/ Siria, la battaglia per la liberazione di Idlib e gli ascari degl...

Siria, la battaglia per la liberazione di Idlib e gli ascari degli Usa

Siria, la battaglia per la liberazione di Idlib e gli ascari degli Usa
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


PICCOLE NOTE


Mentre infuria il conflitto per la sorte di Idlib, che vede opposti l’esercito siriano e i suoi alleati alle milizie di al Qaeda che la controllano e ai turchi che li sostengono, gli Stati Uniti hanno annunciato la creazione di una forza militare locale nell’area siriana in cui hanno posto le basi.
 

Tale forza avrebbe come ossatura le milizie curde del Pkk e Pyd. Una iniziativa motivata da ragioni di sicurezza, servirebbe cioè a mettere in sicuro la zona e a prevenire il ritorno dell’Isis, ma che nasconde l’opzione partizione della Siria, da sempre immaginata dai neocon.



 

La creazione di questa milizia di ascari ha sollevato alte proteste in Turchia, Iran, Siria e Russia, che hanno ricordato a Washington il precedente della guerra afghana, dove gli Usa armarono i mujhaidin e fu al Qaeda.
 

Ma sopratutto perché svela, come detto, il desiderio di spartire della Siria e creare uno Stato fantoccio nel cuore dell’asse Iran-Mediterraneo, via Iraq e Siria, assetto geopolitico conseguente alla vittoria iraniana contro le milizie jihadiste.
 

E perché rende la coalizione anti-terrorismo creata da Washington una forza di occupazione permanente, fonte di altra permanente instabilità.
 

La Turchia, peraltro, vede armare i suoi nemici irriducibili, le forze curde appunto, che aveva debellato in patria e inseguito in Siria e Iraq, nella speranza di guadagnare zone di influenza in quei Paesi. Se il piano americano andrà in porto, rischia di ritrovarsi la guerra in casa.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da Piccole Note
Notizia del:

Le bugie di Ghouta: ma non vi siete stancati delle fake news sulla Siria?

PICCOLE NOTE   Il copione si ripete con ripetitività estenuante: la campagna condotta dall’esercito di Damasco per liberare il Ghouta dalle milizie jihadiste che lo...
Notizia del:

Strage Florida: il terrorista segnalato all’Fbi un mese fa

PICCOLE NOTE   Sulla strage scolastica avvenuta alcuni giorni fa nel liceo di Parkland, una delle  più efferate registrate negli Stati Uniti, emergono altri...
Notizia del:

E così, dopo tante piccole bugie e grandi fake news... gli Usa ammettono: non abbiamo prove delle armi chimiche di Assad

PICCOLE NOTE E così, dopo tante piccole bugie e altrettante spudorate menzogne, la narrativa anti-Assad subisce una ferita mortale: gli Stati Uniti hanno ammesso che non hanno nessuna...
Notizia del:

È finita l’era Netanyahu?

PICCOLE NOTE La polizia israeliana, al termine di una lunga e travagliata inchiesta, ha espresso la convinzione che Benjamin Netanyahu debba essere incriminato.  L’accusa...
Notizia del:

Best for Britain, Soros scende in campo per sovvertire il risultato della Brexit

Piccole Note «La campagna in chiave pro-UE per invertire il voto sulla Brexit ha ricevuto oltre 400.000 sterline di finanziamenti dalla Fondazione del miliardario americano George...
Notizia del:

Sochi, il futuro della Siria in bilico

PICCOLE NOTE  A Sochi si riuniscono delegati turchi e iraniani e parte dell’opposizione siriana per continuare i negoziati di Astana sul destino della Siria. Putin ha provato...
Notizia del:

Usa e il progetto dell’atomica tascabile

PICCOLE NOTE  C’è dibattito negli Stati Uniti sull’ipotesi di cambiare la politica americana riguardo le armi nucleari. Nuove norme, nuove testate. Tra le novità,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa