/ Il ruolo della Russia negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente: l'ord...

Il ruolo della Russia negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente: l'ordine mondiale a tre superpotenze è realtà

Il ruolo della Russia negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente: l'ordine mondiale a tre superpotenze è realtà
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Federico Pieraccini


Mosca media tra Tehran e Riyad. 
Mosca media tra Ankara e Damasco.
Mosca media tra Seul e Pyongyang.
Mosca è pronta a mediare tra Doha e Riyad.
Mosca media tra Tel Aviv e Damasco.
Mosca media tra Iraq-Iran-Turchia-Siria e i Curdi.

E questo solo negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente e per la crisi in Corea.

I finanziamenti e gli investimenti Cinesi uniti alla estrema abilità diplomatica Russa, supportata da una potenza militare notevole, hanno ormai creato i pilastri e i presupposti per una lenta ma inesorabile transizione dall’ordine mondiale neoliberal attuale.

Mosca assume sempre più un ruolo centrale di mediazione diplomatica e supporto militare con Pechino che accompagna l’azione da un punto di vista geo-economico.

La combinazione di questi elementi permette l’emergere di potenze regionali egemoni alleate, come visto in Medio Oriente con l’Iran o in Nord Africa con l’Egitto.

La protezione militare-economica-diplomatica sino-russa è talmente efficace da poter sostenere una nazione come il Venezuela che si trova a poche centinaia di chilometri dagli Stati Uniti.

La strategia del ‘America First’ è in linea con il naturale evolversi degli eventi: Washington meno protagonista, meno coinvolta, meno decisore finale. Non è questione che l’amministrazione USA sia o meno favorevole ad una transizione del genere o se abbia intenzione o meno di sabotare l’inevitabile.

Il lento attraversamento verso un ordine mondiale con più superpotenze e centri di potere (Washington, Pechino e Mosca) è già una realtà.

Dubbi ? Chiedete ad Assad che doveva essere rimosso sei anni fa o guardate una cartina e vedrete che la Crimea è Russia.

I media e i politici occidentali fanno finta di niente ma noi europei in particolare se non prendiamo atto del cambiamento in corso continueremo a subire decisioni prese oltreoceano negli interessi di altri.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Hispantv

La Russia avverte sul "piano B" degli Stati Uniti per rovesciare Assad

Il ministro degli esteri russo ritiene che la coalizione guidata dagli Stati Uniti protegga i terroristi in Siria per tornare al suo 'piano B': rovesciare il presidente siriano.

Gli indizi indicano come la coalizione che dice di combattere il gruppo terroristico ISIS(Daesh, in arabo), protegga...
Notizia del:     Fonte: The Washington Post

Trump ribadisce: Abbandonare l'accordo sul nucleare iraniano è "una possibilità reale"

Il presidente degli USA Donald Trump continua a considerare l'abbandono dell'accordo nucleare iraniano come una "possibilità reale".

"Può esserci una cessazione completa, che è una possibilità reale, qualcuno potrebbe...
Notizia del:     Fonte: AVN

Elezioni in Venezuela, il Ceela conferma che il processo elettorale riflette la volontà dei votanti

Il Consiglio degli Esperti Elettorali Latinoamericani (Ceela) smentisce i pochi fake media che paventano brogli

  Alcuni media provano ad insinuare alcuni dubbi, ma il risultato è chiaro oltre che inappellabile:...
Notizia del:     Fonte: RT

Ministro della difesa Russo: "Le operazioni militari in Siria stanno per finire"

Il ministro della Difesa russo, Šojgu ha dichiarato che l'operazione contro i terroristi in Siria sta per finire.

In un incontro con il suo omologo del regime israeliano, Avigdor Lieberman durante la sua visita in Israele, il...
Notizia del:

Il chavismo è maggioranza in Venezuela

La Rivoluzione Bolivariana ama votare. Dimostra ancora una volta che il suo cammino transita obbligatoriamente per il percorso elettorale. Condizione necessaria ma non sufficiente. La democrazia per il chavismo è molto più che il mero atto di votare

di Alfredo Serrano Mancilla - Publico   Nuovo appuntamento elettorale in Venezuela. Sì, avete...
Notizia del:

Il "tiranno di Caracas" e LA7

  Proprio non c'è verso. Oggi su LA7 Aldo Cazzullo parlava non so se di cucina o di telefonini, ma è riuscito a infilare una frecciata velenosa contro il "tiranno di Caracas"...
Notizia del:     Fonte: Haaretz - Al Masdar News

L'Esercito siriano prepara offensiva contro i terroristi sul Golan.... e Israele distrugge il suo sistema anti aereo

L'aviazione israeliana ha distrutto un sistema anti aereo siriano. L'attacco sarebbe una risposta ad una "provocazione" siriana. Le forze armate israeliane hanno informato, precedentemente, la Russia del loro attacco.

Secondo quanto riferiscono i media israeliani, l'esercito del regime israeliano ha attaccato una batteria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa