/ Il crollo del prezzo del petrolio potrebbe portare un terzo delle...

Il crollo del prezzo del petrolio potrebbe portare un terzo delle aziende statunitensi del settore al fallimento

Il crollo del prezzo del petrolio potrebbe portare un terzo delle aziende statunitensi del settore al fallimento
 

Più di 30 piccole imprese hanno già presentato istanza di fallimento

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il prezzo del petrolio è sceso del 5% lunedi, assestandosi sotto i 30 dolalri e avvicinando sempre più lo spettro del fallimento per una parte significativa dell'industria petrolifera statunitense, riporta Market Watch.
 
Fino ad un terzo dei produttori di petrolio e di gas degli Stati Uniti potrebbero andare in bancarotta, secondo il Wall Street Journal. Tuttavia, la sopravvivenza sarebbe possibile per alcuni se il petrolio recuperasse almeno quota 50 dollari al barile, dicono gli analisti.
 
Più di 30 piccole imprese che devono complessivamente 13 miliardi hanno già presentato istanza di fallimento, secondo lo studio legale Haynes e Boone.
 
Inoltre, il prezzo del petrolio Brent è sceso in maniera significativa a seguito del crollo del mercato azionario in Cina, il notevole indebolimento dello yuan e l'aumento delle scorte di petrolio negli Stati Uniti, riporta RIA Novosti. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: NTV

Lavrov: "Il Consiglio di Sicurezza dell'ONU sulla Siria è stato convocato per sviare l'attenzione sull'attacco USA all'Esercito siriano"

Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato in un'intervista che la seduta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite di ieri è stata convocata al fine di distogliere l'attenzione...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

La Cina invoca una soluzione politica per la crisi siriana

Il governo cinese è pronto ad assumere una posizione attiva per giungere alla soluzione della crisi siriana

  «Non possiamo permettere che questa situazione continui», si tratta di un passaggio significativo...
Notizia del:

11 settembre. Obama si schiera con Riyad: veto alla legge per le cause all’Arabia Saudita

Il presidente Barack Obama ha posto il veto alla legge che avrebbe consentito ai sopravvissuti e ai parenti delle vittime degli attacchi dell’11 settembre 2001 di far causa all’Arabia Saudita,...
Notizia del:

Compiti a casa fatti: Gentiloni a New York urla 'Forza Hillary'

In visita a New York per i lavori di apertura dell'Assemblea Generale delel Nazioni Unite, il ministro (Conte) Gentiloni venerdì 23 settembre era al Consolato italiano di New York.  Secondo...
Notizia del:     Fonte: http://it.sputniknews.com/

Occidente in declino: l'Asia è il nuovo motore di sviluppo di tutto il mondo

Il 21 settembre la società Allianz, uno dei principali fornitori di servizi assicurativi e finanziari in tutto il mondo con circa 85 milioni di clienti sparsi tra circa 70 Paesi, ha pubblicato i risultati di una ricerca internazionale sul benessere della popolazione mondiale

  Secondo la ricerca, l'unica regione in fase espansiva di sviluppo è l'Asia (escluso...
Notizia del:

La guerra dei gasdotti che brucia sotto la Siria

Nel 2009, il Qatar cercò di convincere la Siria ad accettare il transito sul suo territorio, attraverso la provincia di Aleppo, di un gasdotto di 1.500 miglia per raggiungere il mercato europeo....
Notizia del:     Fonte: Hispantv

L'opposizione siriana chiede l'intervento militare degli Stati Uniti in Siria

L'opposizione siriana ha esortato gli Stati Uniti ad effettuare un intervento militare in Siria per "difendere il popolo siriano". E non finisce qui. Regno Unito, Francia e USA chiedono una riunione urgente del Consiglio sicurezza dell'ONU per Aleppo.

"Chiediamo a Washington di adottare immediatamente entrambe le misure militari e politiche contro il governo...
 

Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa