/ Kiev: anziani antifascisti mettono in fuga i neonazisti della Azo...

Kiev: anziani antifascisti mettono in fuga i neonazisti della Azov

Kiev: anziani antifascisti mettono in fuga i neonazisti della Azov
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Fabrizio Poggi per Contropiano

Come recita quel bizzarro adagio britannico: “le cronache riferite dai giornali sono tutte veritiere, tranne quelle che raccontano dei fatti cui hai assistito direttamente”. Quantomeno, le cronache non sono sempre complete.

Orbene, lo scorso 17 marzo, a Kiev, nel 25° anniversario del referendum che in Urss aveva visto la schiacciante vittoria del Sì al mantenimento dell’Unione Sovietica, un meeting della coalizione “Opposizione di sinistra” (cui partecipavano in maggioranza persone anziane) a favore di quei risultati poi disattesi dalla dirigenza eltsiniano-gorbacioviana, era stato attaccato alla maniera fascista da “attivisti civili” del battaglione neonazista Azov. Nel corso dell’assalto, che la polizia si era ben guardata dall’ostacolare, un anziano era stato colpito alla testa; ma l’autoambulanza, avvertita dai manifestanti, aveva preso tutto il tempo possibile prima di arrivare sul posto. E lo stesso 17 marzo, gli “azovisti” si erano affrettati a tessere le lodi di se stessi, per aver “disperso un meeting dei separatisti”, come vengono definiti in Ucraina non solo milizie e civili del Donbass, ma tutti coloro che manifestano la pur minima resistenza e opposizione al potere golpista.

Sin qui la cronaca. Oggi l’agenzia Novorosinform pubblica alcuni video dell’accaduto, che testimoniano come, ancora una volta, i fascisti si siano comportati da par loro: vero che i neonazisti di Azov hanno attaccato il meeting; vero che hanno pestato diversi anziani. Ma i baldi giovani di Azov, che nell’occasione non avevano rispettato la regola fascista del 10 contro 1, sono stati respinti a suon di legnate e messi in fuga da anziani pensionati per nulla intimoriti dalla provocazione.

In questo i neonazisti ucraini non si differenziano dallo “stile” fascista classico: “prodi” e baldanzosi quando hanno le spalle protette dalla forza dello stato; pavidi e pronti alla fuga quando gli assaliti non si lasciano intimorire. Come a Scandicci nel marzo o a Sarzana nel luglio 1921, oppure a Parma nell’agosto 1922; così oggi in Ucraina, quando le armi (o i bastoni) sono pari, i fascisti se la danno a gambe.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Contropiano.org
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

L'assassinio a Kiev dell'ex deputato della Duma Voronenkov "avvantaggia il partito della guerra ucraino"

di Fabrizio Poggi   Ucciso a Kiev l'ex deputato della Duma russa Denis Voronenkov. Feriti l'assassino e la guardia del corpo. Trasportati entrambi all'ospedale, il primo con ferite alla...
Notizia del:

AAA ONG dei diritti umani cercasi... L’Ucraina nega l’ingresso alla cantante (disabile) che doveva rappresentare la Russia all’Eurovision

di Eugenio Cipolla Nell’assurdo gioco delle ripicche tra Russia e Ucraina, connesse all’attuale situazione della guerra in Donbass e della decisione della Crimea di ritornare russa, oggi...
Notizia del:

Il ministro degli esteri del Canada e i filo-hitleriani ucraini

di Fabrizio Poggi* - Contropiano Mentre continuano i bombardamenti ucraini sulle città delle Repubbliche popolari (ieri sono stati registrati 655 tiri di artiglierie e carri armati su Staromikhajlovka,...
Notizia del:

"Le truppe russe hanno occupato Donetsk e Leopoli?"... ma è uno scherzo telefonico alla deputata Usa!

“Le truppe russe hanno già occupato Donetsk e Leopoli”. Parola del premier ucraino Vladimir Groisman, anzi no dei due imitatori russi Vovan e Lexus che hanno pubblicato sul loro canale...
Notizia del:     Fonte: 1tv.ru

VIDEO. Oliver Stone esorta Trump a declassificare i documenti sul conflitto in Ucraina

Il regista ritiene che la CIA sia dietro al conflitto ucraino.

Il famoso regista nordamericano, Oliver Stone ha esortato il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, a declassificare...
Notizia del:

Così la guerra in Donbass è diventata l’Afghanistan di Poroshenko

di Eugenio Cipolla  Quando quasi tre anni fa le istituzioni ucraine lanciarono la cosiddetta ATO (anti-terrorism operation, perché gli ucraini considerano i filorussi del Donbass occupanti...
Notizia del:

Pillole quotidiane di nazi(onal)-golpismo in Ucraina

di Fabrizio Poggi* - Contropiano Nota di protesta di Varsavia per gli atti vandalici compiuti nella notte tra martedì e mercoledì scorsi al cimitero di guerra a Bykivnia, nei pressi...
Notizia del:

Come e perché la Cina sta provando a ritagliarsi un ruolo nella crisi ucraina

di Eugenio Cipolla Il 2017 per l’Ucraina e per gli ucraini si è aperto esattamente come si era chiuso: con la guerra in Donbass e nessuna prospettiva di miglioramento all’orizzonte....
Notizia del:

FAKE. Un’altra bufala sull’Ucraina e i cani che sta facendo il giro del mondo

  Un’altra bufala sull’Ucraina e i cani che sta facendo il giro del mondo. La prima, (risalente al 2012 quando l’Ucraina faceva ancora parte del “blocco sovietico”)...
Notizia del:     Fonte: http://contropiano.org/

Il vergognoso giubilo dei 'liberali' ucraini e russi per l'incidente aereo del Tu-154

di Fabrizio Poggi - Contropiano   Giornata di lutto nazionale oggi in Russia, per le 92 vittime del Tu-154 precipitato ieri mattina nel mar Nero. Le fonti ufficiali russe continuano a considerare...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

 MARZO 1999, USA ED EUROPA AGGREDISCONO LA JUGOSLAVIA

  Mentre si dispiega pomposamente il farsesco racconto di un'Unione Europea come garante di pace, conviene riprendere le parole di un lucido commento del Quotidiano del popolo, organo del partito...
Notizia del:

Bertolt Brecht, ”Epistola serba”, in occasione del bombardamento di Belgrado il 6 aprile 1941

 A cura di Enrico Vigna, marzo 2017  …..Per NON dimenticare i bombardamenti NATO sulla Jugoslavia del 1999 Per ricordare e NON dimenticare questo 18° triste anniversario,...
Notizia del:

24 Marzo 1999 - Marzo 2017 : NOI NON DIMENTICHIAMO

 “…la guerra non è una canzone, che si può dimenticare la guerra è una favola funesta, che ogni giorno si manifesta…” ( Milena N. Kosovo, 12 anni...
Notizia del:

Arturo Scotto, il fallimento della "sinistra" europeista

Vedere Arturo Scotto alla manifestazione filo-Unione Europea, circondato dalle bandiere dei fascisti ucraini, è francamente uno spettacolo desolante che la dice lunga sulla deriva di certa "sinistra",...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Yemen, bambini senza futuro a causa dell'aggressione dell'Arabia Saudita

L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) avverte che il costo umano del conflitto, che si è intensificata due anni fa con l'intervento saudita, è più importante dei danni materiali.

Roa, ha 12 anni, sogna di diventare un insegnante, ma ora non può nemmeno andare a scuola. Con la sua famiglia...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

I curdi delle FDS accolgono positivamente l'Esercito siriano nell'offensiva di Raqqa

Un portavoce dalle "Forze siriane Democratiche" (FDS) ha dichiarato che la sua organizzazione si compiace della partecipazione della partecipazione nelle prossimi operazioni per la liberazione di Raqqa.

In alcune dichiarazioni pubblicate dal quotidiano siriano Al-Watan, e riportate dal sito di informazione 'Al-Masdar-News',...
Notizia del:

Giù le mani dalla INNSE

RICEVIAMO E IMMEDIATAMENTE PUBBLICHIAMO Sappiamo dell'urto che stanno reggendo gli operai della INNSE. Infatti il padrone, attraverso sanzioni e provvedimenti disciplinari, sta accanendosi...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa