/ Argentina: truppe israeliane a guardia del confine con Paraguay e...

Argentina: truppe israeliane a guardia del confine con Paraguay e Brasile

 


di Stella Calloni - La Jornada
 

Con la scusa di controllare il traffico di droga e merci che arrivano dal territorio paraguaiano quattro cannoniere israeliane Shalgag MKII e consiglieri del paese sono da domenica a Posadas, in Argentina, capitale della provincia di Misiones che compone il cosiddetto Triple, il confine con il Brasile e il Paraguay e prenderanno la custodia di quasi mille chilometri di acque dei fiumi Paraguay e Paraná.

 

Come riferito da La Jornada in questi ultimi due anni, dal marzo 2016 hanno cominciato ad essere firmato accordi militari e di sicurezza tra il governo del presidente argentino Mauricio Macri, gli Stati Uniti e Israele, così come ad effettuare acquisti di attrezzature e armi e la creazione di basi militari, sia nell'estremo sud del paese che nelle zone di confine a nord-ovest e nord-est. Il governo ha autorizzato anche la presenza di truppe statunitensi del Comando Sur, senza passaggio attraverso il Congresso argentino.

 

A Misiones vi è anche una "task force" dell’agenzia antidroga USA, in base a un accordo firmato dal ministro per la Sicurezza Patricia Bullrich nel 2017 negli Stati Uniti, dove sono anche state acquistate queste lance pagate un prezzo superiore a quello che sarebbero costate in altri paesi.

 

Mentre comincia la costruzione di una base militare finanziata dal Comando Sud nella provincia di Neuquen, e l'installazione di almeno due basi militari nella Terra del Fuoco, chiamata isola della fine del mondo, presuntamente per monitorare esplosioni nucleari nelle città di Tolhuin e Usuhaia.

 

Le cannoniere e lo schema per la sicurezza di frontiera avrà la sua sede operativa a Posadas e ora si trovano nel porto della Prefectura Naval Argentina come annunciato dal quotidiano El Territorio della provincia di Misiones.

La giurisdizione da coprire è di mille chilometri e va da Clorinda (Formosa) a Puerto Iguazú. Viaggeranno attraverso quattro province, tra cui Corrientes e Chaco, che confinano con il paese da dove arriva la maggior quantità di marijuana in Argentina. "In totale ci sono quattro imbarcazioni”, hanno detto i media.

 

Lo schema della militarizzazione straniera in Argentina, è il più importante che sia conosciuto nella storia del paese ed è stato portato avanti sotto il governo di Macri senza alcuna autorizzazione da parte del Congresso.

 

(Traduzione de l’AntiDiplomatico)

Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa