/ Direttrice dell'ospedale infantile di Caracas: "C'erano bambini a...

Direttrice dell'ospedale infantile di Caracas: "C'erano bambini appena nati in sala d'emergenza. L'attacco violento è durato tre ore"

Direttrice dell'ospedale infantile di Caracas: C'erano bambini appena nati in sala d'emergenza. L'attacco violento è durato tre ore
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Almeno 54 persone, tra loro madri e bambini appena nati, sono stati costretti ad evacuare l'ospedale materno infantile Hugo Chávez di Caracas. Fino adesso la notizia in Italia è stata data solo dall'AntiDiplomatico e questo vi rende l'idea del livello di cappa e propaganda mediatica che vive questo paese.



In un'intervista a RT  ha parlato la direttrice del centro ospedaliero infantile, la dottoressa Rosalinda Prieto aggiungendo elementi macabri dell'attacco delle bande di violenti e terroristi foraggiati dall'estrema destra golpista e fascista del paese. 

Caracas, 19 de abril de 2017

"Siamo stati aggrediti da gruppi di violenti che ci hanno lanciato una pioggia di pietra e oggetti contundenti. Poi, hanno accumulato una grande quantità di immondizia di fronte all'ospedale e il fumo è penetrato nelle installazioni. All'interno c'eano bambini appena nati nell'area di emergenza, alcuni in osservazione", ha proseguito.

La dottoressa Prieto ha precisato che "l'attacco è iniziato circa alle nove (ora di Caracas) e "è proseguito per quasi tre ore".

"Mentre avveniva, i violenti hanno tentato di entrare nell'ospedale. Questa situzione di pericolo per i nostri pazienti ci ha obbligato a chiedere aiuto alle autorità per poterli evacuare e assegnarli in altri centri ospedalieri", ha proseguito.

Secondo il racconto della dottoressa quindi "un incendio di grandi quantità di immondizia davanti le porte dell'ospedale" ha prodotto il fumo.

Assalire un ospedale infantile con bambini appena nati e alcuni in condizioni d'emergenza. Una barbarie che la stampa italiana censura e la politica italiana fa finta di non vedere. Come ha detto il ministro degli esteri Delcy Rodriguez che ha dato la notizia al mondo nella serata di ieri. "Un piccolo gruppo di paesi ha alimentato queste violenze sostenendo l'opposizione venezuelana". Lo stesso si può dire per le risoluzioni interventiste dei vari Cicchitto e Casini qui in Italia.

 

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

Nasrallah: L'Arabia saudita è troppo codarda per scatenare una guerra contro l'Iran

Il Segretario generale di Hezbollah, Seyed Hasan Nasrallah ha dichiarato che il regime saudita è troppo debole e vile per lanciare una guerra contro l'Iran.

 In un discorso televisivo tenuto oggi per la Giornata Mondiale di al  , il segretario generale del Movimento...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Una tigre a Cancun: spettacolare intervento di Delcy Rodriguez all'OSA (Video)

La ministra degli Esteri della Repubblica Bolivariana del Venezuela zittisce i paesi satelliti dell'Impero statunitense

di Fabrizio Verde   «Credo che la ministra degli Esteri, che deve lasciare l’incarico in...
Notizia del:

Evo Morales: "Il Cile è l'Israele dell'America Latina"

Il presidente della Bolivia, Evo Morales, ha definito il Cile "l'Israele dell'America Latina" per la sentenza "a morte civile" contro nove suoi connazionali.   Chile...
Notizia del:

Ambasciatore siriano all'ONU, La Siria chiede rispetto per la sovranità del Venezuela

L'Ambasciatore della Repubblica araba Siriana alla sede Onu di Ginevra, Hussam Eddin Ala, ha invitato tutti gli stati a rispettare pienamente la sovranità del Venezuela, non interferire nei...
Notizia del:

La "dignità dei popoli dei Caraibi" e la grande sconfitta politica delle destre imperiali

di Geraldina Colotti* - Il Manifesto   Le destre lo davano per certo: questa volta Maduro avrebbe perso all’Osa e avrebbe dovuto subire l’imposizione della Carta democratica interamericana. Per...
Notizia del:

Siria. Parla il cugino del pilota abbattuto: “Gli Usa proteggono l’Isis. Tre ufficiali israeliani morti nel convoglio colpito”

Mohyddin Fahd, è il cugino del pilota, Ali Fahd, che guidava l'aereo siriano abbattuto dalla coalizione Usa nella campagna di Raqqa la settima scorsa. In un'intervista a Ruptly....
Notizia del:

Venezuela: il popolo vuole la pace e la Costituente

Le destre applicano le teorie del "caos costruttivo" escogitate dal pensatore statunitense Brzezinski, recentemente defunto, "e che abbiamo già visto applicate in Libia, Siria"

di Fabio Marcelli* Guarimba è una parola apparentemente innocente che corrisponde a un gioco infantile,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa