/ Venezuela. Candidato chavista alla Costituente ucciso in casa dai...

Venezuela. Candidato chavista alla Costituente ucciso in casa dai golpisti

Venezuela. Candidato chavista alla Costituente ucciso in casa dai golpisti
 

Le cronache dal Venezuela parlano di bande armate che provano a terrorizzare la popolazione, cercando di ridurre al minimo l’affluenza ai seggi

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it


da Contropiano

Le urne sono aperte e la “contra” golpista finanziata dagli Stati Uniti sta alzando il livello della violenza per impedire al popolo venezuelano di votare per l’Assemblea Costituente. Che, ricordiamo ai nazisti “democratici” della stampa italiana, è un Parlamento temporaneo incaricato di discutere le riforme costituzionali (il Parlamento legislativo rimane nel frattempo in carica). Certo sarebbe molto più semplice e “democratico” farle scrivere a Verdini e Maria Elena Boschi, ma pare proprio che quel metodo non sia piaciuto a chi doveva subirlo…

Le cronache dal Venezuela parlano di bande armate che provano a terrorizzare la popolazione, cercando di ridurre al minimo l’affluenza ai seggi.

Un candidato chavista è stato ucciso in casa da killer fascisti. Vogliamo citare qui il modo in cui Repubblica – il giornale del Pd diretto da Calabresi figlio – ha dato la notizia, mescolata tra i tanti episodi di violenza che si vanno consumando in queste ore (i quali, ca da sé, sarebbero tutti e sempre ascrivibili ai militanti pro-Maduro o alla polizia):

“Altissima la tensione in Venezuela, dove oggi si volgono le elezioni per l’Assemblea costituente, volute dal presidente Nicolas Maduro e definite un “colpo di stato” dall’opposizione che ha invitato al boicottaggio.
Un candidato è stato ucciso a colpi di arma da fuoco nella sua casa di Ciudad Bolivar. Secondo quanto fa sapere il ministero dell’Interno, “un gruppo di uomini armati ha fatto irruzione” nell’abitazione dell’avvocato José Felix Pineda, 39 anni, che viveva a Ciudad Bolivar, nel sud-est del Paese e “ha sparato contro l’uomo a più riprese”. ignoto, per ora, il movente”.

Per avere qualche informazione di prima mano sul “movente” sarebbe bastato che il “professionale” disinformatore di Repubblica – peraltro un anonimo che si limita a collezionare tweet dei golpisti – avesse fatto una banale ricerca via Google sull’identità anche politica del giovane avvocato José Felix Pineda. Avrebbe magari trovato questa e cento altre foto chiarissime.

Ricordatevene, quando vi racconteranno qualche altra menzogna. 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Viola Carofalo (Potere al Popolo) a Pagina12: «Il Venezuela nostra principale fonte d'ispirazione»

La giovane ricercatrice universitaria di Napoli è stata nominata "capo politico" del nuovo partito della sinistra italiana, Potere al Popolo, che cercherà di emulare i suoi pari di Spagna e Francia alle elezioni generali del 4 marzo

di Federico Larsen - Pagina12   Il suo movimento è stato accolto in Europa come la rinascita...
Notizia del:

"Il Venezuela è un pioniere nel mondo". Nicolas Maduro annuncia la pre-vendita della criptomoneta Petro

RT  Questo mercoledì inizia la prevendita del cosiddetto Petro, una criptovaluta diversa da tutte le altre perché creata direttamente dal governo venezuelano e sostenuta dalle...
Notizia del:

Attivista indigena denuncia: «I media nascondono gli interessi europei in Guatemala»

La redazione di Cubainformación TV ha intervistato Aura Lolita Chávez Ixcaquic

di Fabrizio Verde   Aura Lolita Chávez Ixcaquic, leader del Consiglio dei popoli K'iche per...
Notizia del:

Venezuela: l'impatto delle sanzioni USA colpisce tutto il popolo

L'economista e direttore di Datanalisis, Luis Vicente León, ha chiarito che le sanzioni applicate al Venezuela colpiscono tutti allo stesso modo

da Lechuguinos   Il direttore della società Datanalisis in Venezuela, Luis Vicente León,...
Notizia del:

Il governo di Caracas respinge i tentativi USA di provocare un colpo di stato in Venezuela

Telesur (Traduzione de l'AntiDiplomatico) Il governo della Repubblica bolivariana del Venezuela ha chiesto a Washington di "fermare immediatamente tutti gli assalti e le minacce"...
Notizia del:

La Russia condanna le dichiarazioni di Tillerson sull'America Latina: "Noi lavoreremo per costruire ponti e non muri"

Il ministero degli Esteri russo ha duramente criticato martedì le dichiarazioni del segretario di Stato nord-americano Rex Tillerson contro quella che questi ha definito "la crescente presenza...
Notizia del:

Maduro denuncia: "Abbiamo le prove di come gli Stati Uniti stiano cercando di sabotare il dialogo con l'opposizione"

  Il presidente venezuelano Nicolás Maduro sostiene che il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti sta facendo pressioni per sabotare il dialogo tra il governo nazionale e l'opposizione...
Notizia del:

Giornalista oppositore venezuelano zittito dopo aver definito «colto» un dirigente chavista. La censura che non indigna

L'episodio si è verificato durante una trasmissione televisiva in Perù

  L’ultimo incredibile episodio della guerra mediatica portata avanti senza soluzione di continuità...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

Gruppo di opposizione siriano condanna il documento di Washington che sabota il prossimo Forum di Sochi

Il capo della delegazione della Piattaforma di Mosca dell'opposizione siriana, Mohanad Deliqan, ha affermato che la pubblicazione del documento di Washington cerca di sabotare la conferenza di Sochi.

Parlando con Al Mayadeen, Mohanad Deliqan, capo della delegazione della Piattaforma di Mosca dell'opposizione...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen - Hispantv

Venezuela e Palestina rafforzano le relazioni bilaterali

Venezuela e Palestina hanno ratificato il rafforzamento delle loro relazioni bilaterali durante un incontro tra il presidente dell'Assemblea nazionale costituente venezuelana, Delcy Rodríguez, e il ministro degli Esteri palestinese, Riyad Al-Maliki.

L'incontro si è tenuto nella Casa Amarilla, sede della Cancelleria di Caracas, dove il ministro palestinese...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: BBC - The Guardian

Londra riprende il progetto di "finanziamento ad Al-Qaeda" in Siria

Il Regno Unito ha ripreso un controverso programma di miliardi di sterline per addestrare 'polizia' nelle aree occupate dai gruppi armati in Siria, un progetto sospeso più di due mesi fa a causa di accuse di aver finanziato gruppi 'estremisti' affiliati ad Al- Qaeda.

Il progetto è cessato nel novembre dello scorso anno dopo che un'indagine ha rivelato che le forze...
Notizia del:     Fonte: The Jerusalem Post

Israele prevede la guerra nel Golan nel 2018 per i progressi dell'esercito siriano

In mezzo a tensioni crescenti in Medio Oriente, un alto generale delle forze armate di Israele, ha messo in guardia contro la "crescente possibilità di una guerra" sulle alture del Golan seguito i progressi dell'esercito siriano contro i gruppi estremisti e "ribelli".

In dichiarazioni rilasciate durante un'intervista alla radio dell'esercito, il comandante delle operazioni...
Notizia del:     Fonte: RT arabic - AP news - Ria Novosti

VIDEO. Le forze siriane entrano ad Afrin e la Turchia bombarda

Le unità dell'esercito siriano sono entrate oggi nel distretto di Afrin, dove le forze armate turche e le sue milizie alleate stanno portando avanti un'aggressione contro le YPG curde.

Le forze filo-governative siriane hanno iniziato ad entrare ad Afrín nonostante le minacce provenienti...
Notizia del:

Così si impone e trionfa in Italia e nel mondo il nuovo fascismo della finanza e delle corporation

di Francesco Erspamer* Da trent'anni il gioco dei liberisti è sempre quello e il fatto che continuino a vincere dipende solo dalla mancanza di lucidità, capacità e coraggio...
Notizia del:     Fonte: https://www.israelnationalnews.com

VIDEO. Ministro israeliano: L'ISIS non è una minaccia strategica per Israele

Il ministro dell'Economia israeliano Naftali Bennett ammette che Tel Aviv non ha mai visto il gruppo terroristico ISIS (Daesh in arabo) come una "minaccia esistenziale o strategica" e crede che la distruzione di questo gruppo potrebbe rafforzare la posizione dell'Iran in Siria e in Iraq.

"Non abbiamo mai visto l'ISIS come una minaccia esistenziale o strategica, (e) non si dovrebbe rimuovere...
Notizia del:     Fonte: Ruptly - Al Masdar News

VIDEO. 'Afrin è siriana' I commenti dei residenti sulle relazioni tra YPG e governo siriano

La popolazione di Afrin ha commentato le ultime indiscrezioni sul possibile accordi tra le YPG e l'esercito siriano per combattere l'offensiva turca.

I residenti di Afrin nel nord-ovest della Siria, hanno commentatole recenti indiscrezioni, secondo le quali,...
Notizia del:

Pyongyang: "Se non ci fossero stati gli USA, la pace e l'unificazione nazionale sarebbe realtà"

di Fabrizio Poggi    Decise prese di posizione dei media della RPDC contro il tentativo statunitense di minare il pur embrionale processo di avvicinamento tra Pyongyang e Seoul, che ha...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa