Il Pentagono controlla 60 laboratori biologici ai confini di Russia e Cina

Il Pentagono controlla 60 laboratori biologici ai confini di Russia e Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il capo delle truppe russe per la protezione radiologica, chimica e biologica, Igor Kirillov, ha riferito, ieri, dell'esistenza di 60 laboratori biologici ai confini tra Russia e Cina che hanno il supporto del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti per il loro ammodernamento.

Kirillov è apparso davanti al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC) fornendo specifiche sulla natura dell'attività biologico-militare degli Stati Uniti in territorio straniero, che mette in pericolo la sicurezza mondiale.

Con il supporto dei dati del ministero degli Esteri cinese, il capo delle truppe russe di protezione radiologica, chimica e biologica ha dichiarato che Washington controlla almeno 336 laboratori al di fuori del suo territorio nazionale volti allo sviluppo di agenti patogeni trasmissibili.

Settimane fa, le autorità russe hanno rivelato le indagini condotte dalla Casa Bianca sulla trasmissione di pericolose infezioni attraverso gli uccelli migratori, che sono state condotte nelle città ucraine di Kiev, Kharkov e Odessa.

Kirillov ha descritto come sconsiderata e irresponsabile l'esercitazione biologica militare svolta dagli USA in quei territori, perché non consente il controllo delle conseguenze.

L'ufficiale militare russo ha anche spiegato che gli Usa sfruttano le lacune della legislazione internazionale per aumentare la propria capacità e presenza biologico-militare al di fuori dei propri confini.

Secondo i media, Kirillov ha recentemente affermato che l'avvocato e figlio del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, Hunter Biden, "hanno avuto un ruolo fondamentale nel creare l'opportunità finanziaria per lavorare sugli agenti patogeni in Ucraina".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia di Antonio Di Siena Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti