/ Snowden: "Gli attentati di Bruxelles si potevano evitare"

Snowden: "Gli attentati di Bruxelles si potevano evitare"

Snowden: Gli attentati di Bruxelles si potevano evitare
 

L'ex dipendente della NSA, Edward Snowden ha affermato che gli attentati di Bruxelles, potevano essere previsti dai servizi di intelligence tradizionali.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
"Gli attentati di Bruxelles potevano essere evitati attraverso i mezzi tradizionali di intelligence" senza la sorveglianza elettronica di massa , ha dichiarato, ieri, in una conferenza presso la University of Arizona, dove era presente anche il politologo statunitense,  Noam Chomsky.
 
Snowden, un ex dipendente della Central Intelligence Agency CIA, e della National Security Agency degli Stati Uniti, NSA, al quale Mosca ha concesso asilo ha, declassificato nel 2013 un gran numero di documenti segreti relativi a vari programmi della NSA, tra cui il programma di intercettazioni segreto del suo governo.
 

Snowden ha sostenuto le risorse di intelligence sono assegnate correttamente, perché si raccoglie "tutto alla cieca" senza arrivare a nulla. "Stiamo raccogliendo molte cose che abbiamo perso di vista ciò che è in realtà una vera e propria minaccia reale alla nostra vita", ha spiegato.
 
Egli ha osservato che, secondo i rapporti pubblicati, la Turchia aveva informato il governo belga in anticipo circa le attività sospette di una delle persone che hanno effettuato gli attacchi di Bruxelles, rivendicati dal gruppo terroristico ISIS(Daesh, in arabo).
 
Venerdì scorso, il ministro dell'Interno belga Jan Jambon, ha ammesso che ci fu negligenza da parte dei belgi nella gestione del caso del presunto terrorista giunto dalla Turchia.
Snowden ha anche ricordato che la sorveglianza elettronica di massa ha già fallito nel prevenire gli attentati alla maratona di Boston dei fratelli Tsarnaev nel 2013. Secondo lui, i funzionari russi avvertirono il Federal Bureau of Intelligence, FBI,  nel 2011 su Tamerlan Tsarnaev, uno dei due fratelli, ma le autorità statunitensi non colsero la possibilità di fermarlo.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Hispantv
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: https://www.cia.gov

Documenti della CIA rivelano: Gli USA già programmavano di distruggere la Siria nel 1983

Un documento della CIA declassificato ha rivelato le trame ordite dagli Stati Uniti nel 1983 per distruggere la Siria e rovesciare il padre dell'attuale presidente siriano. Con le stesse pratiche adottate poi nel 2011.

Un documento declassificato della CIA, ha rivelato i piani di Washington, nel 1983, per rovesciare il governo...
Notizia del:

Venezuela: la disinformazione di Repubblica attraverso 'l'inviato' residente a Miami

La protesta via Twitter dell'Ambasciata in Italia della Repubblica Bolivariana del Venezuela

di Fabrizio Verde   L’America Latina, con Cuba e Venezuela in testa, è da sempre uno dei...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia, Ministero degli Esteri: "I Caschi Bianchi danno appoggio ai terroristi in Siria"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, María Zajárova, ha denunciato le attività dell'organizzazione nella Repubblica araba.

"I soccorritori volontari dell'organizzazione 'Caschi Bianchi' che operano in Siria stanno sostenendo...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad: " Per gli USA, in Siria come in Venezuela, chiunque serva i suoi interessi e pratichi il terrorismo, è un 'oppositore', un 'moderato' un combattente per la libertà"

In un'intervista concessa a 'Telesur', il Presidente siriano Bashar al Assad, tra i veri argomenti affrontati, ha analizzato anche gli ultimi eventi in Venezuela e la strategia di destabilizzazione ordita dagli USA, già attuata in Siria nel 2011.

  Qui, il testo originale dell'intervista   Domanda 1:   Partiamo dai fatti più...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Russia, Siria e Iran continueranno sulla stessa trincea la lotta al terrorismo

I ministri della difesa di Iran, Siria e Russia sottolineano che continueranno sulla stessa trincea la lotta al terrorismo fino alla sua totale eliminazione.

In una riunione, ieri, a Mosca, il generale di brigata Hussein Dehqan (Iran), il generale Fahd Jassem al-Freij...
Notizia del:     Fonte: news.nana10.co.

L'ISIS si è 'scusato' con Israele per aver attaccato 'erroneamente" le sue postazioni

L'ex ministro della Difesa israeliano, Moshe Yaalon ha affermato di aver ricevuto le scuse da parte dei terroristi dell'ISIS per essersi sbagliati nell'attacco contro le postazioni di Israele nelle alture del Golan.

In un'intervista rilasciata sabato scorso, alla tv israeliana 'Canale10, Moshe Yaalon, ex ministro della...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Venezuela: immagini manipolate per accusare la polizia dell'utilizzo di tecniche terorristiche

La denuncia di una giornalista di teleSUR che non troverete sui nostri media

di Fabrizio Verde   Manipolare le immagini per addossare alle forze di sicurezza venezuelane la responsabilità...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News - Hispantv

Aleppo. I terroristi di Tahrir al-Sham usano missili anticarro TOW di fabbricazione USA, forniti da Turchia e Arabia Saudita

I terroristi di Tahrir al-Sham Hayat sono dotati di 'grandi' arsenali di missili anti-carro di fabbricazione USA nella parte occidentale di Aleppo, molto probabilmente forniti dai loro sponsor Arabia Saudita e Turchia

Il portale di informazione 'Al-Masdar News', in un articolo sullo stato di avanzamento dell'esercito...
Notizia del:     Fonte: http://www.independent.co.uk

Robert Fisk: "Se Trump si preoccupa dei bambini siriani perché non ha condannato anche il massacro di altri ragazzini ad opera dei "ribelli" ad Aleppo?"

Il noto reporter di guerra Robert Fisk denuncia la doppia morale dell'Occidente rispetto al conflitto siriano. Si chiede Fisk: "Decine di bambini sono stati uccisi in Siria questo fine settimana, ma dove è il grido di dolore del presidente degli Stati Uniti? Dove sono le denunce da parte dell'UE e del Regno Unito? L'Occidente deve reagire con la stessa indignazione quando sciiti sono le vittime del terrorismo. Oppure dobbiamo semplicemente disinteressarci?"

Qui l'articolo originale di Robert Fisk.   È stata la Madre di ogni ipocrisia. Alcuni bambini...
Notizia del:     Fonte: Bloomberg

'Trump potrebbe inviare fino a 50.000 soldati in Siria'

Gli Stati Uniti studiano la possibilità di inviare da 10.000 a 50.000 truppe in Siria, secondo Bloomberg.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, potrebbe essere sul punto di far degenerare il conflitto in Siria...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Haaretz

Ogni anno 7.000 soldati israeliani lasciano l'esercito

Secondo i dati diffusi dal quotidiano israeliano 'Haaretz', migliaia di soldati israeliani non portano a termine la leva obbligatoria sulla base di varie motivazioni mediche e psicologiche.

I nuovi dati rilasciati da parte dell'esercito israeliano riferiscono che circa 7.000 soldati israeliani non...
Notizia del:     Fonte: https://www.cia.gov

Documenti della CIA rivelano: Gli USA già programmavano di distruggere la Siria nel 1983

Un documento della CIA declassificato ha rivelato le trame ordite dagli Stati Uniti nel 1983 per distruggere la Siria e rovesciare il padre dell'attuale presidente siriano. Con le stesse pratiche adottate poi nel 2011.

Un documento declassificato della CIA, ha rivelato i piani di Washington, nel 1983, per rovesciare il governo...
Notizia del:

"Forte supporto alla sovranità e all'integrità territoriale della Siria". Comunicato congiunto dei paesi BRICS

Visakhapatnam, 12 aprile 2017 da mid.ru Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it Riteniamo importante pubblicare questo comunicato congiunto diffuso da rappresentanti dei cinque paesi...
Notizia del:

QUANTI MORTI SONO ANCORA NECESSARI IN VENEZUELA?

  di Marco Teruggi   28 morti e 437 feriti è il bilancio delle vittime - in meno di un mese - degli scontri che stanno avendo luogo in Venezuela. Se a questo numero si aggiungono...
Notizia del:

LA CINA METTE IN GUARDIA SULL’USO DELLA FORZA IN COREA

Il Ministro degli esteri cinese Wang Yi ha affermato che il dialogo e il negoziato sono gli unici strumenti per poter risolvere il problema della crisi nucleare in Corea, in un suo intervento ad una riunione...
Notizia del:

Saviano e i "Caschi Bianchi": Lettera aperta ad "Amici"

Gentile redazione di Amici, Apprendiamo con stupore che l’onnipresente Roberto Saviano utilizzerà la trasmissione "Amici" di questa sera per un ennesimo panegirico degli Elmetti...
Notizia del:

Per la prima volta un paese bombardato dalla Nato vota per l'integrazione nell'Alleanza

Il Parlamento del Montenegro ha votato questo venerdì a favore del progetto per l'integrazione del paese nella Nato, proposto dalla coalizione al governo. L'opposizione ha convocato proteste...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa