/ Ormai è ufficiale! I neocon tifano per la vittoria di Hillary

Ormai è ufficiale! I neocon tifano per la vittoria di Hillary

Ormai è ufficiale! I neocon tifano per la vittoria di Hillary
 

Arriva l’endorsement di Paul Kagan verso Hillary Clinton

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Piccole Note

«Quando la peste discese su Tebe, Edipo mandò il suo cognato dall’oracolo di Delfi per scoprirne la causa. Si accorse appena che il crimine per il quale Tebe veniva punita era il suo. Il Partito Repubblicano di oggi è il nostro Edipo. Una piaga è scesa sul partito sotto forma del successo del maggior demagogo-ciarlatano nella storia della politica degli Stati Uniti [Donald Trump ndr.]. Il partito cerca disperatamente la causa e il rimedio senza rendersi conto che, come Edipo, è il partito stesso che ha prodotto questa piaga. i crimini politici del partito sono stati puniti con una sorta di giustizia cosmica, come accade nella tragedia greca». Questo l’inizio di un articolo di Paul Kagan pubblicato sul Washington Post il 25 febbraio che mette in luce il conflitto tra il candidato repubblicano ad oggi più accreditato nella corsa verso la Casa Bianca e l’apparato del Great Old Party, che  stato travolto da questo mostro, (lo definisce «Frankenstein») che ha esso stesso evocato con i suoi tragici errori.
 
«Cosa fare ora?» Si chiede Kagan nella conclusione del suo articolo. «La creazione dei repubblicani sarà presto lasciata libera sulla terra, lasciando ad altri il lavoro che il partito non è riuscito a svolgere. Per questo ex repubblicano, e forse per gli altri, l’unica scelta sarà quella di votare per Hillary Clinton. Il partito non può essere salvato, ma il paese ancora sì».
 
Nota a margine.
L’endorsement di Paul Kagan verso Hillary Clinton è molto significativo. Paul Kagan in questi anni si è accreditato come voce ufficiale dei neoconservatori americani, quella pattuglia di politici che, partiti dalla sinistra. sono confluiti nel partito repubblicano con l’idea di prenderne le redini per realizzare una rivoluzione conservatrice nel Paese e nel mondo.
 
Un’idea che si è realizzata nel decennio bellico di George W. Bush, nel quale i neocon hanno gestito di fatto l’amministrazione (debole il contrasto interno), immaginando un nuovo approccio degli Stati Uniti verso il mondo secondo il modello condensato nel New American Century, il progetto per un nuovo secolo americano, dottrina elaborata per accrescere l’egemonia mondiale degli Stati Uniti d’America.
 
Non ci sarebbe nulla di male nel progettare linee guida utili alla prosperità della propria nazione, se non fosse che corollario necessario di tale dottrina, come è stato evidente nel decennio bellico post 11 settembre, è la guerra permanente (o guerra infinita in termini esoterici), strumento indispensabile con il quale realizzare tale egemonia. Paul Kagan, nel suo endorsement verso la Clinton, non parla per sé.
 
Presidenziali Usa un po’ inquietanti a giudicare dai due candidati ad oggi più accreditati. Non si sa bene cosa augurarsi, non resta che la speranza di un qualche imprevisto, durante o dopo questa strana campagna elettorale.

Segui: Piccole Note
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Alberto Negri - Psico-politica delle guerre in Medio Oriente e il vuoto della politica estera italiana

di Alberto Negri* - Tiscali    Comprendere il groviglio di interessi delle potenze in conflitto Medio Oriente e lungo l'arco della crisi che arriva fino all'Asia è un'impresa...
Notizia del:

USA, ricerca rivela che sotto la presidenza Trump sono cresciuti i gruppi neonazisti

Nel 2017 c’erano 954 gruppi d'odio nel paese, un aumento del 4 percento rispetto all'anno precedente quando il numero è aumentato del 2,8 percento, ha dichiarato l'osservatorio dei diritti civili nel suo censimento annuale di tali gruppi

da teleSUR   Il numero di gruppi di odio degli Stati Uniti è aumentato per il terzo anno consecutivo,...
Notizia del:

Ghouta, le solite fake news di regime come su Aleppo (oggi finalmente libera dai terroristi)

di Mauro Gemma La Siria sovrana è nuovamente sotto attacco mediatico, in attesa di una nuova aggressione dei banditi con la bandiera a tre stelle, sostenuti dalle potenze imperialiste e dai...
Notizia del:

Prof. Erspamer: "M5S e Potere al Popolo devono tenere duro e arriveranno al potere"

di Francesco Erspamer* Se non ci fosse il M5S e se non fosse tatticamente essenziale sostenerlo per provare a far fuori in una volta sola Renzi e Berlusconi, voterei Potere al popolo. Di conseguenza...
Notizia del:

Stati canaglia contro il Venezuela: ecco chi è l'Asse del male oggi

  di Geraldina Colotti - editoriale di Radio Revolucion   Un gruppo di stati canaglia cerca di stroncare il processo di integrazione latinoamericano guidato da Cuba e Venezuela. E...
Notizia del:     Fonte: Sputnik - Ruptly

VIDEO. I curdi ribadiscono che l'offensiva turca non ha impedito all'esercito siriano di arrivare ad Afrin

I bombardamenti effettuati dall'aviazione militare turca contro il Cantone siriano di Afrin non è riuscito a impedire l'ingresso dell'esercito siriano o costringerlo a ritirarsi, hanno riferito le Unità di Protezione Popolare curde.

In dichiarazioni rese oggi all'agenzia di stampa russa Sputnik, il portavoce del YPG, Reizan Hedu, ha negato...
Notizia del:     Fonte: CNN

Siria, le armi consegnate dagli Stati Uniti all'opposizione sono finite in vendita su Internet

I terroristi schierati nel nord della Siria vendono fucili d'assalto M-16 prodotti negli Stati Uniti su Internet che erano stati forniti alla cosiddetta opposizione moderata in Siria, secondo la CNN.

La CNN ieri ha raccontato che i suoi giornalisti hanno contattato un residente di Idlib via Telegram fingendosi...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa