe,  ieri sera, a Madrid, dove è intervenuta, nella Chiesa di San Juan de la Cruz, davanti ad almeno 300 persone. “La Siria prima della guerra era un paese prospero, dove non c’era insicurezza, disoccupazione. Assad non è un santo, ma il suo popolo lo appoggia. Perché noi dovremmo imporre la nostra democrazia ai siriani?”, ha dichiarato la missionaria. Ed ha aggiunto: “Già dai primi giorni dell’inizio delle manifestazioni, la gente mi parlava di persone che provenivano da altri paesi, lo si notava dall’accento, venuti in Siria per provocare disordini.” Suor Guadalupe ha spiegato che da subito si è manifestata la presenza dei gruppi terroristi fondamentalisti che non chiedevano affatto democrazia. “In Siria non c’è una guerra civile, non c’è una rivoluzione, ma una guerra fomentata dall’estero”. La missionaria argentina ha stigmatizzato il comportamento dei mezzi di informazione: “I media hanno avviato in Siria una campagna mediatica affermando che i siriani erano desiderosi della democrazia, che volevano rovesciare il loro Presidente. Le manifestazioni a favore del governo le propagandavano come contro”, ha ribadito. La religiosa ha ricordato il dramma dell’assedio di Aleppo da parte dei terroristi che hanno bloccato l’accesso ai beni di prima necessità comportando terribili sofferenze per i cittadini di Aleppo. E non solo. Da subito si sono manifestate le persecuzioni contro i cristiani: “Hanno ucciso bambini, molte persone sono state crocifisse. Tutto questo prima che arrivasse l’Isis. Per questo dico che l’opposizione moderata non esiste.” Sulla questione dei profughi siriani, Suor Guadalupe, ha sottolineato come ci sia stata “una speculazione, senza badare alle cause del problema”. La missionaria ha sottolineato che “i cittadini di Aleppo, nonostante le sofferenze provocate dagli attacchi indiscriminati dai terroristi, hanno continuato a vivere, in maniera eroica, continuando a sorridere, trovando una grande forza nella Fede.” Suor Guadalupe ha concluso con un appello: “Dobbiamo batterci affinché non si cancelli la presenza dei cristiani in Medioriente, non solo con aiuti materiali, ma con la conoscenza, con la diffusione delle informazioni.”
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

I Paesi della NATO si sottomettono a Trump e pagheranno di più per le spese militari

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha annunciato che i membri della NATO hanno accettato di pagare di più per la loro difesa come da lui richiesto.

"Molti paesi della NATO hanno concordato di aumentare in modo sostanziale il proprio contributo, che è...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Israele capitola, vittoria di Barghouti e dei prigionieri palestinesi che pongono fine allo sciopero della fame

I prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane hanno concluso il loro sciopero della fame che durava da 40 giorni dopo che il regime israeliano ha accettato parte delle loro richieste.

Come riporta il canale tv libanese in lingua spagnola, 'al Mayadeen', il Presidente dell'Associazione...
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar news

Fallito il tentativo dei "ribelli" appoggiati dagli USA di riconquistare territorio dall'esercito siriano a Sweida

Come riporta il sito web di notzie sul Medioriente, 'al Masdar news', i sedicenti ribelli del 'Free syrian army', FSA, appoggiati dagli USA, avevano lanciato una contro-offensiva nella...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Il Venezuela denuncia l'uso di bambini nelle proteste violente dell'opposizione

  In Venezuela l’opposizione al chavismo ha mostrato di essere determinata a destabilizzare il governo socialista con ogni mezzo a disposizione. Nel compimento di veri e propri atti terroristici...
Notizia del:

Amnesty International e il Venezuela: una lettera critica al portavoce italiano R. Noury

Signor Riccardo Noury, Portavoce e responsabile della comunicazione di Amnesty International Italia con grande rammarico e preoccupazione apprendiamo come la sua organizzazione sia tornata a prestare...
Notizia del:     Fonte: http://www.mindefensa.gob.ve/

Comunicato per la Pace, la Verità e la Dignità della Forza Armata Nazionale Bolivariana

da Ministerio del Poder Popular para la Defensa   La Forza Armata Nazionale Bolivariana ha una ricca e splendida storia repubblicana, perché il fragore delle lotte indipendentiste ha...
Notizia del:

Alberto Negri - Genealogia del Qaidismo: c'è un motivo se saltano le bombe in Europa...

di Alberto Negri*   In un pezzo di due anni fa spiegavo alcune cose su Al Qaida e Abu Anas, cioè al Libby, un qaidista catturato dalle truppe Usa a Tripoli. ** Ora si è "scoperto"...
Notizia del:

Igor "il russo" diventa invisibile. Ma la figuraccia di governo e media è indelebile

La faccenda è sfuggita di mano un po' a tutti ed ormai è una frittata rigirata troppe volte

di Omar Minniti Su questa storia prima o poi qualcuno dovrà prendersi la briga di scrivere il copione...
Notizia del:

Siria, testimonianze. "Vivevamo di fronte ai Caschi Bianchi. Hanno sparato a mio figlio solo per averli insultati"

"Questa famiglia che viveva di fronte ai Caschi Bianchi - in Siria nessuno li conosce con questo temine che è unicamente propaganda occidentale e loro si fanno chiamare "difesa civile"...
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar News

L'esercito siriano ed i marines russi preparano imminente offensiva contro l'ISIS nella provincia di Hama

Un'unità di elite dell'esercito arabo siriano ha compiuto l'arduo viaggio da Damasco alla campagna orientale di Hama, dove si sta preparando per lanciare un'operazione massiccia...
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar News

L'esercito siriano ed i marines russi preparano imminente offensiva contro l'ISIS nella provincia di Hama

Un'unità di elite dell'esercito arabo siriano ha compiuto l'arduo viaggio da Damasco alla campagna orientale di Hama, dove si sta preparando per lanciare un'operazione massiccia...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

L'esercito siriano recupera in 48 ore 2000 km² all'ISIS e riapre tutte le strade tra Palmyra e Damasco

Oggi, come riporta il portale di notizie, 'Al Masdar news', l'esercito arabo siriano ha coinvolto migliaia di fanti e centinaia di veicoli militari in una spinta massiccia che ha messo insieme...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Mappa della guerra in Siria dopo l'avanzata dell'esercito siriano contro i "ribelli" appoggiati dagli USA alla frontiera giordana

I recenti progressi dell'esercito siriano, come riportato da 'Al Masdar news', nella campagna meridionale della Siria, hanno portato al recupero di una grande parte di territorio che è...
Notizia del:     Fonte: al masdar esp

Siria, documentario "Infiltrati a Idlib", viaggio nella roccaforte dei "ribelli", in realtà in mano ad al Qaeda

La giornalista Jenan Moussa ha presenta questo documentario sulla situazione attuale a Idlib, città situata a nord della Siria controllata quasi esclusivamente dai vari gruppi di insorti armati,...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar news

Report della guerra alla Siria. Maggio 2017, ISIS al collasso

Come ha riferito il portale di notizie 'Al Masdar', il mese di maggio è stato terribile per l'ISIS, poiché l'organizzazione terroristica ha subito diverse sconfitte sia in...
Notizia del:     Fonte: http://ont.by

Assad: Non bisogna arrendersi al "nazismo contemporaneo sotto forma di occupazione occidentale"

Il presidente siriano Bashar al-Assad, ha accusato le potenze occidentali di perseguire le politiche di Hitler e promuovere 'il nazismo contemporaneo'.

Il capo di Stato siriano ha formulato le osservazioni in un'intervista concessa alla Tv bielorussa ONT, martedì...
Notizia del:     Fonte: Hispantv Addiyar

Assad: "Se non potrò liberare la Siria dal terrorismo nei prossimi 2 anni mi dimetterò"

Il presidente siriano Bashar al-Assad, ha dichiarato, nel corso di un incontro con alcune personalità politiche, che se la Siria non riuscirà a liberare la Siria dalla presenza dei terroristi in due anni, si dimetterà dalla carica.

"Se non potrò liberare la Siria, mi dimetterò, ma sono sicuro al cento per cento che la Siria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa