/ La vera catastrofe post Brexit: i 400 più ricchi al mondo hanno p...

La vera catastrofe post Brexit: i 400 più ricchi al mondo hanno perso 127 miliardi!

La vera catastrofe post Brexit: i 400 più ricchi al mondo hanno perso 127 miliardi!
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
Per tutti coloro che hanno lanciato anatemi da fine del mondo imminente e minacce di ogni sorta contro la Brexit, inclusi i seguaci di George Soros italiani come il vice-direttore del Fatto Quotidiano Stefano Feltri e la stampa italiana tutta, un dato interessante è emerso dal crollo dei mercati di ieri che non è stato sottolineato a sufficienza: Londra è stata di gran lunga la migliore tra le borse europee. Non doveva essere il Regno Unito a temere di più della Brexit?
Come sottolinea il blog finanziario Zero Hedge, in un mondo “in cui le banche centrali stanno cercando in tutti i modi di svalutare la propria moneta per acquisire competitività nel commercio mondiale, un collasso della sterlina è esattamente quello che la Banca d'Inghilterra deve auspicarsi per rilanciare l'economia inglese”. 
 
Quello che abbiamo visto venerdì è che chi perderà di più dalla Brexit non sarà il Regno Unito, ma l'Unione Europea.

Ma chi sarà che perderà di più nello specifico? 
 
I dati pubblicati da Bloomberg sono eloquenti nella risposta. I 15 cittadini britannici più ricchi hanno perso 5,5 miliardi. Il più ricco, Gerald Grosvenor, ha perso un miliardo, secondo il Bloomberg Billionaires Index. 
 
Ma, nello specifico, Bloomberg aggiunge che i 400 più ricchi al mondo hanno perso venerdì 127,4 miliardi.

Nel complesso, i miliardari tycoon hanno perso il 3.2 percento del loro patrimonio complessivo, il più sfortunato è l'uomo più ricco d'Europa, Amancio Ortega, con oltre 6 miliardi di dollari di perdite. 
 
Quando George Soros minacciava ogni giorno fino a giovedì "Il Brexit vi renderà più poveri”, in realtà stava dicendo "mi renderà più povero”. 
 
Il famoso 1%, anzi lo 0,01%, dell'oligarchia al potere, si sta impoverendo dalla decisione sovrana e democratica inglese. Un'altra notizia positiva della Brexit è che potrebbe migliorare la drammatica disuguaglianza sociale europea.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: AFP

Yemen, attacco della coalizione saudita su un hotel provoca 35 morti

Un altro terribile massacro dell'Arabia saudita compiuto nello Yemen con l'appoggio di USA e Gran Bretagna ha provocato la morte di più di 30 persone nei pressi di Sanaa.

Un nuovo bombardamento della coalizione guidata dall'Arabia Saudita ha colpito un albergo vicino alla capitale...
Notizia del:     Fonte: rupty

Raqqa, la denuncia dei civili: La Coalizione "ha bombardato deliberatamente" quando c'erano bambini nelle strade

I sopravvissuti agli attacchi della coalizione guidati dagli Stati Uniti segnalano che gli aerei hanno usato fosforo bianco quando hanno bombardato un'area residenziale in Siria.

Molti civili nella provincia Raqqa raccontano di essere stati bersaglio di bombardamenti effettuati in questa...
Notizia del:     Fonte: Tass - Haaretz

Netanyahu ribadisce a Putin di temere più l'Iran che l'ISIS in Siria

Il primo ministro del regime israeliano in un incontro con il Presidente russo Putin ha ribadito che la presenza dell'Iran in Siria rappresenta una minaccia per Israele e per il mondo intero.

Israele utilizzerà i mezzi necessari per proteggere se stesso e impedire all'Iran di rafforzare la...
Notizia del:

John Pilger ha ragione. Se il Venezuela cade, l'umanità cade

"Gli USA hanno già invaso il Venezuela con gruppi sovversivi come la NED, che supportano una cosiddetta 'opposizione', che cerca rovesciare con la forza un governo eletto"

di Luis Hernández Navarro - Cubainformazione (Traduzione di Francesco Monterisi*)   John...
Notizia del:

Cuba: il paese con la più rapida crescita di internet... o il contrario?

I grandi media internazionali continuano a sottolineare che il governo di Cuba ostacola lo sviluppo di Internet per "timore della libertà di informazione". Un argomento che ogni giorno è più debole

di José Manzaneda - coordinatore di Cubainformación (Traduzione di Francesco Monterisi*)   I...
Notizia del:

Cuba, l'isola ferita solidale con il popolo spagnolo colpito dal terrorismo

I cubani solidarizzano con il popolo spagnolo, e gli altri che negli ultimi tempi hanno sofferto le conseguenze delle azioni terroristiche, perché sanno cosa vuol dire perdere i propri cari

di Arthur González (Traduzione di Francesco Monterisi*)   Rabbia ed impotenza si uniscono...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Siria denuncia i massacri dei civili e danni per 2,5 miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi aerei USA

Dopo le continue denuncie all'ONU sulle morti dei civili, il governo siriano lamenta anche danni per miliardi di dollari nel settore petrolifero a causa degli attacchi della Coalizione guidata dagli USA che illegalmente opera nel paese arabo.

In una lettera inviata al Segretario generale delle Nazioni Unite e al presidente del Consiglio di sicurezza...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa