/ Gli Stati Uniti hanno lanciato un'inchiesta sui numerosi pick-up ...

Gli Stati Uniti hanno lanciato un'inchiesta sui numerosi pick-up "Toyota" in dotazione dell'ISIS

Gli Stati Uniti hanno lanciato un'inchiesta sui numerosi pick-up Toyota in dotazione dell'ISIS
 

Negli ultimi mesi, l'ISIS è entrato in possesso di 40 carri armati M1A1, 74.000 fucili e 52 sistemi di artiglieria mobile di tipo M198

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Gli Stati Uniti hanno formalmente chiesto alla società giapponese di spiegare perchè lo Stato Islamico sia in possesso di un importante parco Toyota. 
 
Tra le molte immagini di propaganda trasmesse dai terroristi siriani, iracheni o libici sui social network, infatti, c'è qualcosa che turba alcuni alti funzionari del servizio degli Stati Uniti contro il terrorismo: la presenza costante di una sfilza di pick-up Toyota 4X4! Gli Stati Uniti ritengono che l'ISIS sia in possesso non di centinaia ma migliaia di veicoli di marca giapponese. E alcuni modelli sembrano appena usciti dalla fabbrica. Questo è sufficiente per avviare un'indagine e interrogare la Toyota su questo fatto.



"I pick-ups Hilux e Land Cruisers sono diventati comparse permanenti nei video dell'ISIS in Iraq, Siria e Libia, con le loro piattaforme posteriori piene di armi pesanti e terroristi", ha detto un membro dell'anti-terrorismo USA al canale americano ABC News.
 
La Toyota ha assicurato alle autorità statunitensi che non sa come le sue auto siano potute finire nelle  mani di gruppi come l'ISIS, ma l'azienda ha promesso di fornire assistenza agli investigatori.
 
Se i terroristi sembrano molto affezionati ai veicoli giapponesi, ai solerti e attenti funzionari americani vorremmo ricordare che i terroristi dell'Isis non disprezzano nemmeno i marchi americani. Infatti, in diversi video caricati dall'ISIS questa estate, si possono vedere Humvees dell'Esercito USA. Più di 2300 Humvee militari sono andati perduti quest'anno dalle forze irachene durante gli scontri con i terroristi.
 
Secondo Reuters, l'ISIS è entrato in possesso di 40 carri armati M1A1, 74.000 fucili e 52 sistemi di artiglieria mobile di tipo M198 negli ultimi mesi. Chi chiederà agli Stati Uniti di spiegare come i terroristi siano entrati in possesso di tutto questo?



P.s. Nel mondo globalizzato del libero commercio assolutista, di cui WASHINGTON è paladino in tutto il mondo anche a suon di bombe, più che l'azienda bisogna farsi qualche domanda sul paese dove quei prodotti vengono maggiormente venduti. E, non essendoci molti concessionari nel deserto e poche rateizzazioni a disposizione dei terorristi, sapete qual è il paese dove la Toyota vende più prodotti? Si che lo sapete e con 2,32 milioni di auto vendute nel 2014 (ci saranno stati diversi pick up anche...)
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: RT

Putin sulla Palestina: «Deve essere integra e indipendente»

Il presidente russo in una lettera indirizzata ai leader della Lega Araba ribadisce l'impegno della Russia nella lotta al terrorismo

  La Russia è pronta a scendere in campo per contribuire alla ricerca di una soluzione riguardo al...
Notizia del:

Dopo le email pubblicate da Wikileaks, si dimette il capo del Partito Democratico americano

  Debbie Wasserman, presidente del Comitato nazionale democratico, Dnc, ha annunciato ieri le proprie dimissioni dopo la pubblicazione, da parte di WikiLeaks, di 20 mila email e 8mila documenti...
Notizia del:

Il quotidiano turco Yeni Safak sostiene che dietro il colpo di Stato ci sia il generale USA John F. Campbell

  Il giornale turco Yeni Safak, vicino al presidente Erdogan, sostiene che il fallito golpe in Turchia sarebbe stato finanziato dalla CIA e accusa, con tanto di foto in prima pagina, il generale...
Notizia del:     Fonte: http://vocidallestero.it/

Italia: la crisi non è bancaria, è una crisi da Euro

La moneta unica ha distrutto la competitività di quello che, 20 anni fa, era un settore manifatturiero perfettamente sano. Ha succhiato domanda fuori dall’economia, e ha sovraccaricato la spesa dei consumatori

  di Matthew Lynn - vocidallestero.it L’Italia ha una crisi bancaria – quindi presumibilmente...
Notizia del:

TTP, TTIP, TISA e CETA non hanno alcuna legittimità democratica. Esperto indipendente dell'ONU

La ratifica di CETA e TTIP costituirebbe un serio ostacolo al raggiungimento di un ordine internazionale equo e democratico

  Ad Alfred de Zayas , esperto indipendente dell'ONU per la Promozione di un Ordine Internazionale...
Notizia del:     Fonte: The Telegraph

Turchia, portati in carcere più di 60 minorenni dopo il fallito colpo di stato

Le autorità turche durante il tentativo di colpo di stato hanno portato in carcere 62 minori, di età compresa tra i 14 ei 17 anni, che studiavano in un'accademia militare a Istanbul.

Il quotidiano britannico The Telegraph, ieri, ha riportato che gli agenti di polizia turchi sono entrati, lo scorso...
Notizia del:     Fonte: RT

Monaco, la Polizia afferma: «Vi sono legami con Breivik»

La Polizia tedesca in una conferenza stampa ha segnalato un «ovvio legame» tra l'autore della strage di Monaco di Baviera e il terrorista norvegese Anders Behring Breivik

da RT Gli eventi a Monaco di Baviera hanno coinciso esattamente con il quinto anniversario del doppio attentato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa