/ Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: "La NATO va smantellat...

Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: "La NATO va smantellata immediatamente"

Premio Nobel per la pace Mairead Corrigan: La NATO va smantellata immediatamente
 

Il Premio Nobel ha accolto un invito della Commissione Affari esteri del Movimento 5 Stelle a partecipare al Convegno "se non fosse NATO"

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

di Marinella Correggia
 
Il premio Nobel per la pace Mairead Corrigan ha accolto l'invito della Commissione affari esteri del Movimento 5 Stelle a partecipare al Convegno “senonfosseNATO” che si terrà domani pomeriggio alla Camera dei Deputati dalle 16.00.  

Le abbiamo rivolto alcune domande per l'AntiDiplomatico.
 
 
A novembre Lei ha guidato una missione umanitaria e di pace in Siria. Che situazione ha trovato e che messaggio ha da rivolgere a quell'occidente molto responsabile del disastro del paese?
 
Una delegazione da me guidata ma con attivisti da 12 paesi organizzata dal movimento siriano Mussalaha per la riconciliazione ha visitato la Siria, Damasco, Homs e Maalula a novembre. Il messaggio che la delegazione ha rivolto al mondo è chiaro: i paesi occidentali devono abolire le sanzioni che danneggiano il popolo della Siria, il conflitto in Siria deve essere risolto con il dialogo, deve essere il popolo siriano a decidere, il popolo siriano deve essere al centro della soluzione. La riconciliazione e' possibile solo se finiscono le ingerenze esterne.
Per questo chiedo ai parlamentari italiani di andare in Siria a vedere direttamente la situazione drammatica nel paese.

 
Quanta responsabilità ha la NATO nella distruzione del paese e come si dovrebbe relazionare con quest'organizzazione un paese membro come l'Italia?
 
La Nato dovrebbe essere abolita, smantellata, insieme al militarismo.
Questo è quello che dovrebbe fare un paese membro come la NATO. La nonviolenza e' il mezzo per la risoluzione dei conflitti. L'agenda della NATO e' la guerra permanente. Ormai è chiaro a tutti coloro che vogliono informarsi veramente.
L'Italia dovrebbe uscire dalla Nato ed essere parte di processi di vera pace nel Mediterraneo e nel mondo.
 
 
Come è stato possibile che i paesi membri abbiano accettato questa evoluzione della NATO da strumento di difesa in uno di morte e di aggressione?
 
La Nato avrebbe dovuto essere abolita con la fine del Patto di Varsavia. Invece e' diventata una macchina da guerra aggressiva e le sue guerre ed espansione a Est sono mortali. Ha provocato guerre e destabilizzato interi paesi, Iraq, Libia, e ora la Siria.
Le guerre della Nato e dei suoi membri sono anche la causa di milioni di rifugiati che bussano alle porte dell'Europa dopo che i loro paesi sono stati distrutti.
Dunque la Nato va smantellata. Il denaro impiegato per fini sociali. NON C'E' FUTURO PER LA NATO, NON CI DEVE ESSERE.
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da L'intervista
Notizia del:

"L'Impero sta facendo tutto quello che può per distruggere le nostre Rivoluzioni in America Latina"

Andre Vltchek: "Macri non è solo neo-liberale, Menem-style, sta portando al potere banditi assoluti".

Di Alessandro Bianchi L'America Latina è oggi al centro di un attacco concentrico di tutte...
Notizia del:

Lidia Undiemi e Francesco Silvestri su bilancio di Roma, lavoro e vincoli di bilancio

di Lidia Undiemi Ho incontrato a Roma Francesco Silvestri, una persona che ho imparato a stimare nel corso delle mie battaglie contro la Troika e in difesa dei lavoratori. Mi ha sempre sostenuta...
Notizia del:

Dalla Siria, mons. Jacques Behnan Hindo: "Le ONG e l’Onu invece di aiutarci, ci affamano"

"Guerra per procura, quella contro Assad, che ha scatenato in Siria miliziani stranieri provenienti da ogni parte del mondo. Legioni che sono arrivate nel Paese sotto gli occhi complici dei servizi segreti di Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna, Italia".

Da Piccole Note Sono cinque anni che una guerra feroce tormenta la Siria. Una tragedia senza fine si è...
Notizia del:

«L’ecosocialismo può salvare la rivoluzione venezuelana»

Intervista per l'AntiDiplomatico a Miguel Angel Núñez, agroecologo e saggista venezuelano

di Marinella Correggia   Miguel Angel Núñez dirige l’Istituto universitario...
Notizia del:

Arcivescovo maronita di Aleppo: "Ai politici europei dico: se avete un po' d'umanità non rinnovate le sanzioni alla Siria"

Mons. Joseph TOBJI: "...si è taciuto, perché i sistemi dell'informazione mondiale sanno, però nascondono quì, e amplificano lì... Perché? Semplice: sono COMPLICI".

di Alessandro Bianchi    Avete ascoltato tanti "servizi" di telegiornali e letto tanti...
Notizia del:     Fonte: Sputnik mundo

Miguel Fernandez, inviato di Prensa Latina a Damasco: "La guerra in Siria è contro tutta l'umanità"

"Vedere che le persone non si arrendono, che sognano ancora un paese prospero, è la più grande lezione che mi ha dato la Siria", ha dichiarato Miguel Fernandez, giornalista cubano di Prensa Latina, inviato per più di un anno in Siria, nel corso di un intervista rilasciata a Sputnik.

Testo dell'intervista originale   Quale visione aveva del paese e dell conflitto prima di arrivare...
Notizia del:

João Pedro Stedile: "Mobilitazione permanente contro il colpo di stato in Brasile"

Intervista a il Manifesto: "Un golpe senza carri armati nelle strade, ma altrettanto destabilizzante: simile a quello messo in atto contro Fernando Lugo in Paraguay nel 2012"

di Geraldina Colotti - il Manifesto, 13.05.2016   João Pedro Stedile, economista brasiliano...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa