/ La denuncia di una missionaria cristiana per anni testimone degli...

La denuncia di una missionaria cristiana per anni testimone degli eventi in Siria: L'attacco degli USA è 'vergognoso' e 'intollerabile'

La denuncia di una missionaria cristiana per anni testimone degli eventi in Siria: L'attacco degli USA è 'vergognoso' e 'intollerabile'
 

Suor Guadalupe Maria De Rodrigo, missionaria cristiana, nel 2011 è arrivata ad Aleppo poco prima della guerra alla Siria, ed è poi rimasta per portare aiuto alla popolazione assediata dai terroristi. Tornata di recente ad Aleppo dopo la liberazione della città, la religiosa non usa mezzi termini per definire l'attacco degli USA alla Siria di venerdì scorso, definendolo "vergognoso" e "intollerabile.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

Suor Guadalupe Maria de Rodrigo, argentina, missionaria cristiana, conosce molto bene la realtà siriana, in quanto poco prima della guerra alla Siria, giunse nella città di Aleppo per poi restarci per portare il suo contributo alla popolazione vittima dei crimini dei cosiddetti ribelli appoggiati dall'Occidente e dalle Monarchie del Golfo.
 
Di seguito il suo post sulla pagina Facebook 'SOS Cristianos en Siria' dopo l'attacco degli USA alla base aerea di Shayrat, nella provincia di Homs.
 
È intollerabile che cosa sta accadendo sulla scena internazionale. Intollerabile e vergognoso. Un attacco con armi chimiche in Siria è stato realizzato e senza un'adeguata indagine, con ritorsioni immediate contro coloro che "rappresentano"  il colpevole, attaccando una base militare siriana dove sono stati ucciso soldati e civili...
È questa la chiamano "giustizia"? È possibile che nel XXI secolo, dove si ostenta l'esercizio della democrazia, sono state prese decisioni di impulso e unilaterali che distruggono la vita di persone innocenti? Che cosa possiamo aspettarci delle nostre società, se chi ci governa ci insegna che il danno è una punizione senza processo giustificato verso il presunto colpevole? Ci incentivano ad uccidere tra noi per un semplice sospetto... È il trionfo della barbarie.
 
Non è la prima volta che all'esercito siriano è attribuito l'uso di armi chimiche, e questo sembra già essere una "prova". Come se il numero dei ripetuti proveniente  sempre dalla stessa parte fosse l'ultima prova di colpevolezza. Questo è il Diritto che hanno insegnato nelle nostre università?
 
Ma purtroppo per coloro che vivono questo conflitto in Siria dall'inizio, sappiamo che la manipolazione delle informazioni è stata l'arma più potente. Le accuse contro il governo siriano si basano in gran parte su informazioni dagli stessi gruppi ribelli come ad esempio l'Osservatorio siriano per i diritti umani (OSDH), che ha la sua base operativa a Coventry, Regno Unito, ed è composto da una sola persona ... o video realizzati da sostenitori di gruppi terroristici come al Qaeda (come si vede nella liberazione di Aleppo), o dai Caschi Bianchi, che si è dimostrato come fanno i video montaggi, lo si è visto con le uccisioni di soldati dell&# 39;esercito siriano e dove una folla che linciava  i "maiali" dell'esercito.
 
La storia ci ha insegnato che "l'uso di armi chimiche" è un'accusa inventata incoerente per giustificare i propri interessi. È il modo, la scusa ideale per convincere l'opinione pubblica. È successo in Iraq. E abbiamo visto anche in Siria. Mi ricordo quando nel 2013 è stato accusato l'esercito siriano di tali attacchi. Gli osservatori delle Nazioni Unite giunsero ??nel paese per indagare sul caso, ma avevano già portato la condanna per il  governo siriano. Ma, infine, non hanno potuto provarlo, ma ha anche confermato la sua colpevolezza.
Il nostro popolo in Siria è indignato, e ancora una volta sono delusi dal comportamento della comunità internazionale. Ancora sostengono come è stato nel corso degli anni che l'esercito siriano è la loro unica difesa contro gli attacchi terroristici dei ribelli. Inoltre, essi considerano ridicolo il fatto che nel momento in cui l'esercito nazionale sostenuto dalla Russia sta riconquistando il controllo della città, rischia la sua reputazione con un colpo basso.
 
Ma facciamo attenzione a tutta la situazione nel suo complesso. Mentre gli USA perpetrare l'attacco alla base militare di Shayrat (Homs), l'ISIS  ha attaccato le postazioni dell'esercito siriano sulla strada tra Homs e Palmyra. Si tratta di una coincidenza? È troppo differente da quello che fece la precedente amministrazione degli Stati Uniti nel settembre 2016 quando ha attaccato "per errore" le postazioni dell'esercito siriano a Deir al-Zur uccidendo 80 soldati,  permettendo all'ISIS di guadagnare posizioni strategiche nella zona ?
Preghiamo per il popolo siriano. Guardano con impotenza mentre il loro paese è distrutto dai terroristi  peggiori, mai visti, che  sono supportati dai potenti della Terra.
 
 

 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: https://infovaticana.com
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:     Fonte: Reuters

Gli USA creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran

La decisione è stata annunciata dall'ambasciatrice statunitense all'ONU, Nikki Haley.

Gli Stati Uniti creeranno una coalizione internazionale per contrastare l'Iran ha informato l'ambasciatrice...
Notizia del:     Fonte: USA Today - AP(foto)

Gli Stati Uniti hanno acquistato armi per i "ribelli siriani" e 'alcune' sono finite nelle mani dell'ISIS

Sofisticate armi militari statunitensi fornite 'segretamente' ai "ribelli siriani" sono rapidamente cadute nelle mani dell'ISIS, secondo uno studio pubblicato oggi.

Lo studio, come riferisce il quotidiano statunitense, 'USA Today', sostiene che il possesso da parte...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Le forze aeree russe in Siria bombardano le postazioni jihadiste per l'offensiva delle truppe siriane a Idlib

Le rimanenti forze aeree russe continuano a bombardare le postazioni dei gruppi terroristici, in particolare quelli affiliati ad al Qaeda particolarmente radicati tra la provincia di Hama e Idlib.

All'inizio di questa settimana, il presidente russo Vladimir Putin ha fatto una visita a sorpresa all'aeroporto...
Notizia del:

"Giustificare le azioni che violano la sovranità della Siria è inaccettabile"

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, durante la sua conferenza stampa settimanale definisce 'goffi' e 'inaccettabili', le giustificazioni statunitensi riguardo la permanenza in Siria.

La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakhárova, ha parlato anche della situazione in Siria...
Notizia del:     Fonte: RIA.Ru . Bloomberg

La Cina spiega a Trump chi ha vinto la guerra contro il terrorismo in Siria

Il Presidente degli USA, Trump, rivendica la vittoria sull'ISIS in Siria. La Cina, invece, elogia il contributo decisivo della lotta al terrorismo della Russia

Lo scorso 12 dicembre, mentre firmava il bilancio della difesa vicino ai 700 miliardi di dollari per il 2018, il...
Notizia del:     Fonte: Tasnim

L'Iran avverte: Gli Stati Uniti cercano di riportare l'Iraq e la Siria nel caos

Un importante consigliere del leader della rivoluzione islamica in Iran avverte sui tentativi degli Stati Uniti di riportare l'Iraq e la Siria nel caos.

"Gli Stati Uniti cercano di generare conflitti e caos sia in Iraq che in Siria, in particolare nella città...
Notizia del:     Fonte: RT

Mosca: "Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, minando le norme del diritto internazionale"

Il rifiuto degli Stati Uniti di ritirare le loro truppe dalla Siria è un riflesso dell'atteggiamento sdegnoso di Washington nei confronti delle norme del diritto internazionale, secondo il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov.

Gli Stati Uniti sono in Siria senza una base legale, sminuendo le regole del diritto internazionale, ha dichiarato...
Notizia del:     Fonte: https://function.mil.ru/ - Ruptly

La Russia avvia il ritiro dei suoi aerei e della polizia militare dalla Siria

I bombardieri russi Tu-22M3 e un battaglione della polizia militare sono tornati in Russia oggi, dopo aver adempiuto alla loro missione antiterroristica in Siria, si legge in un comunicato del Ministero della Difesa russo

Il ministero della Difesa russo, in un comunicato, ha riferito che i bombardieri Tu-22M3, che sono intervenuto...
Notizia del:     Fonte: The New Yorker

'The New Yorker': Gli Stati Uniti sono costretti ad accettare Bashar al-Assad fino al 2021

Il governo degli Stati Uniti visti gli sviluppi degli ultimi anni sul campo di battaglia sono costretti ad accettare che il presidente siriano Bashar al-Assad rimanga al potere fino al 2021, secondo il settimanale statunitense, 'The New Yorker'.

Data la realtà dei campi di battaglia in Siria e gli ultimi progressi dell'esercito contro i gruppi...
Notizia del:     Fonte: TASS

Russia: In Siria, negli ultimi 7 mesi, eliminati 32.000 terroristi e liberati 67000 Km² di territorio

Il comandante del gruppo militare russo in Siria, il generale Sergey Surovikin ha riferito al presidente russo Vladimir Putin che 32.000 terroristi sono stati uccisi in Siria negli ultimi sette mesi.

"Più di 67.000 chilometri quadrati di territorio siriano, più di 1.000 località, 78...
Le più recenti da Siria e dintorni
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

Con la vittoria dell'esercito siriano a Deir Ezzor, si è aperto un collegamento diretto da Teheran a Beirut

Il governo iraniano potrebbe aver segnato la sua più importante vittoria regionale dell'anno dopo che il suo alleato, ovvero l'Esercito arabo siriano, oggi, ha liberato l'intera sponda occidentale dell'Eufrate nel Governatorato di Deir Ezzor.

Come ha spiegato il portale di notizie 'Al Masdar News', quello che era iniziato come un'offensiva...
Notizia del:

Gary Sick, Professore della Columbia University: "Senza l'Iran, l'Isis sarebbe giunto fino a Baghdad".

Secondo quello che riporta l’Ansa, Gary Sick, il noto esperto di Medio Oriente e professore alla Columbia University - “in questi giorni in visita in Italia” e “che ha tenuto in...
Notizia del:     Fonte: Reuters - Al Masdar News

L'Esercito siriano libera l'ultimo bastione dell'ISIS in Siria

Le forze siriane in collaborazione con le Unita di mobilitazione popolare irachene hanno liberato l'ultima fortezza dell'ISIS in Siria.

L'esercito arabo siriano ha ufficialmente liberato l'ultima fortezza dell'ISIS), Albukamal, questa...
Notizia del:     Fonte: SANA

L'Esercito siriano ha liberato totalmente dall'ISIS la città di Deir Ezzor

Le forze armate siriane, in collaborazione con i loro alleati, hanno liberato la città di Deir Ezzor, occupata dall'ISIS dal 2014.

Le truppe siriane hanno assunto il controllo completo della città di Deir Ezzor espellendo l'organizzazione...
Notizia del:     Fonte: Al MAsdar News

L'esercito siriano ha liberato più di 57.000 Km² di territorio nel 2017 dall'ISIS e dai gruppi "ribelli"

Per l'esercito arabo siriano ed i suoi alleati il 2017 è stato davvero l'anno della riscossa, dal momento che sono stati liberati grandi pezzi di territorio sia dalle forze "ribelli" che dall'ISIS.

Ecco in dettaglio i successi dell'esercito siriano e dei suoi alleati nel corso del 2017, così come...
Notizia del:

Che ci fanno le armi della NATO in un deposito dell'Isis abbandonato in Siria?

  Che ci fanno le armi della NATO in un deposito dell'Isis abbandonato in Siria? Nell’azione di liberazione dal terrorismo che ha infestato la Siria negli ultimi sei anni, emergono giorno...
Notizia del:     Fonte: RT Arabic

VIDEO. Migliaia di siriani salutano per l'ultima volta il Generale Zahreddine, eroe della lotta all'ISIS

Grande partecipazione popolare a Sweida per il funerale del Generale dell'esercito siriano, eroe della lotta all'ISIS, Issam Zahreddine, rimasto ucciso per l'esplosione di una mina, mercoledì scorso.

Migliaia di siriana hanno reso omaggio, oggi, al Gen. Issam Zahreddine che ha perso la vita dopo il convoglio...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa