/ "Assassino vattene da Belgrado". Torta in faccia al filosofo Bern...

"Assassino vattene da Belgrado". Torta in faccia al filosofo Bernard-Henri Lévy in Serbia

Assassino vattene da Belgrado. Torta in faccia al filosofo Bernard-Henri Lévy in Serbia
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Il filosofo maggior propagandista della Nato e delle "guerre umanitarie", Bernard-Henri Lévy, era a Belgrado per presentare il suo nuovo doumentario. Come potete vedere dal video, il suo discorso è interrotto da un lancio di una torta in faccia da parte di un militante comunista che denunciava il sostegno di BHL ai bombardamenti della Nato del 1999. 



"Assasino vattene da Belgrado", hanno poi gridato alcuni militanti comunisti presenti secondo quanto riporta l'agenzia serba Tanjug. 

Voir l'image sur Twitter

Il filosofo francese è tristemente noto per essere stato uno dei più accaniti difensori del crimine che portò al bombardamento di Belgrado e alle tante vittimi civili provocate. Una scritta in inglese è comparsa durante la protesta: «Bernard-Henri Lévy sostiene gli omicidi imperialisti". L'autore è stato subito allontanato dalle autorità. 



 
Voir l'image sur Twitter

Anche se i manifestanti fossero chiaramente membri del partito comunista jugoslavo, La Règle du Jeu, la rivista del filosofo francese ha denunciato l'accaduto come opera di "un gruppo di estrema destra".

Non è la prima volta che Bernard-Henri Lévy subisce questa particolare forma di protesta. Nel 2015, a Namur, in Belgio era finita così:

Voir l'image sur Twitter

Ma la prima in assoluta è datata 1985, dallo stesso autore del 2015, Noël Godin.
 

Un'altra decina di episodi simili hanno visto protagonista il paladino delle bombe umanitarie. 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Il presidente filippino molla Trump per Putin: «Dalla Russia compreremo gas e armi»

di Eugenio Cipolla L’arrivo alla Casa Bianca di Donald Trump, che con il tempo sembra sempre più essere un’anatra zoppa, e l’ipocrisia dell’Unione Europa, sempre pronta...
Notizia del:

Esplosione a Manchester: 22 morti e 60 feriti. L'Isis rivendica l'attacco

Lunedì sera c’è stata un’esplosione alla Manchester Arena, un palazzetto di Manchester, nel Regno Unito, nel quale si stava tenendo un concerto della popstar americana Ariana...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Iran: "Uguali radici e origine degli attentati terroristici di Manchester e Miryaveh"

L'Iran ha esortato a porre fine al terrorismo, dal momento che questa piaga non varia e ciò che è accaduto a Manchester è lo stesso che accade in Medio Oriente.

"Crediamo fermamente che siano uguali nelle radici e nelle origini ideologiche gli atti terroristici a Miryaveh...
Notizia del:     Fonte: SANA

Il mainstream lo ignora, ma di terrorismo si muore ogni giorno in Siria. Homs, attentato provoca 4 morti e più di 30 feriti

Quattro persone sono state uccise e altre 30 sono rimaste ferite, oggi, a causa dell'esplosione di un pick-up azionata dai terroristi vicino alla centrale elettrica principale nel quartiere al-Zahraa nella città di Homs.

Il reporter dell'agenzia di stampa siriana, SANA, ha riferito che due terroristi hanno fatto esplodere un pick-up...
Notizia del:

I media cinesi esaltano lo smantellamento della rete di spionaggio della CIA in Cina tra il 2010 e il 2012

Il Global Times, pubblicato da Quotidiano del Popolo, scrive in un editoriale nelle sue edizioni cinese e in lingua inglese che se le notizie che la Cina "ha in modo sistematico smantellato operazioni...
Notizia del:

Rohani: " “il problema del terrorismo non si risolve tenendo riunioni e versando denaro nelle tasche delle superpotenze”

Proprio mentre il presidente americano Donald Trump si è recato in visita in Arabia Saudita annunciando il rinnovamento dell’amicizia tra Ryad e Washington, in Iran si è assistito al...
Notizia del:

Alberto Negri - Manchester, centinaia i foreign fighters tornati per uccidere

di Alberto Negri, Il Sole 24 Ore* Se fosse confermata la pista jihadista, questo attentato era tra le tragiche eventualità da mettere in conto. Dopo l'attentato del lupo solitario Khalid...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa