/ "Gli Usa sono responsabili per l'epidemia di ebola in Africa occi...

"Gli Usa sono responsabili per l'epidemia di ebola in Africa occidentale". Cyril Broderick, scienziato liberiano

Gli Usa sono responsabili per l'epidemia di ebola in Africa occidentale. Cyril Broderick, scienziato liberiano
 

Il precedente degli esperimenti condotti dagli Stati Uniti in Guatemala

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Il dottor Cyril Broderick, uno scienziato liberiano e un ex professore di Patologia Vegetale presso l'Università della Liberia sostiene che l'Occidente, in particolare gli Stati Uniti, è responsabile per l'epidemia di Ebola che sta martoriando l’Africa occidentale, scrive Timothy Alexander Guzman. Il dottor Broderick afferma quanto segue in un articolo esclusivo pubblicato sul Daily Observer con sede a Monrovia, Liberia:
 
“Il Dipartimento della Difesa statunitense (DoD) sta finanziando studi sugli effetti dell’ebola sull'uomo, studi iniziati poche settimane prima dello scoppio dell’epidemia di Ebola in Guinea e Sierra Leone. Il DoD ha concluso un contratto del valore di 140 milioni dollari di dollari con la Tekmira, una società farmaceutica canadese, per condurre ricerche sull’Ebola. Questo lavoro di ricerca comprendeva l'iniezione del virus Ebola inesseri umani sani. Quindi, il DoD è elencato come collaboratore in uno studio clinico sull’ebola dal nome "First in Human” (NCT02041715, iniziato nel gennaio 2014 poco prima che l’epidemia di Ebola venisse dichiarata in Africa occidentale a marzo.
 
E' possibile che il Dipartimento della Difesa statunitense (DOD) e altri paesi occidentali siano direttamente responsabili di aver infettato gli africani con il virus ebola? Il dottor Broderick sostiene che il governo degli Stati Uniti ha un laboratorio di ricerca situato in una città chiamata Kenema in Sierra Leone, che è anche la città conosciuta per essere “l’epicentro del focolaio di Ebola in Africa occidentale." È una coincidenza? Il dottor Broderick è un teorico della cospirazione?  
 
Il governo degli Stati Uniti ha testato gli effetti di malattie mortali sugli esseri umani per lungo tempo, prosegue Guzman. Un esempio è il Guatemala. Tra il 1946 e il 1948, il governo del presidente Harry S. Truman, in collaborazione con il presidente guatemalteco Juan José Arévalo e funzionari della sanità, hanno deliberatamente infettato più di 1500 soldati, prostitute, carcerati e pazienti con disturbi mentali con sifilide e altre malattie sessualmente trasmissibili come la gonorrea. La cosa peggiore è che nessuno dei soggetti infettati con le malattie ha mai dato un consenso informato. Il Boston Globe ha pubblicato la scoperta fatta dalla storica della medicina e professoressa al Wellesley College, Susan M. Reverby nel 2010:  
 
“Spulciando i file in un archivio della Pennsylvania, un professore del Wellesley College ha fatto una scoperta tremenda: scienziati del governo degli Stati Uniti nel 1940 hanno deliberatamente infettato centinaia di guatemaltechi con sifilide e gonorrea in esperimenti condotti senza l'autorizzazione dei soggetti. La storica della medicina, Susan M. Reverby, ha avuto accesso ai documenti quattro o cinque anni fa, mentre conduceva delle ricerche sul famigerato studio Tuskegee sulla sifilife e poi ha condiviso le sue scoperte con i funzionari del governo degli Stati Uniti.
 
La ricerca non è stata pubblicamente divulgata fino quando il presidente Obama e due segretari di Gabinetto si sono scusati con il governo e la popolazione del Guatemala e si sono impegnati a non ripetere gli errori del passato - un periodo in cui non era raro che i medici conducessero esperimenti su pazienti senza il loro consenso". 
 
Lo studio in Guatemala, spiega Guzman, è stato condotto da John Cutler, un medico del servizio sanitario statunitense che ha partecipato anche ai controversi esperimenti del Tuskegee sulla sifilide, che hanno avuto inizio nel 1930. I ricercatori hanno voluto studiare gli effetti della penicillina sugli individui affetti. da sifilide. Anche la prevenzione e il trattamento della sifilide e altre malattie veneree sono stati inclusi nella sperimentazione.
Anche se sono stati trattati con antibiotici, più di 83 persone sono morte secondo quanto riportato dalla BBC nel 2011 a seguito di una dichiarazione rilasciata dal dottor Amy Gutmann, capo della Commissione presidenziale per lo studio delle questioni bioetiche:
 
La Commissione ha detto che circa 5.500 guatemaltechi sono stati coinvolti in tutte le ricerche che hanno avuto luogo tra il 1946 e il 1948 Di questi, circa 1.300 sono stati deliberatamente infettati con la sifilide, la gonorrea o altre malattie sessualmente trasmissibili. E di quel gruppo solo circa 700 hanno ricevuto una sorta di trattamento. Secondo i documenti che la Commissione ha esaminato, almeno 83 dei 5.500 soggetti sono morti entro la fine del 1953.
 
La reazione di Washington alla notizia è una farsa. Le scuse fatte al governo di Guatemala sono state presentate per il bene delle pubbliche relazioni. Washington sa delle sperimentazioni umane condotte in passato da laboratori finanziati dal governo. Il governo americano è colpevole di condurre numerosi esperimenti medici sulle persone, non solo in Guatemala, ma in altri paesi e sul proprio territorio. 
 
Come il Boston Globe accenna, lo studio Tuskegee sulla sifilide è stato condotto tra il 1932 e il 1972 dallo US Public Health Service per studiare la "naturale evoluzione" della sifilide non trattata nella popolazione afro-americana. Lo US Public Health Service e l'Istituto Tuskegee hanno collaborato nel 1932 e arruolato 600 mezzadri poveri da Macon County, in Alabama, per studiare l'infezione da sifilide. Tuttavia, è stato documentato che almeno 400 di questi hanno contratto la malattia (non sono mai stati informati di avere la sifilide), mentre i restanti 200 no. Hanno ricevuto cure mediche gratuite, cibo e anche un’assicurazione per una sepoltura per la partecipazione allo studio. I documenti hanno rivelato che i pazienti avevano altre patologie oltre la sifilide. Gli scienziati del Tuskegee hanno continuato a studiare i partecipanti senza curare le loro malattie e hanno ottenuto informazioni necessarie da parte dei partecipanti circa la penicillina, che si è rivelata efficace nel trattamento della sifilide e di altre malattie veneree. Ai soggetti sembrava di star ricevendo assistenza sanitaria gratuita da parte del governo degli Stati Uniti mentre in realtà erano delle cavie. Washington è pienamente consapevole delle sue sperimentazioni umane. Secondo il Boston Globe, anche il governo del Guatemala sapeva degli esperimenti sulla sifilide.   
 
Il governo americano ha ammesso la sua colpa, con 62 anni di ritardo, chiosa Guzman. Il governo americano è stato coinvolto nel bioterrorismo; il Guatemala è un esempio calzante.  
 
Dopo il calvario del Guatemala con il governo degli Stati Uniti che ha deliberatamente infettato le persone con la sifilide, le nazioni dell'Africa occidentale dovrebbero essere estremamente scettiche circa le azioni del governo statunitense nel contrastare l’ebola. Il professor Francis Boyle dell’Università dell’Illinois, nel commentare per RIA Novisti le azioni dell'amministrazione Obama in Africa occidentale ha dichiarato quanto segue:
 
“Perché l'amministrazione Obama inviato truppe in Liberia quando non hanno una formazione per fornire cure mediche a morire gli africani? Come ha fatto l’Ebola ad arrivare in Africa occidentale dall’area a circa 3.500 km di distanza dove è stata identificata nel 1976?"
 
Questa è una buona domanda per Washington, ma il pubblico otterrebbe qualche risposta? Non tanto presto, sia avvia a concludere Guzman, dato che ci sono voluti più di 62 anni per quelli sulla sifilide. Gli esperimenti in Guatemala sono stato svelati al pubblico non dal governo degli Stati Uniti, ma da uno storico della medicina. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: VeteransToday

I terroristi dell’ISIS si addestrano nei pressi di un campo militare degli Stati Uniti in Kosovo

Ci sono almeno cinque campi di addestramento dell’ISIS (Daesh, in arabo) in Kosovo, a pochi chilometri dal campo militare degli Stati Uniti di Bondsteel.

Il portale di notizie nordamericano,VeteransToday, citando fonti vicine ai servizi di intelligence del Kosovo,...
Notizia del:     Fonte: Wall Street Journal

WSJ: I bombardieri russi hanno distrutto una base militare segreta di Stati Uniti e Regno Unito in Siria

Gli aerei da guerra russi hanno bombardato una base militare segreta degli Stati Uniti e dell Regno Unito, che si trova in Siria. Lo ha rivelato il quotidiano statunitense Wall Street Journal.

L'attacco dell'Aeronautica Militare della Russia contro la base legata CIA, in Siria era parte di una campagna...
Notizia del:     Fonte: Tass

Lavrov: La situazione del Medioriente frutto di un “atteggiamento ignorante e poco professionale” dell’Occidente

Il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha dichiarato, oggi, che il cambio di potere in Siria deve essere il risultato di elezioni, in quanto, in caso contrario, il paese corre il rischio di ripetere il destino della Libia, ha riferito l’agenzia TASS.

"I partner dicono: 'Cerchiamo di risolvere il problema della Libia, della Siria e dell’Iraq, organizziamo...
Notizia del:     Fonte: Prensa Latina

Assad: Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario e Fidel Castro è il suo simbolo

Il Presidente siriano Bashar al Assad, in un’intervista rilasciata, oggi, a Prensa Latina, ha dichiarato che Cuba è e sarà la punta di diamante del movimento rivoluzionario in America Latina, e il suo leader storico, Fidel Castro, è un simbolo della lotta per l'indipendenza.

Testo dell’intervista in lingua originale su Prensa Latina   PRENSA LATINA: Signor Presidente, la...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La nuova ambasciatrice degli Stati Uniti in Libano: Il nostro obiettivo è quello di paralizzare Hezbollah

La nuova ambasciatrice degli Stati Uniti in Libano, Elizabeth Richard, ha dichiarato che la sua missione in questo paese è di paralizzare Hezbollah.

"Il nostro obiettivo è quello di smantellare la rete finanziaria internazionale di Hezbollah (Movimento...
Notizia del:

Riflessioni sulla crisi turca e sul fallimento della sinistra

di Maurizio Musolino* A distanza di qualche giorno dal tentato colpo di stato in Turchia si può iniziare a fare qualche considerazione su quanto accaduto nella notte fra venerdì...
Notizia del:     Fonte: laradiodelsur.com.ve

Stella Calloni: gli Stati Uniti attuano una Guerra Non Convenzionale contro il Venezuela

La giornalista argentina denuncia le manovre dell'imperialismo contro il governo bolivariano

«La Guerra Non Convenzionale significa significa nascondere le azioni reali e illegali contro un bersaglio....
Notizia del:     Fonte: http://sputniknews.com/

Pepe Escobar: l'Inferno non possiede la furia di un Sultano di Teflon

di Pepe Escobar - Sputnik Quando il presidente turco/aspirante sultano Recep Tayyip Erdogan è atterrato all’aeroporto Ataturk di Istanbul sabato mattina presto, ha dichiarato che...
Notizia del:

Tutti i possibili scenari nella Turchia post-golpe

Visto dai tavoli della diplomazia mediorientale il golpe a Erdogan sembra profilare qualcosa di più che una distensione tra Erdogan e Putin e l'Iran

La Turchia fa i conti con la vendetta di Erdogan, che adesso ha mano libera per attaccare tutti i nemici...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Turchia: 265 morti e 1440 feriti per il fallito golpe. Erdogan chiede agli USA l’estradizione di Gülen

Il presidente turco ha chiesto agli USA di estradare il leader dell'opposizione Fethulá Gulen, il quale è accusato di essere dietro il tentativo di colpo di stato fallito, conclusosi con 265 morti e 1440 feriti.

"In precedenza, avevo chiesto a  Barack Obama di consegnarci il personaggio della Pennsylvania(Gulen),...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: RT

Monaco, la Polizia afferma: «Vi sono legami con Breivik»

La Polizia tedesca in una conferenza stampa ha segnalato un «ovvio legame» tra l'autore della strage di Monaco di Baviera e il terrorista norvegese Anders Behring Breivik

da RT Gli eventi a Monaco di Baviera hanno coinciso esattamente con il quinto anniversario del doppio attentato...
Notizia del:     Fonte: VeteransToday

I terroristi dell’ISIS si addestrano nei pressi di un campo militare degli Stati Uniti in Kosovo

Ci sono almeno cinque campi di addestramento dell’ISIS (Daesh, in arabo) in Kosovo, a pochi chilometri dal campo militare degli Stati Uniti di Bondsteel.

Il portale di notizie nordamericano,VeteransToday, citando fonti vicine ai servizi di intelligence del Kosovo,...
Notizia del:

Monaco, terrore al centro commerciale: tutto quello che sappiamo

Ancora avvolte nel mistero restano le motivazioni che hanno spinto il ragazzo a compiere la strage

Sono le 15:50 di un tranquillo venerdì pomeriggio a Monaco di Baviera quando la Polizia riceve una concitata...
Notizia del:     Fonte: RT/BBC

Attacco a Monaco: l'attentatore avrebbe agito da solo. I morti salgono a 10

La Polizia informa che l'attentatore si è suicidato

«Abbiamo trovato un uomo, si è suicidato. Partiamo dal presupposto, che fosse l’unico tiratore»,...
Notizia del:     Fonte: RT

Attentato a Monaco di Baviera: almeno 6 morti e numerosi feriti

Secondo le prime testimonianze l'attacco sarebbe stato portato da più persone con armi da fuoco

Almeno sei persone sono morte in una sparatoria avvenuta in uno dei maggiori centri commerciali di Monaco di...
Notizia del:

Manlio Di Stefano (M5S) a Laura Boldrini sulla Turchia: "Ma perché Erdogan è solo ora un dittatore?"

Dov'erano i moralisti di oggi quando, alle Nazioni Unite, l'Ambasciatore russo Churkin mostrava al mondo le prove di come Ankara addestrasse combattenti terroristi in Siria e del traffico continuo di armi e munizioni nei territori siriani sotto controllo dell'ISIS?"

di Manlio Di Stefano* "L'accordo per i migranti è stato un errore", chiosa da ultimo...
Notizia del:

Cento giorni dopo il nuovo premier: cosa (non) è cambiato in Ucraina

di Eugenio Cipolla   Lo scorso 14 aprile, quando venne chiamato da Petro Poroshenko a risolvere uno stallo politico lunghi mesi, nessuno credeva in Volodymyr Groisman. L’ex speaker...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa