/ Ormai è ufficiale! I neocon tifano per la vittoria di Hillary

Ormai è ufficiale! I neocon tifano per la vittoria di Hillary

Ormai è ufficiale! I neocon tifano per la vittoria di Hillary
 

Arriva l’endorsement di Paul Kagan verso Hillary Clinton

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Piccole Note

«Quando la peste discese su Tebe, Edipo mandò il suo cognato dall’oracolo di Delfi per scoprirne la causa. Si accorse appena che il crimine per il quale Tebe veniva punita era il suo. Il Partito Repubblicano di oggi è il nostro Edipo. Una piaga è scesa sul partito sotto forma del successo del maggior demagogo-ciarlatano nella storia della politica degli Stati Uniti [Donald Trump ndr.]. Il partito cerca disperatamente la causa e il rimedio senza rendersi conto che, come Edipo, è il partito stesso che ha prodotto questa piaga. i crimini politici del partito sono stati puniti con una sorta di giustizia cosmica, come accade nella tragedia greca». Questo l’inizio di un articolo di Paul Kagan pubblicato sul Washington Post il 25 febbraio che mette in luce il conflitto tra il candidato repubblicano ad oggi più accreditato nella corsa verso la Casa Bianca e l’apparato del Great Old Party, che  stato travolto da questo mostro, (lo definisce «Frankenstein») che ha esso stesso evocato con i suoi tragici errori.
 
«Cosa fare ora?» Si chiede Kagan nella conclusione del suo articolo. «La creazione dei repubblicani sarà presto lasciata libera sulla terra, lasciando ad altri il lavoro che il partito non è riuscito a svolgere. Per questo ex repubblicano, e forse per gli altri, l’unica scelta sarà quella di votare per Hillary Clinton. Il partito non può essere salvato, ma il paese ancora sì».
 
Nota a margine. L’endorsement di Paul Kagan verso Hillary Clinton è molto significativo. Paul Kagan in questi anni si è accreditato come voce ufficiale dei neoconservatori americani, quella pattuglia di politici che, partiti dalla sinistra. sono confluiti nel partito repubblicano con l’idea di prenderne le redini per realizzare una rivoluzione conservatrice nel Paese e nel mondo.
 
Un’idea che si è realizzata nel decennio bellico di George W. Bush, nel quale i neocon hanno gestito di fatto l’amministrazione (debole il contrasto interno), immaginando un nuovo approccio degli Stati Uniti verso il mondo secondo il modello condensato nel New American Century, il progetto per un nuovo secolo americano, dottrina elaborata per accrescere l’egemonia mondiale degli Stati Uniti d’America.
 
Non ci sarebbe nulla di male nel progettare linee guida utili alla prosperità della propria nazione, se non fosse che corollario necessario di tale dottrina, come è stato evidente nel decennio bellico post 11 settembre, è la guerra permanente (o guerra infinita in termini esoterici), strumento indispensabile con il quale realizzare tale egemonia. Paul Kagan, nel suo endorsement verso la Clinton, non parla per sé.
 
Presidenziali Usa un po’ inquietanti a giudicare dai due candidati ad oggi più accreditati. Non si sa bene cosa augurarsi, non resta che la speranza di un qualche imprevisto, durante o dopo questa strana campagna elettorale.

Segui: Piccole Note
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Una minaccia attraversa il mondo

Una minaccia attraversa il mondo, le élite mondiali hanno deciso di dare battaglia non solo per le risorse naturali dei paesi, ma anche per l’imposizione totalitaria della propria visione culturale

di Elias Jaua Milano - Ciudad CCS   C’è uno schema ricorrente nelle cosiddette ‘resistenze’...
Notizia del:

Evo Morales: «Gli Stati Uniti dotarono di armi chimiche Saddam per la guerra contro l'Iran»

Il presidente boliviano denuncia la «doppia morale dell'impero»

  Attraverso il proprio profilo Twitter, il presidente dello Stato Plurinazionale di Bolivia, Evo Morales,...
Notizia del:

Ucraina: schiavitù per i lavoratori e bombe per il Donbass

Questi non sono che i frutti di quella majdan Nezaležnosti, piazza Indipendenza, che il 24 agosto si appresta a celebrare il 26° anniversario della nezaležnosti

di Fabrizio Poggi - Contropiano   Oltre alla guerra nel Donbass, alla crisi economica che ha ridotto...
Notizia del:     Fonte: http://globovision.com/

Venezuela: l'oppositore Capriles avrebbe ricevuto ingenti finanziamenti dalla multinazionale Odebrecht

A rivelarlo è l’emittente televisiva Globovision, notoriamente vicina all’opposizione venezuelana

  Guai giudiziari in arrivo per Henrique Capriles. L’ex candidato presidenziale, sconfitto da Maduro,...
Notizia del:     Fonte: TASS

VIDEO. L'aviazione russa elimina più di 200 terroristi dell'ISIS diretti a Deir Ezzor

I terroristi stavano viaggiando verso la città siriana in un convoglio formato da circa venti veicoli, compresi carri armati.

L'aviazione russa ha eliminato oltre 200 membri dell'ISIS, colpendo un convoglio con armi pesanti diretto...
Notizia del:     Fonte: The Sunday Times

'The Sunday Times': L'ISIS ha utilizzato società britanniche per inviare materiale militare in Spagna

L'ISIS ha beneficiato di una rete di aziende collegate ad un ufficio situato a Cardiff, per inviare materiale militare di alta qualità in Spagna e finanziare i piani terroristici nei paesi europei.

"La tecnologia di sorveglianza che è stata inviata in Spagna, dove 14 persone sono morte giovedì...
Notizia del:

Il latte nero del terrore: Breve storia della “guerra sporca” anticomunista in italia (1945-73)

Occorre riprendere in mano la storia della “guerra sporca” così come si è articolata strutturalmente nel nostro Paese, per capirne i passaggi di fase che ha attraversato e la sua sostanziale riproposizione in chiave aggiornata

di Giacomo Marchetti - Contropiano   Il clima politico-sociale che la cura Minniti sta imponendo al...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa