/ Dichiarazioni di ordinaria follia dal nostro "alleato" turco sull...

Dichiarazioni di ordinaria follia dal nostro "alleato" turco sulla Siria

Dichiarazioni di ordinaria follia dal nostro alleato turco sulla Siria
 

Il premier Ahmet Davutoglu: "Ankara continuerà a sostenere gli eroici ribelli che difendono la città di Aleppo dalla pulizia etnica russa".

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Alcune dichiarazioni scioccanti in un'intervista ad Al-Jazeera del primo ministro Ahmet Davutoglu del 23 febbraio scorso. Solita ordinaria follia da parte di un paese membro della NATO che rischia come scritto correttamente da Weiss la scorsa settimana di gettare il mondo nell'apocalisse della Terza guerra mondiale se non viene espulso immediatamente dall'Alleanza Atlantica.

Leggi: S. Weiss: "La NATO espella la Turchia per evitare la terza guerra mondiale"
 
Il premier turco, dopo aver riconosciuto senza nessuna remora che Ankara sostiene i gruppi armati in Siria, ha accusato la Russia di pulizia etnica ad Aleppo, città dove difende i ribelli-terroristi che hanno assediato la città per anni. Anzi, Ankara continuerà a rifornirli.
 
Davutoglu ha elogiato i ribelli che controllano la città di Aleppo, impegnati in una guerra civile contro Damasco, per respingere gli attacchi provenienti da varie forze. "Come potrebbero essere in grado di difendersi se non ci fosse il sostegno turco? ... Se c'è oggi un'opposizione siriana moderata, è grazie al sostegno turco. Se oggi il regime [Assad] non è in grado di controllare tutti i territori [è] grazie alla Turchia e al supporto di alcuni altri paesi ", ha detto.
Sosterrà questi ribelli "moderati" in tutti i modi contro i terroristi come "YPG, Daesh (Stato islamico) e le forze straniere, che stanno invadendo la Siria, come la Russia e l'Iran ", ha proseguito il premier sfidando e pareggiando solo i deliri di Gentiloni.

Davutoglu ha poi dichiarato che lo scopo dell'operazione aerea russa in Siria è "pulizia etnica in ed intorno a Aleppo." E, poi ha accusato Mosca di colpire "tutte le forze anti-regime, tutti i gruppi"

Alla domanda precisa di un'invasione di terra in Siria, il premier turco ha glissato. Ha poi concluso dicendo che il suo paese non ha nessun rimpianto per il Su-24 russo abbattuto. 

Turchia, paese membro della Nato e parte dello Small Group che Gentiloni cita sempre come il referente che dovrebbe dare una soluzione alla crisi siriana. Invece di dire in Parlamento che l'Italia lavorerà per la destituzione di Assad, il governo italiano si faccia carico parte immediatamente una discussione all'interno della NATO per l'espulsione di questo "alleato" totalmente fuori controllo r
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Addio al russo: Poroshenko impone l’inglese come seconda lingua per governo, esercito e funzionari

di Eugenio Cipolla    E’ ancora vivo nella memoria di molti il ricordo di una leggendaria zuffa in Rada, qualche anno fa, a causa di un progetto di legge che doveva rendere il russo...
Notizia del:

Clinton Cash: il documentario che rivela come i Clinton sono diventati milionari

  Clinton Cash, un documentario basato sul libro di Peter Schweizer, è stato pubblicato su YouTube appena in tempo per la Convention del Partito Democratico che nominerà ufficialmente...
Notizia del:

"Non posso più rimanere in silenzio”. Michael Jordan sulle tensioni razziali negli Usa

 "Come americano fiero di esserlo, come padre che ha perso il proprio padre in un atto insensato di violenza e come nero, sono stato profondamente turbato dalle morti di afroamericani per mano...
Notizia del:

L'inchiesta sugli abusi in una prigione minorile in Australia

  La rete televisiva australiana ABC ha diffuso una serie di filmati che documentano una serie di abusi subiti dai detenuti della prigione minorile Don Dale, vicino Darwin, nel nord dell’Australia....
Notizia del:

TRUMP E IL COMPLOTTO RUSSO!

"Se vince Trump trionfa l'aggressività russa; se l'America si ritira, la Russia avanza!"

Trump sta diventando una vera e propria ossessione. Tanto che sulla rivista 'Foreign Policy' il candidato...
Notizia del:

Assange: accusare Mosca dei documenti pubblicati da Wikileaks è una tattica diversiva nella campagna della Clinton

Il fondatore di Wikileaks, Julian Assange ha negato le accuse dei Democratici di coinvolgimento di hacker russi nella pubblicazione di e-mail e documenti interni del Partito Demicratico americano da...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

“La Francia voleva vendicare l’attentato di Nizza ed ha ucciso 164 civili siriani”

L'attacco dell’aviazione militare francese su un villaggio siriano, il 19 luglio scorso, è stato effettuato come rappresaglia per l'attentato di Nizza, ha dichiarato l'ambasciatore siriano alle Nazioni Unite.

In una riunione degli Stati del Consiglio di sicurezza delle Nazioni (UNSC), che si è svolta ieri, il rappresentante...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa