/ Reggiseni e slip lunedì fuori dal Parlamento greco

Reggiseni e slip lunedì fuori dal Parlamento greco

Reggiseni e slip lunedì fuori dal Parlamento greco
 

La protesta dei commercianti dei mercati orto-fruttiferi

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

I venditori dei mercati orto-fruttiferi all'aperto (laiki) hanno appeso reggiseni e slip lunedì fuori dal Parlamento greco per protestare contro una serie di "riforme" che il Ministero dello sviluppo sta per adottare e che, a loro dire, "distruggerebbero economicamente" 50 mila famiglie.
 
La protesta simbolica, riportata dal blog KTG, si basa dal detto greco “mas piran ta sovraka” - “ci avete tolto anche le mutande” per "ci avete privato di ogni cosa". Uomini e donne, venditori e produttori dei vari mercati orto-fruttiferi, si sono radunati a piazza Kaniggos e hanno marciato verso il Parlamento dove hanno messo in scena questa protesta singolare.  


 
I commercianti hanno poi annunciato lo sciopero a tempo indefinito contro il progetto di riforma del ministero dello sviluppo, che prevede  tra l&# 39;altro che siano le municipalità a decidere il numero dei venditori e produttori nei mercati del fine settimana; che la località dei banchi dei venditori cambierà ogni anno e verrà deciso per sorteggio; prevede, inoltre, multe da mille a cinque mila euro e arresto fino a un anno per eventuali violazioni; e, infine, la separazione dei banchi dei produttori da quelli dei venditori.
 
Secondo i protestanti "le riforme agevolano i grandi interessi" e minacciano di continuare il oro sciopero fino a quando il ministero non dovesse ritornare sulla sua decisione.  I venditori dei mercati rionali, conclude KTG, si riuniscono settimanalmente in diversi quartieri e rioni offrendo frutta e verdura a prezzi molto più convenienti di quelli della grande produzione. E questo deve dare fastidio a qualcuno...
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Gaza, due anni dopo l'aggressione israeliana senza giustizia e ricostruzione

Due anni dopo l'aggressione israeliana a Gaza, le persone stanno ancora lottando per sopravvivere. Una situazione ancor più complicata dal momento che non c'è nessuna ricostruzione e neanche giustizia per i crimini commessi dal regime israeliano.

di Isabel Pérez, Hispantv   Due anni sono passati dalla fine dell'operazione militare israeliana...
Notizia del:

Washington Post: Le forze appoggiate dagli Stati Uniti in Siria hanno dimenticato l'ISIS e combattono tra di loro.

In un articolo pubblicato, ieri, dal Washington Post, si evidenzia che gli scontri si sono intensificati tra i cosiddetti ribelli siriani e le forze democratiche della Siria (SDF).  Quando i ribelli...
Notizia del:     Fonte: Tass

Lavrov: "Senza separare i terroristi dall'opposizione siriana non sarà possibile regolare il conflitto"

I ministri degli esteri di Russia e Stati Uniti hanno rilasciato delle dichiarazioni dopo il summit per discutere principalmente sulle questioni relative al coordinamento delle azioni per combattere il terrorismo in Siria.

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il Segretario di Stato nordamericano, John Kerry, hanno partecipato...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Cresce la presenza militare di Israele in Honduras in vista delle elezioni

Un progetto di legge inviato al Parlamento dell'Honduras chiede l'approvazione un accordo di sostegno militare tra la nazione centroamericana e Israele.

Con l'entrata in vigore dell'accordo crescerà la presenza militare di Israele e Colombia in Honduras.   Gli...
Notizia del:     Fonte: Press.tv

Comandante iracheno: Gli USA ci danno false informazioni sull'ISIS

Un comandante delle forze popolari, ha affermato che gli Stati Uniti hanno dato false informazioni false alle forze irachene nella lotta contro il gruppo terroristico ISIS, Daesh in arabo.

"I funzionari degli Stati Uniti, che coordinano le operazioni dell'esercito iracheno contro i terroristi,...
Notizia del:

Il Vice Presidente degli USA, John Biden ammette che c'è stata copertura aerea nordamericana all'invasione turca in Siria.

Nel corso di una conferenza stampa con Erdogan, ieri, ad Ankara, il vicepresidente degli USA, Biden, ha ammesso che c'è stata la copertura aerea statunitense all'invasione turca in territorio siriano. Ed ha ribadito che il suo supporto per la Turchia è "assoluto e incrollabile".

Chi già vedeva Erdogan come un paladino dell'antimperialismo è presto servito. In questi giorni...
Notizia del:     Fonte: Maan

Il prigioniero palestinese, Bilal Kayed, vince la sua battaglia contro Israele dopo 71 giorni di sciopero della fame

Il prigioniero palestinese Bilal Kayed ha concluso, ieri, lo sciopero della fame dopo 71 giorni per protestare contro la sua detenzione amministrativa nelle carceri israeliane.

Il prigioniero palestinese ha raggiunto un accordo con le autorità israeliane circa la fine della sua detenzione...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa