/ VIDEO. "Erdogan Assassino!". Proteste contro la visita del presid...

VIDEO. "Erdogan Assassino!". Proteste contro la visita del presidente turco in Ecuador

VIDEO. Erdogan Assassino!. Proteste contro la visita del presidente turco in Ecuador
 

Alcuni manifestanti, tra le quali diverse donne, sono stati aggrediti dalle guardie di sicurezza del presidente turco, fatto che è stato condannato da diversi parlamentari ecuadoriani.

Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
 
Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, che è in visita in ufficiale Ecuador, è stato accolto, a Quito, con proteste contro la sua presenza nel paese latinoamericano.
 
Al grido di "Viva il Kurdistan!", "Erdogan Fuori!" e " Erdogan Assassino ", decine di attivisti hanno chiesto la fine operazione militare di Ankara contro le aree curde.
 


 
 
Uno dei manifestanti, l'attivista curdo che vive in Ecuador, Orshan Kamasek, ha riferito che Erdogan "sta uccidendo la nostra gente", e si è unito alla coalizione internazionale per "attaccare la Siria."
 
"La Turchia è parte della guerra in Siria, perché finanzia la guerra ed è amico dello Stato islamico", ha aggiunto l'attivista, citato dalla EFE.
 
Inoltre, ci sono stati una serie di scontri tra manifestanti e guardie di sicurezza di Erdogan, quando il presidente turco stava entrando all'Istituto Nazionale di Studi Avanzati (Iean) per tenere una conferenza.
 
Tra i manifestanti è stato aggredito anche un membro dell'Assemblea Nazionale ecuadoriana Vintimilla Diego, che ha denunciato l'accaduto attraverso il suo account Twitter.
 


 
Le azioni delle guardie di sicurezza del presidente della Turchia sono stati riportate anche da altri membri dell'Assemblea. a tal proposito il presidente dell'Assemblea Nazionale dell'Ecuador, Gabriela Rivadeneira, ha riferito che "sono state anche attaccate donne ecuadoriane".
 
A sua volta, il portavoce del gruppo "Donne per il Cambiamento", Cecilia Jaramillo, ha raccontato che ad alcune manifestanti sono stati inferti colpi alla testa e trascinate per i capelli nella Iean.
 


 
 
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Fonte: RT
Notizia del:
comments powered by Disqus
TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE
Notizia del:

Al centro della scena geopolitica e geoeconomica, il Venezuela non è solo

Se l'ordine esecutivo di Trump fosse stato attuato due decenni fa, la situazione sarebbe adesso insormontabile

di Alfredo Serrano Mancilla - Celag   Russia, 145 milioni di abitanti; Cina, 1,38 miliardi; Turchia,...
Notizia del:     Fonte: RT

Rafael Correa a RT: "Se continuano a distruggere la mia patria, tornerò alla presidenza. Lenin Moreno è un ipocrita"

In questa intervista esclusiva a RT, Correa dichiara: “Lenín ha fatto in queste tre settimane quello che l’opposizione non ha potuto fare in 10 anni, squalificare la nostra rivoluzione”

“Tornare a essere Presidente vorrebbe dire sconvolgere i piani familiari, ma quello che sta facendo l’attuale...
Notizia del:     Fonte: Walla

Alla fine anche Israele ammette: 'Assad sta vincendo la guerra in Siria'

Il regime israeliano ammette, infine, che il presidente siriano Bashar al-Assad sta vincendo la guerra nel paese arabo.

Contrariamente a quanto affermato in passato da vari esponenti politici e militari israeliani, secondo i quali...
Notizia del:     Fonte: Reuters

Erdogan: 'La Turchia schiererà le sue truppe nella provincia siriana di Idlib'

La misura fa parte dei negoziati tra Russia, Turchia e Iran per stabilire la quarta zona di riduzione della tensione, stabilita nella provincia di Idlib.

Il presidente turco Tayyip Erdogan, ha dichiarato, nel corso di in un'intervista alla Reuters, che il suo paese...
Notizia del:     Fonte: South Front

Siria, 35 gruppi ribelli pronti ad unirsi all'esercito siriano ad Idlib

Circa 35 fazioni ribelli hanno espresso la loro volontà di unirsi all'esercito siriano nella provincia di Idlib nella Siria nordoccidentale.

"I colloqui con i leader di 35 dei gruppi armati hanno confermato la loro disponibilità ad unirsi alle...
Notizia del:     Fonte: TASS

Siria, la zona di riduzione della tensione ad Idlib sarà controllata da Russia, Turchia e Iran

Il cessate il fuoco nella zona di de-escalation della provincia siriana di Idlib sarà controllata dai tre paesi garanti: Russia, Iran e Turchia, ha dichiarato ieri il rappresentante speciale del presidente russo per la Siria, Alexandre Lavrentiev.

I partecipanti sui negoziati sulla Siria ad Astana sono "in procinto di accordarsi su quattro aree di de-escalation",...
Notizia del:     Fonte: Al Mayadeen

"Gli USA non forniscono più armi all'opposizione e accettano la vittoria di Assad"

Secondo l'ex ambasciatore degli USA in Siria, il suo paese e altri sponsor dell'opposizione siriana ammettono la vittoria del presidente siriano Bashar al Assad, e quindi hanno smesso di sostenere i cosiddetti ribelli.

"Il governo degli Stati Uniti ha accettato questo senza entusiasmo e gioia, ma lo ha accettato", ha...
Notizia del:     Fonte: Daily Sabah

Ripristinata la sicurezza, ad Aleppo 40.000 siriani ritornano alle loro case

Migliaia di profughi siriani che vivevano in Turchia tornano alle loro case nella provincia di Aleppo, dopo un notevole cambio delle condizioni di sicurezza.

L'Eid al-Adha, la grande festa musulmana del sacrificio, è stato il motivo per il ritorno dei siriani....
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Chi e per quali ragioni sta ritardando la fine della guerra in Siria

Mentre l'ISIS continua a perdere terreno in Siria, diversi esperti militari ritengono che ci sia chi ostacoli la fine della guerra per trarre profitti. "È la guerra degli interessi degli attori internazionali", ha dichiarato il generale siriano Haitam Hassoum.

FONTE ARTICOLO   Le organizzazioni terroristiche si indeboliscono giorno dopo giorno e stanno abbandonando...
Notizia del:

Ecuador: ha vinto la Revolucion Ciudadana, ma governa la destra

di Patas Azules   Qualcosa di strano sta succedendo in Ecuador. Il 3 aprile scorso vince il candidato della Revolucion Ciudadana: Lenin Moreno, candidato in binomio con il vice-presidente,...
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Ria Novosti

Russia: "L'ISIS è stato espulso dal 92,6% del territorio siriano "

La forza aerea russa ha condotto nell'ultima settimana oltre 400 missioni di combattimento in Siria e ha distrutto più di 1.200 strutture appartenenti ai gruppi terroristici.

I terroristi dell'ISIS sono stati espulsi da più del 92,6% del territorio siriano. Lo ha riferito...
Notizia del:     Fonte: Sana - Hispantv

Assad: 'La sconfitta dei terroristi ha inferto un colpo devastante ai piani dell'Occidente'

Il presidente siriano ha ricevuto a Damasco il capo dell'esercito iraniano per coordinare la strategia anti terrorismo di entrambi i paesi.

Il presidente siriano Bashar al-Assad ha tenuto un incontro con il capo di Stato Maggiore iraniano Mohammad Bagheri...
Notizia del:

IL CENTRO MONDIALE COMMERCIALE E MICHELE SINDONA – Parte I

  di Michele Metta*   Come già messo in rilievo in un altro dei precedenti articoli riguardanti la mia inchiesta sul Centro Mondiale Commerciale, Edgardo Pellegrini ha il merito d’essere...
Notizia del:

Ora si può dire: I media siriani, derisi in occidente, hanno trionfato sulle ingannevoli campagne mediatiche

Avete mai sentito un media occidentale riprendere (senza commenti sarcastici) l'articolo di un media siriano? Difficile, se non al massimo per qualche nota relativa ai fronti di guerra.   ** Quindi...
Notizia del:     Fonte: teleSUR

Maduro denuncia azioni di Facebook e Instagram contro il governo venezuelano

Nicolás Maduro inoltre ha affermato che l'ultimo processo elettorale per il rinnovo dei governatori è stato libero e finanche a vantaggio dei partiti dell'opposizione

  Il presidente venezuelano Nicolás Maduro ha affermato che l'ultimo processo elettorale per il...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News

L'Esercito siriano verso importante successo contro al Qaeda nel Golan e, di nuovo, l'aviazione israeliana lo attacca

La forza aerea israeliana ha bombardato l'esercito siriano all'interno delle alture del Golan, questa sera, con la solita giustificazione di essere stata attaccata.

Secondo la 90esima Brigata dell'esercito siriano, citata dal portale di notizie 'Al Masdar News',...
Notizia del:

Raqqa nelle mani di USA e Arabia Saudita: "Il 'regime' siriano non metterà più piede qui"

Come era prevedibile, una volta liberata dall'ISIS, il destino di Raqqa sembra quello di cadere nelle mani degli USA che chiudono ogni accesso alla città al governo siriano.

In un incontro a Raqqa con il Consiglio civile nella città di Ain Issa, Brett McGurk, l'inviato degli...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa