Il formaggio "senza condizionalità" nella trappola per topi

Il formaggio "senza condizionalità" nella trappola per topi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala

 

Ma cosa sono i 36 miliardi delle linee di credito Mes senza condizionalità per le spese sanitarie?


Sono il formaggio nella trappola per topi.


Sono una cifra irrisoria per far ripartire un economia da 1800 mld di euro di pil come quella italiana che ha subito uno shock da -10% minimo. E sono nulla per uno stato come quello italiano che ha titoli di debito emessi sui mercati finanziari per oltre 2200 miliardi di euro. Briciole.


Ma sono tantissimi per tutti i ladroni. Voi immaginate con la scusa dell'emergenza sanitaria cosa faranno? Niente controlli; già abbiamo visto i primi arresti con decine di milioni spariti per il solo acquisto di mascherine dalla Cina. Spese per sale di rianimazione senza controlli, spese per dispositivi biomedicali di protezione senza controlli, spese per medicinali senza controlli, spese per respiratori senza controlli. Poi ci sono le spese indirette per la prevenzione come questa storia della localizzazione telematica, faranno due applicazioni, le pagheranno a peso d'oro, tutto - ovviamente - senza controlli. Insomma, tangenti a mani basse. Per lavarsi la coscienza se ci va bene spenderanno per qualche progetto di ricerca e magari per comprare un po' di mezzi per la Polizia con la scusa della prevenzione. Il resto sarà tutto una Grande Abbuffata.


A Bruxelles conoscono benissimo i loro polli. Hanno concesso una cifra esorbitante per quelle che sono le esigenze sanitarie (peraltro il picco lo abbiamo superato) ma del tutto irrilevante per il salvataggio dell'economia italiana. Però è tutta roba senza controlli e senza condizionalità. Fa troppo ingolosire chi vuole riempirsi le tasche.


Però a Bruxelles sanno anche bene un'altra cosa: se l'Italia prende quei soldi manda il messaggio al mercato che non abbiamo nulla. Il resto verrà da sé, spread che salgono, tassi insostenibili e a quel punto richiesta del Mes con condizionalità. Bruxelles si prende l'Italia con i suoi 8000 mld di ricchezza finanziaria e reale. I 37 miliardi in regalo ai ladroni sono un ottimo investimento. I 30 danari di Giuda.


P.S. #DiMartedì: Berlusconi e Bersani pro Mes. Figuriamoci, tutta la finta destra e la finta sinistra si uniscono in un'estrema difesa. Come i gerarchi fascisti di Salò volevano tentare un estrema difesa nella cosiddetta "ridotta valtellinese" con il sostegno dell'alleato nazista. Uguale, sanno di essere morti (e qualcuno rischia fisicamente appena la gente capirà cosa hanno fatto in questi trenta anni mentre facevano la commedia di litigare); dunque ammanettare la democrazia italiana tramite Mes e sperare che la nottata passi (sempre con atteggiamenti da competenti) senza che la gente capisca troppo e se la prenda con il destino cinico e baro che ci ha mandato il coronavirus. Ma il Movimento 5 Stelle? Quanti si presteranno a questa operazione sporca e quanti usciranno unendosi all'opposizione nella lotta contro il Mes?

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa di Giorgio Cremaschi Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

Sondaggio Times: Italia primo paese pacifista d'Europa

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso) di Marinella Mondaini La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

La decadenza finale dell'occidente (con un intruso)

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

La finanza si "aspetta un terremoto" di Pasquale Cicalese La finanza si "aspetta un terremoto"

La finanza si "aspetta un terremoto"

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti