/ Crozza: "Il loro è terrorismo, il nostro sono politiche umanitari...

Crozza: "Il loro è terrorismo, il nostro sono politiche umanitarie. Io preferisco chiamarle politiche monetarie"

Crozza: Il loro è terrorismo, il nostro sono politiche umanitarie. Io preferisco chiamarle politiche monetarie
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Intervenendo alla copertina della trasmissione di martedì, Maurizio Crozza ha espresso alcuni concetti che sembrano scontati, ma in Italia deve essere un comico a fare informazione. Si tratta di pochi minuti che valgono molto di più delle migliaia di inutili articoli e "approfondimenti" che il gregge mediatico ha offerto al paese finora sugli attentati di Bruxelles.

“Oggi hanno attaccato loro, perché in guerra si fa un po’ per uno. Noi attacchiamo coi droni, loro coi trolley. Loro fanno attacchi terroristici, noi facciamo raid. Come un insetticida. La parola ‘raid’ è più elegante. Siamo così eleganti che sembrerebbe che i raid anti-Isis di Francia-Usa-Gran Bretagna, dal 2014 a oggi, abbiamo provocato in Siria e Iraq 1000 morti civili. Ma la politica questo non ce lo dice. La politica non ci spiega che, se porti via tutte le materie prime dai continenti e poi chiami tutto “esportare la democrazia”, prima o poi se ne accorgono anche loro che l’import-export è un ‘cicinin’ sbilanciato. Eppure c’è qualcuno che i nostri raid continua a chiamarli ‘politiche umanitarie’. Io preferisco chiamarli ‘politiche monetarie’“

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Jeremy Corbyn infiamma Glastonbury. Accoglienza da rockstar per il leader laburista

Perché il discorso di Jeremy Corbyn genera tanto entusiasmo? Perché finalmente si opera una rottura totale con quel neoliberismo che ha devastato la società britannica

di Fabrizio Verde   «Oh Jeremy Corbyn», sulle note di Seven Nation Army, questo è...
Notizia del:

Lettera degli italiani in Venezuela: una parte limitata della comunità è con l'opposizione

«La comunità italiana in Venezuela è composta di circa 150 mila cittadini di passaporto e oltre 2 milioni di oriundi. Questi cittadini, che grazie alla Costituzione venezuelana approvata sotto il primo governo di Hugo Chavez possono avere o riacquisire la doppia cittadinanza, hanno vissuto e vivono insieme agli altri venezuelani i successi e le difficoltà di questi anni»

  Care italiane, cari italiani, cari connazionali, leggendo nei siti on line di gran parte dei quotidiani...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: L'Arabia saudita è troppo codarda per scatenare una guerra contro l'Iran

Il Segretario generale di Hezbollah, Seyed Hasan Nasrallah ha dichiarato che il regime saudita è troppo debole e vile per lanciare una guerra contro l'Iran.

 In un discorso televisivo tenuto oggi per la Giornata Mondiale di al  , il segretario generale del Movimento...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Una tigre a Cancun: spettacolare intervento di Delcy Rodriguez all'OSA (Video)

La ministra degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela zittisce i paesi satelliti dell'Impero statunitense

di Fabrizio Verde   «Credo che la ministra degli Esteri, che deve lasciare l’incarico in...
Notizia del:

Evo Morales: "Il Cile è l'Israele dell'America Latina"

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha definito il Cile "l'Israele dell'America Latina" per la sentenza "a morte civile" contro nove suoi connazionali.   Chile...
Notizia del:

Ambasciatore siriano all'ONU, La Siria chiede rispetto per la sovranità del Venezuela

L'Ambasciatore della Repubblica araba Siriana alla sede Onu di Ginevra, Hussam Eddin Ala, ha invitato tutti gli stati a rispettare pienamente la sovranità del Venezuela, non interferire nei...
Notizia del:

La "dignità dei popoli dei Caraibi" e la grande sconfitta politica delle destre imperiali

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto   Le destre lo davano per certo: questa volta Maduro avrebbe perso all’Osa e avrebbe dovuto subire l’imposizione della Carta democratica interamericana. Per...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa