/ VIDEO. Ecco come la Turchia protegge le basi dei terroristi di Al...

VIDEO. Ecco come la Turchia protegge le basi dei terroristi di Al-Nusra vicino al suo confine con la Siria

VIDEO. Ecco come la Turchia protegge le basi dei terroristi di Al-Nusra vicino al suo confine con la Siria
 

La giornalista di RT Lizzie Phelan, accompagnata dai combattenti curdi YPG, ha visitato il confine turco-siriano, per testimoniare come regolarmente i terroristi ricevano aiuto dalla Turchia.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

I terroristi di Al-Nusra in Siria hanno creato le loro basi vicino al confine con la Turchia e ricevono regolare approvvigionamento da questo paese. la giornalista di RT, Lizzie Phelan, accompagnata dai combattenti curdi di YPG, si è recata sul sito per documentare come regolarmente i terroristi ricevano aiuto dalla Turchia.
 
Nelle immagini ottenute si vede come  veicoli diversi dalla parte turca si rechino alla città siriana di Azaz, parzialmente controllata dai terroristi di Al-Nusra.
 
"Qui vediamo l'importante città di confine di Azaz. La Turchia è pronta a prevenire che i combattenti curdi del YPG prendano il controllo del luogo", ha affermato Lizzie Phelan.
 
"Un po' più avanti vediamo la città siriana di Bab al Salam e un notevole flusso di veicoli che arrivano dalla Turchia ad Azaz."
 
"Se facciamo uno zoom, vediamo i veicoli militari dalla Turchia, probabilmente un chilometro da qui. E proprio qui si trova un villaggio che Al Nusra ha utilizzato per gli addestramenti, secondo YPG," ha aggiunto la giornalista di RT.
 
Secondo fonti YPG, dopo che il Fronte Al-Nusra è stato escluso dagli accordi di tregua in Siria, i jihadisti hanno ammainato le loro bandiere per proteggersi dai bombardamenti.
 
Tuttavia, "vediamo una bandiera turca attraverso il confine e proprio lì, in Turchia, arrivano dalla base dei veicoli di Al Nusra carichi di armi, secondo quanto raccontano i combattenti YPG" ha spiegato Phelan.
 
Perché la Turchia appoggerebbe i terroristi?
 
Abu Jouma Benawii, il leader di Jaish al Thuwar Army gruppo alleato YPG, ha riferito a RT che "il motivo per cui la Turchia è coinvolta nel conflitto è quello di sostenere gruppi terroristici come Al Qaeda. Ottengono forniture dallo Stato islamica attraverso la Turchia e ci stanno bombardando perché hanno intenzione di occupare la nostra terra, non per aiutare le persone."
 
"La nostra lotta contro il governo siriano la fermiamo, ma continuiamo a combattere contro lo Stato islamico e Al-Nusra. Siamo impegnati nel cessate il fuoco al milione per cento", ha aggiunto Abu Jouma Benawii.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: AP

"L'opposizione siriana" invita Trump a deporre Assad

L'"opposizione siriana" ha invitato, ieri, il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, a correggere gli errori di Barack Obama in Siria, appoggiato i sedicenti "ribelli" per deporre Assad.

L'Alto Comitato di negoziazione, HNC, guidato da Nasr al-Hariri, ha riferito che spera di convincere l'Amministrazione...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

ISIS in difficoltà, l'Esercito siriano si avvicina sempre di più a Palmira

Come riporta Al Masdar-News, dopo aver raggiunto le pendici, venerdì scorso, l'Esercito siriano è riuscito a conquistare il punto più alto della strategica Collina Hayyal, ieri...
Notizia del:

Siria, Homs. Attacchi terroristici provocano più di 40 morti e centinaia di feriti

Gli attentati sono stati realizzati a Homs e rivendicati dal gruppo terroristico di Al-Nusra.

Almeno 42 membri delle forze di sicurezza siriane sono stati uccisi e diversi feriti in un doppio attacco realizzato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Iran: La Turchia è un vicino 'ingrato' e 'con poca memoria'

Il ministro degli Esteri iraniano Mohamad Javad Zarif ha criticato il comportamento delle autorità turche nei confronti dell'Iran, dicendo che "la Turchia è un vicino con poca memoria e ingrato".

"Guardate dove è arrivata la Turchia. Noi siamo sempre stati preoccupati per il governo turco, ma i...
Notizia del:     Fonte: CNN

McCain si reca in Siria in segreto e incontra le forze USA

Secondo la CNN, il senatore statunitense John McCain è stato in Siria la scorsa settimana, dove ha visitato le truppe degli Stati Uniti e ha sostenuto la necessita di un'azione militare più aggressiva nel paese arabo.

Questo viaggio segreto è stato confermato, ieri, da Julie Tarallo, portavoce del senatore repubblicano,...
Notizia del:

McCain incontra Erdogan: pessime notizie per la Siria

Piccole Note «Oggi ho avuto un incontro caloroso e costruttivo con il presidente Erdogan. Sono stato fautore da lungo tempo dell’alleanza tra gli Stati Uniti e la Turchia...
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar- Walla

I Jet da combattimento israeliani hanno attaccato le postazioni dell'esercito siriano e di Hezbollah in Siria

L'aviazione israeliana ha bombardato, ieri notte, le posizioni dell'esercito siriano e di Hezbollah vicino al confine con il Libano.

Un aereo da guerra israeliano ha lanciato missili contro obiettivi dell'esercito siriano e combattenti del...
Notizia del:     Fonte: sueddeutsche.de

L'Arabia Saudita intende inviare forze di terra e speciali in Siria

Il ministro degli esteri saudita, Adel al-Jubeir, ha dichiarato che Riyadh potrebbe inviare truppe di terra in Siria per combattere il gruppo terroristico ISIS (Daesh, in arabo).

In un'intervista esclusiva con il quotidiano tedesco Sueddeutsche Zeitung, pubblicata ieri, Al-Jubeir ha...
Notizia del:     Fonte: kp.ru

Cosa potrebbe accadere se Trump attaccasse l'Iran?

Esperti e analisti hanno analizzato le possibili conseguenze di un attacco degli USA all'Iran.

Dopo l'insediamento alla Casa Bianca, Donald Trump, ha descritto l'Iran come lo "stato numero del...
Notizia del:

La nuova bufala del mainstream contro la Siria si chiama "bombardamenti al cloro"

Brucia ancora ai media mainstream la liberazione di Aleppo. Che ora rispondono diffondendo la “notizia”– patrocinata da un Rapporto di Human Rights Watch (HRW) –...
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

ISIS in difficoltà, l'Esercito siriano si avvicina sempre di più a Palmira

Come riporta Al Masdar-News, dopo aver raggiunto le pendici, venerdì scorso, l'Esercito siriano è riuscito a conquistare il punto più alto della strategica Collina Hayyal, ieri...
Notizia del:

Siria, Homs. Attacchi terroristici provocano più di 40 morti e centinaia di feriti

Gli attentati sono stati realizzati a Homs e rivendicati dal gruppo terroristico di Al-Nusra.

Almeno 42 membri delle forze di sicurezza siriane sono stati uccisi e diversi feriti in un doppio attacco realizzato...
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar- Walla

I Jet da combattimento israeliani hanno attaccato le postazioni dell'esercito siriano e di Hezbollah in Siria

L'aviazione israeliana ha bombardato, ieri notte, le posizioni dell'esercito siriano e di Hezbollah vicino al confine con il Libano.

Un aereo da guerra israeliano ha lanciato missili contro obiettivi dell'esercito siriano e combattenti del...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Siria, le città di Kafraya e Al-Fua, assediate dai "ribelli" sostenuti dell'Occidente, sull'orlo della catastrofe umanitaria

Gli abitanti delle città siriane di Al-Fua e Kafraya affrontano una situazione umanitaria critica, a causa dell'assedio asfissiante imposto loro dai sedicenti "ribelli" appoggiati dall'occidente.

Il blocco è stato attuato dalle organizzazioni terroristiche, alcune delle quali definite dai governi...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Report Guerra in Siria, ultimo aggiornamento

Nel corso degli ultimi due mesi, il conflitto siriano ha visto drastici cambiamenti su diversi fronti, comprese le zone dove non si combatteva da anni.

Ultimo report della guerra in Siria realizzato da Al Masdar-News.   Damasco   Tra i maggiori cambiamenti...
Notizia del:     Fonte: Europe 1

VIDEO. Assad: L'Occidente paga il prezzo di aver appoggiato Al-Qaeda

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha ribadito che l'Occidente sta pagando il prezzo per aver sostenuto il gruppo terroristico di Al-Qaeda in Siria.

"L'Occidente ha fornito sostegno ai gruppi armati in Siria, affermando che queste bande sono 'moderate'...
Notizia del:     Fonte: Webdo

I tunisini che combattono con l'Esercito siriano nel sogno dell'Unità araba socialista

Non solo combattenti per l'ISIS in Siria. Ecco i tunisini che combattono con l'Esercito siriano contro i gruppi terroristici.

Tuttavia, non si molto su questi tunisini che hanno aderito al gruppo della 'Guardia nazionale araba"...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa