/ Report segreto della NATO: "L'Alleanza è sull'orlo del fallimento...

Report segreto della NATO: "L'Alleanza è sull'orlo del fallimento in Afghanistan"

Report segreto della NATO: L'Alleanza è sull'orlo del fallimento in Afghanistan
 

Nonostante i miliardi di dollari ricevuti, l'esercito nazionale afgano non è in grado di adempiere alle sue funzioni

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il quotidiano tedesco 'Der Spiegel' ha avuto accesso ad un rapporto segreto della NATO  che prevede un peggioramento della situazione in Afghanistan nel 2016.
 
Il rapporto sostiene che l'esercito nazionale afgano ha perso un terzo delle sue truppe e non può esercitare le sue funzioni nonostante il sostegno finanziario che riceve dall'Alleanza. Di 101 unità di fanteria solo una è descritta come efficace, mentre 38 "avrebbero gravi problemi". Inoltre, 10 battaglioni sono stati dichiarati inabili.
 
Allo stesso tempo, la perdita di uomini all'interno dell'esercito nazionale afgano nel
2015 è aumentato del 42% rispetto all'anno precedente. 
 
"Le pesanti perdite in combattimento hanno certamente contribuito ad aumentare le diserzioni dei soldati dell'esercito. A causa delle perdite in combattimento, l'esercito ha perso un terzo dei suoi soldati, a cui si aggiungono quelli che hanno disertato per unirsi alle fila dei Talebani", scrive Der Spiegel citando il report NATO
 
La situazione in Afghanistan si è deteriorata notevolmente negli ultimi mesi. I talebani, che in passato hanno preso il controllo di vaste aree rurali, hanno cominciato a trasferirsi nelle città. Alla fine di settembre, i talebani hanno conquistato la città di Kunduz, nel nord, e stanno attualmente attaccando Ghazni, non lontano da Kabul. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

FOTO. I "ribelli moderati" attaccano l'ospedale civile di Aleppo

Diversi civili sono rimasti uccisi e feriti presso l'Ospedale Jabriyah nella parte ovest di Aleppo dopo che i gruppi di opposizione, denominati dall'Occidente, "ribelli moderati" hanno...
Notizia del:

L'epic fail del Professor Andrea Romano (Pd) su "Manes": tra latino e fantascienza

Approvato ieri alla Camera il decreto di riforma del Terzo settore voluto dal governo. L'amico di Renzi, Vincenzo Manes, finanziere e creatore della Fondazione Italia sociale (o "Iri sociale"...
Notizia del:

Frei Betto: il cristianesimo come progetto di civiltà.

"Tutti noi cristiani siamo discepoli di un prigioniero politico".

di Frei Betto - 19/05/2016    Il Brasile è un Paese di matrice cristiana. Chiedete...
Notizia del:

Da Parigi, il più grande fallimento di Renzi: "Non vogliamo fare la fine dell'Italia".

Redazione di Contropiano   Se anche il giornale della Fiat-Fca è costretta a scrivere che «Non credete a questa menzogna del progresso! Vi siete fatti fregare, voi italiani....
Notizia del:

L'UE tiene davvero ai diritti umani? “Basta sanzioni alla Siria”: L’Appello va avanti.

In attesa della decisione del Consiglio dell’Unione Europea (probabilmente per il 31 maggio, a meno che non si ripropongano le divisioni che hanno fatto slittare  il voto del 23), prosegue...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Iran e Corea del Nord esprimono sostegno alla Siria contro il terrorismo

L'Iran ha condannato fermamente, oggi, gli attacchi terroristici che hanno scosso la città di Jableh e Tartus, uccidendo decine di persone innocenti, e ha espresso la sua profondo dolore per...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

USA: "Non daremo il cartellino giallo" ad Ahrar al-Sham nonostante i massacri commessi in Siria

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato che la Casa Bianca non mancherà di sostenere Ahrar al-Sham, nonostante i "massacri" commessi in Siria.

"Non daremo un cartellino giallo" per fare pressione su Ahrar al-Sham, al fine di rispettare la tregua...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa