/ Il ruolo della Russia negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente: l'ord...

Il ruolo della Russia negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente: l'ordine mondiale a tre superpotenze è realtà

Il ruolo della Russia negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente: l'ordine mondiale a tre superpotenze è realtà
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


di Federico Pieraccini


Mosca media tra Tehran e Riyad. 
Mosca media tra Ankara e Damasco.
Mosca media tra Seul e Pyongyang.
Mosca è pronta a mediare tra Doha e Riyad.
Mosca media tra Tel Aviv e Damasco.
Mosca media tra Iraq-Iran-Turchia-Siria e i Curdi.

E questo solo negli ultimi 2 mesi in Medio Oriente e per la crisi in Corea.

I finanziamenti e gli investimenti Cinesi uniti alla estrema abilità diplomatica Russa, supportata da una potenza militare notevole, hanno ormai creato i pilastri e i presupposti per una lenta ma inesorabile transizione dall’ordine mondiale neoliberal attuale.

Mosca assume sempre più un ruolo centrale di mediazione diplomatica e supporto militare con Pechino che accompagna l’azione da un punto di vista geo-economico.

La combinazione di questi elementi permette l’emergere di potenze regionali egemoni alleate, come visto in Medio Oriente con l’Iran o in Nord Africa con l’Egitto.

La protezione militare-economica-diplomatica sino-russa è talmente efficace da poter sostenere una nazione come il Venezuela che si trova a poche centinaia di chilometri dagli Stati Uniti.

La strategia del ‘America First’ è in linea con il naturale evolversi degli eventi: Washington meno protagonista, meno coinvolta, meno decisore finale. Non è questione che l’amministrazione USA sia o meno favorevole ad una transizione del genere o se abbia intenzione o meno di sabotare l’inevitabile.

Il lento attraversamento verso un ordine mondiale con più superpotenze e centri di potere (Washington, Pechino e Mosca) è già una realtà.

Dubbi ? Chiedete ad Assad che doveva essere rimosso sei anni fa o guardate una cartina e vedrete che la Crimea è Russia.

I media e i politici occidentali fanno finta di niente ma noi europei in particolare se non prendiamo atto del cambiamento in corso continueremo a subire decisioni prese oltreoceano negli interessi di altri.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Reuters

Gli USA creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran

La decisione è stata annunciata dall'ambasciatrice statunitense all'ONU, Nikki Haley.

Gli Stati Uniti creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran ha informato l'ambasciatrice...
Notizia del:     Fonte: USA Today - AP(foto)

Gli Stati Uniti hanno acquistato armi per i "ribelli siriani" e 'alcune' sono finite nelle mani dell'ISIS

Sofisticate armi militari statunitensi fornite 'segretamente' ai "ribelli siriani" sono rapidamente cadute nelle mani dell'ISIS, secondo uno studio pubblicato oggi.

Lo studio, come riferisce il quotidiano statunitense, 'USA Today', sostiene che il possesso da parte...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze aeree russe in Siria bombardano le postazioni jihadiste per l'offensiva delle truppe siriane a Idlib

Le rimanenti forze aeree russe continuano a bombardare le postazioni dei gruppi terroristici, in particolare quelli affiliati ad al Qaeda particolarmente radicati tra la provincia di Hama e Idlib.

All'inizio di questa settimana, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto una visita a sorpresa all'aeroporto...
Notizia del:

Argentina, Cristina contro la brutale repressione della polizia. "Così non si governa"

"Per dodici anni e mezzo ci sono state manifestazioni a favore e contro, come in qualsiasi democrazia, ma non abbiamo mai visto episodi come quelli di adesso"

Telesur L'ex-presidente e attuale senatrice dello stato argentino, Cristina Fernández de Kirchner...
Notizia del:

Quanti disoccupati ci sono in Italia?

Allo stato attuale è classificato come “occupato” chiunque, di età superiore ai 14 anni, abbia lavorato almeno un’ora nella settimana di riferimento, a fronte di una retribuzione

di Gennaro Zezza - economia e politica   Il tasso di disoccupazione è una delle...
Notizia del:     Fonte: The Telegraph

Interferenza "low cost": Facebook quantifica in meno di 1 euro la spesa pubblicitaria russa durante la Brexit

Il social network ha informato il comitato elettorale britannico che l'Agenzia di ricerca su Internet ha speso una "piccola somma di denaro" su tre annunci sull'immigrazione.

Meno di un euro: nello specifico, 83 centesimi, l'equivalente a 97 centesimi o 73 pence britannici. Questo...
Notizia del:

"Giustificare le azioni che violano la sovranità della Siria è inaccettabile"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, durante la sua conferenza stampa settimanale definisce 'goffi' e 'inaccettabili', le giustificazioni statunitensi riguardo la permanenza in Siria.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakhárova, ha parlato anche della situazione in Siria...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa