I cosmonauti russi non hanno indossato tute gialle per l'Ucraina

I cosmonauti russi non hanno indossato tute gialle per l'Ucraina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La fake news russofoba di oggi riguarda i cosmonauti di Mosca che sarebbero saliti sulla Stazione Internazionale con tute gialle in solidarietà con l’Ucraina. 

In realtà l’utilizzo della tuta gialla è usuale. "A volte il giallo è solo giallo", ha affermato a tal proposito il servizio stampa di Roscosmos sul suo canale Telegram, secondo quanto riporta l’agenzia Reuters.

"Le tute di volo del nuovo equipaggio sono realizzate con i colori dell'emblema dell'Università tecnica statale di Mosca Bauman, in cui si sono laureati tutti e tre i cosmonauti... Vedere la bandiera ucraina ovunque e in ogni cosa è pazzesco".

Il direttore generale di Roscosmos, Dmitry Rogozin - aggiunge Reuters - è stato più aspro, affermando sul suo canale personale Telegram che i cosmonauti russi non hanno alcuna simpatia per i nazionalisti ucraini.

In una conferenza stampa in live streaming dalla ISS venerdì, è stato chiesto al cosmonauta veterano Oleg Artemyev, il comandante della missione, delle tute.

"Ogni equipaggio sceglie un colore che diverso. Era il nostro turno di scegliere un colore", ha dichiarato. "La verità è che avevamo accumulato molto tessuto giallo, quindi dovevamo consumarlo. Ecco perché dovevamo indossare tute da volo gialle".

Su Telegram l’agenzia spaziale russa Roscosmos ha poi spiegato che le tute sono state realizzate sei mesi fa e che i tre cosmonauti avevano scelto i colori della loro alma mater. Rogozin ha inoltre aggiunto: “In questi giorni, anche se siamo nello spazio, siamo insieme al nostro presidente e al popolo!”. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO