/ Il 50% di tutte le terre coltivabili in Europa possedute dal 3% d...

Il 50% di tutte le terre coltivabili in Europa possedute dal 3% di grandi proprietari

Il 50% di tutte le terre coltivabili in Europa possedute dal 3% di grandi proprietari
 

Come la Pac facilita i grandi conglomerati e sta portando all'estinzione i piccoli coltivatori

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

I fenomeni di concentrazione e di accampamento delle terre non riguarda solo l'Africa e l'Asia, ma i grandi proprietari terrieri sono presenti anche all'interno dell'Unione Europea. E' quello che mostra in modo molto esplicitocon uno studio pubblicato il 14 aprile dall'organizzazione Transnational Institute.
 
I dati sono incredibili: il 3% dei proprietari di terreni agricoli controlla il 50 % delle terre dell'Unione Europea! Lo riporta Basta!, che sottolinea come in Francia questo trend è in netto aumento ai danni dei piccoli coltivatori: tra il 2003 e il 2010, il numero degli accampamenti inferiori ai 10 ettari, per esempio, è diminuito di un quarto e, nello stesso periodo, quelli superiori ai 50 ettari si sono estesi su 7 milioni d’ettari, vale a dire la superficie dell'Irlanda!

(Fonte Basta!)
 
Questo fenomeno sugli ettari agricoli coltivabili riguarda in particolare i paesi dell'Europa orientale. L'Ungheria, la Romania e la Serbia sono i paesi maggiormente soggetti alle mire degli investitori stranieri: 500.000 ettari in Serbia, il 15% di tutto il territorio agricolo, sono stati acquisiti, rileva la Transnational Institute, da società commerciale. A questi fenomeni di concentrazione e di finanziariazzione delle terre agricole, si aggiunge il problema dell'artificializzazione e di perdita di produttività delle terre. Tra il 2005 e il 2010, la superficie agricola in Francia è diminuita di 227.200 ettari, più o meno la superficie di Lussemburgo.
 
Il Transnational Institute punta il dito anche contro la Pac che determina per sua struttura un aumento delle concentrazioni terriere e lo sfruttamento dai grandi conglomerati: dal 1992, i sostegni apportati ai prezzi dei prodtti agricoli sono stati rimpiazzati dalle sovvenzioni alla produzione. In altre parole, maggiore è la concentrazione agricola, maggiori sono gli aiuti che si ricevono e il risultato è che nel 2011, l'1,5% dei maggiori conglomerati agricoli hanno percepito un terzo delle sovvenzioni della PAC.  Questa disuguaglianza nell'attribuzione delle sovvenzioni sono anche geografici: l'Europa dell'Ovest, che rappresenta il 44% delle terre coltivabili, ha ricevuto l'80 % delle sovvenzioni – contro il 20% per l'Europa dell'est.
 


Fonte (Basta!)

Chi sono i principali beneficiari di questi aiuti?  Non sono solo nell'agricoltura ma anche imprese del settore agro-alimentare. Dal 1997, ad esempio, Friesland Campina, una cooperativa olandese di latticini, ha percepito 1,6 milliardi - si miliardi - di euro di sovvenzioni!! Le imprese francesi Saint Louis Sucre (filiale della tedesca Südzucker) hanno beneficiato di quasi duecento milioni di sovvenzioni dal 2004. E la multinazionale Nestlé ha percepito 197 milioni di euro. 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: AFP -Hispantv

Inviato del Papa in visita ad Aleppo: "La Siria canterà presto vittoria sul terrorismo e rimarrà culla delle religioni e delle civiltà"

L'inviato del Papa in Siria, il cardinale Mario Zenari, ha visitato la Grande Moschea della città di Aleppo.

L'inviato del Vaticano in Siria ha portato un messaggio di affetto di Papa Francesco e ha espresso la speranza...
Notizia del:     Fonte: http://parstoday.com/

Filippo VI a Riad, Spagna complice di atrocita' saudite in Yemen

Il 14 gennaio il sovrano spagnolo Felipe VI si è recato in visita in Arabia Saudita accompagnato da una delegazione commerciale e politica di alto rango ed ha incontrato il re saudita Salman

da ParsToday   In questo viaggio di tre giorni in Arabia saudita, effettuato, su invito del re Salman...
Notizia del:     Fonte: http://vocidallestero.it/

Craig Roberts: la dichiarazione di guerra di Trump all'establishment

Se si può dire la verità, il Presidente Trump ha dichiarato guerra a se stesso, una guerra per lui molto più pericolosa che se avesse dichiarato guerra alla Russia o alla Cina

  di Paul Craig Roberts - vocidallestero.it Il breve discorso inaugurale del presidente Trump è...
Notizia del:     Fonte: www.mediapart.fr

Da Aleppo un appello ad Hollande del volontario Pierre Le Corf: "La Francia tolga l'embargo alla Siria e la smetta di appoggiare i terroristi"

Pierre Le Corf è un giovane attivista bretone e da diverso tempo è testimone diretto della sofferenza della popolazione di Aleppo e delle campagne mediatiche che accusano di ogni crimine il governo siriano. In una lettera, Le Corf ha invitato il Presidente della Repubblica francese, François Hollande a smetterla di appoggiare chi ha distrutto la Siria e di togliere l'embargo che acuisce le sofferenze del popolo siriano.

Il link del testo della lettera in lingua originale     Da Aleppo, Lettera aperta a François...
Notizia del:

Alberto Negri - Trump e la trappola del Medio Oriente.

di Alberto Negri* - Il Sole 24 Ore   La trappola del Medio Oriente, dove da un secolo si decidono le sorti di intere nazioni e di qualche impero, è pronta a scattare anche per Trump....
Notizia del:     Fonte: RT

Trump: Da ciarlatano a tiranno, il volto volgare dell'impero del male

Oggi, il volto più volgare, grottesco, ignorante, misogino, razzista, xenofobo e selvaggiamente capitalista sfruttatore dell’impero statunitense assume il controllo della Casa Bianca

di Eva Golinger - RT   Bom bom bom bom ba bom bom ba bom! Questa mattina mi sono svegliata con la musica...
Notizia del:

"Non ci sarà nessun Trump che vi farà ripulire la faccia di quello che avete fatto, da Occhetto in poi"

È peculiare che i demosinistri qui facciano ironia e alzino il sopracciglio su Trump. Ma c'è una spiegazione semplice e psichiatrica. I demosinistri qui son gli stessi che hanno...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa