/ I familiari delle vittime dell'attentato ad Aleppo. "Un massacro ...

I familiari delle vittime dell'attentato ad Aleppo. "Un massacro senza precedenti contro i bambini. La responsabilità è di Turchia e Qatar che finanzia i terroristi"

I familiari delle vittime dell'attentato ad Aleppo. Un massacro senza precedenti contro i bambini. La responsabilità è di Turchia e Qatar che finanzia i terroristi
 

Le famiglie dei martiri di Al Kefraya e Fauaa hanno rilasciato una dichiarazione in cui hanno accusato coloro che essi considerano responsabili dell'attacco terroristico che ha causato la morte di quasi 130 bambini e più di 400 tra morti e feriti, in quello che è considerato come "un massacro senza precedenti contro i bambini".

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Le famiglie hanno enumerato una lista di richieste e reclami nei confronti dei paesi garanti e alleati dei gruppi armati. Hanno anche chiesto di dichiarare il 15 aprile in Siria, giornata in onore della memoria dei bambini caduti negli attacchi terroristici.
 
A seguire il comunicato delle famiglie delle vittime di Kefraya e Al Fauaa raccolto dal canale tv libanese in lingua spagnola al Mayadeen.
 
"In nome di Dio, il Compassionevole, il Misericordioso"
 
Dichiarazione rilasciata dalle famiglie dei martiri di Al Kefraya e Fauaa.
 
Con grande tristezza e dolore abbiamo ricevuto la notizia dell'attacco criminale che ha avuto luogo alle 15:30 pm, di Sabato, 1542017, nei confronti di persone inermi, sfollate, in particolare i bambini, le donne e gli anziani, nei comuni di Kefraya e Al Fauaa, che ha causato la morte di quasi 130 bambini e più di 400 persone tra i martiri e feriti, che è considerato un massacro senza precedenti nei confronti dei bambini.
 
Questi sfollati sono stati costretti a lasciare la loro terra, le loro proprietà e i loro ricordi, per il resto della loro vita, e il futuro dei loro figli a causa di un assedio crudele e ingiusto, che è durato per più di due anni, dove sono stati sottoposti a vari tipi di attacchi giornalieri con razzi, mortai e cecchini contro donne e bambini, oltre ad imporre la fame, la sete e la mancanza di medicine e le esigenze più elementari della vita umana, provocando la morte di migliaia di civili che hanno affrontato questa aggressione sistematica fatta da questi gruppi estremisti radicati nei villaggi situati nei dintorni.
 
Pertanto, noi, cittadini delle città di Kefraya e Al Fauaa, condanniamo questo attacco brutale, vile e infido e cui responsabili diretti sono:
 
1: "Hayat Tahrir al-Sham '(Giunta della Liberazione di Sham), guidato da Al-Nusra e Ahrar al Sham e il resto delle fazioni terroristiche armate che hanno firmato l'accordo, impegnandosi a proteggere i convogli sfollati con la forza, tuttavia, questi gruppi hanno tradito l'accordo egli impegni presi.
 
2: Lo Stato del Qatar; sponsor regionale dell'accordo e la Turchia, sia come finanziatori che come principali garanti dei gruppi armati che hanno firmato l'accordo.
 
Questo atto vile è da condannare, non importa che l'autore militasse o meno alle fazioni che hanno firmato l'accordo, comunque devono assumersi la piena responsabilità. Questo atto contraddice la nostra religione islamica e viola tutti i principi e le pertinenti convenzioni delle Nazioni Unite e del Consiglio dei diritti umani.
 
La verità di ciò che è accaduto dopo l'arrivo del bus presso l'ultimo punto del processo di scambio, senza alcuna scorta neanche da parte di organizzazioni di osservatori della convenzione, fatto sospetto, i gruppi armati hanno cominciato a dilatarsi e a ritardare l'esecuzione dell'accordo all'incrocio, fraudolentemente e con pretesti infondati per due giorni, nel frattempo, i residenti erano sotto la pressione per la fame, la sete e in disumana in balia di queste condizioni dei gruppi armati.
 
Foto e video testimoniano che erano sul posto durante il massacro, indicati come membri armati dell&# 39;opposizione sono stati rimossi dal sito prima dell'attacco, e un gran numero di bambini Kefraya e Al Fauaa si sono avvicinati davanti una macchina per la distribuzione di cibo, che per lungo tempo non avevano , indicando che questi gruppi sapevano prima dell'attacco, e non ha fatto nessuno sforzo per proteggere i civili da questo atto vile dove hanno perso la vita centinaia di martiri, feriti e dispersi.
 
Facciamo luce , inoltre, sui diversi casi sequestri di alcuni giovani che erano in contatto con le loro famiglie dopo l'attacco e poi scomparve nel caos.
 
Pertanto, noi, le famiglie dei martiri, dei feriti e un appello affinché:
 
1. Le fazioni dell'opposizione armata devono consegnare tutti coloro che sono coinvolti in questo crimine per essere giudicate nei tribunali della Repubblica araba siriana.
2. Spostare i feriti agli ospedali pubblici della Repubblica.
3. Le fazioni dell' opposizione devono conformarsi con il resto degli articoli dell'accordo e di completarlo con l'evacuazione di tutti i restanti civili da Kefraya e Al Fauaa.
4. Vogliamo una relazione sulla sorte delle persone scomparse e rapite dopo questo crimine.
5. Chiediamo la protezione internazionale e le garanzie per i convogli in partenza da Al Fauaa e Kefraya in conformità con l'accordo.
6. Chiediamo al Qatar, Stato sponsor e garante dell'accordo per le fazioni armate, il pagamento di un indennizzo per ogni martire della sua famiglia e per compensare i feriti e tutte le persone colpite.
7. Facciamo un appello per convocare una sessione di emergenza del Consiglio di Sicurezza per condannare l'attacco e gli Stati sono alla base di questo atto terroristico e vigliacco devono essere ritenuto responsabili e puniti.
8. Chi ha accusato l'esercito siriano arabo e il governo di questo attacco, voleva solo liberarsi dal senso di colpa e di responsabilità.
9. Dichiarare quel giorno, il 15 aprile, Giornata dei bambini nella Repubblica araba siriana per onorare la memoria di questi bambini.
 
Noi le famiglie dei martiri Ringraziamo la nostra che ha avuto il massimo grado di autocontrollo, la moderazione e l'impegno per gli insegnamenti della nostra religione, per aver evitati qualsiasi atto di rappresaglia contro i civili che lasciano la regione di Madaya e Zabadani, e vi ringraziamo per gli sforzi l'esercito e dei suoi alleati per completare il processo di scambio e proteggere sfollati da Madaya e Zabadani e compiere il loro impegno per l'accordo e gli accordi precedenti. Ringraziamo la popolazione delle province di Idlib e Aleppo, fornendo primo soccorso e curare i feriti e tutti coloro che ci hanno sostenuto, e vi assicuriamo molto chiaramente che siamo vicini alla unità nazionale e l'integrità territoriale la Repubblica araba siriana e la coesistenza e la convivenza comune tra tutti le parti della società siriana, e la nostra ferma posizione insieme a tutte persone in questa nostra amata terra d'origine per porre fine al terrorismo.
 
Per le famiglie dei martiri:
 
Tahan -Sheikh - -Eid -Aswad- Hariri Ali Al - Haj Saleh - Haj Mussa - Chakoul - Mohsen - Taqi - Qorbash -Basti- Al Yusuf - Hashas ... e altri
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: Al Mayadeen
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar News

VIDEO. Esercito siriano e Hezbollah prendono il controllo della frontiera tra Siria e Libano

Come riporta il portale di informazione, 'Al Masdar News', per la prima volta dal 2011, Esercito siriano e Hezbollah hanno il pieno controllo dell'intero confine siriano-libanese.   L'esercito...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

FOTO. Convoglio militare USA entra in Siria attraverso l'Iraq

Come riporta e documenta 'Al Masdar-News', un convoglio militare statunitense composto da diversi veicoli blindati, è entrato in Siria dal confine iracheno, arrivando questa mattina nella...
Notizia del:     Fonte: https://www.cia.gov

Documenti della CIA rivelano: Gli USA già programmavano di distruggere la Siria nel 1983

Un documento della CIA declassificato ha rivelato le trame ordite dagli Stati Uniti nel 1983 per distruggere la Siria e rovesciare il padre dell'attuale presidente siriano. Con le stesse pratiche adottate poi nel 2011.

Un documento declassificato della CIA, ha rivelato i piani di Washington, nel 1983, per rovesciare il governo...
Notizia del:     Fonte: The Guardian

Dopo l'incontro con Assad, il Consiglio d'Europa rimuove parlamentare spagnolo

L'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa (PACE) ha ritirato la fiducia al senatore spagnolo Pedro Agramunt come presidente dell'organismo dopo il suo incontro con il presidente siriano.

Come ha riferito ieri il Consiglio d'Europa, Il PACE, (Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa) ha...
Notizia del:

"Forte supporto alla sovranità e all'integrità territoriale della Siria". Comunicato congiunto dei paesi BRICS

Visakhapatnam, 12 aprile 2017 da mid.ru Traduzione di Lorenzo Battisti per Marx21.it Riteniamo importante pubblicare questo comunicato congiunto diffuso da rappresentanti dei cinque paesi...
Notizia del:

Saviano e i "Caschi Bianchi": Lettera aperta ad "Amici"

Gentile redazione di Amici, Apprendiamo con stupore che l’onnipresente Roberto Saviano utilizzerà la trasmissione "Amici" di questa sera per un ennesimo panegirico degli Elmetti...
Notizia del:     Fonte: http://www.mid.ru

"Incoerenze evidenti": Mosca mette in discussione le accuse della Francia sull'uso di armi chimiche in Siria

Il ministero degli Esteri russo ha ribadito ancora una volta che l'unica possibilità di trovare la verità è che l'OPCW conduca un'indagine.

La Russia ha messo in discussione l'integrità di un rapporto dell'intelligence francese che ripete...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia, Ministero degli Esteri: "I Caschi Bianchi danno appoggio ai terroristi in Siria"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, María Zajárova, ha denunciato le attività dell'organizzazione nella Repubblica araba.

"I soccorritori volontari dell'organizzazione 'Caschi Bianchi' che operano in Siria stanno sostenendo...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - TASS - Reuters

La Russia condanna gli attacchi di Israele contro la Siria. E Damasco promette una risposta rapida

Il governo russo ha messo in guardia Israele sugli attacchi aerei contro Damasco, mentre la Siria ha promesso una rapida risposta a tale aggressione.

Il portavoce del presidente russo, Dmitri Peskov, ha dichiarato, oggi, che Mosca mette in guardia da qualsiasi...
Notizia del:     Fonte: Sana.sy

Assad: " Per gli USA, in Siria come in Venezuela, chiunque serva i suoi interessi e pratichi il terrorismo, è un 'oppositore', un 'moderato' un combattente per la libertà"

In un'intervista concessa a 'Telesur', il Presidente siriano Bashar al Assad, tra i veri argomenti affrontati, ha analizzato anche gli ultimi eventi in Venezuela e la strategia di destabilizzazione ordita dagli USA, già attuata in Siria nel 2011.

  Qui, il testo originale dell'intervista   Domanda 1:   Partiamo dai fatti più...
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar News

VIDEO. Esercito siriano e Hezbollah prendono il controllo della frontiera tra Siria e Libano

Come riporta il portale di informazione, 'Al Masdar News', per la prima volta dal 2011, Esercito siriano e Hezbollah hanno il pieno controllo dell'intero confine siriano-libanese.   L'esercito...
Notizia del:     Fonte: ria.ru

Assad: "Non c'è stato nessun attacco chimico a Khan Shaykhun, per questo l'ONU non invia nessuna delegazione in Siria"

Assad sostiene che quando gli esperti arriveranno nella città siriana di Khan Shaykhun si renderanno conto che tutte le affermazioni circa il presunto attacco chimico erano bugie ma, proprio per questa ragione, l'ONU non invia nessuna delegazione per indagare, nonostante le richiesta ufficiale del governo siriano.

Il presidente siriano Bashar al Assad ha negato in un'intervista concessa a 'RIA Novosti' che un...
Notizia del:     Fonte: AFP-Sana.sy

Assad: Gli USA grazie alle informazioni di al Qaeda hanno colto il pretesto per attaccare la Siria

In una sua intervista all'AFP, pubblicata oggi, il presidente Assad ha dichiarato che le accuse di un attacco chimico da parte dell'esercito siriano contro la città di Khan Cheikhoun, sono false e sono state fornite da gruppi legati ad al Qaeda offrendo il pretesto agli USA per attaccare la Siria.

Qui il testo integrale dell'intervista.   AFP (1): Signor Presidente, vorrei innanzi tutto ringraziarla...
Notizia del:     Fonte: https://infovaticana.com

La denuncia di una missionaria cristiana per anni testimone degli eventi in Siria: L'attacco degli USA è 'vergognoso' e 'intollerabile'

Suor Guadalupe Maria De Rodrigo, missionaria cristiana, nel 2011 è arrivata ad Aleppo poco prima della guerra alla Siria, ed è poi rimasta per portare aiuto alla popolazione assediata dai terroristi. Tornata di recente ad Aleppo dopo la liberazione della città, la religiosa non usa mezzi termini per definire l'attacco degli USA alla Siria di venerdì scorso, definendolo "vergognoso" e "intollerabile.

Suor Guadalupe Maria de Rodrigo, argentina, missionaria cristiana, conosce molto bene la realtà siriana,...
Notizia del:     Fonte: http://www.vecernji.hr /Sana.sy

Assad: "L'occidente non vuole Paesi indipendenti ma lacchè che eseguono i suoi ordini"

Il presidente siriano Bashar al Assad in un'intervista al quotidiano croato 'Vecernji List' ha denunciato la doppia morale dell'Occidente quanto afferma di combattere il terrorismo ma alla fine lo sostiene per rovesciare il suo governo. Inoltre, il leader siriano ha avvertito che almeno 100.000 terroristi che combattono nel suo paese potrebbero tornare in Europa.

In un'intervista concessa al quotidiano croato 'Vecernji List', il Presidente siriano Bashar al Assad...
Notizia del:     Fonte: Hispantv - Al Masdar news

I servizi segreti siriani e iracheni si uniscono nella lotta all'ISIS

I servizi segreti iracheni hanno fornito informazioni all'aviazione siriana per lanciare attacchi contro i terroristi dell'ISIS (Daesh, in arabo).

"Secondo le informazioni dei servizi segreti iracheni attraverso il coordinamento tra l'Iraq e la Siria...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Siria, nel silenzio mediatico si compiono due anni di assedio contro le città di Kafarya e Al-Foa ad opera dei "ribelli" appoggiati dall'Occidente

La popolazione di Kafarya e Al-Foa in Siria soffrono di una situazione umanitaria critica a causa del blocco imposto dai gruppi "ribelli" appoggiati dall'Occidente e dalle monarchie del Golfo da due anni nel totale silenzio dei media mainstream.

Di Bashar Barazi, inviato in Siria per 'Hispantv'   Due anni di embargo ingiusto è stato...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa