/ Haaretz: "l'intelligence occidentale sapeva con un alto grado di ...

Haaretz: "l'intelligence occidentale sapeva con un alto grado di certezza degli attentati di Bruxelles"

Haaretz: l'intelligence occidentale sapeva con un alto grado di certezza degli attentati di Bruxelles
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

L'accusa più grave sugli attentati di Bruxelles e totalmente ignorata dalla stampa italiana arriva dal giornale israeliano Haaretz che riferisce come i servizi di sicurezza belgi e altre agenzie di intelligence occidentali avevano avuto in "anticipo gli avvertimenti di intelligence precisi" per quanto riguardava gli attentati di martedì. 
 
Secondo il giornale israeliano: "i servizi di sicurezza sapevano, con un alto grado di certezza, che gli attacchi erano stati pianificati nel prossimo futuro per l'aeroporto e, a quanto pare, per la metropolitana pure."

 
 
Nonostante il preavviso, l'intelligence e la preparazione di sicurezza a Bruxelles, dove si trovano la maggior parte delle agenzie dell'Unione europea, è stato limitato nella sua portata e insufficiente per la gravità e l'immediatezza della segnalazione.
 
Per quanto si sa, gli attacchi sono stati pianificati dalla sede centrale dello Stato Islamico (ISIS) a Raqqa, Siria.
 
La cellula terroristica responsabile degli attacchi a Bruxelles martedì è strettamente associata con la rete degli attentati a Parigi lo scorso novembre. In questa fase, erano parte della stessa infrastruttura terroristica, collegata da Salah Abdeslam.
 
Abdeslam fuggito da Parigi dopo gli attacchi di novembre, si nascose fuori a Bruxelles ed è stato arrestato la scorsa settimana dalle autorità belghe.
 
L'arresto di Abdeslam era apparentemente il grilletto per gli attacchi di martedì, a causa della preoccupazione dell'ISIS che avrebbe potuto dare informazioni sugli attacchi pianificati sotto interrogatorio, in particolare alla luce dei rapporti che stava collaborando con i suoi rapitori.
 
Se la relazione del giornale israeliano dovesse essere accurata, solleva molte domande sgradevoli e francamente inquietanti sia per le autorità locali che internazionali, scrive Zero Hedge, come ad esempio la ragione per cui a seguito della cattura Salah Abdeslam, il Belgio non abbia alzato lo stato di allerta, come ha fatto a novembre a seguito degli attentati di Parigi.
 
Bruxelles si presentava così dopo l'attacco terroristico di Parigi:





Questa volta, però, la polizia locale non ha fatto nulla e il risultato è stato di oltre 30 morti e centinaia di feriti.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:

 MARZO 1999, USA ED EUROPA AGGREDISCONO LA JUGOSLAVIA

  Mentre si dispiega pomposamente il farsesco racconto di un'Unione Europea come garante di pace, conviene riprendere le parole di un lucido commento del Quotidiano del popolo, organo del partito...
Notizia del:

Bertolt Brecht, ”Epistola serba”, in occasione del bombardamento di Belgrado il 6 aprile 1941

 A cura di Enrico Vigna, marzo 2017  …..Per NON dimenticare i bombardamenti NATO sulla Jugoslavia del 1999 Per ricordare e NON dimenticare questo 18° triste anniversario,...
Notizia del:

24 Marzo 1999 - Marzo 2017 : NOI NON DIMENTICHIAMO

 “…la guerra non è una canzone, che si può dimenticare la guerra è una favola funesta, che ogni giorno si manifesta…” ( Milena N. Kosovo, 12 anni...
Notizia del:

Arturo Scotto, il fallimento della "sinistra" europeista

Vedere Arturo Scotto alla manifestazione filo-Unione Europea, circondato dalle bandiere dei fascisti ucraini, è francamente uno spettacolo desolante che la dice lunga sulla deriva di certa "sinistra",...
Notizia del:     Fonte: Hispantv

VIDEO. Yemen, bambini senza futuro a causa dell'aggressione dell'Arabia Saudita

L'Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) avverte che il costo umano del conflitto, che si è intensificata due anni fa con l'intervento saudita, è più importante dei danni materiali.

Roa, ha 12 anni, sogna di diventare un insegnante, ma ora non può nemmeno andare a scuola. Con la sua famiglia...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar

I curdi delle FDS accolgono positivamente l'Esercito siriano nell'offensiva di Raqqa

Un portavoce dalle "Forze siriane Democratiche" (FDS) ha dichiarato che la sua organizzazione si compiace della partecipazione della partecipazione nelle prossimi operazioni per la liberazione di Raqqa.

In alcune dichiarazioni pubblicate dal quotidiano siriano Al-Watan, e riportate dal sito di informazione 'Al-Masdar-News',...
Notizia del:

Giù le mani dalla INNSE

RICEVIAMO E IMMEDIATAMENTE PUBBLICHIAMO Sappiamo dell'urto che stanno reggendo gli operai della INNSE. Infatti il padrone, attraverso sanzioni e provvedimenti disciplinari, sta accanendosi...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa