/ Haaretz: "l'intelligence occidentale sapeva con un alto grado di ...

Haaretz: "l'intelligence occidentale sapeva con un alto grado di certezza degli attentati di Bruxelles"

Haaretz: l'intelligence occidentale sapeva con un alto grado di certezza degli attentati di Bruxelles
 
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it

L'accusa più grave sugli attentati di Bruxelles e totalmente ignorata dalla stampa italiana arriva dal giornale israeliano Haaretz che riferisce come i servizi di sicurezza belgi e altre agenzie di intelligence occidentali avevano avuto in "anticipo gli avvertimenti di intelligence precisi" per quanto riguardava gli attentati di martedì. 
 
Secondo il giornale israeliano: "i servizi di sicurezza sapevano, con un alto grado di certezza, che gli attacchi erano stati pianificati nel prossimo futuro per l'aeroporto e, a quanto pare, per la metropolitana pure."

 
 
Nonostante il preavviso, l'intelligence e la preparazione di sicurezza a Bruxelles, dove si trovano la maggior parte delle agenzie dell'Unione europea, è stato limitato nella sua portata e insufficiente per la gravità e l'immediatezza della segnalazione.
 
Per quanto si sa, gli attacchi sono stati pianificati dalla sede centrale dello Stato Islamico (ISIS) a Raqqa, Siria.
 
La cellula terroristica responsabile degli attacchi a Bruxelles martedì è strettamente associata con la rete degli attentati a Parigi lo scorso novembre. In questa fase, erano parte della stessa infrastruttura terroristica, collegata da Salah Abdeslam.
 
Abdeslam fuggito da Parigi dopo gli attacchi di novembre, si nascose fuori a Bruxelles ed è stato arrestato la scorsa settimana dalle autorità belghe.
 
L'arresto di Abdeslam era apparentemente il grilletto per gli attacchi di martedì, a causa della preoccupazione dell'ISIS che avrebbe potuto dare informazioni sugli attacchi pianificati sotto interrogatorio, in particolare alla luce dei rapporti che stava collaborando con i suoi rapitori.
 
Se la relazione del giornale israeliano dovesse essere accurata, solleva molte domande sgradevoli e francamente inquietanti sia per le autorità locali che internazionali, scrive Zero Hedge, come ad esempio la ragione per cui a seguito della cattura Salah Abdeslam, il Belgio non abbia alzato lo stato di allerta, come ha fatto a novembre a seguito degli attentati di Parigi.
 
Bruxelles si presentava così dopo l'attacco terroristico di Parigi:





Questa volta, però, la polizia locale non ha fatto nulla e il risultato è stato di oltre 30 morti e centinaia di feriti.
Notizia presa dal sito www.Lantidiplomatico.it visita www.Lantidiplomatico.it
Notizia del:
comments powered by Disqus
Le più recenti da World Affairs
Notizia del:     Fonte: Euronews

Russia: Gli Stati Uniti intendono rimanere in Siria per sempre

Gli Stati Uniti cercano di separare una vasta regione dal resto del territorio siriano, ha avvertito ieri il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, il quale ha ribadito che Washington intende rimanere nel paese arabo a tempo indefinito.

"(Gli statunitensi) sembrano voler dividere gran parte del territorio siriano dal resto del paese, per creare...
Notizia del:     Fonte: Al Manar

Nasrallah: Possiamo distruggere le piattaforme petrolifere israeliane nel giro di poche ore

Il segretario generale di Hezbollah Sayyed Hassan Nasrallah ribadisce che la presenza degli USA nella regione è data dalla volontà di impadronirsi delle risorse naturali.

In occasione della ricorrenza del martirio di due leader del Movimento di resistenza libanese Hezbollah, il segretario...
Notizia del:

Jean-Luc Melenchon da Napoli: «La Russia non è un nostro nemico»

Il leader francese invita anche a contrastare le politiche guerrafondaie della NATO

  Dall’ex Opg di Napoli dove si è recato per un incontro con gli esponenti della lista Potere...
Notizia del:

Consiglio Mondiale della Pace: "E' un dovere difendere le vittorie della Siria contro il terrorismo, per il dialogo e la sovranità"

di Socorro Gomes, presidente del Consiglio Mondiale della Pace da cebrapaz.org.br Traduzione di Marx21.it Le forze di pace giudicano con ottimismo i progressi della Siria di fronte...
Notizia del:     Fonte: Al Masdar News - Al Mayadeen

L'Esercito siriano rifiuta la proposta delle YPG di entrare ad Afrin, ma continuerà a permettere il passaggio dei rinforzi curdi da Aleppo

Il portale di notizie 'Al Masdar News' ha smentito che l'esercito siriano entrerà ad Afrin, nord della Siria, per combattere l'aggressione turca, rifiutando la proposta delle YPG curde.

Ieri il canale libanese 'Al Mayadeen' ha annunciato che "lo schieramento di truppe siriane nei prossimi...
Notizia del:     Fonte: http://redstar.ru

La Russia ha lanciato più di 100 missili da crociera durante l'operazione anti-terrorismo in Siria

Il gruppo di attacco della portaerei russa nel Mediterraneo è riuscito a raggiungere più di 1.250 obiettivi terroristici in Siria.

Durante l'operazione antiterrorismo in Siria la marina russa ha lanciato contro le posizioni dei terroristi...
Notizia del:     Fonte: SANA

Cuba: sosteniamo la Siria e apprezziamo la sua fermezza contro il terrorismo e l'imperialismo

Cuba ribadisce la sua solidarietà e appoggio alla Siria elogiando la fermezza dei siriani di fronte al terrorismo e all'imperialismo.

Durante il suo incontro con il ministro siriano dell'Istruzione superiore, Atef Nadaf, a L'Avana, ieri,...
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa