/ FOTO. L'Esercito Siriano libera la roccaforte dei terroristi di A...

FOTO. L'Esercito Siriano libera la roccaforte dei terroristi di Al-Rabi'yah al confine con la Turchia

FOTO. L'Esercito Siriano libera la roccaforte dei terroristi di Al-Rabi'yah al confine con la Turchia
 

Al confine tra la Turchia e la Siria, nel Governatorato di Latakia, l'esercito siriano, questa mattina, ottiene un altro grande successo espugnando un'altra roccaforte in mano ai terroristi ad Al-Rabi'yah. Salma liberata lo scorso 12 gennaio, così come Al-Rabi'yah, erano ritenute delle roccaforti dei terroristi inespugnabili, vista anche la vicinanza con la Turchia che offriva ogni tipo di supporto alle bande armate.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
La cattura della roccaforte dei terroristi di Al-Rabi'yah è arrivata dopo molto tempo per l'esercito arabo siriano (ASA) ed i loro alleati; tuttavia, si è finalmente giunto a compimento per le forze governative che alzato la bandiera della Repubblica araba siriana nella piazza della città dopo una breve battaglia questa mattina nel nord di Latakia.

Secondo una fonte militare che segue l'offensiva dei soldati che hanno catturato Al-Rabi'yah questa mattina, la 103a brigata della Guardia Repubblicana dell'esercito arabo siriano ha condotto l'operazione primaria per liberare la città dai terroristi di Al-Nusra Jabhat (Gruppo siriano Al-Qaeda) e il Free Syrian Army (FSA).

Accanto alla 103a brigata hanno combattuto: Liwaa Suqour Al-Sahra (Brigata Flachi del Deserto), Forze di Difesa Nazionale (NDF) e la Resistenza siriana; queste milizie hanno giocato un ruolo fondamentale nella conquista di Al-Rabi'yah questa mattina e in tutte le operazioni militari nella campagna a nord di Latakia.
Oltre a liberare Al-Rabi'yah, 103a brigata dell'esercito arabo siriano ed i suoi alleati hanno imposto il pieno controllo sui villaggi di Al-Rawda, Darvishan, e Touros a Jabal Al-turkmeno (Monti turkmeni).
Con la perdita di Al-Rabi'yah oggi, i terroristi sono in guai seri nel nord di Latakia.
L'ultima roccaforte delle bande armate nel nord di Latakia è Kinsibba, che si trova nel terzo punto più alto a Jabal Al-Akràd (Montagne curde).
 
Di seguito le prime foto della liberazione di Al-Rabi'yah fornite dal portale di informazione Al-Masdar

1


1

1

2

3

4
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Al Masdar
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Warning: mysql_fetch_array() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.lantidiplomatico.it/home/dettnews.php on line 320
Nessuna notizia trovata
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: ria.ru

Assad: "Non c'è stato nessun attacco chimico a Khan Shaykhun, per questo l'ONU non invia nessuna delegazione in Siria"

Assad sostiene che quando gli esperti arriveranno nella città siriana di Khan Shaykhun si renderanno conto che tutte le affermazioni circa il presunto attacco chimico erano bugie ma, proprio per questa ragione, l'ONU non invia nessuna delegazione per indagare, nonostante le richiesta ufficiale del governo siriano.

Il presidente siriano Bashar al Assad ha negato in un'intervista concessa a 'RIA Novosti' che un...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

I familiari delle vittime dell'attentato ad Aleppo. "Un massacro senza precedenti contro i bambini. La responsabilità è di Turchia e Qatar che finanzia i terroristi"

Le famiglie dei martiri di Al Kefraya e Fauaa hanno rilasciato una dichiarazione in cui hanno accusato coloro che essi considerano responsabili dell'attacco terroristico che ha causato la morte di quasi 130 bambini e più di 400 tra morti e feriti, in quello che è considerato come "un massacro senza precedenti contro i bambini".

Le famiglie hanno enumerato una lista di richieste e reclami nei confronti dei paesi garanti e alleati dei gruppi...
Notizia del:     Fonte: AFP-Sana.sy

Assad: Gli USA grazie alle informazioni di al Qaeda hanno colto il pretesto per attaccare la Siria

In una sua intervista all'AFP, pubblicata oggi, il presidente Assad ha dichiarato che le accuse di un attacco chimico da parte dell'esercito siriano contro la città di Khan Cheikhoun, sono false e sono state fornite da gruppi legati ad al Qaeda offrendo il pretesto agli USA per attaccare la Siria.

Qui il testo integrale dell'intervista.   AFP (1): Signor Presidente, vorrei innanzi tutto ringraziarla...
Notizia del:     Fonte: https://infovaticana.com

La denuncia di una missionaria cristiana per anni testimone degli eventi in Siria: L'attacco degli USA è 'vergognoso' e 'intollerabile'

Suor Guadalupe Maria De Rodrigo, missionaria cristiana, nel 2011 è arrivata ad Aleppo poco prima della guerra alla Siria, ed è poi rimasta per portare aiuto alla popolazione assediata dai terroristi. Tornata di recente ad Aleppo dopo la liberazione della città, la religiosa non usa mezzi termini per definire l'attacco degli USA alla Siria di venerdì scorso, definendolo "vergognoso" e "intollerabile.

Suor Guadalupe Maria de Rodrigo, argentina, missionaria cristiana, conosce molto bene la realtà siriana,...
Notizia del:     Fonte: http://www.vecernji.hr /Sana.sy

Assad: "L'occidente non vuole Paesi indipendenti ma lacchè che eseguono i suoi ordini"

Il presidente siriano Bashar al Assad in un'intervista al quotidiano croato 'Vecernji List' ha denunciato la doppia morale dell'Occidente quanto afferma di combattere il terrorismo ma alla fine lo sostiene per rovesciare il suo governo. Inoltre, il leader siriano ha avvertito che almeno 100.000 terroristi che combattono nel suo paese potrebbero tornare in Europa.

In un'intervista concessa al quotidiano croato 'Vecernji List', il Presidente siriano Bashar al Assad...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Al Masdar news

I servizi segreti siriani e iracheni si uniscono nella lotta all'ISIS

I servizi segreti iracheni hanno fornito informazioni all'aviazione siriana per lanciare attacchi contro i terroristi dell'ISIS (Daesh, in arabo).

"Secondo le informazioni dei servizi segreti iracheni attraverso il coordinamento tra l'Iraq e la Siria...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Siria, nel silenzio mediatico si compiono due anni di assedio contro le città di Kafarya e Al-Foa ad opera dei "ribelli" appoggiati dall'Occidente

La popolazione di Kafarya e Al-Foa in Siria soffrono di una situazione umanitaria critica a causa del blocco imposto dai gruppi "ribelli" appoggiati dall'Occidente e dalle monarchie del Golfo da due anni nel totale silenzio dei media mainstream.

Di Bashar Barazi, inviato in Siria per 'Hispantv'   Due anni di embargo ingiusto è stato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa