Euro: la soluzione più probabile al momento

Euro: la soluzione più probabile al momento

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala
 

Euro: la soluzione più probabile al momento.

 
  • Nel Board della Bce di Giugno la Bce conferma le politiche monetarie dei programmi PEPP e PSPP se non addirittura le aumenta come dimensioni e durata. La Lagarde lo ha annunciato ufficialmente "continueremo a fare ciò che stiamo facendo senza battere ciglio". Ha la maggioranza nel Board per fare questo contro la Germania? Assolutamente si.
 
  • Entro il 3 Luglio il Bundestag vota o un atto formale della Bce (esempio scolastico, non arriverà mai) o un atto formale della Bundesbank (che però ha il difetto di non soddisfare le prescrizioni della Corte di Karlsruhe che vuole un atto formale della Bce). Dunque il Bundestag o boccia il documento o prende atto che non c'è nessun documento. Risultato: il Bundestag intima alla Bundesbank di uscire dai programmi PEPP e PSPP della Bce e di presentare un documento di smobilitazione del portafoglio titoli pubblici della Bundesbank.
 
  • La Bundesbank ottempera a quanto prescritto dal Bundestag e dal Dictat di Karslruhe. Potrebbe fare altrimenti?
 
  • Risultato 1: Immediatamente assisteremo ad un immenso tsunami di capitali che entrano in Germania e che manderanno i tassi tedeschi ancora più in negativo e quelli degli altri paesi in positivo. In una parola esploderanno gli spread.
 
  • Risultato 2: per evitare che si verifichi quanto previsto al punto precedente la Bundesbank assieme all'annunzio dell'uscita dal programma Pepp e PSPP annuncia, con il Ministero della Finanze tedesco, il Controllo temporaneo del Movimento dei Capitali così come previsto dal TFEU art. 66 per motivi di ordine pubblico.
 

Quello che verrà dopo dipende dalla politica. Stiamo andando a sbattere contro un muro di cemento armato. Astenersi economisti con soluzioni fantasione del tipo "compro questo, vendo l'altro, faccio un'agenzia europea del debito e faccio prestiti in pool" ecc. Serve una soluzione giuridica che riesca a mettere insieme la Costituzione Tedesca e i trattati UE. O se preferite serve una strategia giuridica che riesca o ad aggirare la Costituzione tedesca o i Trattati UE. Altrimenti succede quanto ho scritto sopra.

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Il marcio del finto sindacato viene alla luce di Savino Balzano Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico di Pasquale Cicalese Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito di Gilberto Trombetta Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti