/ Direttrice dell'ospedale infantile di Caracas: "C'erano bambini a...

Direttrice dell'ospedale infantile di Caracas: "C'erano bambini appena nati in sala d'emergenza. L'attacco violento è durato tre ore"

Direttrice dell'ospedale infantile di Caracas: C'erano bambini appena nati in sala d'emergenza. L'attacco violento è durato tre ore
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Almeno 54 persone, tra loro madri e bambini appena nati, sono stati costretti ad evacuare l'ospedale materno infantile Hugo Chávez di Caracas. Fino adesso la notizia in Italia è stata data solo dall'AntiDiplomatico e questo vi rende l'idea del livello di cappa e propaganda mediatica che vive questo paese.



In un'intervista a RT  ha parlato la direttrice del centro ospedaliero infantile, la dottoressa Rosalinda Prieto aggiungendo elementi macabri dell'attacco delle bande di violenti e terroristi foraggiati dall'estrema destra golpista e fascista del paese. 

Caracas, 19 de abril de 2017

"Siamo stati aggrediti da gruppi di violenti che ci hanno lanciato una pioggia di pietra e oggetti contundenti. Poi, hanno accumulato una grande quantità di immondizia di fronte all'ospedale e il fumo è penetrato nelle installazioni. All'interno c'eano bambini appena nati nell'area di emergenza, alcuni in osservazione", ha proseguito.

La dottoressa Prieto ha precisato che "l'attacco è iniziato circa alle nove (ora di Caracas) e "è proseguito per quasi tre ore".

"Mentre avveniva, i violenti hanno tentato di entrare nell'ospedale. Questa situzione di pericolo per i nostri pazienti ci ha obbligato a chiedere aiuto alle autorità per poterli evacuare e assegnarli in altri centri ospedalieri", ha proseguito.

Secondo il racconto della dottoressa quindi "un incendio di grandi quantità di immondizia davanti le porte dell'ospedale" ha prodotto il fumo.

Assalire un ospedale infantile con bambini appena nati e alcuni in condizioni d'emergenza. Una barbarie che la stampa italiana censura e la politica italiana fa finta di non vedere. Come ha detto il ministro degli esteri Delcy Rodriguez che ha dato la notizia al mondo nella serata di ieri. "Un piccolo gruppo di paesi ha alimentato queste violenze sostenendo l'opposizione venezuelana". Lo stesso si può dire per le risoluzioni interventiste dei vari Cicchitto e Casini qui in Italia.

 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

Pepe Mujica: "La radicalizzazione di Almagro nell'Osa non è un pericolo solo per il Venezuela ma per tutta l'America Latina"

In un'intervista molto lunga e molto bella (si consiglia la lettura integrale) rilasciata a Caras y Careta, l'ex presidente dell'Uruguay Pepe Mujica ha rilasciato queste parole sulla situazione...
Notizia del:

Caracas. Ammissione shock di una dirigente opposizione: «Se Voluntad Popular potesse, brucerebbe oggi stesso il Venezuela»

Voluntad Popular è il partito il cui leader Leopoldo Lopez è incarcerato per i fatti violenti del 2014

di Fabrizio Verde   «Se potessero bruciare il Venezuela oggi stesso, lo farebbero», crolla...
Notizia del:

Il momento esatto in cui la polizia del regime brasiliano lancia una bomba lacrimogena contro un deputato in un comizio

  Un video di Ronaldo Parra diffuso da Ninja Medios mostra il momento esatto in cui la polizia militare brasiliana ha lanciato una bomba lacrimogena contro il deputato di Rio de Janeiro,...
Notizia del:     Fonte: The Guardian - Turkey Blocks

La Turchia blocca l'accesso a Wikipedia

Un gruppo turco di monitoraggio del web ha riferito che Ankara ha bloccato tutti gli accessi all'interno del paese all'enciclopedia online Wikipedia, una misura che segue l'ondata di repressione del governo contro l'opposizione e il dissenso.

Turkey Blocks, che si definisce un "progetto di trasparenza digitale" indipendente,  in un comunicato,...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Yemen, al Qaeda annuncia la sua disponibilità ad unirsi all'Arabia saudita per combattere Ansarollah

Il ramo yemenita del gruppo terroristico al Qaeda ha annunciato al sua disponibilià a combattere a fianco dell'Arabia Saudita contro Ansarollah.

Come riportato dal portale Al-Masdar News, il leader di Al Qaeda nella penisola arabica (AQAP), Qasim al-Raymi,...
Notizia del:

Manlio Dinucci - Italia «a testa alta» nelle spese per la guerra

  di Manlio Dinucci (il manifesto, 30 aprile 2017)    «L'Italia partecipa a testa alta all'Alleanza Atlantica, nella quale è il quinto maggiore contributore,...
Notizia del:

Capriles contro Papa Francesco: leader dell'opposizione venezuelana rifiuta la richiesta di dialogo del Pontefice

Il leader dell'opposizione venezuelana Henrique Capriles ha rifiutato l'offerta di papa Francisco per riattivare il dialogo con il governo del Presidente Nicolás Maduro. Lo riporta...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa