/ Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: "La NATO va smantellat...

Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: "La NATO va smantellata immediatamente"

Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: La NATO va smantellata immediatamente
 

Il Premio Nobel ha accolto un invito della Commissione Affari esteri del Movimento 5 Stelle a partecipare al Convegno "se non fosse NATO"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Marinella Correggia
 
Il premio Nobel per la pace Mairead Corrigan ha accolto l'invito della Commissione affari esteri del Movimento 5 Stelle a partecipare al Convegno “senonfosseNATO” che si terrà domani pomeriggio alla Camera dei Deputati dalle 16.00.  

Le abbiamo rivolto alcune domande per l'AntiDiplomatico.
 
 
A novembre Lei ha guidato una missione umanitaria e di pace in Siria. Che situazione ha trovato e che messaggio ha da rivolgere a quell'occidente molto responsabile del disastro del paese?
 
Una delegazione da me guidata ma con attivisti da 12 paesi organizzata dal movimento siriano Mussalaha per la riconciliazione ha visitato la Siria, Damasco, Homs e Maalula a novembre. Il messaggio che la delegazione ha rivolto al mondo è chiaro: i paesi occidentali devono abolire le sanzioni che danneggiano il popolo della Siria, il conflitto in Siria deve essere risolto con il dialogo, deve essere il popolo siriano a decidere, il popolo siriano deve essere al centro della soluzione. La riconciliazione e' possibile solo se finiscono le ingerenze esterne.
Per questo chiedo ai parlamentari italiani di andare in Siria a vedere direttamente la situazione drammatica nel paese.

 
Quanta responsabilità ha la NATO nella distruzione del paese e come si dovrebbe relazionare con quest'organizzazione un paese membro come l'Italia?
 
La Nato dovrebbe essere abolita, smantellata, insieme al militarismo. Questo è quello che dovrebbe fare un paese membro come la NATO. La nonviolenza e' il mezzo per la risoluzione dei conflitti. L'agenda della NATO e' la guerra permanente. Ormai è chiaro a tutti coloro che vogliono informarsi veramente.
L'Italia dovrebbe uscire dalla Nato ed essere parte di processi di vera pace nel Mediterraneo e nel mondo.
 
 
Come è stato possibile che i paesi membri abbiano accettato questa evoluzione della NATO da strumento di difesa in uno di morte e di aggressione?
 
La Nato avrebbe dovuto essere abolita con la fine del Patto di Varsavia. Invece e' diventata una macchina da guerra aggressiva e le sue guerre ed espansione a Est sono mortali. Ha provocato guerre e destabilizzato interi paesi, Iraq, Libia, e ora la Siria.
Le guerre della Nato e dei suoi membri sono anche la causa di milioni di rifugiati che bussano alle porte dell'Europa dopo che i loro paesi sono stati distrutti.
Dunque la Nato va smantellata. Il denaro impiegato per fini sociali. NON C'E' FUTURO PER LA NATO, NON CI DEVE ESSERE.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Intervista a Pablo Kunich, giornalista uruguayano in Venezuela: vi racconto da chi (e per conto di chi) è composta la "resistencia"

"I media nascondono che la maggior parte delle vittime appartiene alla classe lavoratrice, chavisti, forze dell'ordine o gente povera che non manifestava"

di Geraldina Colotti* 13 agosto 2017 Durante il nostro ultimo viaggio in Venezuela abbiamo intervistato...
Notizia del:

Intervista al Prof. Escarra, grande costituzionalista venezuelano: "Ho avuto differenze con il chavismo in passato. Difendo la Costituente, Maduro è un grande democratico"

Sulle destre Escarra dichiara: "Nonostante la violenza di questi settori che oggi si sono impadroniti di tutta l'opposizione, dobbiamo fare uno sforzo di dialogo, che il presidente sta perseguendo in ogni modo."

di Geraldina Colotti*, Caracas Il professore Hermann Escarra è uno dei più grandi costituzionalisti...
Notizia del:

Il fratello del Comandante Hugo Chavez: "Gli Usa parlano di democrazia, ma agiscono da fascisti"

In un'intervista a Ernesto Navarro di RT, il fratello del Comandante Hugo Chavez e neo-eletto costituente in Venezuela, Adán Chávez, commenta la decisione degli Stati Uniti di sanzionare...
Notizia del:

LA ASAMBLEA CONSTITUYENTE EN VENEZUELA DEL, POR Y PARA EL PUEBLO EN DEFENSA DE LA SOVRANIA Y AUTODETERMINACIÓN BOLIVARIANA

Entrevista de Redazione Radio Città Aperta a prof. L. VASAPOLLO

TRAD. de Pepe Valenzuela    Seguimos con el trabajo de dar noticias y de contextualizar la situación...
Notizia del:     Fonte: http://www.eldiario.es/

Venezuela, parla un osservatore spagnolo: «Il risultato è inappellabile. Sono otto milioni di persone»

Vicent Garcés è un ex eurodeputato appartenente al PSOE spagnolo che ha seguito elezioni per l'Assemblea Costituente come osservatore internazionale

  «Il risultato è inappellabile. Sono otto milioni di persone. Una partecipazione del 42%, nonostante...
Notizia del:

"Una lezione all'eurocentrismo, compreso quello di sinistra, che non fa altro che riproporsi come nuovo colonialismo."

Su gentile concessione di Contropiano Proseguiamo il lavoro per dare notizia, e contestualizzarla, di quanto sta avvenendo in Venezuela. Per un punto sulla situazione dopo il voto di domenica...
Notizia del:

Intervista a Geraldina Colotti da Caracas - "Il 'resettaggio' della Rivoluzione bolivariana in Venezuela a 100 anni dalla Rivoluzione d'Ottobre"

In questo strano paese che è l'Italia, le informazioni del Giornale Unico o del Telegiornale unico hanno come "fonti" per la politica estera veline del Dipartimento di Stato degli...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa