/ The Washington Times: "Gli interventi cronici in Medio Oriente fa...

The Washington Times: "Gli interventi cronici in Medio Oriente fanno degli Stati Uniti il grande distruttore della libertà"

The Washington Times: Gli interventi cronici in Medio Oriente fanno degli Stati Uniti il grande distruttore della libertà
 

Gli interventi degli Stati Uniti "interminabili" hanno creato nemici che, se non fossero stati attaccati, non avrebbero colpito l'Occidente, ha affermato Bruce Fein in un articolo sul "The Washington Times".

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
"Tutti gli imperi sono uguali. Tutti sono generati dal DNA della specie che bramano il potere per il potere stesso, un problema che persiste immutato dai tempi di Adamo ed Eva." Ha iniziato così il suo articolo Bruce Fein, analista de 'The Washington Times', che ha analizzato la politica estera degli Stati Uniti e il risultato dei suoi interventi.
Fein parla degli interventi "senza fine" degli Stati Uniti che "hanno fatto dei nemici" che non avrebbero attaccato l'Occidente, in assenza di tali attacchi. E per sostenere il suo punto di vista, l'osservatore ha parafrasato lo scrittore Upton Sinclair: "È difficile far capire qualcosa ad una persona, quando il suo stipendio dipende dal fatto di non capirla."
"Miliardi di dollari di ricchezza, potere e lo status sociale sono alla base del nostro complesso militare, industriale, anti terrorista", ha affrmato Fein.
Secondo il giornalista, Gli USA sarebbero un paese molto più sicuro se ritirassero le loro truppe dal Medio Oriente. "I nostri interventi militari cronici, senza uno scopo, in Medio Oriente a sostegno di regimi brutali, corrotti e oppressivi hanno provocato la ritorsioni degli oppressi", ha sostenuto Fein.
"Il nostro stato di guerra, nutrito e alimentato dalla antiterrorismo militare, industriale è il grande distruttore della libertà. Il suo male 'figlio' dello stato di allerta, della bancarotta nazionale, di un governo segreto, e dell'eliminazione di controlli e contrappesi costituzionali", ha concluso.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Sana.Sy

Assad ai politici greci: Il popolo siriano è determinato a continuare a difendere la sua patria e la sua sovranità

Il presidente Bashar al-Assad ha incontrato, oggi, una delegazione di politici greci, tra i quali il vice presidente della Democrazia Cristiana, Nikos Nikolopoulos e Theodore Katsanevas, un membro del PA.SO.K

Durante l’incontro si è discusso della situazione in Siria, il pericolo del terrorismo nella regione...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

“La Francia voleva vendicare l’attentato di Nizza ed ha ucciso 164 civili siriani”

L'attacco dell’aviazione militare francese su un villaggio siriano, il 19 luglio scorso, è stato effettuato come rappresaglia per l'attentato di Nizza, ha dichiarato l'ambasciatore siriano alle Nazioni Unite.

In una riunione degli Stati del Consiglio di sicurezza delle Nazioni (UNSC), che si è svolta ieri, il rappresentante...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

Aleppo, i ribelli sull'orlo del collasso, a Quneitra nuovo attacco di Israele all’Esercito siriano.

Mentre continua l’avanzata dell’Esercito siriano all’interno della città di Aleppo con i gruppi ribelli allo sfascio, a sud, precisamente a Quneitra, l’aviazione israeliana ha attaccato le postazioni delle truppe siriane

Il comandante della 16a Divisione del Free Syrian army, sostenuto dall’Occidnete ed i suoi assistenti si...
Notizia del:     Fonte: RT

Putin sulla Palestina: «Deve essere integra e indipendente»

Il presidente russo in una lettera indirizzata ai leader della Lega Araba ribadisce l'impegno della Russia nella lotta al terrorismo

  La Russia è pronta a scendere in campo per contribuire alla ricerca di una soluzione riguardo al...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Libano, Ambasciatore britannico: Nessuno può criticare Hezbollah per combattere in Siria

L'ambasciatore britannico in Libano ha dichiarato che non si può fare nessuna colpa al movimento di resistenza libanese Hezbollah per la lotta contro i terroristi nella vicina Siria.

"Data la minaccia dell’ISIS per il Libano, non si può biasimare Hezbollah se è presente...
Notizia del:     Fonte: VeteransToday

I terroristi dell’ISIS si addestrano nei pressi di un campo militare degli Stati Uniti in Kosovo

Ci sono almeno cinque campi di addestramento dell’ISIS (Daesh, in arabo) in Kosovo, a pochi chilometri dal campo militare degli Stati Uniti di Bondsteel.

Il portale di notizie nordamericano,VeteransToday, citando fonti vicine ai servizi di intelligence del Kosovo,...
Notizia del:     Fonte: Wall Street Journal

WSJ: I bombardieri russi hanno distrutto una base militare segreta di Stati Uniti e Regno Unito in Siria

Gli aerei da guerra russi hanno bombardato una base militare segreta degli Stati Uniti e dell Regno Unito, che si trova in Siria. Lo ha rivelato il quotidiano statunitense Wall Street Journal.

L'attacco dell'Aeronautica Militare della Russia contro la base legata CIA, in Siria era parte di una campagna...
Notizia del:

Monaco, terrore al centro commerciale: tutto quello che sappiamo

Ancora avvolte nel mistero restano le motivazioni che hanno spinto il ragazzo a compiere la strage

Sono le 15:50 di un tranquillo venerdì pomeriggio a Monaco di Baviera quando la Polizia riceve una concitata...
Notizia del:     Fonte: Tass

Lavrov: La situazione del Medioriente frutto di un “atteggiamento ignorante e poco professionale” dell’Occidente

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato, oggi, che il cambio di potere in Siria deve essere il risultato di elezioni, in quanto, in caso contrario, il paese corre il rischio di ripetere il destino della Libia, ha riferito l’agenzia TASS.

"I partner dicono: 'Cerchiamo di risolvere il problema della Libia, della Siria e dell’Iraq, organizziamo...
Notizia del:     Fonte: Prensa Latina

Assad: Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario e Fidel Castro è il suo simbolo

Il Presidente siriano Bashar al Assad, in un’intervista rilasciata, oggi, a Prensa Latina, ha dichiarato che Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario in America Latina, e il suo leader storico, Fidel Castro, è un simbolo della lotta per l'indipendenza.

Testo dell’intervista in lingua originale su Prensa Latina   PRENSA LATINA: Signor Presidente, la...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Addio al russo: Poroshenko impone l’inglese come seconda lingua per governo, esercito e funzionari

di Eugenio Cipolla    E’ ancora vivo nella memoria di molti il ricordo di una leggendaria zuffa in Rada, qualche anno fa, a causa di un progetto di legge che doveva rendere il russo...
Notizia del:

Clinton Cash: il documentario che rivela come i Clinton sono diventati milionari

  Clinton Cash, un documentario basato sul libro di Peter Schweizer, è stato pubblicato su YouTube appena in tempo per la Convention del Partito Democratico che nominerà ufficialmente...
Notizia del:

"Non posso più rimanere in silenzio”. Michael Jordan sulle tensioni razziali negli Usa

 "Come americano fiero di esserlo, come padre che ha perso il proprio padre in un atto insensato di violenza e come nero, sono stato profondamente turbato dalle morti di afroamericani per mano...
Notizia del:

L'inchiesta sugli abusi in una prigione minorile in Australia

  La rete televisiva australiana ABC ha diffuso una serie di filmati che documentano una serie di abusi subiti dai detenuti della prigione minorile Don Dale, vicino Darwin, nel nord dell’Australia....
Notizia del:

TRUMP E IL COMPLOTTO RUSSO!

"Se vince Trump trionfa l'aggressività russa; se l'America si ritira, la Russia avanza!"

Trump sta diventando una vera e propria ossessione. Tanto che sulla rivista 'Foreign Policy' il candidato...
Notizia del:

Assange: accusare Mosca dei documenti pubblicati da Wikileaks è una tattica diversiva nella campagna della Clinton

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange ha negato le accuse dei Democratici di coinvolgimento di hacker russi nella pubblicazione di e-mail e documenti interni del Partito Demicratico americano da...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

“La Francia voleva vendicare l’attentato di Nizza ed ha ucciso 164 civili siriani”

L'attacco dell’aviazione militare francese su un villaggio siriano, il 19 luglio scorso, è stato effettuato come rappresaglia per l'attentato di Nizza, ha dichiarato l'ambasciatore siriano alle Nazioni Unite.

In una riunione degli Stati del Consiglio di sicurezza delle Nazioni (UNSC), che si è svolta ieri, il rappresentante...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa