/ Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: "La NATO va smantellat...

Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: "La NATO va smantellata immediatamente"

Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: La NATO va smantellata immediatamente
 

Il Premio Nobel ha accolto un invito della Commissione Affari esteri del Movimento 5 Stelle a partecipare al Convegno "se non fosse NATO"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Marinella Correggia
 
Il premio Nobel per la pace Mairead Corrigan ha accolto l'invito della Commissione affari esteri del Movimento 5 Stelle a partecipare al Convegno “senonfosseNATO” che si terrà domani pomeriggio alla Camera dei Deputati dalle 16.00.  

Le abbiamo rivolto alcune domande per l'AntiDiplomatico.
 
 
A novembre Lei ha guidato una missione umanitaria e di pace in Siria. Che situazione ha trovato e che messaggio ha da rivolgere a quell'occidente molto responsabile del disastro del paese?
 
Una delegazione da me guidata ma con attivisti da 12 paesi organizzata dal movimento siriano Mussalaha per la riconciliazione ha visitato la Siria, Damasco, Homs e Maalula a novembre. Il messaggio che la delegazione ha rivolto al mondo è chiaro: i paesi occidentali devono abolire le sanzioni che danneggiano il popolo della Siria, il conflitto in Siria deve essere risolto con il dialogo, deve essere il popolo siriano a decidere, il popolo siriano deve essere al centro della soluzione. La riconciliazione e' possibile solo se finiscono le ingerenze esterne.
Per questo chiedo ai parlamentari italiani di andare in Siria a vedere direttamente la situazione drammatica nel paese.

 
Quanta responsabilità ha la NATO nella distruzione del paese e come si dovrebbe relazionare con quest'organizzazione un paese membro come l'Italia?
 
La Nato dovrebbe essere abolita, smantellata, insieme al militarismo. Questo è quello che dovrebbe fare un paese membro come la NATO. La nonviolenza e' il mezzo per la risoluzione dei conflitti. L'agenda della NATO e' la guerra permanente. Ormai è chiaro a tutti coloro che vogliono informarsi veramente.
L'Italia dovrebbe uscire dalla Nato ed essere parte di processi di vera pace nel Mediterraneo e nel mondo.
 
 
Come è stato possibile che i paesi membri abbiano accettato questa evoluzione della NATO da strumento di difesa in uno di morte e di aggressione?
 
La Nato avrebbe dovuto essere abolita con la fine del Patto di Varsavia. Invece e' diventata una macchina da guerra aggressiva e le sue guerre ed espansione a Est sono mortali. Ha provocato guerre e destabilizzato interi paesi, Iraq, Libia, e ora la Siria.
Le guerre della Nato e dei suoi membri sono anche la causa di milioni di rifugiati che bussano alle porte dell'Europa dopo che i loro paesi sono stati distrutti.
Dunque la Nato va smantellata. Il denaro impiegato per fini sociali. NON C'E' FUTURO PER LA NATO, NON CI DEVE ESSERE.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

Il costituzionalista Carlo Amirante: "Quello di Renzi e Napolitano è stato un delitto tentato. Ora non gli resta che piangere"

di Alessandro Bianchi “Il risultato del Referendum costituzionale è una risposta etica e politica agli attentati alla Costituzione di cui il principale responsabile è stato...
Notizia del:

Giorgio Cremaschi sulla vittoria del NO: "Si è trattata di una gigantesca autoconvocazione di protesta"

"Si è trattata di una gigantesca autoconvocazione di protesta". Così Giorgio Cremaschi, sindacalista e uno dei promotori della campagna per il "NO sociale" alla riforma...
Notizia del:

Lidia Undiemi sulla vittoria del NO: "E' stato un voto anche contro i ricatti dei mercati e dello spread"

"Possibile ora un governo Cinque Stelle. Ma credo che diventi di primaria importanza prima di pensare alle previsioni future, ora per tutte le forze politiche chiarire il programma elettorale"

"E' stato un voto dei cittadini anche contro il ricatto dello spread, dei mercati e della finanza"....
Notizia del:

Mons. Hindo: "quando le trattative avvengono fra siriani si raggiunge un accordo. Con l'Onu in mezzo saltano"

Intervista di Rodolfo Casadei Tempi, 28 novembre 2016 Parla della sua regione e la sua arcidiocesi (o arcieparchia), che si estende da nord a sud dalla città di Qamishli, al confine...
Notizia del:

Christopher Black: "Le menzogne che la NATO sta portando avanti rendono possibile un'operazione false flag"

L'AntiDiplomatico intervista il noto giurista internazionale. Anche con Trump la lotta per le risorse continuerà. E nel sistema capitalista questo porta alla guerra"

Christopher Black è uno dei giuristi penali internazionali più noti al mondo. Sul conflitto in Rwanda...
Notizia del:

John Steppling a l'AntiDiplomatico: "Un colpo di stato morbido contro Trump non è impossibile"

Il drammaturgo statunitense: "Rifiuto il termine populismo in questo contesto. E' un termine ad uso e consumo dei media aziendali"

Fenomeno Trump. Cambiamento o restaurazione? Isolazionismo o espansionismo in nuove aree? Un momento epocale...
Notizia del:

Marcello Foa: "Con Trump c'e' la possibilità di combattere davvero l'Isis"

L'AntiDiplomatico intervista Foa. "Questa è la grande speranza per noi europei: aprire una nuova fase molto più costruttiva nel rapporto con la Russia"

Fenomeno Trump. Cambiamento o restaurazione? Isolazionismo o espansionismo in nuove aree? Un momento epocale...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa